Ciampino chiude per lavori: Leonardo da Vinci in tiltDa oggi almeno 15mila passeggeri in più

Quasi 15 mila passeggeri e circa 150 movimenti aerei in più tra arrivi e partenze: è l'incremento di traffico giornaliero, secondo un calcolo statistico, che subirà da oggi e fino alle 23.30 del 2 ottobre l'aeroporto di Fiumicino a causa della chiusura di Ciampino per gli annunciati lavori di rifacimento della pista.
Il Leonardo da Vinci per nove giorni dovrà far posto ai voli low cost (una novantina al giorno tra andata e ritorno, quasi tutti di Ryanair), ai postali, a quelli merci e ai velivoli Vip dell'Aviazione Generale, mentre gli aerei militari opereranno dallo scalo di Pratica di Mare.
La società di gestione, le compagnie aeree e tutti gli enti interessati stanno mettendo a punto a Fiumicino le ultime misure perchè l'impatto possa essere assorbito senza disagi per i passeggeri o rallentamenti nelle operazioni dello scalo. Trasferito temporaneamente tutto il personale che abitualmente opera a Ciampino, dagli addetti alla sicurezza al personale delle società di handling e degli uffici tecnici, le operazioni di check-in per chi parte dovrebbero essere svolte prevalentemente al Terminal 3 (solo Wizzair al T2), con un'area più decentrata dedicata ai voli extra Schengen. Quanto ai voli Vip, anche in questi nove giorni, come avviene a Ciampino, manterranno una collocazione separata.