CONFALONIERI

La caduta di Berlusconi? «Spero che non abbia influenze sul futuro delle tv Mediaset. Spero che ci sia una ragionevolezza nel comportamento di chi andrà a governare nell’immediato futuro o anche più in là». Lo ha detto il presidente Mediaset Fedele Confalonieri (nella foto sopra) a Palermo per una lectio magistralis a Castel Utveggio, rispondendo ai giornalisti che gli chiedevano se le dimissioni di Berlusconi da premier possono avere ricadute sulle sue tv. «Questa è un’azienda che ha quasi 5mila dipendenti diretti e altri 3mila lavoratori indiretti a pieno regime - ha aggiunto Confalonieri - se uno vuole fare del male in un momento come questo, dove l’economia è quella che, è autolesionistico per il Paese». Confalonieri ha poi aggiunto, senza citarlo per nome, che Berlusconi «quando è partito la tv gli ha dato una mano, ma poi se ha ecceduto in alcune cose, la prova del nove è che ha vinto le elezioni, poi le ha riperse e poi le ha rivinte. Insomma ha avuto più un’informazione contro che a favore».