Cosa prevede la nuova legge

Tra i punti del decreto, innanzitutto la previsione della custodia cautelare e quindi l’esclusione dai «domiciliari» per chi è accusato di violenza sessuale. Previsto anche il gratuito patrocinio per assicurare un’adeguata assistenza legale alle vittime di stupro. Sempre in tema di stupri, si prevede la pena dell’ergastolo se alla violenza sessuale segua la morte della vittima. Specifiche aggravanti sono previste poi se il fatto è commesso ai danni di minori di 16 anni, in ambito familiare o anche in ambito professionale.