PER LA CRISICrollano le sigarette: all'erario mancano 200 milioni in 3 mesi

Si fuma meno per la crisi economica. O per l'arrivo delle sigarette elettroniche. Fatto sta che allo Stato mancano oltre 200 milioni di euro di gettito in tre mesi, tra dicembre e febbraio, con un ammanco di 132 milioni in cassa nei soli due primi mesi dell'anno. L'effetto combinato della crisi economica e del conseguente calo dei consumi (o, in alternativa, dell'aumento del consumo di prodotto di contrabbando), più l'arrivo sul mercato delle sigarette elettroniche si sono tradotte in un calo nell'incasso da accise sul tabacco di circa il 7,6%. Il 40% di questa cifra (circa 24 milioni) sarebbe imputabile, secondo i dati delle Finanze, proprio agli «svaporatori».