Chi èIl ministro delle Infrastrutture che sognava il Ponte e cambiò il Codice della strada

Pietro Lunardi, 73 anni, è stato ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti nel secondo governo Berlusconi, dal 2001 al 2006. Ingegnere e docente di geotecnica, è titolare della Rocksoil, società specializzata in trafori. In tale veste è stato presidente della Società Italiana Gallerie. Ha contribuito alla progettazione di dighe, gallerie e metropolitane in tutto il mondo, ma viene ricordato soprattutto per il suo intervento durante l'alluvione della Valtellina nel 1987. Consigliere del governo Goria e membro della commissione Grandi Rischi della Protezione Civile, diventa ministro nel 2001 e firma la riforma del Codice Stradale e la Legge obiettivo sulle Grandi opere. Favorevole alla Tav e al Ponte sullo Stretto di Messina, è stato deputato e senatore del Pdl.