Crisi, vertice Merkel-MontiIl premier: "Impegno sul rigore e le riforme"

La cancelliera tedesca è arrivata a Villa Madama per il vertice intergovernativo sulle decisioni prese a Bruxelles. Monti assicura: "Ho confermato alla Merkel la determinazione con cui il governo intende proseguire sulla strada del contenimento del bilancio pubblico, della disciplina fiscale e delle riforme strutturali in prospettiva della crescita"

Il cancelliere tedesco, Angela Merkel, è arrivata a Roma per partecipare al vertice intergovernativo tra Italia e Germania. Nel vertice, iniziato da poco, i due faranno il punto sugli accordi raggiunti la scorsa settimana a Bruxelles per dare respiro alla crisi dei debiti sovrani nell’eurozona, a cominciare dallo scudo anti-spread.

La cancelliera, sorridente, è arrivata a Roma accompagnata da parte del suo governo. Per un vertice intergovernativo che vede schierati, da parte italiana, oltre al premier Monti, anche i ministri degli Esteri, dello Sviluppo Economico, del Lavoro, degli Affari Europei Giulio Terzi, Corrado Passera, Elsa Fornero e Enzo Moavero Milanesi. Al vertice partecipa anche il viceministro dell’Economia, Vittorio Grilli, che avrà un bilaterale con il collega delle Finanze tedesco Wolfgan Schauble.

Ritrovare l’unità, dunque. E' anche questo il fine dell'incontro, dopo che il vertice di Bruxelles ha lasciato dietro di sé una scia di divisioni e incomprensioni.

L'obiettivo di Monti è quello di "consolidare i rapporti - rimasti sempre "ottimi", con la cancelliera, anche e soprattutto in vista dell’Eurogruppo del 9 luglio, che dovrà riempire di contenuti quell’intesa sullo scudo antispread per la quale il premier si è battuto arrivando fino a porre la riserva alla firma dell’intero accordo.

Ma è proprio su questa intesa, fortemente voluta dall’Italia, che pesano i veti annunciati da Finlandia e Olanda, Paesi "rigoristi" a tripla A tradizionalmente ritenuti vicini alle posizioni tedesche.

Il premier, in conferenza stampa, ha dichiarato di aver confermato "alla cancelliera la determinazione con cui il governo intende proseguire sulla strada del contenimento del bilancio pubblico, della disciplina fiscale, delle riforme strutturali e in prospettiva della crescita".

Inoltre, ha spiegato Monti, "dopo la riforma del mercato del lavoro stiamo procedendo in un esercizio impegnativo ma molto importante di revisione e riduzione della spesa pubblica, sia per evitare sprechi sia per evitare l’aumento di 2 punti dell’Iva altrimenti necessario dal primo ottobre".

A proposito della riforma del lavoro, Monti ha però lamentato il fatto che imprese e sindacati "hanno svilito una riforma del lavoro che è a vantaggio delle giovani generazioni" e che "non ha goduto di molta buona stampa, anche se è stata giudicata molto bene da osservatori severi, per due ragioni: la prima perché le parti hanno in questa occasione assunto atteggiamento di stravincita da una parte e di conservatorismo dall’altra. Quindi una soluzione equilibrata è stata svilita da entrambe le categorie di partecipanti alle consultazioni".

Monti ha poi assicurato che "l’Italia non ha bisogno di aiuti" e non farà domanda per utilizzare i meccanismi di stabilizzazione finanziaria. "L’anno prossimo l’Italia avrà un avanzo in termini strutturali, ecco perché l’Italia non ha bisogno di sostegno per far fronte al finanziamento del suo disavanzo", ha aggiunto il presidente del Consiglio, spiegando che "come risultato di decenni di politica di bilancio non rigorosa il nostro Paese ha accumulato un grande debito pubblico e i titoli italiani risentono di questo".

Ma a parte "il desiderio italiano di "rafforzare i meccanismi della stabilità c’è un modo in cui l’Italia si sta sforzando, ed è quello di mettere sotto controllo il suo disavanzo pubblico, che sarà del 2% del Pil, circa la metà di quello medio della Ue".

Inoltre, parlando della disoccupazione, Monti ha affermato che "il livello di disoccupazione giovanile in Italia, giunto al 36%, è inaccettabile".

La cancelliera tedesca ha elogiato Monti: "Il governo italiano ha intrapreso una molteplicità di riforme in tempi rapidissimi e ha preso decisioni veramente fondamentali".

La Merkel, parlando della crisi, ha spiegato che "se i nostri vicini in Europa non stanno bene, anche noi tedeschi non stiamo bene, è anche nel nostro interesse che gli altri paesi europei abbiano uno sviluppo economico positivo".

Commenti
Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 04/07/2012 - 16:25

Si è affezionata al nostro pallido Presidente.

Mefisto

Mer, 04/07/2012 - 16:48

" Tu non afere capito un tuben, caro Mario, io afere detto NEIN !!! "

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 04/07/2012 - 16:51

Lasciate pure che il mondo dica, ma a me la paffuta cancelliera piace sempre di più perché ispira sentimenti di properità... Vestito di magro da fare pietà Monti, si piega, ma non si spezza, messo tra l'incudine di Roma e il martello di Berlino. Insomma siamo alle comiche finali.

VYGA54

Mer, 04/07/2012 - 17:08

Ennesimo incontro inutile, buono solo per giornalisti e fotografi. Quello che c'era da dirsi non lo potevano farlo nel "vertice" (un altro ??) dell'altro giorno? Apparire, non essere!!

andrea bruscoli

Mer, 04/07/2012 - 17:24

Non lo si può più dire al presente, ma solo al passato: i tedeschi ci amano ma non ci stimano. Noi li stimiamo ma non li amiamo. Sorrisi, baci, abbracci, strette di mano, quanta ipocrisia. Se uno potesse leggere nella testa dell'altro, l'allegra amicizia cesserebbe d'esistere. Ma chi ce l'ha fatto fare di andare a cacciarci in una grana così ? Il promo della classe non può stare nello stesso banco col discolo. Il voto di condotta era la valuta di ogni nazione. E ben che si atava, allora. Ma noi dobbiamo continuare nell'errore di unirci tutti. Tutti con la stessa dieta, medicina, velocità, produzione, crescita, ecc. Solo che noi siamo, per loro, dei simpatici terun. Loro dei terribili panzer. Sono piemontese, sia chiaro. Buona serata a tutti, e tenete duro, finchè sarà duro, ciao neh, Andrea

sorans99

Mer, 04/07/2012 - 17:35

@Massimo Bocci ma che razza di copiaincolla nonsenso è la sua! La Merkel, che non sa neppure indicare Berlino sulla mappa europea, dai tedeschi di centrodestra è votata per governare la locomotiva economica. Ora sta mettendosi CONTRO l'Italia, schierandosi con altri due anti-italiani Olanda e Finlandia. Merkel teme l'Italia, terza importanza economica nell'UESSR! L'orrenda zavorra economica Mario Monti, voluto dal delfino di Togliatti, l'inquilino comunista al Quirinale, ed appoggiato dai traditori Berlusconi ed Alfano, non permette nulla di buono, rafforza l'intenzione della Merkel di portare l'Italia fuori le stanze dove si determina le politiche economiche. Monti RAUS!

antonin9421

Mer, 04/07/2012 - 17:53

...potrebbero anche fare a meno di spendere denaro pubblico per questi inutili incontri a suon di sorrisetti e inutili chiacchiere.... sciagurati sperperatori di denaro dei cittadini!

gary52

Mer, 04/07/2012 - 17:50

Ma basta con questo rigore, signor Monti (che parli a... pancia piena di... soldi pubblici....ma guarda un po')! Vediamo la fila, anzi la filiera come era di moda dire qualche tempo fa: più tasse = meno consumi = più aziende in crisi = più indotto in crisi = cassa integrazione (paga Pantalone) = minori entrate per lo Stato ed enti statali (Inps ecc.) = crisi = fame = un '29 praticamente "solo" italiano (con l'allegra compagnia della Spagna)! In conclusione, caro Monti, una politica economica SUICIDA! Mettiamoci l'esterofilia italiana negli acquisti (Italia 29% auto nazionali, Germania 67% auto nazionali) e la FRITTATONA E' FATTA! Cara, vecchia, amata mia DC dei tempi andati, quanto ti rimpiango! E maledetta sia questa Comunità Europea, che un tempo sostenevo ma ora capisco che era pensata solo per INGRASSARE il nord Europa. Oh, maledetta tu sia....

mauriziopiersigilli

Mer, 04/07/2012 - 18:00

l'italia non ha bisogno gli italiani si m.....ci tua

dalla spagna

Mer, 04/07/2012 - 18:11

Attento buracrata traditore: difendi l'Italia! Ne abbiamo le palle piene di econmia irreale e fuori i barbari d'Italia, cominciando con i presidenti di banche. Che ci fanno qui !!

benny.manocchia

Mer, 04/07/2012 - 18:16

Monti e Merkel si incontrano.E allora? Stanno soltanto bruciando il tempo in attesa della primavera allorche' destra e sinistra si scontrerano e scannerando come hanno fatto per anni.L'Espresso dimostra tutta la sua fifa mettendo Berlusconi in cpertina ocn il titolo: Rieccolo. La Rai da' l'avvio a una nuova campagna denigratoria contro Berlusconi dicendo che ha troppe tv.E' proprio il caso del bue che chiama cornuto l'asino. Mi dispiace per chi aveva creduto (forse sognato ) che Berlusconi era pronto al ritiro nei caraibi. Forse non sara' cosi'.Comunque torna la sciolta ai comunisti perche' Berlusconi mette una grande paura addosso.E cercate di provare che non e' cosi'. Un italiano in USA

Ritratto di walter174

walter174

Mer, 04/07/2012 - 18:18

Due "cessi" A Confronto..............

andrea bruscoli

Mer, 04/07/2012 - 18:33

bravo gary52, la pensiamo allo stesso modo. non voglio essere pessimista, disfattista, toh anche nichilista, ma essendo sano, non prendo farmaci, a forza di queste maledette loro strategie di rigore mi stanno facendo venire l'ansia. Non ne posso proprio +. Mi facciano scendere da questo convoglio, giudato da folli schizofrenici europeisti. tenetevela pure voi l'europa, l'euro. fatemi tornare, restare, dov'ero. Dite, dicono che senza l'euro, l'europa saremmo finiti. Balle. Tutte balle. Ditelo alla Svizzera, Inghilterra, Giappone, ecc. che con le loro valute si guardano bene di unirsi a matti da legare. Vadano pure gli altri coi panzer (tra l'altro li rappresento in Italia, ho auto e camion tedeschi), ma vivo bene e felice nella mia nazione, rimpiango la mia vecchia valuta, ed odio euro ed europa. Euroburocrati compresi, euroconvinti inclusi. W l'ex Italia, ciao neh, Andrea

malanotteno

Mer, 04/07/2012 - 18:30

#9 gary52: c'e' tutto un proliferare di economisti su questo giornale. Sono sicuro che se dessero il potere a voi e lo togliessero a Monti, il problema del debito sarebbe risolto in un quarto d'ora. Se bisogna ripianare il bilancio dello stato (notizia di oggi che sfora per l'8% del PIL) è normale che sia necessario aumentare le entrate e diminuire le uscite. Entrambe le cose hanno effetti recessivi. E stia sicuro, che se si opereranno tagli e/o liberalizzazioni, saranno sempre i rami produttivi ad essere tagliati, perchè il cancro della corruzione che divora il paese a tutti i livelli, da sempre, si estirpa solo coi voti del parlamento, che ovviamente non ci saranno mai.

Ritratto di luigipiso

luigipiso

Mer, 04/07/2012 - 18:34

In questa foto la signora Merkel ride soddisfatta e riverente. Vi ricordate il sorriso di scherno con Sarkozy? Bene, l'Italia sta riprendendosi il suo giusto posto di onorabilità a livello Europeo.

Ritratto di cesare piazza

cesare piazza

Mer, 04/07/2012 - 18:36

Falsi come Giuda. Allora lasciate che il Nord se ne vada per cavoli suoi.I articolo della costituzine dell'europa marcia-ogni popolo ha diritto all'autodetermeninazione-CAPITO?????????????? Due magnapane a ufo????????

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 04/07/2012 - 18:51

Diciamola tutta, la verità. Merkel ci sarà anche antipatica; i tedeschi pensano soprattutto a se stessi e non vogliono mollare nulla, tanto a loro non dispiacerebbe poi tanto tornare ormai ricchi al marco. Però non hanno tutti i torti. Loro si sono amministrati lo stato oculatamente, evitando sperperi eccessivi, esattamente il contrario di quanto andiamo facendo noi da 50 anni durante i quali abbiamo fatto crescere la classe politica peggiore del mondo, per giunta diramata in tutte le strutture dello Stato e agganciata spesso alla malavita.

doris39

Mer, 04/07/2012 - 18:47

C'è un particolare di cui pochi hanno scritto ed è questo. " La Corte Costituzionale di Karlsruhe ha già ricevuto una serie di denunce contro il trattato MES (Meccanismo Europeo di Stabilità) ratificato dal parlamento venerdì scorso e la Corte si pronuncerà il 10 luglio. Quindi esiste la concreta possibilità che la ratifica venga annullata." Se ciò dovesse avverarsi quali conseguenze ci potrebbero essere per l'Italia, ma non solo?

compustela1860

Mer, 04/07/2012 - 18:42

INDIPENDENTE: IMPEGNO E RIGORE....SEI UN MAESTRINO SBALESTRATO....Impegno e rigore.... si tramutano solo in tasse, aumenti IVA.....blocco delle pensioni sotto i 1500. L'impegno è quello degli Italiani dI pagare sempre e comunque, rigore sempre e solo per gli Italiani che producono veramente e non quello dei parassiti...ovvero i funzionari di partito, i governi e i capi di parlamento e senato. per non parlare delle a.p. del SUD e della feccia che ci costa in termine di ordine pubblico. SIETE TUTTI LICENZIATI...SIETE INCAPACI....NATI INCAPACI...E SOLO RECICLATI

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Mer, 04/07/2012 - 18:51

I sindacati dovrebbero rendersi conto che stanno proteggendo da sempre e in maniera esagerata una categoria già sin troppo privilegiata come quella degli statali. Ora è giusto quindi che sul tavolo venga messo il principale se non unico problema del debito pubblico

Ritratto di emanuelem57

emanuelem57

Mer, 04/07/2012 - 19:18

Il Presidente Monti comincia a fare sul serio, sosteniamolo TUTTI. Spero che la lotta ai privilegi di categorie troppo immeritatamente protette dai meccanismi sindacali (gli statali) arrivi alla sua logica conclusione. I sindacati hanno dimostrato ancora una volta di essere più attaccati al contributo di iscrizione che al bene dell’Italia.

Ritratto di Andrea B.

Andrea B.

Mer, 04/07/2012 - 19:17

Come sarebbe a dire "l'Italia e la Germania tra i paesi più disposti a cedere sovranità" ?? A parte che per quanto riguarda la Germania trovo l'affermazione alquanto azzardata, GLI ITALIANI SI SONO FORSE PRONUNCIATI IN QUESTO SENSO ? Personalmente trovo questa storia della "non reversibiltà del processo d'unificazione" un grande attentato alla democrazia, anche se fossi comunque a favore dello stesso ... e poi scusate, se volessi mandare a casa i vari Van Rompuy, Barroso, Schultz che tanto stanno decidendo delle nostre vite e fortune, come si fa ? NON SI PUO' !! Sarà per questo che se la intendono a meraviglia con il pure lui "non eletto" rigor montis...

gianni.g699

Mer, 04/07/2012 - 20:01

Falsi come i soldi del monopoli !!! due mega bugiardi il cui unico interesse è smontare la sovranità popolare dell'italia in nome del santo e inutile euro (banche) !!!

gianni.g699

Mer, 04/07/2012 - 20:09

PS ... la cosa più schifosa e vomitevole è vedere i (politici tutti !!!) rappresentanti eletti dai cittadini tradire schifosamente e vigliaccamente i loro elettori !!!

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 04/07/2012 - 21:45

La padrona e' venuta a vedere come sta il suo cane, se continua ad obbedire e mantenere in ordine la pecore (gli italiani), mentre le banche internazionali continuano nella tosatura.

Ritratto di scandalo

scandalo

Mer, 04/07/2012 - 22:08

#23 Andrea B. ... GUARDI CHE E' ORMAI DA MINIMO 30 ANNI CHE I POPOLI DEL NORD HANNO PERSO LA PROPRIA SOVRANITA' A FAVORE DEI MERIDIONALI E DELLE LORO ORGANIZZAZIONI CRIMINALI !!

vittoriomazzucato

Gio, 05/07/2012 - 07:40

Sono Luca. Su L'Unità on-line di questa mattina è evidenziata una foto tra Merkel e Monti in atteggiamenti positivi tanto da far parlare di "feeling" tra i due. E' solo una affermazione occasionale, ma preferivo BERLUSCONI che della Merkel non ha mai avuto una particolare predisposizione: il termine "culona" si riferiva proprio a questa "signora". GRAZIE.

Ritratto di Zago

Zago

Gio, 05/07/2012 - 08:19

Pensavo che Monti non fosse più sotto le sottane della Merkel, ma mi sono sbagliato. Ancora ieri le ha giurato: Rigore,Rigore,Rigore. Ma con il rigore gli italiani non mangiano. Doveva chiedere alla Merkel aiuti in soldoni per aiutare la lostra nazione a crescere e a far lavorare i giovani, creare posti di lavoro per i nostri operai, per gli esodati. No', l'Italia non ha bisogno di aiuti, così ha sentenziato Monto. Ma mi faccia il piacere, anche un cieco può vedere in che stato ci siamo ridotti, sopraffatti dalla recessione e senza soldi per arrivare a fine mese. Le famiglie sono indebitate fino al collo e con i sorrisini non si mangia.