Cittadinanza più facile per i figli degli stranieri


Giustizia, cittadinanza e lavoro. Ma anche privacy, ambiente e fisco. Pioggia di semplificazioni in arrivo per il consiglio dei ministri che potrebbe essere convocato domani pomeriggio. Sono solo alcune norme della pioggia di semplificazioni che i tecnici del governo hanno messo nero su bianco nelle bozze di due diversi provvedimenti: un decreto di 15 articoli (che non è escluso possa diventare parte integrate del «decreto del fare») e un ddl di 82.
Fra tutte viene subito all'occhio quella che riguarda gli stranieri: l'ottenimento della cittadinanza per i ragazzi nati in Italia da genitori stranieri potrebbe diventare più facile. Un piccolo anticipo di ius soli, insomma, e una evidente vittoria per il ministro per l'Integrazione Cécile Kyenge. La bozza del ddl semplificazioni prevede, infatti, che a 18 anni si possa acquisire la cittadinanza anche «in caso di eventuali inadempimenti di natura amministrativa» da parte dei genitori. Anche i certificati scolastici o medici varranno come prova. Il capitolo dedicato ai cittadini prevede il rilascio di certificazioni sui titoli di studio in lingua inglese e anche semplificazioni sul cambio della residenza e del domicilio che varranno automaticamente anche ai fini della tassa sui rifiuti. Alcune norme sono sul decreto altre sul ddl e prevedono semplificazione negli adempimenti per le prestazioni lavorative di breve durata o quelle, come le ristrutturazioni immobiliari, che impiegano poche persone ma anche una riorganizzazione della formazione e dell'aggiornamento dei responsabili e degli addetti del servizio protezioni.
Viaggeranno on line i certificati medici di gravidanza (con la data presunta del parto, quello del parto e quello di interruzione di gravidanza).
Arrivano semplificazioni per le procedure di autorizzazione degli apparecchi per la risonanza magnetica. Viene tolto il requisito della specializzazione per l'accesso degli odontoiatri al servizio sanitario nazionale considerato un'incongruenza rispetto alle norme attuali.
Niente più certificati di sana e robusta costituzione obbligatori per farmacisti e dipendenti del pubblico impiego. Viene eliminato l'obbligo di certificazione sanitaria per molte categorie di lavoratori non a rischio, compreso quello di «idoneità psico-fisica» per i maestri di sci. Niente più visita obbligatoria prima del rientro al lavoro. Rimane solo per alcune patologie pericolose. Gli adempimenti amministrativi per cittadini e imprese scatteranno solo due volte l'anno: il primo luglio e il primo gennaio. Chi avrà conseguito un percorso di studio eccellente nella scuola superiore potrà ottenere una «borsa di mobilità» per iscriversi ad una università in regioni diverse da quella di residenza. Infine, si allentano gli obblighi previsti dal codice della privacy per il trattamento dei dati di «persone giuridiche, enti o associazioni».
Il premier Enrico Letta ha già capito che se riuscirà a buttare giù il muro della burocrazia italiana, si conquisterà molti santi in Paradiso.

Commenti
Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 14/06/2013 - 15:26

... La funzione del ministero per l'Integrazione, nella persona del ministro Cécile Kyenge, non deve, o almeno non dovrebbe prendere indiscriminatamente le parti della massa degli immigrati per ottenere a tutti i costi tutti i diritti, tra i quali la cittadinanza. A mio avviso, la funzione del Ministro deve essere quella di disciplinare l'acquisizione dei diritti da parte degli stranieri, previa emanazione di norme rigide che ne regolano i comportamenti da tenere nel nostro Paese . Tutto ciò, affinché si possano ridurre drasticamente il numero dei crimini efferati commessi da costoro, che non è certo da sottovalutare, a partire dagli omicidi stradali da parte di chi ha abusato di sostanze alcooliche o fatto uso di sostanze stupefacenti, stupri od omicidi a scopo di rapina. E' innegabile che è un fenomeno che ha messa in crisi la pubblica sicurezza nelle grandi città ed allarmato la cittadinanza. Gli italiani non sono disposti ad accettare passivamente questo innegabile caos provocato un'immigrazione selvaggia e da una tolleranza che ha raggiunto il limite di sopportazione. Cosi com'è attualmente, il nostro Paese ha rinunciato alla propria sovranità. Forse sarebbe il caso di applicare gli stessi regolamenti che in vigore in Australia, in tema di ingresso degli stranieri. Qualcuno ha accusato gli italiani di avere eletto, alle ultime elezioni, due comici; Forse avrebbe dovuto aggiungere che il nostro Paese si presta a fare da palcoscenico ai due predetti comici. Non vi pare che sia giunta l’ora di esigere un p’ò più di rispetto da parte degli stranieri in generali e da quelli che ospitiamo in particolare! Il calpestare il suolo italiano deve essere per lo straniero, un privilegio, che è riservato a chi lo onora, giorno dopo giorno.

Ritratto di laisa1942

laisa1942

Ven, 14/06/2013 - 16:14

bene, barvi...che bella notizia, quello che aspettavamo per ritrovarci ancora piu' INVASI e con spese per famiglie disoccupate di stranieri con quattro o cinque pargoletti 'italici' E' arrivato il momento di emigrare noi...

maurizio50

Ven, 14/06/2013 - 18:42

E' forse il caso che i sg.ministri e pèarlamentari del PDL si diano una mossa:gli Italiani sono stufi di continuare ad essere invasi da torme di africani sbandati che arrivano qui per farsi mantenere: favorire, come detto nell'articolo, la cittadinanza dei figli degli africani vuol dire dare mano libera all'incremento dell'invasione.Peraltro qui non arrivano nè ingegneri, nè medici, nè gente che comunque dà un contributo all'economia nazionale. Qui arrivano solo soggetti che vogliono farsi mantenere , che vogliono sanità e assistenza gratis o meglio a spese nostre.Se va bene ti fermano in venticinque agli angoli delle strade per domandare la carità; se va peggio ingrossano la delinquenza. A questo punto che ci stanno a fare quelli del PDL al governo?Se loro stessi approvano l'invasione, tanto vale che se ne escano da quella specie di governo dove la sola preoccupazione è quella di dare la cittadinanza agli Africani.BASTA AFRICANI IN ITALIA!!!