Il Cristo degli abissi non muore mai

Il Cristo degli Abissi è immerso nelle acque di San Fruttuoso, all'interno dell'Area Marina Protetta di Portofino. Lo posarono la sotto nel 1954 e da allora è il simbolo di tutti i subacquei e una delle immersioni più famose del mondo. Le mani della statua si tovano circa dodici metri di profondità mentre il basamento sfiora i diciotto metri. Lo volle Duilio Marcante, leggenda della subacquea italiana, per ricordare la morte dell'amico Dario Gonzatti, durante un'immersione qualche anno prima, e tutti le vittime del mare, lo ha scolpito Guido Galletti, con le braccia protese verso l'alto. Verso il cielo, come se fosse una preghiera.

Commenti

franco@Trier -DE

Dom, 14/07/2013 - 07:48

arrivai in apnea fino alla testa 30 anni fa però.Ora avrei paura..