«Closer» pagherà 15mila euro a Julie Gayet

Il settimanale francese Closer è stato condannato a versare una multa di 15.000 euro a Julie Gayet, per le foto che hanno rivelato la relazione dell'attrice con il presidente Francois Hollande. È quanto ha deciso il tribunale di Nanterre, vicino a Parigi. I giudici francesi hanno stabilito inoltre che il settimanale scandalistico dovrà pubblicare il testo della condanna sulla copertina. Per violazione della privacy, Julie Gayet aveva chiesto 50.000 euro di danni ed interessi, ma il tribunale di Nanterre gliene ha accordati appunto 15.000. Le foto che hanno svelato al mondo la relazione sentimentale clandestina della Gayet e di Hollande sono state pubblicate da Closer il 10 gennaio scorso. In quegli scatti, il presidente arrivava in scooter, indossando il casco, in un appartamento poco distante dall'Eliseo, in rue du Cirque. Ad una settimana di distanza, il settimanale ha anche pubblicato altre foto e altre informazioni, affermando che i due si vedevano già da un paio d'anni. Tramite il suo avvocato, Gayet ha poi fatto sapere che dalla pubblicazione di quelle foto in poi la sua vita è cambiata e che da allora si sente «braccata» da paparazzi e media. Fino ad allora piuttosto discreta, l'attrice e produttrice s'è ritrovata sulle copertine dei giornali di tutto il mondo.