Ci mancava Giggino "'o senegalese" De Magistris nei panni dell'immigrato

Il sindaco di Napoli posa nel calendario per i senzatetto

Napoli - Ma chi è quell'immigrato clandestino che assomiglia come una goccia d'acqua a Giggino? Sì, è proprio lui: il sindaco di Napoli! Travestito da senegalese nell'atto di essere identificato da un solerte poliziotto (di colore) con tanto di impronte digitali, Luigi de Magistris (nella foto) ha posato per il calendario promosso dal Centro ascolto disagiati (nato da un'idea del consigliere di municipalità Pino De Stasio) dedicato ai senza fissa dimora e ai clochard. Il book fotografico della fascia tricolore si arricchisce così di un altro imperdibile scatto d'autore. Quello d'esordio, pochi giorni dopo l'insediamento, ancora circola sui social network ed è gettonatissimo. Il neo primo cittadino venne ritratto mentre, sorridente, stringeva in pugno una grossa busta di immondizia all'interno di un aristocratico salone della Casa comunale. Un modo simpatico (secondo lui) per invitare i napoletani alla differenziata. Peccato, però, che l'istanza di collaborazione sia caduta nel vuoto, visto che la città è ancora inchiodata al 18 per cento.

Sulla stessa falsariga, qualche tempo dopo, Giggino si fece ritrarre alla guida di un compattatore dell'azienda di igiene urbana mentre cercava di innestare la marcia. Poi arrivarono gli scatti alla Patch Adams, con tanto di naso rosso in una corsia d'ospedale e camice bianco d'ordinanza, e quello che mandò letteralmente in tilt il web con centinaia di condivisioni e commenti. Mancavano pochi giorni al secondo «Gay pride» in città e sul profilo Facebook comparve una istantanea del sindaco in bianco e nero, assiso tutto serioso nel suo ufficio al secondo piano di Palazzo San Giacomo. L'unico dettaglio a colori erano i due vistosissimi orecchini rossi che, con calcolata nonchalance, sfoggiava Giggino 'o fotomodello.

Commenti

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 09:04

Dei due nella foto non si sa che sia più ridicolo....

idleproc

Mer, 04/12/2013 - 09:19

Giggì è un Mito irrinunciable. Un'invenzione tipica dei concittadini napoletani napoletani. Se fosse al posto di Monti&Letta, invece di far danni, ci terrebbe allegri e noi ci potremmo occupare di cose serie e tirare a campà.

demoral

Mer, 04/12/2013 - 09:55

Look perfetto a sua immagine e somiglianza

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 04/12/2013 - 10:32

Uuuuuhhhh... che articolone! Giggino «'o senegalese»!!!

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 10:33

Deve averla fatta grossa il sor sindico, se vestito come un pagliaccio, gli stanno prendendo le impronte, in un commissariato africano. Quale reato gli avranno imputato in africa non lo so, qui in Italia invece e precisamente a Napoli, arrestarlo non so, sputato dai napoletani invece sicuramente si. Tra lui e Marino fanno a gara a chi è peggiore e ridicolo.

SteveCanelli

Mer, 04/12/2013 - 11:14

infatti DeMagistris è milto disagiato .. a 15mila al mese.....

ro.di.mento

Mer, 04/12/2013 - 11:19

ma perchè non emigra lui? forse i napoletani si riprenderebbero !

angelovf

Mer, 04/12/2013 - 11:22

Sei la pagliacciata più grande d'Italia , invece di fare tante stronzate togli la spazzatura dalle strade, siamo la vergogna del mondo. Voi ex magistrati correte dove c'è la pagnotta , ma di giustizia non volete sentire parlare.

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 11:35

Ma uno così, vestito da pagliaccio al carnevale di Nairobi, ma poteva fà il Magistrato!!!! Ma quando scendono in politica ecco saltare fuori il loro reale sentire, il furore ideologico che li pervade, ma giudicando aveva la capacità e la imparzialità per tutelare i diritti di tutti o si faceva fuorviare...... perchè è normale e sacrosanto che un magistrato abbia la sua idea, e anche che possa entrare in politica (chiudendo la carriera in magistratura però....) ma poi, vederli così, ridicoli, con quale faccia, tornando a fare il giudice, un cittadino che abbia una causa contro un senegalese, potrà giurare la sua imparzialità.

a.zoin

Mer, 04/12/2013 - 11:40

Perchè non EMIGRA VERAMENTE in Senegal e ci rimane per sempre.

info@licht-ital...

Mer, 04/12/2013 - 12:02

De Magistris "o senegalese", Di Pietro " il legastenico", Ingroia "il depresso", Esposito " Chillo sacceva", Boccassini "la moralista". Evviva la magistratura italiana°!

Marcello.Oltolina

Mer, 04/12/2013 - 12:31

Con tutti i problemi di Napoli e dei Napoletani il sindaco si preoccupa dei senegalesi e si mette in maschera come se fosse già carnevale. De Magistris trasferisciti in Senegal e vedrai che Napoli migliorerà.

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 12:33

O'turco napoletano.....uguale a Totò completo di fez. L'unica differenza è che Totò sapeva di essere ridicolo, faceva il pagliaccio per far ridere ed era pagato per questo, mentre nella vita privata era serissimo e per bene. Il sor sindaco invece è pagato per amministrare una città, occuparsi dei suoi problemi e possibilmente risolverli, e invece si diletta, tra una poltrona e un incarico elargiti a parenti, fratelli ed amici, a fare appunto il pagliaccio. E non so, come sia nella vita privata (e nemmeno lo voglio sapere) ma se tanto mi da tanto......

AndreaT50

Mer, 04/12/2013 - 12:37

Che faccia tosta!!! Ricordo agli amici napoletani (lì ho fatto il militare e sono stato bene) che Napoli é la penultima grande città italiana per servizi ecc...Contenti voi.

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 12:51

andreat50......."Napoli é la penultima grande città italiana per servizi ecc" ...no no, è proprio l'ultima, e una bella mano al raggiungimento di questo importante traguardo, di questo prestigioso premio, l'ha proprio data lui, o'sindaco senegale, giggino o'turco napoletano.

fenix1655

Mer, 04/12/2013 - 13:02

Andasse a controllare i suoi dipendenti comunali. Mandategli il filmato delle iene di ieri sera (03 dic). Ma perchè non si licenziano in tronco i dirigenti che dovrebbero controllare per primi i loro dipendenti? Dovrebbero essere i primi della lista poichè pagati innanzitutto per "Dirigere, controllare, organizzare ecc". Tutta roba da ridere e di altri tempi!

plaunad

Mer, 04/12/2013 - 13:33

Cos'é, la tipica sceneggiata napoletana?

Ritratto di mark911

mark911

Mer, 04/12/2013 - 13:37

fenix1655 ...mi ha anticipato ! Oltre ai suoi dipendenti assentisti avrebbe tante altre cose ben più importanti (e gravi) da fare ...e se proprio gli piace fare il calendario si faccia fotografare in qualche strada di Napoli dove come sfondo non c'è il Vesuvio ma bensì qualche cumulo di spazzatura o mentre alle sue spalle si compie il classico scippo in motorino ai danni della vecchietta od ignaro turista ...caro sindaco lasci stare i senegalesi e si preoccupi di cose + serie magari prendendo come suggerimento le due cosette che ho riportato in questo post.

Beaufou

Mer, 04/12/2013 - 15:34

Quando uno non ha mai lavorato in vita sua, cosa pretendete che faccia, se non queste scemenzuole? O Napoletani, ma che aspettate a buttarlo a mare con le mani legate?

berserker2

Mer, 04/12/2013 - 17:17

Ma poi non bastavano calendari di veline, attricette, ballerine, zoccolette varie, pure il calenadario dei clandestini ci mancava! Che imperdibile occasione per decorare la propria casa e renderla più chic con un bel calendario di africani e sindaci napoletani senza arte nè parte! Adesso torme di clandestini africani oltre che calzini cercheranno di appioppare anche sti volgari calendari e chissà a quale prezzo. E chi lo ha pagato poi sto imperdibile reperto elegantissimo...... i clandestini coi soldini loro (ovvero coi soldi nostri) dalle loro paghette ai CIE o il comune di napoli col suo bilancio (e quindi sempre coi soldi nostri)......ma solo un catto/sinistrato fannullone e fancazzista avrà il gusto di acquistare ed esporre in casa questo ridicolo articolo inutile e costoso. Povera Europa nostra.

NoSantoro

Mer, 04/12/2013 - 18:26

simm'e napule paisà

eglanthyne

Gio, 05/12/2013 - 11:58

Giggggginooo'O flOOOpSSS? NO! Giggggginooo 'O fotomodellO!

flashpaul

Ven, 06/12/2013 - 01:38

A quando il calendario Pirelli?