LA CONTESTAZIONEBlitz di Fratelli d'Italia all'Auditorium: interrotto il concerto per l'India a Milano

Milano Circa venti aderenti a Fratelli d'Italia hanno interrotto il concerto che l'orchestra Verdi mentre stava suonando in onore della festa nazionale indiana. Guidati dall'europarlamentare Carlo Fidanza, sono entrati nell'auditorium di largo Mahler a Milano per contestare l'intervento del console asiatico che però, subdorando l'«agguato», ha rinunciato a parlare. Così ai primi accordi, i militanti di Fdi hanno iniziato a gridare slogan, lanciare volantini ed esibire striscioni in cui chiedevano la libertà dei due marò accusati di aver ucciso due pescatori indiani scambiati per pirati. Dal pubblico sono partite grida di protesta, si è andati avanti così per cinque minuti fino a quando i manifestanti sono usciti per raggiungere il consigliere regionale Riccardo De Corato che stava distribuendo volantini all'esterno. «Offrire tartine e una strimpellata a presunti imprenditori bramosi di fare piccoli affari non cancella l'indignazione degli italiani» hanno poi spiegato i due esponenti politici. In precedenza avevano manifestato anche i militanti di Forza nuova che hanno simbolicamente occupato l'atrio dell'Auditorium. C'era molto timore per le reazioni, in quando largo Mahler si trova nel cuore del quartiere Ticinese, «covo» di ben tre centri sociali. Ma gli antagonisti non si sono fatti vedere.

Commenti

buri

Lun, 27/01/2014 - 09:51

brn fatto!!!