CONCORRENZAMcDonald's ora punta anche sulla colazione E arriva pure Starbucks

Il segmento bar in Italia si arricchisce di nuovi competitors, decisamente ingombranti. Si tratta delle grandi catene americane. Prima tra tutte McDonald's che da qualche giorno propone, in 300 dei 460 ristoranti italiani, una serie prodotti che coniugano tradizioni nostrane e anglosassoni: quindi caffè, cappuccino e brioche. Ma anche yogurt, frutta, muffin, pancake, bagel salati, uova e pancetta e l'EggMcMuffin. La dimostrazione di quanto sia considerato importante per la multinazionale di Oak Brook il segmento della ristorazione mattutina, particolarmente rilevante in Italia, dove l'abitudine di fare il primo pasto della giornata fuori casa è più diffusa che altrove. E sembra che presto anche Starbucks sbarcherà in Italia. Il colosso di Seattle, che per decenni ha ritenuto incompatibile il suo format con le abitudini italiche di degustazione del caffè, avrebbe deciso di cedere puntando non tanto sulla qualità della tazzina (e delle tazzone), che in Italia sarebbe perdente, quanto sull'ambiente smart e rilassato e sul wi-fi. Insomma, più dell'arabica poté l'ozio.