Cota ultimo per appeal Stravince lo chef Cracco

Dopo i guai in Regione ci mancava solo il giudizio, poco lusinghiero, di un team di sessuologi. Il governatore del Piemonte, Roberto Cota (in alto), è finito in fondo alla lista degli uomini pubblici più sexy d'Italia. La classifica è stata stilata dagli esperti dell'associazione Donne e qualità delle vita, che hanno giudicato l'indice di erotismo di cento personaggi pubblici del Paese. Poche sorprese sui vincitori: per lo più sportivi (Vittorio Brumotti) e chef (Carlo Cracco, in basso). Seguiti da attori e imprenditori. È scendendo la classifica che, piano piano, si incontrano i rappresentanti politici. L'ultimo è proprio Cota che si è aggiudicato un indice di erotismo di 13 su 500. Ma il governatore piemontese è in buona compagnia. Con lui c'è il collega della Lombardia, Roberto Maroni (fermo al 90mo posto) e lo sconfitto alle primarie del Pd, Gianni Cuperlo (al 72mo posto). E le nuove leve della politica? A quanto pare anche per loro l'appeal sulle donne è un tasto debole. Così il rottamatore Matteo Renzi è finito solo 35mo.