COMPRAVENDITA SENATORIEnnesimo siluro anti Cav «Soldi per passare con lui»

«In cambio del mio passaggio al centrodestra, l'ex senatore Antonio Tomassini mi offrì una somma di denaro che, mi disse non avrebbe cambiato la vita del presidente Berlusconi, ma la mia sì». Lo ha detto in aula l'ex senatore Paolo Rossi sentito come teste nel processo per la presunta compravendita di senatori. «Mi disse che questa somma a Berlusconi non avrebbe cambiato la vita ma a me si. Il governo Prodi, continuò, non aveva futuro. Se fossi stato d'accordo avrei potuto raggiungere subito Berlusconi a villa Certosa a avrebbero perfezionato l'accordo».

Commenti

nurra94

Gio, 08/05/2014 - 12:10

E questo sig. Paolo Rossi, dopo 10 anni circa, se ne viene fuori con una notizia simile. Chi gli ha impedito, di fare questa denuncia all'epoca dei fatti? Dice che l'ex senatore Tomassini gli avrebbe offerto una somma consistente per cambiare casacca. Ma i soldi gli sono stati dati? E lui Rossi, ha cambiato casacca? Se no, di che parla Rossi? Chiunque può fare una dichiarazione di questo tipo. Dove è il corpo del reato. Pure Tomassini, potrebbe dire che il Senatore Rossi, gli ha fatto una richiesta di danaro, per cambiare casacca!!!!!