Pensioni a rischio stangata

Il sottosegretario all'Economia: "Intorno ai 3.000 euro penso possa essere chiesto un contributo di solidarietà". Poi il dietrofront: "Al momento nessun intervento in cantiere"

Pensioni sì, pensioni no. Ancora non è chiaro cosa il governo intenda fare, ma il rischio che venga introdotto una sorta di contributo di solidarietà ai danni dei pensionati è molto alto. Prima è arrivato l'annuncio del commissario alla spending review Cottarelli, poi è giunta la smentita del premier ("L’idea che chi ha una pensione di due o tremila euro debba dare un contributo, forse c’è per Cottarelli ma io la escludo"), infine oggi il tema torna a destare allarme. Perché questa mattina, il sottosegretario all'Economia, Paolo Baretta, in una intervista ad Agorà su Rai3 è stato chiaro: "Si può pensare di chiedere un contributo ai pensionati con un reddito da pensione oltre i 3.000 euro. Intorno ai 3.000 euro o a una cifra che consenta un buon livello di vita penso che possa essere chiesto, a crescere, un contributo di solidarietà. Però non si tratta di discutere sui 3.000, 3.100 o 2.500 euro, ma piuttosto su pensioni molto alte, francamente troppo alte, alle quali è opportuno chiedere in questo momento un contributo per affrontare la situazione difficile che abbiamo. I limiti vanno rispettati da tutti: se aumentiamo la tassazione sulle rendite finanziarie, occupiamoci anche delle pensioni che davvero creano disagio collettivo".

I sindacati hanno subito battuto i pugni sul tavolo. "Abbiamo sempre detto che le pensioni d’oro potevano essere un bacino possibile di richiesta di contributo e continuiamo a sostenerlo ma è fondamentale dove si pone l’asticella e metterla su pensioni da 2.500 o 3000 euro è troppo bassa. È giusta l’idea ma l’asticella deve indicare una equità sociale", ha tuonato Susanna Camusso. Le ha fatto eco il segretario dello Spi-Cgil, Carla Cantone: "Basta con il valzer delle cifre sulle pensioni a cui chiedere un contributo. Agitarle parlando di questa o di quella soglia a mezzo stampa non fa altro che aumentare il senso d’ansia e di indignazione dei pensionati". Intanto il Sole24 ha calcolato il numero delle persone potenzialmente coinvolte per le pensioni di 2886 euro lordi al mese: sarebbero circa 800mila (il 4,8% del totale).

Nel pomeriggio, il sottosegretario Baretta è stato costretto a una sorta di marcia indietro: "Vale quello che ha detto ieri Renzi che ha escluso qualsiasi ipotesi di prelievo sulle pensioni, la mia opinione , come ho già sostenuto, è che si possa chiedere un contributo alle pensioni alte. Ma prima di decidere soglie bisogna fare un’analisi sociologica molto più articolata della situazione in termini di welfare, aspettative di vita e bisogni degli anziani. Dunque non abbiamo al momento nessun intervento in cantiere".

Commenti
Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 14/03/2014 - 16:20

E se toccassimo i redditi di Napolitano,compari parlamentari con Befera e soci a seguire,con una bella botta ai loro omologhi pensionati?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 14/03/2014 - 16:22

Continua la commediola del poliziotto buono e di quello cattivo. Ma non c'è da sperare in un intervento della cosiddetta destra (ormai pane e ciccia con Renzi). L'unica difesa nei confronti delle libidini predatorie di questo governo? La CGIL. Non so se mi spiego...

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 14/03/2014 - 16:24

Non vedo il problema sul prelievo soprattutto per pensioni basate sul sistema retributivo.

belmonte

Ven, 14/03/2014 - 16:33

Nessun problema: ci ricorderemo di Baretta e dei suoi dante causa alle prossime elezioni. Ma nessuno pone la domanda delle domande: come possono i parlamentari decidere di tagliare le pensioni superiori a 3 mila euro quando loro, nella più sfortunata delle ipotesi, hanno uno stipendio di 15 mila euro/mese?

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/03/2014 - 16:39

C'è qualcuno che sa a cosa corrisponde il netto di una pensione lorda da 2.886 €??? Piu o meno 1800 € netti al mese!!!! Ed a quelli che ne prendono 300 in meno regalano 80 €!!!! Questi sono PAZZI!!!!! Saludos

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 14/03/2014 - 16:46

Ci ricorderemo di questa destra (NCD, FI, e, perchè no?, di Fratelli d'Italia) già alle prossime europee. Quando, puntualmente, verranno a sollecitare il voto dei "moderati". E ci faremo, allora, quattro risate...

cicero08

Ven, 14/03/2014 - 16:47

Ma qualcuno sa qualcosa sulla maxi liquidazione che il senato avrebbe dovuto pagare a B. anche a seguito della decadenza?? Nell'immediatezza furono solo i grillini a fare un po' di casino seppellito dall'inusuale silenzio che ne seguì protraendosi fino ad oggi.

unosolo

Ven, 14/03/2014 - 16:52

cattiveria per cattiveria , questa frase è una presa in giro per i pensionati , mi spiego male ma cerco di farmi capire , i parlamentari cosa lasciano ? niente , si mantengoni vizi e lusso , l'IRPEF ne pagano meno della metà , il TFR niente tasse lo prendono sano , i pensionati che hanno lavorato per mantenere i servizi coloro che hanno dato il PIL come le aziende oggi come sempre sono castigati a pagare mentre loro si divertono anche a prenderci in giro chiamandola tassa di solidarietà o con altri nomi ma è sempre la presa per il culo che viene sistematicamente fatta a chi ha mantenuto migliaia di politici , che ha permesso il mantenimento dei servizi che oggi ci hanno accorciato per mantenersi i vizi e lusso che si sono regalati. Spending rewiev ?

GABBIANO51

Ven, 14/03/2014 - 16:53

Questo è un governo di manigoldi, il suo capo non è altro che un parolaio! Oggi dice, domani si rimangia tutto; oggi promette, domani rinvia. Attento renzino che se tocchi le pensioni dei poveri cristi ti prenderai di quei calci che ti farà male a vita.

giuseppe munari

Ven, 14/03/2014 - 17:02

Le cose semplici sono le + eque. Nella selva delle norme pensionistiche (assurde) si faccia come gli altri paesi. Una percentuale di quanto effettivamente versato, verrà devoluto a pensione di anzianità/vecchiaia. Ogni altro privilegio sospeso fino a tempi migliori. Tutti in pensione a 65 anni, politici compresi. I dipendenti pubblici o di aziende partecipate, compresi politici, magistrati a 65 anni escano dalla scena pubblica, e se vogliono, vadano in Africa a scrivere libri. Vale anche per il Presidente della repubblica.Per un certo periodo, pensione bloccata a 5.000.00 € mese.

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 14/03/2014 - 17:03

Penso che, qualsiasi cosa inventino, non toccherà i poveri magistrati. Per loro, trattasi di "diritti acquisiti", come sancito da loro stessi.

pezzonie

Ven, 14/03/2014 - 17:04

QUESTI SONO PAZZI. UNA PENSIONE DI 300O 4000 EURO è TASSATA AL 35% VLE A DIRE NETTI 1950 E 2600 RISPETTIVAMENTE. SE SI DEVE PAGARE UN'AFFITTO, LUCE ACQUA E GAS NON RESTA POI MOLTO CALCOLANDO INOLTRE CHE SPESSO LA MOGLIE è A CARICO. NON PARLIAMO SE SI DEVE RICORRERE A FREQUENTI TERAPIE MEDICHE E RELATIVI MEDICINALI. QUESTI SONO FUORI DAL MONDO REALE. COSA ASPETTANO ? CHE LA GENTE PREND DAVVERO I FORCONI ??? UNA COSA SERI SAREBBE RICALCOLARE LE PENSIONI CHE SONO STATE EROGATE A FRONTE DI CONTRIBUTI FIGURATIVI. OSSIA SENZA PAGARE ALCUN CONTRIBUTO PREVIDENZIALE. MA I MASCALZONI QUESTO NON LO FANNO PERCHE' NELL'ANDAZZO SONO COINVOLTI LORO, I POLITICI, I SINDACALISTI, I MAGISTRATI E GLI ALTI BUROCRATI DI STATO. SPERO SOLO DI VEDERE IL MOMENTO IN CUI TUTTI, DICO TUTTI SARETE SPAZZATI VIA PEZZONIE

pasinels

Ven, 14/03/2014 - 17:05

E' la follia pura ! C'è già in essere il contributo di solidarietà da Tremonti, poi un altro dal boia Mario Monti...ma quanti contributi di solidarietà si chiede ? E poi sempre le pensioni, ora basta !!! Mai una maledetta volta che vengano tagliati stipendi e pensioni dei parlamentari, è ora di finirla altrimenti i forconi saranno nulla in confronto .

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Ven, 14/03/2014 - 17:05

Ma avvocato del ceto medio, sentinella delle tasse (detto alf-ano) che fai quando si parla che le tasse stanno arrivando SPARISCI da tutte le TV, ti vergogni della porcata e del tradimento che stai avallando????

moshe

Ven, 14/03/2014 - 17:05

Fin tanto che Renzi non "limerà" gli "stipendi d'oro" di magistrati, re giorgio, politici, dirigenti statali e tutta la solita casta che vive succhiando il sangue a noi italiani, lo considererò sempre un quaraquaquà. Non è ammissibile, e faccio solo un esempio, che esista un Amato che prenda più di 1000 (mille) euro di pensioni al giorno, è una LURIDA situazione, SIAMO ALLE PRESE CON LADRI PROTETTI DA LEGGI COSTRUITE PER PROTEGGERE LADRI.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 14/03/2014 - 17:06

Ma i parassiti del piú grande e feroce apparato mafioso al mondo restano intoccabili?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 14/03/2014 - 17:07

anche chi prende 2000 euro di pensione può pagare il contributo di solidarietà dal momento che c'è chi vive con 1300 euro al mese.

lorenzovan

Ven, 14/03/2014 - 17:14

che male c'e' a toccare le pensioni sopra i 3000 euros netti ???? sono pensioni basate sul retributivo...a volte gonfiate da leggi e leggine con contribuzioni fittizie...gente che e' andata in pensione a volte a 50 anni !!!! sarebbe solo un atto di giustizia sociale in un momento di crisi dove chi lavora riceve stipendi da fame..o non ha lavoro !!! se non fosse anticostituzionale..ridurrei TUTTE le pensioni A TETTI MASSIMI...ALTRO CHE GENTE CON 50.000 EUROS AL MESE !!!!!

moshe

Ven, 14/03/2014 - 17:14

La sentinella fantoccio ALFINI cosa dice in merito?

Ritratto di semovente

semovente

Ven, 14/03/2014 - 17:18

I nostri politici sono tutti una massa di incompetenti imbottiti di una grossa dose opportinistica superficialità. Lo sono perchè sono incapaci di trovare i giusti metodi per risolvere i tanti problemi che assillano questo paese. A prposito di pensioni da prosciugare voglio ricordare che prima della riforma Dini le pensioni erano legate interamente alla retribuzione. Con la riforma, penalizzando anche chi aveva parecchi anni di servizio ed era prossimo alla pensione, è stato stabilito di attribuire la pensione in parte con il sistema retributivo e d in parte con il sitema contributivo. Qunanto precede in vista di una modifica finale in senso contributivo. Ciò ha comportato, per che è andato in pensione con quella riforma, una penalizzazione, se ci si confronta con il passato. Ora, per quale motivo i già penalizzati dovrebbero subire un'ulteriore penalizzazione? Qui non si parla di pensioni d'oro, si parla certo di pensioni non da fame ma nemmeno da nababbi. Quello che fa incazzare è il fatto che sempre e con faciloneria si penalizzano i pesci piccoli. Mi risulta che ex capi di stato vivono con tre pensioni tutte di importo cospicuo; mi risulta che ex parlamenteri ed in alcuni casi loro "eredi" percepiscono fior di pensioni avendo fatto il gravoso servizio nelle trincee del parlamento; mi risulta che manager che hanno portato alla rovina grosse imprese di stato godono di buonuscite stratosferiche; risulta ancora che semplici commessi di palazzo già in pensione godono di trattamenti pensionistici inimmaginabili; risulta anche che commessi, dattilografi, idraulici, affossatori ecc. che operano all'interno dei palazzi del potere percepiscono retribuzioni mensili che non stanno in cielo e nemmeno in terra. Mi risulta che i parlamentari che già percepiscono retribuzioni da capogiro, qualora dovessero ricevere incarichi particolari (presidente di commissione, vice presidente di camera, ecc., ricevono ulteriori indennità per lo svolgimento di queste gravosissime funzioni. Politici, andatelo a raccontare a chi nel quotidiano svolge più mansioni per carenza di personale percependo un solo stipendio. INSOMMA, SIGNORI POLITICI, SE PROPRIO VOLETE ROMPERE I COGLIONI ALLA GENTE, COMINCIATE A FARLO AL VOSTRO INTERNO. QUANDO AVRETE RAGGIUNTO LO SCOPO POTRETE COMINCIARE A PENSARE DI ROMPERE I COGLIONI AGLI ALTRI CHE AL MOMENTO GIA' DEVONO SOTTOSTARE ALLE VOSTRE INCONCEPIBILI PRESE DI POSIZIONE. Nel mio post le parti che dovrebbero essere scritte con la lettera inziale maiuscola sono riportate volutamente con la minuscola.

Ritratto di Snefer

Snefer

Ven, 14/03/2014 - 17:19

Dai commenti pare il forum sia frequentato da parecchi pensionati. Signori, nessuno vuol farvi fare la fame ma visto che io avrò una pensione di molto inferiore a chi, in passato, aveva il mio stesso livello retributivo, direi che un ritocchino all'ingiù per chi gode di trattamenti calcolati col solo retributivo ci possa largamente stare.

Libertà75

Ven, 14/03/2014 - 17:21

@pezzonie, niente da togliere ad un ragionamento fino a 3000 euro lordi (che io non vedo come lavoratore né li vedrò mai, quindi tanto mi fa pensare che molti ci abbiano marciato, non dico lei ma in un sistema di "retribuzione" dell'ultimo anno). Tuttavia 4000 euro lordi che sono 2600 netti sono già una signora pensione con la quale non ci mantiene solo la moglie, ma anche un figlio disoccupato.

aredo

Ven, 14/03/2014 - 17:22

E' come con Prodi .. tutto lo schifo della sinistra. Che poi si è rivisto con Monti e Letta. Finchè la gente continuerà a votare questi criminali di sinistra si andrà sempre e solo peggio! Se la gente vota la sinistra ed i suoi fantocci come Grillo .. poi solo tasse e miseria ci potrà essere.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/03/2014 - 17:24

A NOI tocca il contributo di solidarietà, al "BUON TETESCONE" invece tocca il RECORD DI STUPIDITÀ !!!! Saludos

Ritratto di venividi

venividi

Ven, 14/03/2014 - 17:26

Perché non decimare le pensioni d'oro cioè e godute senza merito né versamenti sufficienti.

zen39

Ven, 14/03/2014 - 17:26

Una pensione di poco più di 3.000 euro lordi si traduce tra Irpef e Addizionali a meno di 2.000 euro netti. E questa è una pensione d'oro? La verità sta nell'ispirazione comunista sempre presente nella sinistra più o meno annacquata: bisogna colpire sempre e solo la classe media. La lotta di classe non è mai sparita. Lo sa il sottosegretario che ci sono centinaia di migliaia di pensionati che aiutano figli sposati con prole e spesso anche nipoti, disoccupati? Lo sa che se non c'è stata ancora rivoluzione in Italia in parte è dovuto proprio a questa solidarietà della famiglia ? Si vuole distruggere anche questa ? Si vuole il suicidio collettivo ? Magari, pensano dall'alto, più pensionati s'ammazzano meno soldi paghiamo. Perchè non create un inceneritore, appena uno va in pensione viene eliminato. Cari pensionati siete disposti a farvi eliminare ? Allora è il momento di farvi sentire perchè se non lo fate ora per voi è finita.

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 14/03/2014 - 17:27

Questi fetentoni intanto si portino loro i propri emolumenti a 3000 euri, dopo, forse, diventeranno credibili. Quanto ancora sperano di poter tirare la corda ?

MarcoE

Ven, 14/03/2014 - 17:27

Mi sembra giusto specie per le pensioni calcolate con sistema retributivo, ossia per la gran parte dei pensionati. La pensione è una rendita per poter vivere dignitosamente non una rendita parassitaria sulle spalle di quelli che lavorano!

BENNY1936

Ven, 14/03/2014 - 17:27

Se Renzi fa passare una ulteriore spremitura ai pensionati "ricchi" (capirai che pacchia se si ha la moglie a carico con 3000 euro lordi -- 2000 netti -- e con i problemi di salute dovuti all'età) ripeto se la fa passare dopo aver nicchiato, allora durerà pochissimo anche lui.

carpa1

Ven, 14/03/2014 - 17:30

No sig. Baretta, proprio non ci siamo. E' ora di piantarla di chiedere un ipocrita contributo di solidarietà nel "paese dei furbi" dove sappiamo bene che poi a goderne sarebbero soprattutto quelli che APPAIONO nullatenenti ma che in verità non lo sono, anzi .... Allora prima si faccia un vero censimento fiscale scovando questi che vivono alle spalle degli altri poi, e solo poi, si potrà ritenere un contributo di solidarietà qualcosa che non sia culo e camicia con l'ipocrisia. La volete capire o no che i cittadini onesti sono stufi di essere sempre presi per il culo? Ci ricordiamo bene come funzionava la cassa del mezzogiorno; ha drenato un'incalcolabile quantità di denaro per 70 anni senza risolvere il problema del sud ma andando ad arricchire solo le mafie. E perchè ora dovrebbe essere diverso quando la corruzione non aveva, neppure in passato, raggiunto i livelli di attuali?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 14/03/2014 - 17:34

E se toccassimo i redditi di Napolitano,compari parlamentari con Befera e soci a seguire,con una bella botta ai loro omologhi pensionati?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Ven, 14/03/2014 - 17:36

franco-a-trier_DE a questo punto anche chi prende la pensione sociale senza aver mai pagato i contributi.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/03/2014 - 17:40

CARO (si fa per dire) LORENZOVAN, o lei NON sa leggere oppure NON legge gli articoli che commenta. Nell'articolo si dice che il "BUON" Paolo Baretta parla di contributo per le pensioni di 2886€ LORDI!!!! Che come ho scritto nel mio precedente postato corrispondono a poco piu di 1800 NETTI!!!! NON 3.000 come scrive Lei!!!! Quelle invece oltre i 50.000 un certo Berlusconi che Lei NON AMA, ci aveva provato ad appiopargli un contributo di solidarieta, ed indovini chi lo ha definito ANTICOSTITUZIONALE ANNULLANDOLO???? LA VOSTRA (inteso da quelli come Lei) TANTO AMATA CONSULTA!!! Saludos

unosolo

Ven, 14/03/2014 - 17:46

la cosa strana che i trattamenti di miglior favore devono essere estesi a tutti, anche io voglio pagare solo il 18 % di IRPEF come i parlamentari , loro dicono e dispongono ma non si allineano alle nostre ritenute , la corte costituzionale , la consulta o terra terra , " I SINDACATI ? " si sono nascosti , hanno paura che vengano tassati i loro gioielli , palazzi immobiliari e soldi nessuno sa quanto hanno in cassa ? a noi ci vietano anche di prendere un mutuo per i nostri nipoti , non esiste sicurezza per il domani , ecco dove ci portano per non fermare il loro spreco politico ed istituzionale.

gigetto50

Ven, 14/03/2014 - 17:47

......ma ci vuole la Camusso per dire che il bacino da cui eventualmente attingere sono le pensioni d'oro e non le altre? E certo...mica possono dirlo quelli del governo...quelli che ne usufruiscono i vantaggi...che nausea....

zen39

Ven, 14/03/2014 - 17:48

x semovente. Ha centrato il problema ma ha dimenticato di dire che c'è anche gente che ha lavorato anche più di 40 anni per avere quel tantino in più che ora probabilmente usa per aiutare un po' i suoi figli. Già hanno bloccato l'indicizzazione che di per stesso è un abuso di potere e credo anche incostituzionale. Sono ben altre le categorie a cui chiedere il contributo di solidarietà. Questa iniziativa non deve passare, chiamare a raccolta i pensionati a una rivolta esemplare se no la prossima volta cominceranno dalle pensione di 2.000 euro, poi di 1.800 e via via sempre più basse. Sono incompenti e anche un po' stupidi perchè non si rendono conto del rischio che stanno correndo. La pace sociale è a rischio !

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 14/03/2014 - 17:48

semovente 17:18 - Non fa una grinza. Bisognerebbe trovare il modo di obbligare il ns migliaio, o quanti sono, di parlamentari a leggere questa sua noticella (con rispettive maiuscole e minuscole) con l'ulteriore obbligo per ciascuno di loro di esprimere per iscritto e pubblicamente i rispettivi commenti. Meglio ancora, estendere tale vincolo al Quirinale, CSM, Corti/Coorti & Co.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/03/2014 - 17:53

CARO LIBERTÀ 75 Il retributivo sul quale è stata calcolata la mia pensione è stato piu o meno lo stesso per gli "ultimi" venti anni della mia vita lavorativa,e NON quello dell'ultimo anno. Mentre quello dei primi 20 anni è stato comunque alto, perchè gli stipendi percepiti erano alti e sa perchè?? Perchè ad esempio nel 1966 dopo l'alluvione di Firenze ho fatto parte per quasi 2 mesi di una squadra di "soccorso" che l'azienda ha inviato laggiu, squadra che lavorava 12 ore al giorno!!! Quindi gli straordinari gonfiavano lo stipendio e con esso i relativi contributi, qualora non lo sappia a quei tempi le trattenute fiscali e contributive sulle ore di straordinario erano del 50%. Non so se chi lavorava 12 ore al giorno SABATO COMPRESO possa essere definito uno che ci ha marciato per riuscire ad avere una buona pensione!!! Saludos e auguri per la sua quando riuscira ad averla.

Ritratto di IoSperiamoCheMeLaCavo

IoSperiamoCheMe...

Ven, 14/03/2014 - 17:54

Come ha fatto notare il sole24ore parliamo di 4.8% di pensionati su un totale di circa 11.329.404 (ultimo dato istat 2011 pensioni anzianità e vecchiaia) e di conseguenza tocca circa 544.000 pensioni essendo poi un contributo di solidarietá una tantum non penso che possano raccogliere molti soldi. Personalmente non ci vedo niente di male visto che il 95.2% dei pensionati vivono con molto meno. Se ci si lamenta di questa pensione allora gli altri 95.2% si dovrebbero suicidare.

pezzonie

Ven, 14/03/2014 - 17:57

PER LIBERTA75 - VEDI QUELLO CHE VOLEVO DIRE CHE 3000 O 4000 EURO NON SONO PENSIONI DA NABABBO SE OVVIAMENTE CORRISPONDONO AI CONTRIBUTI REGOLARMENTE VERSATI. CHI AVESSE ANCHE 10.000 EURO AL MESE SE LA CIFRA E' CONGRUA COI CONTRIBUTI VERSATI E' GIUSTO E SACROSANTO CHE VENGA EROGATA IN TALE GRANDEZZA. PERCHE TRATTASI DI UN CONTRATTO STIPULATO STATO/ CITTADINO AL QUALE LO STATO NON PUO E NON DEVE DEROGARE. IO I MIEI CONTRIBUTI LI HO SEMPRE PAGATI TUTTI E SULLA MIA PELLE. RICORDO CHE IN GERMANIA, VISTO CHE TUTTI, QUANDO FA COMODO DICONO CHE DOBBIAMO ADEGUARCI ALL'EUROPA I PENSIONATI NON SONO SOGGETTI AD ALCUNA TASSAZIONE. HANNO UN PRELIEVO DI POCHI MA DICO POCHI EURO ALL'ANNO. CONTROLLA QUANTO PAGHIAMO DI IRPEF SULLE PENSIONI, ANCHE QUELLE BASSE. E UNO SCANDALO. QUANDO POI è STATO CHIESTO UN CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA ALLE PENSIONI E STIPENDI DEI MAGISTRATI LA CONSULTA HA DETTO CHE NO. NON SI PUO FARE. PER IL POPOLO BUE SI PUO FARE TUTTO E DI PIU' PEZZONIE

ferry1

Ven, 14/03/2014 - 18:02

A qualcuno non è ancora chiaro che la pensione deriva da contributi versati e quindi non vengono pagate dai lavoratori attuali.I lavoratori che rischiano di avere pensione ridicole in futuro devono solo prendersela con i sindacati che,ben rappresentati nell'INPS,hanno permesso baby pensioni e l'erogazione a categorie che hanno versato ridicoli contributi.

Ritratto di abj14

abj14

Ven, 14/03/2014 - 18:08

trier_DE 17:07 - Also Sprach Zarathustra. - (3° invio)

michele lascaro

Ven, 14/03/2014 - 18:14

Maledetti! Perché non aboliscono la legge Mosca e tolgono la pensione a chi ne ha usufruito, senza aver pagato i relativi contributi in anni di lavoro e denaro? I nostri contributi e anni completi di lavoro, chi ingrasseranno? Come diceva il buon Amedeo Nazzari: "Peste li colga!" Maledetti!

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 14/03/2014 - 18:15

Dietro al debito pubblico incontenibile e l´irresponsabilitá degli ottusi pidocchi papponi al potere sembra sempre piú chiara la piega che prenderá l´andazzo. L´apparato mostruoso statale italiano nonostante la piú accanita e retriva resistenza dei pidocchi sta iniziando a franare ... C´é la speranza di poter toglierci la soddisfazione di veder rotolare qualche pestosa zucca mafiosa ... Sará pura libidine!

Giuseppe Borroni

Ven, 14/03/2014 - 18:20

Ragionissima Lorenzovan. Sti fottuti diritti acquisiti a vantaggio dei soliti sono una vera ""inculata"" per gli altri cittadini, alla faccia dell'uguiagluanza prevista dalla costituzione. La pensione I lavoratori se la debbono costruire con I loro contributi, non con anni di anzianita' gratuiti dati a destra e manca come successo nella pubblica amministrazione; vedi il grande Rumor con le baby pensioni. Oltre I tremila euro il contributo di solidarieta' dovrebbe essere di un 1% per ogni 1000 euro in piu' di pensione percepita. E si risolvono tutti I problemi, oltre a quelli di equita'. Sta gente da 20/30 mila euro dovrebbe aver paura a circolare, con I tempi che corrono.

corio lano

Ven, 14/03/2014 - 18:34

INUTILE PARLARE DI STATO SOCIALE ED EQUITA'. PERCHE' CONTINUANO AD ESSERE MASSACRATE LE FAMIGLIE MONOREDDITO, SOPRATTUTTO DEI PENSIONATI? OMERTA': CHE NON SE NE PARLI!

bruno

Ven, 14/03/2014 - 18:40

Secondo Cottarelli, le pensioni sarebbero una spesa. Eh no, carissimo! Le pensioni sono un DEBITO che lo Stato ha assunto con i lavoratori nel momento in cui chiedeva il pagamento di determinati contributi, e per converso i lavoratori/pensionati vantano oggi il diritto/CREDITO ad avere ciò che è stato pattuito. Se si trattasse di una spesa, come tutte le spese possono essere ridotte o addirittura annullate. E poi, perché chiedere solidarietà ai pensionati, e verso chi? Verso pensionati più poveri? O, come sembra, verso cittadini in malarnese? Bene, se questo è il problema TUTTI i cittadini al disopra di un certo reddito dovrebbero ugualmente pagare la propria parte di solidarietà. Non si capisce bene come mai il mio dirimpettaio dispone di un reddito simile al mio, e il contributo di solidarietà lo debbo pagare proprio io che sono un pensionato! Prima o poi (a questo punto penso prima che poi) ci saranne le elezioni. E lì ne vedremo delle belle.

Edu

Ven, 14/03/2014 - 18:43

Ma perché non prendere il contributo di solidarietà dagli stipendi? Lasciamo in pace le pensioni almeno fino a seimila/settemila euro lordi se si tratta di pensioni ottenute con il versamento di notevoli contributi (e sacrifici).

Edu

Ven, 14/03/2014 - 18:54

Dimenticavo di dire che comunque le pensioni sopra i duemilacinquecento euro già da un paio di anni non vengono perequate al costo della vita che invece cresce e come!! Quindi i pensionati già partecipano alla solidarietà..., le altre categorie che fanno??

steacanessa

Ven, 14/03/2014 - 19:02

E far pagare le coop no? Guai, devono finanziare i sinistri di merenda.

Amelia Tersigni

Ven, 14/03/2014 - 19:03

Possibile che i nostri "cosiddetti" governanti non fanno altro che pensare alle misere pensione degli "anziani" per risanare il debito pubblico ?. Oltre tutto sono anche un po'...codardi...se la prendono con i più deboli.....

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 14/03/2014 - 19:08

APPRENDO ora da la vita in diretta ,della RETROMARCIA del BARETTA con la dichiarazione or ora fatta che NON c'è nessuna intenzione di toccare le pensioni NORMALI ovvero fino a 3.000 € netti!!! Probabilmente il BARETTA si è reso conto che letteralmente SI STAVA SCAVANDO LA FOSSA DA SOLO!!!! Saludos

zen39

Ven, 14/03/2014 - 19:09

Cari commentatori attenzione ! Si sta formando via via tra di noi qualche discrepanza sul modo di concepire questa iniziativa del Governo. Non è escluso che vi sia proprio il suo zampino per mettere zizzania o ottenere un qualche consenso. E' vero che ci sono le pensioni baby, i contributi figurativi, i criteri di calcolo non adeguati ma non si può considerare che quelli che protestano rientrino tutti in queste categorie. C'è un sacco di gente che ha inizato a lavorare molto giovane pagando contributi anche per più di 40 anni. Se mai il Governo dovrebbe guardare non a questi ma a coloro che sono andati in pensione prestissimo e prendono ugualmente un bella cifra. Chi si è sacrificato per tanti anni ed è sempre stato in regola non dovrebbe essere toccato.

T.J

Ven, 14/03/2014 - 19:21

Non capisco perche' colpire il popolo senza dare l'esempio prima. Magari abolire i doppi/tripli/20 incarichi e 20 stipendi?no? lettori, non chiediamoci se sia giusto prendere dal pensionato x o y....chiediamo ai nostri governanti di dare l'esempio prima. Ma i rimborsi elettorali del PD...la 3a trance, se li prenderanno? Non rinunciano a nulla, ci sono i pensionati In questo momento in Italia ci sono persone NON elette (due-tre persone) che decidono per 65 milioni. Mi ricorda il Nord della Corea....in ogni modo..più lui NON ci rimette la faccia, più NOI ci rimettiamo il portafoglio.

abocca55

Ven, 14/03/2014 - 19:21

Queste voci allarmanti sono messe in giro dagli ex DC, infiltrati nella destra (NCD) e nella sinistra (bindi letta & Co.), come su evnce anche dalle dichiarazione del governatore di BankItalia e da Draghi. Finchè non si farà veramente pulizia di questa gente, non ci sarà pace per gli Italiani!!! Questa deve essere la prima delle riforme, individuarli e cacciarli via. Loro sono legati alla curia romana, la stessa che Francesco sta cercando di eliminare.

Ritratto di orcocan

orcocan

Ven, 14/03/2014 - 19:22

Il succo del discorso e' che, tolte le pensioni d'oro immeritate, che senso ha esigere un contributo a chi prende 1500 o 2000 euro a chi ha versato regolarmente all'INPS decine e decine d'anni di tasse? Allora tanto vale lavorare il meno possibile e spendere tutto lo spendibile poiché alla fine si viene equiparato a chi prende 1000 o 1200 al mese. A ognuno dev'essere corrisposto quanto effettivamente ha versato. Stop.

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Ven, 14/03/2014 - 19:32

Ci sono molti pensionati al disopra dei 4000 Euro netti al mese, necessitano veramente di cosi' tanto per vivere gli anziani di una generazione che ha gia' avuto tanto e contribuito ad un enorme debito pubblico? Giusta una richiesta di contributo straordinario di solidarieta' visto che l'enorme debito che ci affossa e ci zavorra e' principalmente opera loro!

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Ven, 14/03/2014 - 19:39

Ma che idea da 10 e lode! Così dopo gli imprenditori, i disoccupati e pensionati con il minimo, cominceranno a suicidarsi anche gli altri pensionati che prendono qualcosa in più...(escluso i soliti noti ricoperti d'oro)!

scavascava

Ven, 14/03/2014 - 19:53

e se tagliasse il contributo all'editoria?

laura

Ven, 14/03/2014 - 20:02

Un altro incompetente (tanto per cambiare) che parla a vanvera. E' ora di chiarire cos'e' una pensione da lavoro. Non e' altro che una retribuzione differita e non si può' considerare come gli assegni regalati a chi non ha mai versato versato poco, o chi ha un vitalizio, oppure tutti i vari boiari di stato. Gli ex- lavoratori dipendenti con 35/40 anni di contributi OBBLIGATORI hanno diritto alla prestazione per la quale hanno pagato i contributi. Non c'e' differenza da chi percepisce uno stipendio. Perché' chi prende, ad esempio la meta' di quello che guadagnava quando lavorava dovrebbe creare disagio collettivo, mentre chi prende la stessa cifra o il doppio al lavoro non viene additato al pubblico ludibrio. E' ora di finirla!!!! Non si può' mettere una tassa aggiuntiva solo ad una categoria di cittadini. Il problema e' che siamo governati da una massa di ignoranti che parlano perché' hanno fiato.

Walter68

Ven, 14/03/2014 - 20:16

Un pensionato che oggi prende dai 3.000 in su è un signore, se poi consideriamo che i versamenti sono stati effettuati con il sistema retributivo, non vedo dove è lo scandalo. I pensionati del prossimo futuro, con il sistema contributivo, lavoreranno molti anni di più per 'guadagnarsi' una pensione che sarà di poco più alta, se va bene, di quella sociale.

Edu

Ven, 14/03/2014 - 20:21

Ok Zen39,aggiungo che anche i giornalisti hanno una parte di colpa sulla storia delle "pensioni d'oro", sono stati loro che hanno cominciato a colorare di giallo.... le pensioni appena un po' più alte delle pensioni minime dimenticando che comunque dietro una pensione (parlo di quelle vere) ci sono i contributi versati. In realtà le pensioni cosi dette d'oro sono un'altra cosa, se non ricordo male erano pensioni che recepivano nel tempo anche gli aumenti contrattuali dei colleghi ancora al lavoro.

Ritratto di mark 61

mark 61

Ven, 14/03/2014 - 20:24

c’è veramente gente con una bella faccia tosta !!!!!!!!!!! si lamentano x questo "Intorno ai 3.000 euro penso possa essere chiesto un contributo di solidarietà". Ci sono famiglie intere che vivono con molto meno !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! per caso questo va a toccare il portafoglio di tanti di voi ???? ........ anzi dico di+ le pensioni dovrebbero essere tutte uguali 1500 euro

Ritratto di ex finiano

ex finiano

Ven, 14/03/2014 - 21:07

Prendiamo i soldi a chi per una vita ha versato contributi e si merita la pensione. Quei soldi li prendano dalle pensioni d'oro, quelle che superano abbondantemente i 10.000 euro l mese, dai parlamentari, dai ministri, dai dirigenti statali superstipendiati. Delinquenti! Loro non si tolgono un euro! Delinquenti!

moshe

Ven, 14/03/2014 - 21:09

Ricordatevi, schifosi politici, che con i nostri soldi, grazie ad una legge fatta dalla sinistra, gli extracomunitari over 65 senza aver mai versato contributi incassano 7.156 euro l'anno. Gli extracomunitari con carta di soggiorno fanno arrivare in città i genitori over 65 che all'Inps chiedono il vitalizio. Tredici mensilità da 550,5 euro !!!!! CHE SCHIFO DI ITALIA !!!!!

ferna

Ven, 14/03/2014 - 21:26

@Mark 61, meno male che fa parte di una minoranza in questo Bel Paese, da esproprio. Pensione uguale per tutti? bene allora contributi fissi uguali per tutti e non in base ai redditi, e perchè no anche imposte Irpef non progressive e marginali come sono applicate ora in nome della solidarietà per finanziare e coprire gli evasori contributivi e fiscali di questo Bel Paese. Troppo comodo rubare a chi paga di più per dare a chi non paga un cavolo....

belmonte

Ven, 14/03/2014 - 22:42

@walter68. A roma direbbero:"'A Waltere, ce fai o ce sei?". Lo Stato ha per 40 anni preso in prestito dai lavoratori una parte del loro stipendio, assoggettandola ad un sistema di calcolo che allora non faceva scandalo ma che era motivato dal fatto che una guerra aveva interrotto le contribuzioni previdenziali. Il sistema retributivo non è un'invenzione italiana. E malgrado le rapine sopportate dall'INPS (con i suoi soldi hanno perfino costruito le autostrade), mi riferisco a pensioni baby, finanziamento della disoccupazione, pensioni sociali e versamento di contributi figurativi, presenta ancora i suoi conti sostanzialmente in ordine. Capisco che è dura da accettare, ma di regola a maggiori versamenti corrispondono pensioni più alte. Se uno prende 700 euro al mese, non ha fatto versamenti, e gode di un regalo che dovrebbe essere a carico dello Stato e non dell'INPS. Per finire, da come scrive, mi pare di capire che lei è un seguace della famosa teoria resa popolare da Stefano Ricucci.

belmonte

Ven, 14/03/2014 - 22:46

Mark 61 Essendo la pensione una "quota di salario differito", ne consegue che anche gli stipendi dovrebbero essere tutti uguali. Ci hanno già provato nella Russia sovietica. S'è visto com'è finita. Anche lei, a quanto pare, è un fanatico della nota teoria enunciata da Stefano Ricucci.

federico61

Ven, 14/03/2014 - 23:00

La crisi fino ad ora l'hanno pagata i privati. Se si parla di equità mi pare logico chiedere un contributo di solidarietà ai dipendenti pubblici o para pubblici. Facciamo un esempio: se riducessimo del 20 per cento tutti gli stipendi pubblici avremo un risparmio annuo di circa 35 miliardi di euro! Mi pare introducessimo un tetto agli stipendi pubblici a 100 Mila euro annui il risparmio aggiunto a quello di prima sarebbe intorno ...... Fate un po' di conti.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 15/03/2014 - 04:04

mark 61 14/03 20:24 scrive: "… anzi dico di+ le pensioni dovrebbero essere tutte uguali 1500 euro" - - - Voilà, ci mancava solo l'ennesima idiozia di "mark 61". Ora siamo al completo e possiamo passare a tavola.

Holmert

Sab, 15/03/2014 - 07:27

Certo mark61,le pensioni dovrebbero essere tutte uguali, come dicevo in un post precedente, come faceva Procuste con il suo letto. Io la pensione statale la abolirei del tutto. Ognuno con i suoi soldi ci faccia ciò che più gli conviene, che ne dici? Io con i soldi che ho dovuto dare prima alla CPS, per poi essere "tradotto" all'INPDAP ,mi sarei fatta una pensione da gran signore. Ecco, io avrei dato i miei soldi ad una compagnia di assicurazione, quelli che ritenevo più opportuni e non quelli impostimi dallo stato sprecone ed alla fine ne avrei avuto i miei benefici. Se poi come dice lei, che vuole una pensione uguale per tutti, sono d'accordo. a patto che anche i contributi siano uguali per tutti. Chessò lei verserebbe 100 euro al mese, anche io verserei 100 euro al mese. Alla fine saremmo ambedue felici, per la grande giustizia sociale. Una perfetta uguaglianza. Tanto hai dato, tanto riceverai. Non è così? O lei vuole le pensioni uguali ed i contributi diversi? Una bella teoria, che a me non piace. Non c'è il principio di uguaglianza, ma di profonda ingiustizia. Io ho quel che ho dato, Renzi ed i governi passati non mi hanno regalato niente, mai nulla. E la solidarietà ha insegnato alla gente che si può vivere senza fare un czzo, ma andando sotto i palazzi a chiedere soldi a sbafo, senza fare niente in cambio. Solidarietà non spontanea ma imposta per legge, che solidarietà è? Una mistificazione, come al solito.

Rudik

Sab, 15/03/2014 - 08:00

Sperare di riempire d'acqua un secchio senza fondo solo aumentando la quantità d'acqua che entra è utopia. Purtroppo ci sono italiani che sperano di dimostrare il contrario

pinuzzo48

Sab, 15/03/2014 - 08:04

dei politici con le palle non si aprofittano dei piccoli pensionati ma cercano i soldi di chi ha redditi alti .siete degli incapaci e chiaccheroni i primi calci li pigliati all'europei aspettiamo che si svegli la sentinella

nino47

Sab, 15/03/2014 - 08:19

E per forza devono cominciare dalle pensioni di 3000 euro! Queste saranno centinaia di migliaia,mentre quelle piu' alte saranno molto meno. Risultato? trogliete pure 1000 euro da 1000 pensioni da 8000 euro, ricaverete un milione. Tolgietene 200 da un paiodi milioni di pensioni da 3000 euro...quanto ricavate? i conti sono presto fatti: quasi mezzo miliardo! Mica fessi! per questo e'sempre la massa a pagare!

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Sab, 15/03/2014 - 08:36

quando tutti avranno coscienza di essere parte di un popolo, e la rappresentanza politica non più una truffa come ora che i rappresentanti non rappresentano chi li ha eletti ma solo se stessi, forse si potrà parlare di democrazia. Ora succede il contrario perché a "difendere" i propri diritti (= privilegi)sono in larghissima parte le caste e i capi dlle caste. Ma le cose cambieranno è inevitabile che il popolo bue acquisti coscienza del proprio potre e diritti, perché in democrazia 1 elettore vale 1 voto. Purtroppo le caste soggiogano il popolo bue attraverso media, in un gioco perverso dove solo chi appare ha diritti e potere. E proprio vedendo quanti qui scrivono mi viene da ridere, che a gridare al furto siano soloi pensionati da 3000 in su. Mentre quelli da 800 in giù pare che nemmeno esistano! pur essendo la stragrande maggioranza e proprio quelli che pagano di più proporzionalmente assieme alla massa di disoccupati a 0 reddito, magari figli di quelli a > 3000 euro di pensione/mese. Ma quando succederà questa "Rivoluzione di Classe"? Non si sa. Ma se la crisi comincia a mordere per davvero, non ci siamo lontani