Il compagno Vauro a Fo: scendi dal palco grillino

«Caro Dario, ma che ci facevi su quel palco?». Comincia così la lettera aperta che il vignettista Vauro Senesi (nella foto in alto) ha scritto e pubblicato su Twitter a Dario Fo (in basso). Da simbolo dell'altra sinistra a nume tutelare del grillismo. Il cambio di rotta del Nobel non va giù al comunista made in Santoro. «Dobbiamo vincere e vinceremo, che brutte parole. Rivoluzione non è strillare che tutti sono morti, cadaveri. Non mi piacciono i portatori di verità assolute, non mi piace chi non ha dubbi e non mi piacciono nemmeno le piazze quando non sanno che ripetere le parole del capo». Con l'appello finale: «Ti chiedo di scendere da quel palco, Compagno Dario». MBas

Commenti

angelomaria

Mar, 03/12/2013 - 08:56

basta pensare che gl'hanno dato un nobel per le castrnerie e l'amore del comunismo dario vai ha cuccia buongiorno e buontutto a voi cari lettori

Ritratto di Soldato di Lucera

Soldato di Lucera

Mar, 03/12/2013 - 09:46

Quesito chimico...ma quanta soda serve per trasformare una quintalata di grasso vecchio in sapone?