La Corte dei Conti avverte:"Le troppe tasse frenano la crescita economica"

Presentato il rapporto 2012 sulla finanza pubblica. Il presidente Giampaolino sollecita le dismissioni di patrimonio pubblico per abbattere il debito

Un monito e un allarme. La Corte dei conti, in occasione della presentazione del rapporto 2012 sul coordinamento della finanza pubblica, si focalizza sulla crescita e, per aumentarla, invita il governo a "ridurre il debito, da realizzare attraverso la dismissione di quote importanti del patrimonio pubblico".

“Tasse e corruzione frenano la crescita italiana e il Paese rischia di avvitarsi. E non si potrà contare, ancora per qualche anno, su una ripresa del gettito fiscale“, denuncia la Corte dei Conti.

La finanza pubblica risente della "crescita asfittica" che "rende difficile conseguire risultati migliori di quelli effettivamente realizzati" sul fronte del contenimento della spesa, ha spiegato il presidente della Corte dei Conti, Luigi Giampaolino aprendo i lavori e lamentando il "rischio di un avvitamento" che "va attentamente monitorato, disinnescando il circolo vizioso in cui si potrebbe restare intrappolati".

Inoltre, secondo l'organismo contabile, "si è riusciti a ridurre (imposizioni sui consumi) e, sotto altro profilo, ad invertire (imposizione sul patrimonio), il differenziale negativo evidenziato dal nostro Paese, senza poter tuttavia intaccare in misura decisiva il differenziale in eccesso nella pressione fiscale complessiva, in generale, e nella tassazione dei redditi da lavoro e di impresa, in particolare".

L'allarme lanciato dalla Corte dei conti riguarda invece la corruzione, in particolare nel mondo della sanità dove si registrano "frequenti episodi di corruzione a danno della collettività che continuano a essere denunciati".

Secondo il presidente di coordinamento delle Sezioni riunite in sede di controllo della Corte dei Conti, Luigi Mazzillo il settore sanitario "continua, tuttavia, a presentare fenomeni di inappropriatezza organizzativa e gestionale che opportunamente ne fanno un ricorrente oggetto di attenzione ai fini dei programmi di tagli di spesa. Senza però dover per questo ricominciare daccapo e rinunciare alla valorizzazione e allo sviluppo dei percorsi di rientro che sono stati positivamente sperimentati in questi anni, seppure senza contraddizioni e criticità, evidenziate dai frequenti episodi di corruzione a danno della collettività che continuano a essere denunciati nel settore".

Commenti

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 11:33

Ormai è un disco rotto, si sentono sempre le solite strofe.

ntn59

Mar, 05/06/2012 - 11:54

Non è vero che questo governo mette tasse: alle banche non le hanno messe, non pagano neppure l'IMU...e neppure ai petrolieri e, se non sbaglio, neppure ai grossi finanzieri. Hanno tartassato solo quei poveri straccioni dei lavoratori italiani...poca cosa.

kkkkkarlo

Mar, 05/06/2012 - 12:02

monti saprà almeno leggere?

laura

Mar, 05/06/2012 - 12:10

L'unico che lo ignora e' Monti.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 05/06/2012 - 12:11

Rinviata a domani la scoperta dell'acqua calda.

stragatto

Mar, 05/06/2012 - 12:26

ma vah!!! veramente!!!

agostino.vaccara

Mar, 05/06/2012 - 12:36

Ma guarda un po'! La Corte dei Conti si è, finalmente, accorta che per diminuire le tasse che stanno soffocando l'economia italiana e che è la condizione principale per creare crescita è necessario dismettere gradualmente se non drasticamente il patrimonio dello Stato. Potrei ricordare male ma mi sembra che la stessa cosa l'avessse prevista l'ultimo Governo Berlusconi. Poi Monti ha invece "preferito" aumentare le tasse fino a rendere la nostra vita insostenibile!!! Naturalmente Monti dice che in tutto questo c'è equità, però, stranamente, ci sono categorie che di tasse, specie sulla casa, ne pagano poche o addirittura niente! Mi riferisco ovviamente ai sindacati che sono del tutto esenti ed alle banche che travestite da fondazioni manco si sognano di pagare alcunchè. Non parlo della Chiesa perchè , a quanto pare, loro sono disponibili a pagare per tutto ciò che non ha a che fare con la funzione strettamente religiosa, il che mi sembra giusto.

meverix

Mar, 05/06/2012 - 12:38

Se ne sono accorti anche quelli della Corte dei Conti che troppe tasse frenano l'economia? Forse non hanno studiato alla Bocconi...

andri75

Mar, 05/06/2012 - 12:42

Dismettere il patrimonio pubblico oggi sarebbe l'ennesima follia. In un mercato depresso il valore dei beni messi in vendita sarebbe infinitamente inferiore al valore reale. La verita' e' che l'unico modo per salvare l'Italia e' fare tagli drastici sulla PA e sui parassiti che vi gravitano attorno. Alcune idee : tassare i sindacati, eliminare le consulenze esterne alla pubblica amministrazione, ridurre del 30% tutti gli stipendi degli statali sopra ai 2500 Euro/mese e del 20% tutti quelli superiori ai 2000 Euro/mese, mettere una quota accettabile ai compensi massimi nella pubblica amministrazione (compresi benefit), proporre prepensionamenti a tutti gli over 60 della pubblica amministrazione con una "penalizzazione secca" per chi accetta del 30-40%, riassumendo solo il 25% delle risorse diminuendo il complesso di spesa e ringiovanendo l'apparato. Informatizzare riducendo del 10-15% l'intero comparto della PA.

aldogam

Mar, 05/06/2012 - 12:54

Tranquilli, adesso c'è la "spending review". Vedrete quanti miliardi verranno rispamiati, si, proprio come per la riduzione delle prebende dei politici.

OTELLO MAGGI

Mar, 05/06/2012 - 12:56

Come si può pensare che aumentando le tasse possa crescere l'occupazione. Stiamo ancora aspettando il piano 2 del Decreto salva Italia, peccato però che i Professori non si siano dati una scadenza. Non c'è peggio del sordo che non voul sentire.

handy13

Mar, 05/06/2012 - 12:58

...incredibile,..la corte dei conti la pensa come il 99% degli italiani,...meno il governo Monti naturalmente,...è a lui che si deve rivolgere,..

pasquale_tibur

Mar, 05/06/2012 - 12:59

La scoperta dell'acqua calda. Politici e governo lo sanno benissimo, ma non possono ridurre le spese inutili e improduttive perché i tanti parassiti che infestano il sistema politico italiano non lo permettono, e non lo permetteranno neanche dopo le prossime elezioni.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 05/06/2012 - 12:59

Benvenuti nel Club ...........

vince50_19

Mar, 05/06/2012 - 13:04

Egregio dott. Giampaolino, mi spiace doverglielo dire ma il suo è fiato sprecato: alla Bocconi, ad iniziare dal suo "reggente", la pensano diversamente..Mi duole doverle dire che "deve" adeguarsi all'augusto pensiero del capo del governo, grembiulato!

Ritratto di pinox

pinox

Mar, 05/06/2012 - 13:08

non capite niente ne voi ne quelli della corte di conti, è il rigore che rilancia l'economia: allora, con l'aumento delle tasse diminuiscono i consumi, le aziende vendono meno, quindi evadono di meno. è vero che lo stato incassa meno per via della diminuzone complessiva del reddito, ma è anche vero che la gente spaventata dalla crisi spende meno, non va in giro a consumare l'asfalto delle strade nel fine settimana per via del carobenzina, e quindi così facendo risparmia lo stato e aumentano i risparmi privati, che verranno spesi con maggiore forza non appena questo trend si inverte ....adesso vedrete che ripartenza a razzo ci sara' in grecia, anche l'italia quando è stata rasa al suolo nel 45 negli anni successivi poi è ripartita a razzo, fidatevi questa è una ricetta vincente...... monti lo sa che è così, lui è docente di economia.....fidatevi!!!!

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 13:11

Ci stanno prendendo per il sedere, la classe dirigente di questo paese e' demenziale. Siamo in mano a dei polli che si credono acquile.

pippu

Mar, 05/06/2012 - 13:12

Prima il nostro Pres.BCE adesso la Corte dei Conti parlano di tasse troppo alte,ma dove erano quando le mettevano?Hanno lasciato fare danni con la scusa che saremmo finiti come la Grecia,adesso che il popolo non consuma ed è lui che manda avanti l'economia , si sono resi conto "che le tasse sono alte".Caro governo incomincia a non incassare l'IVA care società di beni di consumo incominciate a non incassare le bollette,care assicurazioni incominciate ad avere gente che non può più pagare l'assicurazione,non parliamo delle banche (che se ne hai te ne danno se no "mi spiace ma i parametri non me lo consentono".Per finire allora diremo qualcuno a sbagliato.

Ritratto di Dulcamara

Dulcamara

Mar, 05/06/2012 - 13:24

Ma guarda un po' ! Ma chi l'avrebbe mai detto? Che la gente e le imprese senza soldi, senza credito, massacrate da tasse e tariffe in continuo aumento, senza alcuna fiducia nell'avvenire e nel terrore di nuove misure restrittiva, con la certezza che nessuno spreco e nessuna spesa inutile saranno almeno ridimensionati, che con tutto questo cioè avrebbero prodotto crescita e sviluppo, solo i professori dei miei stivali hanno potuto pensarlo. E non si vergognano.

Granpasso

Mar, 05/06/2012 - 13:37

Cara corte dei conti... studiato anche voi in Bocconi?! E' un po' tardi per un aggiustamento di rotta, credo proprio che l'Italia abbia superato il punto di non ritorno! Ci vediamo tutti a zappare per qualche latifondista cinese... personalmente ci sono abituato... e voi?!

antonin9421

Mar, 05/06/2012 - 13:43

Che ce ne facciamo di questi scopritori d'acqua calda super-pagati? Anche costoro pesano sul bilancio pubblico, e sono assolutamente inutili perché inefficaci e inefficienti. Quanta zavorra si deve sopportare!

Ritratto di romy

romy

Mar, 05/06/2012 - 13:41

Adesso siamo arrivati al colmo dei colmi,ovvero alla presa per i fondelli,se sono mesi che l'Italiano medio,e me compreso, stiamo gridando attenti alle tasse alte,patrimonio dello Stato,sprechi,spesa pubblica,privilegi,ecc.ecc.adesso vengono gli altolocati dell'Amministrazione Statale,che con il loro messaggio,ci dicono la stessa cosa,ma quando sono bravi?Stiamo oltre il teatrino delle comiche ormai,povera Italia,che grande errore il governo dei tecnici,ma ci sarà tra i responsabili chi farà mai "Mea Culpa",ridateci il governo di prima.........

Frank Perone

Mar, 05/06/2012 - 14:02

Caro Granpasso,Lei ha ragione ,purtroppo gli zappatori sono sempre i soliti.Questo è il difficile da far capire agl'Italiani

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 14:04

Il dettaglio che si dimenticano di spiegare e' che gli Italiani pagano tutte queste tasse per mantenere le ruberie dei politici e della classe dirigente. L'Italia spende 807miliardi all'anno, ma in realta' potrebbe spenderne solo 400. Dove vanno a finire gli altri 400miliardi??? Serve che ci sia una commissione dei cittadini che verifichi i conti dello Stato, perche' sono chiaramente fuori da qualsiasi ragionevolezza e giustificazione. Ci sono dei buchi neri da cui RUBANO palate di denari.

prodomoitalia

Mar, 05/06/2012 - 14:42

Evviva, alleluia ! La corte dei conti ha scoperto l'acqua fredda ! Le troppe tasse bloccano lo sviluppo economico ! Devono averci pensato " un sacco" prima d'arrivare a questa sparata ! Bravi ! Evviva la corte dei conti ( ma i Duca o i Marchesi non sono i più alti in grado ???) Ed allora perché ci affidiamo ai Conti ?? Misteri della nostra povera Italietta !

Ritratto di dbell56

dbell56

Mar, 05/06/2012 - 14:46

Toh!! S'è svegliata dal letargo la corte dei conti. Un'altra vergogna della burocrazia italiana. Sapete quanto ci costa all'anno quest'istituzione inutile come un buco nell'acqua? Almeno 300 milioni di euro. Ma l'abolissero quest'altro peso sul gruppo C degli italiani!!

gyxo

Mar, 05/06/2012 - 14:50

E' dall'inizio di questo governo tecnico che noi imprechiamo contro i provvedimenti del becero governo napolitano-monti capace solo di colpire con sadismo i poco abbienti ed essere vigliacco con con tutte le caste politiche,sindacali,ecclesiastiche,industriali,bancarie,giornalistiche,,magistraturali,statali ecc. ecc. ecc.La corte dei conti faceva la siesta ed ha lasciato incancrenire tutto cio' portandoci allo sfacelo dell'economia di questa povera italia(minuscola perche' l'hanno rimpicciolita questi due rimbambiti)mentre la corte dei conti faceva una lunga siesta e non si ACCORGEVA DELLO SFACELO IN ATTO.Ora sarebbe ora di fare i conti con la corte dei conti e sostituirla per incapacita' e per mancato intervento tempestivo.Questi signori hanno chiuso la stalla quando i buoi erano gia' scappati.Bonjour Tristesse.

ilPavo

Mar, 05/06/2012 - 15:03

Lo insegnano anche alla Bocconi, ma si vede che Monti era disattento !

lozaccheo

Mar, 05/06/2012 - 15:26

Ma tutti questi tecnici maghi della finanza internzaionale dove hanno preso la laurea? Dove hanno studiato? Ma anche uno scolaretto sà che se diminuisci il potere d'acquisto i consumi ristagnano! La verità è che tutta questa gente si trova il portafogli pieno alla faccia nostra senza portare contribuire al PIL del paese, sono fuori dal mondo, non conoscono il costo reale della vita e ogni tanto fanno le loro uscite. Basta che stiano almeno zitti che non se può più!

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 05/06/2012 - 15:40

Ma dai !!!!!! Ce ne siamo accorti soltanto in 65.999.995 su 66.000.000 di italiani ........

Ritratto di thewall

thewall

Mar, 05/06/2012 - 15:45

E' la quarta volta che la corte dei conti dice che le tasse sono troppo alte. Bisogna regalare un apparecchio per l'udito a Monti perchè non vuole sentire. La realtà è che il governo tecnico è un governo di incompetenti. Abbassando le tasse la gente avrebbe più soldi in tasca e si rilancerebbero i consumi. Bisognerebbe puntare di più sul made in italy e invitare chi vende merce di origine italiana nel nostro paese ad abbassare i prezzi e ad alzare quelli della merce proveniente dall'estero. E' possibile che una fiat, in Italia, costi più di una toyota e sia fatta anche peggio? 1) Taglio del 20% della pressione fiscale. 2) prezzi calmierati per il made in italy. 3) lotta all'evasione fiscale (tagliando le tasse tutti le devono pagare). 4) incentivi per le aziende straniere che decidono di produrre in italia. Solo così si uscirà dalla crisi e si potrà finalmente scoreggiare in faccia alla ****el

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 16:26

Comunque, quello che sta risultando chiaro e' che lo Stato non ha piu' soldi per i propri cittadini. I nostri figli vanno in scuole fatiscenti con insegnanti sottopagati, gli ospedali sono fatiscenti e i dottori, per bene che sono pagati, prendono una miseria nei confronti pure dei dottori Greci. Ora, chiediamoci con onesta' intellettuale: dove sono andati e dove vanno a finire gli 807Miliardi di euro di entrate dello Stato?

cameo44

Mar, 05/06/2012 - 16:37

Tutti concordano dal Governatore della Banca d'Italia alla Corte dei Conti che la tassazio ne è a livelli altissimi e che impedisce la ripresa solo il grande economista Prof. Monti non lo ha capito tanto da aumentare ancor più la pressione fiscale non essendo capace a fare quei tagli di cui tutti parlano e che servirebbero per far diminuire la pressione fiscale e così far ripartire il paese e allora prendiamo atto che il Presidente Napolitano che questo Governo ci ha imposto e Casini che sostiene che siamo in buone mani hanno sbagliato su tutti i fronti e hanno raggiunto un solo scopo togliere di torno Berlusconi senpre ostacolato da Napolitano il quale non ha avuto nulla da dire per i troppi voti di fiducia richiesti da Monti e Casini che parla sempre di responsabilità e serietà cosa ha da dire a quelle fami glie di lavoratori e pensionati riodtti allo stremo?

disalvod

Mar, 05/06/2012 - 16:47

Ormai Sono Anni Che Si Dicono Sempre Le Stesse Cose.se Non Si E' Capaci Di Risolvere Queste Due Cose,troppe Tasse E Troppa Evasione Fiscale,o Dite Chiaramente Al Paese Le Cause Che Non Permettono La Soluzione Del Problema O E' Inutile Andare Avanti Solo Con Chiacchiere.per Eliminare Il Primo Problema Basta Eliminare Gli Sprechi Dello Stato E Delle Istituzioni,il Numero Dei Politici,il Rimborso Ai Partiti,riduzione Delle Spese Della Presidenza Della Repubblica,riduzione Degli Alti Stipendi E Pensioni Dei Vertici Istituzionale,gli Sprechi Regionali,provinciali,comunali,ecc,ecc,..per La Soluzione Del Secondo Punto Basta Dare La Possibilita' Al Cittadino Di Detrarre Tutte Le Spese Sostenute A Qualsiasi Titolo Dalla Caramella Alla Benzina Ecc.ecc..con Una Tessera Personalizzata.

Cinghiale

Mar, 05/06/2012 - 16:56

Credo che quest'articolo non possa mettere contro elettori di sx e dx. Lo capiscono tutti che tasse troppo alte strangolano la crescita, solo chi lo deve sapere non lo sa.

voce.nel.deserto

Mar, 05/06/2012 - 16:51

Del cattivo umore seminato per il paese dalla politica recessiva del governo se ne sono accorti anche i bambini. In questo paese si parla di austerità e di tagli sulla spesa almeno da 50 anni.Invano. Ora però bisogna cambiare registro e farlo cambiare alla sovrana imperatrice del sacro romano impero germanico che siede a Berlino.

MIKE1972

Mar, 05/06/2012 - 16:52

Scusate, ma il Prof. Monti insegna, mica sa cosa? Ma da che mondo e mondo, quando, chi insegna solo teorie sa meterle in pratica!

Pierofco

Mar, 05/06/2012 - 17:11

I fatti vanno raccontati tutti: la Corte dei Conti ha parlato di eccessiva tassazione, ma anche di eccessiva EVASIONE FISCALE e CORRUZIONE. E' questo il mix micidiale che affonda l'Italia.

rinaldo

Mar, 05/06/2012 - 17:19

adesso se ne accorgono? Non sarà una critica fatta indirettamente al governo Monti? Allora tagliate, vendete riducete, ci vuole tanto? Ad alzare i balzelli capaci subito ma ridurre no, ci vuole tempo e commissari straordinari che non si sa più cosa stiano facendo. Uno schifo !!!!!

pipo

Mar, 05/06/2012 - 17:23

Corruzione e evasione. Inutile focalizzarsi su "le tasse che strangolano le forze vive del paese". Corruzione e evasione. Da ripetere cento volte (senza barrare, 'na volta tanto) ogni sera prima di addormentarvi.

Ritratto di Mizio66

Mizio66

Mar, 05/06/2012 - 17:28

Scopertona !!! Nell'800 gli economisti lo dicevano già e la bocconi manco esisteva. keynes diceva che nei momenti di crisi lo stato (con la maiuscola, il nostro è uno stato) doveva pagare gente per scavare buche e altra per riempirle... solo per far circolare denaro e rilanciare l'economia. Ma qui l'unica buca che scaviamo è la nostra fossa...

unodisinsitra

Mar, 05/06/2012 - 17:36

ed i professori continuano a sbagliare. Hanno sbagliato sulla riforma delle pensioni, hanno sbagliato sugli esodati. Adesso sappiamo ufficialmente che l'aumento dell'iva ha causato minori introiti del prevedibile. Del tronde è noto che chi sa fare, fà, e chi non sa fare, insegna ...... oppure, in Italia, governa.

Rosario46

Mar, 05/06/2012 - 17:36

Tra un'inchiesta sui calciatori, (elevata a caso nazionale), una sparata della corte dei conti , un monito di Draghi ed un europeo che si avvicina; chi ci pensa più all'IMU, alla gente che viene spremuta per mantenere lor signori? e che col prossimo autunno riprenderà la spremitura? Saluti

gabrieleforcella

Mar, 05/06/2012 - 17:30

A questo punto mi chiedo cosa ci stanno a fare "i tecnici" al Governo i quali non sono riusciti a comprendere due cose di solare evidenza: 1 troppe tasse frenano la crescita; 2 oggi la Ragioneria dello Stato dichiara che mancano entrate fiscali per 3.4 miliardi e aggiungo che ne mancheranno anche di più; è ovvio perchè se non c'è lavoro e l'impresa "non gira" non ci sono i soldi per pagare le tasse., i dipendenti i fornitori ecc. Ma i tecnici non si accorgono di tutto ciò, loro lavorano sui dati degli anni precedenti quando l'impresa di turno era ancora aperta, non si pongono il problema che adesso quella stessa impresa ha chiuso i battenti lasciando a casa i dipendenti. Il popolo è cento volte meglio di chi ci ha governato e ci governa oggi e merita di meglio invece che incapaci e gente che vive fuori dal mondo.

marmarvit52

Mar, 05/06/2012 - 17:41

#33 cameo44 (715), ti sei dimenticato chi era a Palazzo Chigi fino a sei mesi fa? Te lo ricordo io. C'era un tale che io non ho mai votato, figuriamoci, ma tu sì! Un tale che ha governato, si fa per dire, visto che è stato cacciato, per manifesta incapacità di farlo. Un tale che ha governato quasi 10 anni fino al disastro dei nostri giorni, un tale che per 10 anni, ha "minacciato" di abbassare le tasse, ma si è sempre ben guardato dal farlo. Un tale che durante il breve governo Prodi, servito al csx per raddrizzare i conti che il cdx rende sistematicamente disastrosi quando va la governo, non ha fatto altro che sparare a zero sul "governo delle tasse". Poi è tornato al governo carpendo ancora la buona fede di alcuni italiani, te in testa, e la prima cosa che ha dichiarato il suo ministro dell'economia, ma meglio sarebbe chiamarlo il ministro del disastro economico e degli evasori fiscali, Tremonti, è stata: la pressione fiscale resta invariata fino al 2011; ed era il 2008!

il veniero

Mar, 05/06/2012 - 17:55

ci sono meno entrate QUINDI ALZERANNO LE TASSE (PATRIMONIALE GARANTITA).Poi ci saranno ancora meno entrate...ALZERANNO LE TASSE

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 17:50

Olivetti i-Jet in liquidazione Persi 162 posti ad Arnad Se non ci si decide a cambiare la dirigenza di questo paese in fretta, anche chi oggi ha il posto di lavoro vedra' svanire tutte le sue sicurezze, dipendenti pubblici compresi. Serve assolutamente un cambio di rotta diretto dalle giovani generazioni. I vecchi di questo paese sono completamente incapaci di tirarci fuori dal pantano... anzi sono proprio loro il pantano e nonostante se la cantino e dicano di volere far emergere i giovani, continuano ad occupare porsti di controllo per perpetrare questa gerontocrazia antidemocratica.

franco peppe

Mar, 05/06/2012 - 18:18

Ma quale crescita, ormai si è scoperto, non ci sarà più nessuna crescita,ci stanno impoverendo con le tasse e l'aumento dei prezzi, per deprime il nostro tenore di vita che ormai era diventato insostenibile per la popolazione mondiale. La società dei consumi è fallita, nessuno ha il coraggio di ammetterlo,il sogno americano del consumismo si è rivelato essere un incubo. Adesso le elite di potere che si stanno sostituendo ai governi politici ci porteranno ad un livello di vita standard prestabilito da loro, e ad una dittatura tecnocratica che condizionerà anche il nostro modello di vita ordinario, diventeremo degli oggetti in mano a dei padroni, che potranno fare di noi ciò che vogliono, mentre loro continueranno a vivere nei loro paradisi consolidati.L'evasione fiscale è solo fumo negli occhi, quando crolleranno i consumi in modo rilevante, oltre alla ricchezza svanirà anche l'evasione,questo loro lo sanno, pertanto sono i primi a non crederci.Italiani svegliatevi.

il veniero

Mar, 05/06/2012 - 18:25

un parere economico diverso su chicago blog .Interessante.Cercare su motori ricerca .

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 05/06/2012 - 18:31

La Corte dei Conti sorprende sempre per l'acutezza e l'efficacia dei suoi moniti/allarmi (sempre espressi in un Italiano contorto e incomprensibile). Vediamo se ho capito (detto con parole da "cittadino qualsiasi"): NON C'E' CRESCITA perchè ci sono troppa corruzione e troppa tassazione. Conseguenza: il gettito fiscale si riduce (e quindi non si riesce a ridurre il debito pubblico) e il costo della corruzione aumenta, specie nella sanità. Soluzione: "..dismissione di quote importanti del patrimonio pubblico"! Meno male che c'è la Corte dei Conti a "illuminarci" su questi aspetti (la classica goccia nel mare) dell'immane collezione di sprechi e costi spropositati del "sistema pubblico Italia". Ci voleva un apparato che ci costa oltre 300milioni all'anno, con più di 3000 dipendenti e più di 600 magistrati..., per dirci che per poter continuare a sprecare, lo Stato NON deve tagliare i propri costi... NOOO, deve vendere i propri beni! (1 di 3, segue)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 05/06/2012 - 18:34

E' come dire a una persona dedita al gioco d'azzardo (a soldi finiti) che non deve smettere di "giocare", ma deve vendere la casa e gli ori di famiglia per continuare a farlo! Sono arrabbiato come una bestia!!! Cari Signori "doppio incarico"-"benefit"-"promozioni automatiche"-"scatti di anzianità"-"stipendi e pensioni d'oro" della Corte dei Conti, vi "illumino" io (come potrebbe fare qualsiasi altro Italiano) su cosa bisogna fare per rimetterci in carreggiata: riduzione del numero dei Parlamentari e dei loro stipendi-benefit-pensioni; niente "finanziamenti" ai partiti ma solo veri rimborsi elettorali a piè di lista rigorosamente documentati; abolizione delle province e di tutti gli enti inutili; governi e amministrazioni locali proporzionati al numero di abitanti con regole uniche in tutta Italia (comprese regioni e province a statuto autonomo); accorpamento dei comuni con meno di 3000 abitanti; centralizzazione degli acquisti per tutti i settori (sanità in primis);... (2di3, segue)

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Mar, 05/06/2012 - 18:31

...stipendi di manager pubblici, e amministratori locali soggetti a un tetto massimo; abolizione dei vantaggi fiscali alle cooperative quando superano un determinato giro d'affari; tutti gli appalti pubblici gestiti da "commissioni itineranti" che si avvicendano ogni semestre e mai composte da persone della regione in cui si compie l'opera; obbligo per tutti i sindacati e i partiti che hanno ricevuto rimborsi elettorali, di redigere bilanci certificati; e altre 1000 voci di spreco che tutti conosciamo... Ci vogliono tagli! Blitz della finanza nelle amministrazioni locali e negli enti dove si spreca da sempre! Il riassetto della Pubblica Ammministrazione! Una "dura" trattativa per rivedere le imposizioni di bilancio europee! Semplificazione e riduzione del sistema fiscale e seguente inasprimento dei controlli e delle sanzioni per chi evade! Facilitazioni per l'accesso al credito per le imprese!..ecc..ecc. E' tutto evidente... ma di istituzioni "intelligenti" moriremo! (3 di 3, fine)

mabebo

Mar, 05/06/2012 - 18:53

la Corte dei Conti ripete sempre le stesse cose tutti gli anni (sperperi e ruberie varie) ma rimane sempre inascoltata da chi (i politici) dovrebbe provvedere ai rimedi. Ma allora cosa ci sta a fare?????????????

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 18:57

Convertite i risparmi in qualcosa di fisico o portateli all'estero in una buona valuta, ormai gli investitori di tutto il mondo non danno piu' credito alle istituzioni europee. Hanno oltrepassato il limite gia' da un po' e chi ha tirato i remi in barca per tempo ci scherza pure sopra www.zerohedge.com/sites/default/files/images/user3303/imageroot/2012/06/European%20bailout%20cover.jpg Il resto sono solo dettagli, il danno e' gia' stato fatto e non si puo' cambiare la rotta di un transatlantico in pochi secondi. L'Europa e' gia' finita, ma non hanno il coraggio di dirlo.

Ritratto di mark 61

mark 61

Mar, 05/06/2012 - 19:09

LE TROPPE TASSE X CHI GIA PAGA !!!!!!!!!!!!!!!!!! e dire che un grande partito ancora oggi si oppone alle leggi anticorruzione e si oppone in tutti i modi alle ispezioni della guardia di finanza definendole scandalose !!!!!!!!!

paci.augusto

Mar, 05/06/2012 - 19:03

La Corte dei Conti ha fatto una osservazione lapalissiana. Chiunque mastichi soltanto un minimo di economia sa perfettamente che un forte aumento di tasse con conseguente diminuzione del potere di acquisto, determina una diminuzione di consumi e quindi una recessione economica. Ma questi principi elementari sono evidentemente del tutto sconosciuti ai nostri ' tecnici bocconiani ' ( sic??!!!). E' vero che l'enorme deficit italiano imponeva forti sacrifici ma sarebbe stato assai opportuno operare forti tagli di spesa pubblica, in particolare sui costi vergognosi della disonesta e incapace casta politica e della collegata casta togata. Invece non si è fatto proprio niente del genere e si parla a vanvera di ' provvedimenti per la ripresa '!

duxducis

Mar, 05/06/2012 - 19:06

Per chi non lo sapesse: la Spagna da sola ha bisogno di 400Miliardi per stare a galla. Se a Monti viene in mente di metterci i soldi degli Italiani, tiratelo giu' con ogni mezzo, perche' vorrebbe dire cancellare le scuole per i nostri figli, le pensioni per i nostri anziani e le cure mediche per la maggioranza della popolazione in nome dei un ideale unificatore del Mortadellone.

fabrizio de Paoli

Mar, 05/06/2012 - 19:21

Non è mica vero! Le tasse più alte intaccano il gettito nelle casse dello stato, semplicemente perchè giustamente la gente non le paga più, non pagando, quel denaro entra direttamente nel circuito dell'economia reale con grandissimo beneficio dell'economia reale. Quindi se vogliamo salvare l'economia reale, basta non pagare più tasse. Mi sembra ovvio. Continuare, invece a credere nello stato socialista e quindi pagare le tasse, significa ammazzare l'economia ed alla fine il suicidio. EMBARGO FISCALE TOTALE.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mar, 05/06/2012 - 19:41

Geni !!!!!!

gentlemen

Mar, 05/06/2012 - 20:21

Complimenti! Tempi di reazione da motore di nave a vapore per capire...................

gentlemen

Mar, 05/06/2012 - 20:24

Perché non vengono confiscati i patrimoni dei politici arricchitisi a spese dei cittadini con corruzione e imbrogli di ogni genere negli ultimi 30 anni?

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 05/06/2012 - 20:57

altro che salvar l' italia: monti si batte a favore della germania e sta rovinando l' economia italuana: per colpire l' evasione ha colpito alla cieca trenta milioni di italiani che mai e poi mai avevano avuto accesso alle sale dei bottoni dove realmente si imbroglia e si evade: lui non poteca non saperlo quindi c' è da dedurre che se è una persona dotata do senno, in questi mesi ha agito sempre in voluta malafede, e se non ha agito in malafede allora non è dotato di raziocinio ma è semplicemente pazzo: in tutti i due casi dewve essere interdetto al comando ed alla gestione dell' italia perche non è adatto al ruolo che il presidente gli ha affidato: cio che mi stupisce è come Berlusconi lo lasci fare e in un romanzo di fanta politica, non esiterei a dire che Berlusconi è ricattato, ma gli altri due no: quindi alla pari di Monti

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 05/06/2012 - 20:52

le troppe tasse non rallentano ò' economia, la distruggono e monti ce lo ha dimostrato

silvano45

Mar, 05/06/2012 - 21:02

e ci perdono pure una gioranata di lavoro in ermellino sprecando soldi dei contribuenti per dare questa notizia geni geni geni ............ ma mandiamoli a casa cosi risparmiamo soldi

peropix

Mar, 05/06/2012 - 22:29

Finche' non si metteranno i cittadini in contrasto di imposta e cioè fare in modo che sia conveniente farsi rilasciare fattura o scontrino perche' deducibili dalle tasse, IVA ESCLUSA, si continuerà ad evadere o far evadere per ovvi motivi. Se un cittadino va in carrozzeria a farsi riparare l'auto per un incidente che si è procurato e non puo' scaricarsi la fattura quantomeno all'80%, iva esclusa (che va a favore dello Stato) troverà sempre piu' conveniente non farsi fare la fattura, risparmiare l'iva e magari pagando in contanti ottenere pure uno sconto ulteriore sul cash. Elementare Watson.

cyclamen

Mer, 06/06/2012 - 00:20

"Le troppe tasse fenano...". Oh, che scoperta! Ci volevano il Governatore della Banca d'Italia e la Corte dei conti a farcelo sapere. Ma ci prendono sempre per idioti?

les paul

Mer, 06/06/2012 - 00:32

Diciamoci la verità, se non ce lo diceva la Corte dei Conti noi eravamo ancora convinti che tante tasse favoriscono la ripresa, rilanciano il mercato e danno ossigeno all'economia che sarebbe decollata come un missile. Meno male che c'e' la corte dei conti.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 06/06/2012 - 01:18

Ma a chi si rivolgono questi intelligentoni della Corte dei Conti? Noi l'abbiamo capito da un pezzo che l'automa bocconiano sta distruggendo l'economia del nostro paese. Con la mossa idiota delle tasse, senza alcuna azione tempestiva di riduzione della spesa e senza il pagamento alle aziende dei crediti che vantano verso lo stato non possiamo che affondare sempre più nella me..a. Rivolgiamo di nuovo un complimento ai trinariciuti che hanno sabotato il governo Berlusconi e continuano tuttora a sabotare il nostro paese.

Ritratto di dbell56

dbell56

Mer, 06/06/2012 - 08:57

E' questo ciò che io, elettore di centrodestra, non perdonerò mai al Berlusca e ai pidiellini: l'aver fatto fare il lavoro killeraggio ai bocconiani e a Napolitano, senza avere il coraggio di metterci la faccia. Alle prossime elezioni voterò M5S. Meglio i dilettanti allo sbaraglio che i delinquenti incalliti che ora siedono in Parlamento.

onurb

Mer, 06/06/2012 - 09:05

64 silvano45. Lei ha pienamente ragione ma, purtroppo, c'è qualche zuccone che non ha afferrato ancora il concetto e allora per lui, e solo per lui, è giusto ripeterlo. Il guaio è che uno di questi zucconi è stato messo da uno ancora più zuccone di lui a dirigere la baracca Italia in forza dei suoi titoli accademici e della sobrietà che effonde intorno a sè.

Ritratto di cesare piazza

cesare piazza

Lun, 11/06/2012 - 15:06

Oilà il ministero del tesoro ha scoperto l'acqua calda.Il financial times ha sgnciato il Big mario. Testuali parole : ha fatto più danno che bene:. Altra acqua calda signori!!!!!!!