COS'ERAIl sistema monetario europeo dei cambi fissi

Il sistema monetario europeo, abbreviato in Sme, è entrato in vigore il 13 marzo 1979. Era un accordo per mantenere la parità del cambio tra le monete dei Paesi aderenti alla Comunità europea (esclusa la Gran Bretagna entrata nel 1990). La moneta di riferimento era l'Ecu ed erano consentite oscillazioni minime, con una fluttuazione del 2,5% (6% per Italia, Gran Bretagna, Spagna e Portogallo). Cessò di esistere il 31 dicembre 1998, con la creazione dell'Unione economica e monetaria.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mer, 18/12/2013 - 08:23

l ecu andava benissimo era poco più di 100 lire..

guerrinofe

Mer, 18/12/2013 - 11:36

Ci potrebbe benissimo esserci un EURO ITaliano. il DOLLARO è vigente in america si sa , ma anche in CANADA,NUOVA ZELANDA HONG-KONG,BERMUDA, AUSTRALIA, BARBADOS,BRUNEI,SINGAPORE,GUYANA,etc.ect. che rivaluti le vecchie MILLE LIRE in 1 ITALEURO.

PDA

Mer, 18/12/2013 - 12:01

Gentile redazione forse sarebbe il caso di rileggere quanto scritto nell'articolo: Cambi fissi???? Ma se c'era una banda di oscillazione del 6% per la lira ed del 5% per le altre monete, vuole dire che il cambio era variabile.

Ritratto di centocinque

centocinque

Mer, 18/12/2013 - 13:35

Cambi fissi? i cambi fissi sono stati introdotti per l'euro, l'Ecu aveva la banda di oscillazione e chi splafonava ne usciva, come successe per un certo tempo anche all'Italia.