Chi sarà lo 007 dentro il Copasir? Forse lo scoprirà l'ex pm Casson

Chi sorveglierà i sorveglianti? Sembra che un membro del Copasir, l'organo parlamentare di controllo dei servizi segreti, sia uno stimato funzionario dei servizi stessi. Naturalmente, trattandosi di una persona di alto profilo in forza ai servizi segreti, non è possibile svelarne l'identità ma sembra che, correttamente, sia stata posta in aspettativa non retribuita. Ma la faccenda resta imbarazzante. Se è vero che un membro del Copasir è uno 007 in aspettativa, i due presidenti lo sanno?E poi, considerando il numero esiguo dei componenti, perché il suo partito ha scelto proprio quel candidato? Toccherà probabilmente a Felice Casson (nella foto) l'ex magistrato senatore Pd e segretario Copasir indagare per capire se le voci di corridoio sono autentiche. Si può ipotizzare una incompatibilità tra i due ruoli? Vi sono state responsabilità politiche? E, senza cadere in facile e banale retorica, perché, sempre nel caso la vicenda sia vera, tra tanti parlamentari è stato scelto proprio quello?

Commenti

angelomaria

Gio, 05/09/2013 - 14:50

vai ancora pd ma lo sapete sanno che no hanno vinto un bel niente e continuano ha prendersi oh cercare di fare manbassa d tutto no solo prepotenti ma ora offensivi degni forse di leggere un giornali seduti sull'asse poi niente piu ha parte rirmpirne il vaso