Il consigliere tiene famiglia

Anche la Regione Piemonte ha il suo consigliere in uscita, con tanto di risvolto politico-gossiparo. La vicenda è quella di Michele Giovine, consigliere condannato in primo grado e in appello per aver falsificato le firme per il suo partito, i Pensionati per Cota. La fine della sua permanenza in Consiglio sarebbe vicina, anche se, scrive Italia Oggi, a subentrargli sarebbe Sara Franchini. Che non è solo la prima dei non eletti ma è anche la fidanzata di Giovine. Il decreto del presidente del Consiglio che sospenderà Giovine è infatti in arrivo, ma lui continuerà a percepire metà degli emolumenti previsti, finché a pronunciarsi non sarà anche la Cassazione. La sentenza definitiva è prevista per l'inizio del 2013. E intanto con la sospensione del capo del gruppo dei Pensionati per Cota, composto dal solo Giovine, in «famiglia» arriverà anche l'indennità della Franchini: l'unione fa la forza...