Chi incenerisce l'inceneritore

L'ultima mossa del sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, per provare a tener fede, dopo due mesi di vuoto, alla sua principale promessa elettorale ovvero bloccare l'inceneritore, è affidarsi a consulenti. Entro dicembre, al costo di 16mila euro lorde, l'ingegnere ed urbanista Paolo Rabitti dovrà trovare una soluzione. Rabitti è tutt'altro che un carneade. Lo si potrebbe definire un militante «di area»: lo scandalo Eco-balle in Campania, i rifiuti tossici sotto il tracciato di Brebemi, la centrale di Porto Tolle, il Petrolchimico di Marghera. Lui si è occupato di tutto, provando a bloccare tutto. Un «mastino» delle battaglie ambientali. Con all'attivo molte pubblicazioni, alcune edite dalla stessa casa che ha pubblicato l'instant book su Pizzarotti. Dopo aver scelto gli assessori, scartabellando i curricula con tutta calma, ora i grillini abbandonano il metodo della selezione dei profili e marciano dritti al punto.