Chi è

Don Virginio Rigoldi, detto Gino, è dal 1972 cappellano dell’Istituto penale minorile «Cesare Beccaria». Dal 1973 è presidente di «Comunità Nuova», onlus che ha come scopo l'inserimento sociale dei ragazzi che, una volta usciti dalla detenzione, non possono contare sulla famiglia o un contesto relazionale e affettivo adeguato. Con l’avanzare degli anni l’associazione ha ampliato le proprie attività, creando programmi di recupero dei ragazzi tossicodipendenti, centri d’aggregazione giovanile per prevenire la dispersione scolastica e programmi per contrastare la prostituzione minorile. Dopo 36 anni Don Gino continua a ospitare in casa sua giovani in difficoltà e quotidianamente sente o incontra qualche decina di persone con i guai più diversi, visto che è membro di numerose commissioni regionali e comunali che si occupano di minori e tossicodipendenza. Dal 1999 è legato anche alla organizzazione de «Le case del sorriso» in Romania, onlus attiva nell’aiuto dei bambini a rischio d’abbandono e dei giovani romeni con trascorsi in istituti di pena per l’inserimento nel mondo del lavoro. È cittadino benemerito del Comune di Milano e Cavaliere della Repubblica.