Chi è

Luigi De Magistris, 42 anni, è in magistratura dal 1995. Dal 1998 al 2002 ha lavorato a Napoli, quindi è passato come pm a Catanzaro. Qui ha raggiunto la notorietà, ma al tempo stesso è finito nei guai, disciplinari prima - con il trasferimento dalla Calabria a Napoli - e adesso anche giudiziari. Per tutte l’inchiesta Why not - che coinvolgeva l’allora Guardasigilli Clemente Mastella, poi prosciolto - e Toghe lucane, che ipotizzava un oscuro intreccio tra magistrati, forze dell’ordine e politici per gestire affari in Basilicata. Proprio «Toghe lucane» - per le anomalie nella gestione del fascicolo - è costata a De Magistris prima l’apertura del procedimento disciplinare da parte del Csm, e quindi il trasferimento. Due giorni fa, sulla scia di Di Pietro, l’annuncio dell’abbandono della toga e della discesa in politica nell’Idv. Ieri, l’iscrizione nel registro degli indagati a Roma, dove è accusato di abuso d’ufficio e interruzione di pubblico servizio in seguito alla «guerra tra procure» tra Catanzaro e Salerno.