La Confindustria mette una pietra su Monti: "Non c'è alcuna possibilità di ripresa entro l'anno"

Lunga telefonata tra Squinzi e Napolitano. Gli industriali bocciano il governo: "Lo scenario continua a peggiorare"

Proprio mentre i Btp decennali non mollano di un millimetro i punti che appesantiscono il differenziale coi Bund tedeschi, il premier Mario Monti incassa una sonora bocciatura da quell'economia reale su cui lui stesso ha voluto improntare l'intera azione di governo. È infatti la Confindustria a mettere una pietra sopra l'esecutivo dei tecnici spiegando che per il sistema Italia non c'è alcuna possibilità di ripresa entro la fine dell'anno.

La situazione è emergenziale. L'appello lanciato nei giorni scorsi dal Giornale, "Fate presto", sembra aver finalmente dato una scossa. Le Borse, in una instabile altalena, continuano a bruciare i risparmi degli italiani, mentre lo spread tra Btp e Bund resta oltre la soglia drammatica dei 500 punti base arrivando addirittura ai livelli segnati quando il Professore si insediò a Palazzo Chigi. Questa mattina, a quanto si apprende, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha avuto un lungo colloquio telefonico con il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi per fare il punto sulla situazione economica del Paese e sui rischi di contagio da parte della Spagna. "Siamo nella tempesta", aveva detto ieri lo stesso Squinzi. Oggi il Centro studi di viale dell'Astronomia fa di più: mette nero su bianco le previsioni economiche per il Paese. Previsioni che non ci fanno sperare granché. "Lo scenario globale è ulteriormente peggiorato - commentano gli economisti della Confindustria - in Italia la diminuzione del pil proseguirà". Senza nascondere che ci sarà qualche timido segnale di rallentamento della flessione a partire dall’estate inoltrata, il Centro studi spiega che, con la chiusura del secondo trimestre con tutti gli indici negativi, si sono di fatto annullate "le probabilità di rilancio nella seconda metà dell’anno".

Pur essendo partita dalla periferia, la contrazione dell’attività economica ha ormai coinvolto le economie "core". Dai Paesi dell’Eurozona, infatti, le onde recessive si stanno allargando al resto del mondo che di per sé non gode di ottima salute. Secondo la Confindustria, infatti, "la Bce agisce in misura limitata sia con gli strumenti ordinari (tassi, ndr) sia con quelli straordinari (acquisto diretto di titoli di Stato, ndr), per vincoli politico-culturali più che istituzionali". Non solo. I tecnici di viale dell'Astronomia fanno notare che per riuscire ad uscire dalla crisi economica dipende "quasi tutto dall’evoluzione del quadro in Eurolandia" che "sempre più appare intrappolata in una spirale depressiva, a causa non tanto di aggiustamenti ineluttabili quanto dell’incertezza e dei danni che la gestione europea della crisi provoca, tra l’altro con politiche di risanamento troppo restrittive".

Commenti
Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 26/07/2012 - 11:14

andasse squinzi a governare, ci dicesse le sue proposte confindustria, anzichè chiedere solo soldi allo stato. A dire che le cose che non vanno sono capaci tutti, a fare proposte, pare, nessuno. Hanno pure un centro studi, voglio dire, non sono capaci di generare uno studio su come contrastare la crisi del debito? O misurano solo il PIL (ma allora che centro studi è?)

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Gio, 26/07/2012 - 11:18

Quindi secondo il vostro ragionamento stavamo meglio prima , quando c'era lui ? Volete sapere la mia : Vatemi il piacereeeeeeeee.

Ritratto di vaipino

vaipino

Gio, 26/07/2012 - 11:17

Era palese che il disegno di monti era quello di mettere in crisi il sistema produttivo per poi svendere i nostri gioielli ai suoi amici cravattari. La moria di imprese e le famiglie indebitate con equitalia sono li a testimonianza della mattanza Montiana. Attendiamo fiduciosi una nuova Norimberga per lui e per chi lo sostiene.

uprincipa

Gio, 26/07/2012 - 11:21

Riporto il contenuto di un vostro articolo del gennaio 2011 : Ottimismo per incentivare i consumi "Penso che sia dovere di tutti noi - ha sottolineato Berlusconi - puntare su cose positive e non cedere alla diffusione del pessimismo per incentivare i consumi, gli investimenti. È importante, in questo momento, non diffondere pessimismo". Cos'è, avete cambiato idea e siete diventati pessimisti adesso con Monti???

tartavit

Gio, 26/07/2012 - 11:27

La confindustria boccia Monti e cosa propone? Bocciare qualcuno è sempre semplice. Difficile è proporre qualcosa di meglio. Il Presidente Squinzi, che si presenta molto bene con le sue uscite da bar, ha proposto qualcosa? Altrimenti ha perso una occasione per stare zitto e non fare brutte figure.

fcf

Gio, 26/07/2012 - 11:29

Invece di sostenere l'attuale governo, quindi il Paese, confindustria fa di tutto per affossarlo contribuendo in modo palese a diffondere solo allarmismo e pessimismo. Sembra quasi che il Sig Squinzi appoggi il progetto della sinistra di modificare la legge elettorale per andare velocemente a nuove elezioni politiche. Il tutto, ovviamente ,per ignorare le altre vere riforme necessarie: taglio dei parlamentari, dei loro indecorosi compensi, modifica dell'attuale sistema bicamerale ecc. ecc.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Gio, 26/07/2012 - 11:28

Sarà opportuno restituire quanto prima il Professore al suo passatempo preferito: l'onanismo intellettuale e derealizzato tipico di certi universitari. Altro che: "Monti bis? Perchè no?" farfugliato a mo' di giaculatoria da quella "sventola" della Bindi.

elizat

Gio, 26/07/2012 - 11:31

per la lotta all' evasione un interessante soluzione , da rifletterci http://spreconomics.blogspot.it/2012/07/il-denaro-e-un-fluido-levasione-fiscale.html

Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Gio, 26/07/2012 - 11:42

....e magari ci fosse il Lui originale al governo...Tanti perditempo e pelandroni sarebbero in strada a diserbare le cunette ed i canali di scolo, capendo cosa significa lavorare veramente e sbarcare il lunario, e non a sparare sentenze e commenti idioti che lasciano il tempo che trovano.

baldo1

Gio, 26/07/2012 - 11:49

e basta con questa linea votata al pessimismo contro Monti, ci vuole più serietà? E' inutile cercare di riabilitare l'operato inesistente di Berlusconi. Lui si che ha fallito.

Giomarti

Gio, 26/07/2012 - 11:59

Fallimento Governo Monti totale. I numeri parlano chiaro. Il Governo di prima non piaceva e io non lo ho votato. Oggi peraltro la situazione è peggiore di un anno fa. E' evidente che si rende necessario un altro cambio di leadership governativa e, probabilmente, si dovrà andare alle urne a breve.

a.zoin

Gio, 26/07/2012 - 12:03

Ringraziamo sopratutto PRODI ,per aver voluto l`EURO,anche sapendo che l`Italia non era pronta,e che l`Europa non aveva fondamenta abbastanza solide. Il rischio e`stato troppo grande .Ora il signor PRODI, fa le gare in bicicletta e brontola perche`non lo lasciano vincere, perdente nato e con la sua manipolazione, ha infinocchiato gli Italiani che ora pagano le conseguenze. Il GOVERNO Italiano ,INCOMPETENTE,non fidandosi di Berlusconi, nomina che in questi tempi,le banche non parlano di economia ma di RUBERIA. Cominciano con tasse, tasse e tasse ancora. L`economia, va daccordo con le tasse,MA,se non ci sono sviluppi sul lavoro,e`un patatrac. Non bisogna aver studiato molto per capire queste cose . E questi professori hanno stipendi e agevolazioni da NABABBI, e hanno una incompetenza da MULI.

alessandro49

Gio, 26/07/2012 - 12:24

Per uprincipa Una lancia la voglio spezzare per chi 10 mesi fa predicava l'ottimismo ed oggi è diventato pessimista. Prima di tutto sono passati 10 mesi. In secondo luogo c'è stata una manovra chiamata Salva Italia che doveva essere proepdeutica ad un'altra azione chiamata Cresci Italia.Con il Salva italia sono stati requisiti miliardi di risparmi dei cittadini che a poco sono serviti se non tamponare (io la verità in assoluto non la conosco)una falla che si era aperta nella nostra Nave ma che sembra abbia impedito di continuare la navigazione per impossibilità conclamata di fare il pieno di carburante. E la Nave si è fermata!Quindi la seconda fase,la famosa Cresci Italia non c'è mai stata.Oggi siamo passati ai pavoneggiamenti che mi sembra pecchino anche loro in quanto prevedono azioni per le generazioni future (molto future!!!) senza tener in alcun conto quelle attuali.Per ammissione, in parte sotintesa, dello stesso Premier. La borsa affonda, lo spread è leggermente sceso ma è più costante. Essere ottimisti oggi significa tranciarsi le pa... per far felice la moglie. Un affettuoso saluto e buone vacanze, se può farle.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Gio, 26/07/2012 - 12:21

Prima la Marcegaglia ha contribuito ad affossare il precedente governo, ora quest'altro sta facendo la stessa cosa con l'attuale, ma guai a trovare una soluzione, ad esempio chiedere ai suoi iscritti ( e ce ne sono tanti) di riportare i capitali in Italia e di riallocare le aziende sul territorio nazionale. Limitandosi a chiedere al governo in carica di farsi carico di una burocrazia più snella, di un alleggerimento del carico fiscale e di uno scudo protettivo del made in Italy ( quello vero, non quello taroccato che circola liberamente in Italia, Europa e resto del mondo)!

Termopili

Gio, 26/07/2012 - 12:22

Il ministro Tremonti sapeva tutto della crisi e dei modi per superarla:basta leggere il suo ultimo libro."Uscita di sicurezza".La sinistra era nel buio più completo se si eccettuano le quintalate di fango gettate sul premier Berlusconi.Ma Lo stesso Prodi in tandem col prof Quadrio Curzi della Università Cattolica di Milano avevano capito ed indicato all'Europa la via degli eurobond cioè della solidale condivisione dei rischi. Ma alla Germania la crisi interessa:si spolperà un paese alla volta tutta l'Europa.Oramai l'Europa è infeudata all'impero germanico.Gli interessi sui debiti sono il "donativo" e i "privilegi" delle nazioni infeudate piangono.La Germania va ridimensionata o l'Europa va al fallimento. Le decisioni vanno prese a maggioranza (numerica,commisurata al numero degli abitanti,al peso economico etc).o l'unione è destinata ad estinguersi anche per la piccola parte realizzata.Governance,eurobond,diversa configurazione della BCE.Questi i primi provvedimenti da prendere.Altro che perdere tempo dietro le istituzioni tedesche inefficenti e lente ad arte (perchè gli conviene la non applicazione degli accordi di Bruxelles,dettati da Hollande e dal nostro Monti.

Ritratto di unLuca

unLuca

Gio, 26/07/2012 - 12:49

Se i politici non decidono, la storia li mette da parte.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Gio, 26/07/2012 - 12:50

Vuole partire dall'economia reale? Te la do io l'economia reale: 1) meno tasse sul lavoro 2) meno tasse alle PIVA 3) togliere il blocco del contante, e, se proprio non voglioamo far mancare proprio niente, ritorno alla lira e forte svalutazione anti-tedesca. Bingo.

ingenuo39

Gio, 26/07/2012 - 12:52

Che pietra mette su Monti? Specificare prego. Speriamo sia quella giusta!!!!

bobsg

Gio, 26/07/2012 - 13:16

Precisazione: entro l'anno 2050 (per l'Italia).

nonnoaldo

Gio, 26/07/2012 - 13:26

x Alberto43. Guardi che le richieste di Squinzi sono propedeutiche proprio a ciò che lei auspica. Se lei avesse un'azienda in Italia che, anzichè produrre utili e crescere, si mangia il capitale e, contestualmente, avesse l'opportunità di delocalizzarla altrove, magari con finanziamenti agevolati, in contesti meno "complessi" e meno "esosi", cosa farebbe? Starebbe quì ad aspettare di fallire o cambierebbe aria? Se ne è capace, sia sincero.

arkangel72

Gio, 26/07/2012 - 13:36

continuo a ripetere: iniziamo una battaglia mediatica contro la nomina a senatore a vita di Monti! Che meriti ha? Cosa ha fatto per l'Italia a livello sociale, se non danni? Cosa ha fatto per l'economia, se non danni? Non solo... dovremmo pure garantire a questo individuo il lauto stipendio di senatore finché campa, pure con le nostre tasse!!! E' troppo! Deve andare a casa a fare il pensionato e basta!

nonnoaldo

Gio, 26/07/2012 - 13:35

Se cade Berlusconi lo spread si riduce di 300 punti... l'Italia non conta più nulla in Europa... e via dicendo. Re Giorgio, vassallo della culona, mette in atto il golpe e partorisce il governo degli inutili professori (cosa hanno fatto???). Bene, oggi siamo nella m...a più di prima. Grazie re Giorgio, grazie sinistra bolscevica e diffamatoria. E state cazzeggiando sulla legge elettorale e sul matrimonio gay... e volete che i mercati abbiano fiducia in voi?

mekong43

Gio, 26/07/2012 - 13:56

Continuate ad affermare che Monti non va, lo stesso afferma la Confindustria da cui Marchionne ha fatto BENISSIMO ad uscire, perché sono solo capaci di chiedere soldi e di non dividere NULLA: prima quel campione di Montezemolo, poi la piagnona Marcegaglia e ultimo di cotanto senno Squinzi di nome e di fatto ! E una volta via Monti chi sarebbero i successori, dopo i molto costituzionali passaggi di rito con l’arzillo ottuagenario: Berlusconi, Tremonti, Scaiola, oppure Bersani, Bindi, Franceschini, Casini o ancora Di Pietro, Vendola, Grillo e magari, perché no, Santoro, Fazio, Floris? E lo spread come la abbattiamo? Con una battuta comica o una barzelletta o una poesia di Saviano o una canzone di Celentano? E lo sviluppo? Lo facciamo con una bella ripulitura di conti correnti di notte oppure costringendo la gente a comprare i BOT al posto di ricevere stipendio o pensione o ancora sequestrando le case alla gente e mettendoci dentro i compagni di merende ad affitto gratis, sul modello Pisapia?

Cosi_la_penso

Gio, 26/07/2012 - 13:57

La confindustria è paragonabile ad un ente inutile e va quindi soppresso. La unica cosa che sa fare è "lanciare allarmi ", criticare, chiedere risorse, modifiche di leggi a favore delle sole imprese, ma mai , dico mai suggerisce o propone modifiche per la collettività. E' un mostro con una sola mano , che è quella per prendere o ricevere, che racconta ,e a raccontato per anni "panzane" in virtu della competitività, e del costo del lavoro. Va chiusa e suggellata con tutti capoccioni che ci sono dentro e "fuori".

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 26/07/2012 - 14:09

@ Grisostomo Lei si che è un economista. Ha capito che le partite IVA sono il motore della nostra economia, soprattutto quelle finte che nascondono un lavoro full time continuativo. Poi il blocco del contante, quello si che impedisce all'economia di rifiorire. Tempo fa quando non c'era, i soldi volavano quasi via dai portafogli presi dalla frenesia spermatica di riprodursi. Meno tasse sul lavoro: beh, i ragazzetti col contrattino a tempo pare soddisfino questo requisito. Solo che quei malnati producono, producono ma non spendono una lira. Chissà come mai. Senta a me,vada a casa e si riposi. Ha pensato troppo per oggi.

Termopili

Gio, 26/07/2012 - 14:44

Fra Squinzi e Monti preferisco Monti.Almeno questi si è fatto avanti per mettersi al capezzale dell'Europa malata di Germania.Squinzi critica ma non propone e men che meno ci prova con la regina d'Europa o almeno con le organizzazioni parallele tedesche. Abbiamo bisogno di gente come Monti. Di Squinzi sono piene le pagine dei giornali a cominciare dalle risi bili Cassandre della sinistra sabotatrice che con una mano denunzia e con l'altra disfa il lavoro dei cittadini onesti..Recessione? vero.Ma non vi viene il sospetto che i dati del pil corrente siano tutti drogati per eccesso e che vadano un po' sgonfiati? Io nel 1997 stavo meglio ed ero proiettato verso un avvenire di speranza.Che si torni pure al 1997:ridimensioniamo i dati e riprendiamo da -5%.

Ritratto di scorpion12

scorpion12

Gio, 26/07/2012 - 14:50

Confindustria dovrebbe avere il comnpito di rappresentare appunto gli industriali. proporre piani di gestione energetica, sollecitare collaborazione con l'università e la ricerca. Sollecitare il governo su proposte e miglioramenti dell'attuale assetto industriale. Nulla di nulla. Buio pesto. Gente che non sa neanche allacciarsi le scarpe senza chiedere soldi allo stato. Un altro sindacato inutile.

Giulio42

Gio, 26/07/2012 - 15:09

Squinzi era stato chiaro in un suo precedente incontro con Monti. Il costo della burocrazia, delle fonti energetiche e delle tasse, sono il 30% in più in Italia rispetto gli altri Paesi.Cosa ha fatto il Governo per permettere alle nostre aziende di essere più competitive ? Ha aumentato le tasse e ridotto il potere d'acquisto dei cittadini lasciando inalterati i costi di produzione, i risultati, sono sotto gli occhi di tutti.

Ritratto di Grisostomo

Grisostomo

Gio, 26/07/2012 - 15:15

@Scorpion 12 Invece Lei sì che se ne intende di economia, oltre che insultare la gente. 1. Le tasse sul lavoro fanno costare il nostro prodotto molto di più e ci impediscono di collocarlo meglio sul mercato e pagare meglio i lavoratori. 2. Io sono una PIVA, non fasulla, e riesco a sopravvivere solo non pagando le tasse. 3. Poter disporre di contante facilita e favorisce il mercato. Si vede che lei, che a differenza di me pensa -ma bravo!-, pensa solo al suo sogno onanista di tutti i sinceri democratici: il sol dell'avvenir. Vada a vuotare l mare col cucchiaio, vada.

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Gio, 26/07/2012 - 16:54

X Cosi_la_penso: Prima di sigillare confindustria bisogna sigillare ermeticamente i sindacati. Loro portano solo arricchimento alle loro tasche, non hai dipendenti. I fanulloni vengono remiati, i lavoratori no.

carlagiovanna

Gio, 26/07/2012 - 17:06

penso che sia molto saggio da parte di tutti (quelli che contano) smetterla di fare del catastrofismo. Le persone hanno bisogno di sorridere, essere supportate e iincoraggiate, Gridare al lupo al lup in questo momento e' improduttivo. Tiriamoci su le maniche e continuiamo a vivere. Il mondo non finisce certo con noi!

analistadistrada1950

Gio, 26/07/2012 - 17:48

A mio modesto avviso, credo che la capacità dei Politici, sia anche quella di indurre l'investimento interno dai detentori dei grandi patrimoni anzichè minacciare, da qusi un anno, che arriverà la super patrominiale, ottenendo così la fuga di capitali e capitalisti Italiani, che avrebbero anche potuto riconverire certe aziende entrando in concorrenza con il mercato straniero ed invece, si va elemosinado in oriente, perchè? Mancano le capacità ed è più semplice attirare denaro dall'estero, sovente costruito con sfruttamento al pari di quello che da noi avveniva nell'ottocento. Ma tanto di etica e di rispetto dell'uomo la politica se ne frega, l'abbiamo visto e lo vediamo continuamente. Sono state fatte operazioni che, forse, si sarebbero dovute fare gradualmente a partire dagli anni settanta. Ora si pensa ad attingere denaro ovunque, come i mercati attingono denaro "ripulito" dalla tante organizzazioni malavitose. Naturalmente non me lo sono sognato, è stato detto più volte da persone assennate; ma noi, dipendiamo da sti c...o di mercati.

ZannaMax

Ven, 27/07/2012 - 08:38

Ma la ripresa non può avvenire dall'oggi al domani... non è come cambiare una macchina... Che gente...

Ritratto di FrancoTrier

FrancoTrier

Ven, 27/07/2012 - 08:44

Anche questo e' colpa della Merkel?

bastadestrasinistra

Ven, 27/07/2012 - 09:04

pessimismo, ottimismo: no no, quello che ci vuole è "realismo". basta sia con i "buffoni di corte" che con i piagnisdei. In italia ci vuole realismo e questo governo Monti è in grado di darlo. Tanto lo vedremo tutti a breve: l'ottimismo e le critiche verranno fatte da questi politicanti (incapaci di governare) prima delle elezioni. A quel punto, sia dx che sx verranno fuori a dire che loro "avrebbero" fatto questo o quest'altro: chicchiere. se siamo a questo punto, è perchè i partiti fanno pena e pensano solo ai propri interessi.