Cattolico e omosex vi spiego perché il Cav ha ragione

Essere gay non significa essere speciali, ma normali fra i normali. Questo la sinistra non lo ha capito. E crea fazioni

Evenne il giorno degli omosessuali, e caddero i templi della bugia sinistra. Chi l'ha detto che a tutela dei diritti degli omosessuali ci siano loro, gli incravattati e ingilettati neo comunisti rosé del frizzante fiorentino cattoradicato Matteo Renzi? Intorno alle dichiarazioni di Silvio Berlusconi è arrivato un coro sgraziato di fedelissimi delle tessere arcobalenizzate e dell'associazionismo gaio che pretende di parlare a nome di tutti gli omosessuali. Non è proprio così. Di quelle tessere, centinaia di migliaia di omosessuali italiani non sanno che farsene. Perché «non appartengono» a nessuno. Credo in Dio, mi affido alla Chiesa (di cui riconosco i limiti) e voto per la destra eppure nessuno può negare la mia intima, personale e serena omosessualità. Essere anche omosessuali non significa essere speciali, ma normali fra i normali. Questo la sinistra non lo ha capito. E crea fazioni. Contrappone, anziché affiancare. Berlusconi, invece, coglie sempre l'attimo. E il tempo per una profonda rivoluzione sociale è arrivato. Sul tavolo delle proposte il Cavaliere offre al governo la disponibilità e l'appoggio. Senza eccessi. Il matrimonio, ad esempio, è tradizionalmente contratto fra donna e uomo. Non sono le unioni civili un impianto altrettanto nobile e dignitoso? Sulle adozioni dissento io per primo: il diritto del bambino venga prima di qualsiasi arroganza degli adulti. I tempi, i luoghi, la storia d'Italia non consentono forzature. E noi abbiamo a cuore la serenità dei bambini. E dell'Italia.

Commenti

paolonardi

Mar, 01/07/2014 - 11:07

Renzi NON e' fiorentino!!!! Lo ripetero' fino alla noia. C'e' la stessa differenza fra un ciociaro e un romano. I Fiorentini hanno un diverso atteggiamento nel porsi con i loro prossimo; sono di poche parole e quelle poche precise e, volendo, taglienti; quelli di campagna sono noti per essere parolai che riempiono l'altrui cervello con un fiume di discorsi senza senso col solo scopo di imbonire e confondere l'ascoltatore; vi ricorda qualcuno? Forse il Primo Ministro? Risposta esatta.

Totonno58

Mar, 01/07/2014 - 11:12

Che berlusconi abbia ragione è ovvio, anche per un cattolico praticante come me...però, facendo questa dichiarazione (per nulla sorprendente) dopo 20 anni di presunta vita politica, ha firmato la sua condanna...perchè ha bloccato/fatto bloccare ogni iniziativa legislativa sulle unioni civili?perchè ha fatto quella penosa comparsata al family day?perchè disse "con i Dico faremo cadere il governo Prodi?"...era ovvio che lui la pensasse in modo diverso ma perchè doveva farsi bello di fronte al Vaticano?!?

vince50

Mar, 01/07/2014 - 11:15

Questi di punti di vista,a dimostrare che non sono normali sono proprio loro con atteggiamenti quanto meno di dubbio gusto.La cosiddetta normalità la conosciamo tutti,dado e bullone maschio e femmina il resto ne carne ne pesce.Che ognuno o meglio chi lo è,lo sia in casa propria e che se fotte.Ma fare sceneggiate abominevoli,avanzare presunti e fantomatici diritti,e moooooooooooooolto peggio ancora parlare di adozioni,se avessero dignità non ne dovrebbero neppure parlare.Ragiono da etero? sono razzista?no!,sono normale.

albertzanna

Mar, 01/07/2014 - 11:20

Può darsi che lei sia una eccezione alla regola, egregio Spirlì', ma non certo in grande compagnia. Basta leggere, su queste pagine, certi commenti postati da omosessuali radicati per rendersi conto che la loro maggioranza è assolutamente certa che il loro modo di concepire il rapporto amoroso fra sesso identico sia quello più serio, duraturo e puro. Quanto alla contemporaneità d'essere omosessuali e sinceri cattolici, stride, nella mia certa religiosità seppur poco frequentante, con le parole di Dio, scritte nella Bibbia. Il perché della esternazione di Berlusconi, penso che in questo periodo della sua vita, tribolata per le note questioni, ci sia una abbondante dose di ipocrisia. Avendolo conosciuto personalmente, la sua apertura all'omosessualità mi lascia perplesso, tanto da non crederci. Albertzanna

Alessio2012

Mar, 01/07/2014 - 11:33

Silvio non ha ragione... Il matrimonio è fra uomo e donna... se ne facciano una ragione. E comunque non voteranno mai Berlusconi... se ne faccia una ragione anche lui.

AlexCre

Mar, 01/07/2014 - 11:33

C'è anche del ragionevole in quello che dice. Credo che il suo tentativo sarà però vano. Un elettorato coltivato per 20 anni, insieme a lega e UDC, ad omofobia e alla creazione di nemici inessistenti quali gli omosessuali, è impermeabile a ragionare in maniera razionale su certi temi. Non si può alimentare per così tanto tempo i più bassi istinti macisti di soggetti la cui mascolinità va evidentemente fomentata in quanto non sufficientemente presente, e poi da un giorno all'altro togliere l'alimentazione e lasciarli alle loro insicurezze. Almeno potrà dire di averci provato.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Mar, 01/07/2014 - 11:37

Tempo perso, amico. Gli eguali liberi e fratelli hanno una visione del mondo un po' diversa dalla sua. Hanno sempre usato gli "altri" per i loro interessi personali e di banda: li hanno comprati e venduti, sempre ed in blocco. Lo han fatto con i neri, lo han fatto con i poveri e da un po' lo fanno con gli omosessuali di cui pensano il peggio possibile. Pasolini lo han tenuto fuori della porta perché era omo e non per altro, c'era poco d'altro. Di uno scrittore, Silone, che rese la tessera, Togliatti disse "Lasciamolo perdere è solo un pederasta." Degli ebrei non parliamo neanche. Tutta gente "uguale" o no? NO!! Gli uguali sono solo loro, i liberi sono solo loro ed i fratelli sono solo loro. Un triplice inganno epocale. Orwell avrebbe da ridire ma non importa. Oggi l'affare omosessuale è troppo ghiotto per non starci dentro. Quindi chi è omosessuale, a cosa abbia diritto ed a cosa no lo decidono loro, i "kompagni".

aurius

Mar, 01/07/2014 - 11:49

Caro Nino Spirlì, questo è un bell' articoletto in puro stile CATTO-COMUNISTA e come tale stà con un piede di qua e con un piede di là, un po' per accontentare tutti, ma immerso nell'ipocrisia. O c'è famiglia (e quindi si possono anche adottare bambini) o essa non c'è e quindi non c'è nessun diritto da dare. O la famiglia è fatta da uomo e donna o sono tutte famiglie. Tutto qua ! e mi pare sia abbastanza semplice, il resto è solo interesse politico (o personale) e ipocrisia. E se Berlusconi si è convertito anche lui al catto comunismo (probabilmente grazie al duo Pascale - Brambilla) affare suo, ma da domani avrà un voto in meno ( o forse anche più di uno ). Ciao

Riunificazione

Mar, 01/07/2014 - 11:54

Fini e badogliani simili hanno rovinato la Destra italiana. Ora quel pochissimo di buono che aveva forza italia viene rovinato da queste nuove idee perverse e malate. Il papa attuale sta rovinando ancor di piú la chiesa cattolica in nome del NON DOGMATICO concilio vaticano II. Insomma é proprio il caso di dire che non c´é piú religione. Che schifo, soprattutto se queste idee vengono propagate da questo giornale.

Ritratto di spectrum

spectrum

Mar, 01/07/2014 - 12:00

vero, sappiate bene che siamo noi qui eterosessuali sposati con figli ormai a essere a-normali. E l'italia e' un paese di vligliacchi che si prostrano davanti alle LGBT che comandano.

demoral

Mar, 01/07/2014 - 12:04

Sarà un caso, ma ancora una volta la lungimiranza del Cavaliere descritta perfettamente dall'articolista, dimostra quanto quest'uomo potrebbe fare x questo nostro disgraziato paese chiamato Italia, impestato da parolai, chiacchieroni e anti ITALIANI rossI

Ritratto di federalhst

federalhst

Mar, 01/07/2014 - 12:12

''Serenamente omosessuale,mi affido alla Chiesa e voto la destra '' Parole in libertà di un individuo coerente come un ebreo africano che sostiene Adolf Hitler.

cecco61

Mar, 01/07/2014 - 12:17

Caro Spirli, dissento parzialmente. Normali fra i normali dipende dall'accezione del termine normale: letteralmente inteso come norma o consuetudine deve ammettere che oggi siete anormali (a meno che non si dimostri che gli omo siano la maggioranza). L'anormalità non significa necessariamente essere brutti, cattivi e da eliminare. Se dò una distanza in miglia, anziché in Km., sono sicuramente anormale in Italia e normale in Gran Bretagna e non per questo da condannare. Potremmo poi discutere all'infinito circa il processo di desemantizzazione dei termini portato avanti dalle sinistre onde poter accusare gli avversari di nefandezze mai neppure pensate. Alla prossima.

cecco61

Mar, 01/07/2014 - 12:28

Aggiungo che, a ben vedere, gli omo dovrebbero essere ben felici delle unioni civili, con annessi diritti patrimoniali tipici del matrimonio, in quanto le stesse hanno più gioie che dolori rispetto al matrimonio. Concordo con Lei che adozioni e fecondazioni eterologhe siano da vietare: tra bieco bigottismo e piena libertà sessuale ci sono molte posizioni intermedie e dovrà essere il pargolo di turno, una volta cresciuto, a fare liberamente le proprie scelte senza essere condizionato fin da bambino a qualcosa che, come da post precedente, è "anormale".

Ritratto di peppaPig

peppaPig

Mar, 01/07/2014 - 12:31

viva i cu i cu i cu, cucù

peter46

Mar, 01/07/2014 - 12:51

Spirlì...non è l'argomento in sè il problema...entro certi limiti,bisogna pur mettere mano a questo problema,o no?.Il problema è la 'folgorazione' di Berlusconi sulla strada della...Pascale.E soprattutto si dovrebbe riconoscere che quella signora,Rosy Bindi per chi non lo volesse comprendere,non era solo "Bella",ma anche "Intelligente" quando 15(quindici)anni fa(diciamo solo al tempo in cui lui era sulla strada di 'pretendere' altre priorità)propose i 'dico'...che assolutamente,per una come lei,non potevano prevedere matrimoni ed adozioni.Mai chiedere scusa...per questo forse tanti si stanno orientando verso...l'originale.

soldellavvenire

Mar, 01/07/2014 - 13:06

a proposito di ladri di bandiere... dopo averla rubata alla destra adesso tenta di rubarla anche all'arcigay! ATTENTO ALL'ASTA, quelli sono COMUNISTI! ahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahahah

Atlantico

Mar, 01/07/2014 - 13:15

C'è da rimanere allibiti a leggere cose di una leggerezza simile: Spirlì, come tanti altri qui, deve per forza giustificare, a posteriori, la nuova posizione del principale. Ovviamente siano alla prossima giravolta. Aspetto sempre un'inchiesta disposta dal direttore Sallusti sulla infida 'lobby gay' che agisce in Forza Italia. O adesso non è più una lobby ?

elviovalerio

Mar, 01/07/2014 - 13:28

A mio parere gli omosessuali sono malati e non peccatori, perciò in questo senso sono normali perché essere malati è una condizione possibile della vita normale di ciascuno Nino Spiti coglie dunque il senso del problema, garantire al malato una vita degna di essere vissuta senza necessariamente cambiare la vita a quelli che la malattia non ce l'hanno, quindi ben vengano le unioni civili ma non i matrimoni e le adozioni.

evidio

Mar, 01/07/2014 - 13:41

@cecco61. La definizione di normalità basata su caratteristiche medie è una chimera vecchia e anacronistica. D'altra parte è piuttosto intuitivo da capire: a causa delle naturali numerose differenze di ciascuno di noi, se la normalità fosse la media nessuno si potrebbe definire "normale". Rifletta e si aggiorni prima di parlare a vanvera.

Atlantico

Mar, 01/07/2014 - 14:28

A proposito, mi aspetto anche una netta e decisa presa di posizione della Santanchè che dica "gli italiani non mangiano con i matrimoni omosessuali o con i diritti dei gay". L'aspetto, eh ?

Anonimo (non verificato)