Chi vuol giustiziare la lingua italiana

Leggendo un quotidiano, davanti all'ingresso di Montecitorio, un deputato del Pdl commenta il linguaggio usato dai cronisti di «nera». Soprattutto l'uso spregiudicato, quanto improprio, del verbo «giustiziare» riferito a delitti efferati compiuti dalla malavita: «Giustiziato con un colpo alla testa». A quale giustizia si fa riferimento per un omicidio?