La Concordia di Caldoro

Stefano Caldoro, presidente della Regione Campania, vuole la «Concordia», la nave della Costa crociera naufragata a gennaio dello scorso anno, la cui carcassa ancora galleggia davanti all'isola del Giglio. L'idea del governatore Pdl è quella di trasformare l'ex ammiraglia dei mari in una occasione di lavoro per i disoccupati napoletani. Caldoro ha già scritto al premier Mario Monti per manifestargli «la disponibilità» a demolire il relitto presso i porti di Napoli e di Castellammare di Stabia, attrezzati per questo tipo di attività. «Se la Concordia venisse smantellata darebbe occupazione a tanti lavoratori e respiro a centinaia di famiglie che vivono nel disagio». Il problema è che il relitto della Concordia fa gola: il ministro dell'Ambiente Corrado Clini spinge per Piombino, il democrat Nicola Zingaretti tifa Civitavecchia. Tra i due litiganti...