«La Cina esegue 22 condanne a morte in media al giorno»

La Cina esegue in media 22 condanne a morte al giorno: lo afferma Amnesty International nel suo rapporto sulla pena di morte nel 2007, chiedendo ai partecipanti alle Olimpiadi di far pressione sul regime per l’abolizione della pena capitale. «Primo paese per le condanne a morte, la Cina ha la medaglia d’oro per le esecuzioni. Secondo stime attendibili, la Cina mette a morte in segreto circa 22 detenuti al giorno. Da qui ai giochi olimpici, saranno stati 374», ha dichiarato la direttrice di Amnesty, Kate Allen, aggiungendo: «Tutti coloro che saranno coinvolti nei Giochi dovrebbero fare pressione sulla Cina affinché riveli i numeri dell’uso della pena capitale, perché riduca il numero di circa 60 reati per cui è prevista, e si diriga verso l’abolizione».