Crolla la superteste E i Pm rinunciano a Ruby

La Conceicao nega di aver visto la giovane col Cav. È l’ennesimo flop, ora la procura non vuol più sentire 40 testi

Milano - «Mi sono confusa»: Michelle Conceicao si affida a tre parole per cercare di uscire in qualche modo dal groviglio di bugie in cui chissà perché si è andata a ficcare. Questa bella brasiliana di quarant’anni e di incerto mestiere si trova faccia a faccia con Ilda Boccassini, decisa a chiederle conto delle cose dette e non dette, di quelle messe a verbale davanti a lei e di quelle dichiarate ai giornali che l’hanno inseguita a lungo facendone una star del caso Ruby, la superteste che chiudeva il cerchio intorno a Berlusconi.
Su molti aspetti, è ancora da capire quando Michelle abbia detto frottole e quando la verità. Ma una cosa è certa: di avere incontrato Ruby Rubacuori ad Arcore, di averla vista infilarsi nella camera da letto di Silvio Berlusconi e di averla vista uscire trionfante dicendo «era stanco, ho dovuto fare tutto io», insomma di avere assistito in diretta alla commissione del delitto attribuito al Cavaliere, tutto questo la Conceicao se l’è inventato. Lo dicono i tabulati del suo cellulare, portati in aula dalla Boccassini. E alla fine lo dice anche lei, con un filo di voce: «Non è vero niente. Mi sono confusa».

Così anche la Conceicao va ad aggiungersi all’elenco delle testi del caso Ruby uscite malconce dall’interrogatorio in aula. Supertesti - come lei, come Ambra Battilana - più mediatiche che davvero utili all’inchiesta. Delle sparate di Michelle, la Procura non si è mai fidata, e non era certo sulle sue rivelazioni che puntava a costruire la richiesta di condanna di Berlusconi. Ma ieri, a fine udienza, accade qualcosa che costringe a chiedersi: quali sono, allora, le testimonianze su cui i pubblici ministeri intendono appoggiare la loro requisitoria? Perché Ilda Boccassini e il suo collega Antonio Sangermano annunciano a sorpresa una robusta sforbiciata alla loro lista di testimoni.

Spariscono quaranta nomi, tra cui numerose ragazze delle feste di Arcore, e l’ex direttore del Tg4 Emilio Fede, imputato nel processo parallelo per induzione alla prostituzione. E potrebbe sparire («ci riserviamo di rinunciare alla testimonianza», dice Ilda) anche Karima el Mahroug, alias Ruby. Ovvero la vittima di Berlusconi, o presunta tale.
È una sorpresa, perché l’interrogatorio di Ruby si annunciava come il piatto forte del processo. La ragazza finora ha sempre negato di avere avuto rapporti hot con il Cavaliere, e si preparava a venire in aula a ripetere la sua versione. Ma era scontato che Ilda Boccassini non gliel’avrebbe fatta passare tanto facilmente, e che avrebbe rinfacciato a Ruby tutte le intercettazioni e le testimonianze che secondo la Procura dimostrano il contrario.

Si annunciava, insomma, un interrogatorio duro e decisivo. Invece la Procura rinuncia. Certo, Ruby in aula dovrà venirci perché è citata anche come teste a difesa dai legali di Berlusconi, e in quell’occasione la Procura potrà farle delle domande. Ma la sparizione della vittima dalla lista delle prove d’accusa è comunque un segnale inatteso e di difficile lettura. Bisogna ricordare che anche le altre presunte vittime di Berlusconi, i funzionari della questura di Milano che l’allora premier avrebbe costretto a rilasciare Ruby, hanno compattamente negato di avere subìto pressioni. E non risulta che la Procura li abbia incriminati per falsa testimonianza.

Chi verrà sicuramente incriminata per questo reato è Michelle Conceicao. Il giudice Giulia Turri, sul finire della sua deposizione, cerca di darle una ultima chance di schivare il guaio, le chiede pazientemente se vuole ripensarci e mutare versione, ma la brasiliana non si smuove. Dire balle ai giornali non è reato, ma ieri la donna ha detto in aula, sotto giuramento, due cose che appaiono documentalmente false: di non avere saputo che Ruby era minorenne, e qui è smentita da una intercettazione; e di non essere stata nel luglio 2010 ad una festa ad Arcore, e qui sono i tabulati telefonici a dimostrare il contrario. Sarà lei, alla fine, l’unica condannata del caso Ruby?

Commenti

Raoul Pontalti

Sab, 30/06/2012 - 09:39

Questo processo può chiudersi qui come dibattimento e concludersi con la sentenza di assoluzione: il suo scopo l'ha già assolto: demolire il Cav. Al di là dei rilievi penali la miseria morale di un ambiente frequentato da lenoni, signore e signorine dai mestieri incerti, e viziosi un po' in là con gli anni emerge chiaramente "al di là di ogni ragionevole dubbio". A sconcertare tutti, e far infuriare chi nell'uomo e nel mondo da lui rappresentato ha creduto, è che gli sconcertanti fatti non si svolgevano nei retroazienda di un industrialotto della Brianza ma nella residenza di un capo di governo che tra quelle donnine selezionava anche deputate e consigliere regionali non solo le favorite per i piaceri di una notte. C'è chi pensa che la demolizione del Cav l'abbiano voluta ad ogni costo le toghe rosse, ma qui è evidente che il Cav si è demolito da solo, raccontando anche le bugie e giurando sulla testa dei propri figli. Io sarò un piccolo borghese provinciale ma a cena non invito putt.

Ritratto di Zago

Zago

Sab, 30/06/2012 - 09:36

Resosi conto del flop la Boccassini non ha ritenuto di sentire una quarantina di testi. Questa è una grossa batosta che lascierà il segno sul tribunale di Milano.E lo lascierà pure sui quotidiani Il fatto e La repubblica che hanno martellato il Cavaliere per mesi e mesi. Repubblica, con le 10 domande di Mauro. Poi Annozero con quelle trasmissioni dove il Pm Travaglio si infervorava a leggere la sua sentenza sul quadernetto e Santoro che se la rideva sotto i baffi, mentre Vauro sghignazzava fra i suoi disegni dileggianti. Ora, questi signori che se la sono fatta addosso, non dicono una parola, quasi gli prende un infarto. Io invece, penso ai milioni spesi per questo processo che doveva essere il processo dei processi, invece e mancante delle parole pro.....

cotoletta

Sab, 30/06/2012 - 09:37

chi paga le spese di queste indagini costosissime?

nino47

Sab, 30/06/2012 - 09:38

Non penso che "mestiere" della Conceicao sia "incerto". Al contrario, si sono trovate faccia a faccia due persone, Conceicao e Boccassini, che il loro mestiere lo conoscono benissimo: la prima, al chiar di luna, la seconda sotto i riflettori delle aule di giustizia. Entrambe dal loro mestiere traggono relativa fama, però, mentre la prima il denaro se lo guadagna, la seconda lo sperpera in inutili e personali guerre "ad personam" con la disinvoltura propia di chi sa che quel denaro non se l'è sudato lei ma i contribuenti buoi costretti a seguire ed a pagare le sue crociate donchisciottiane!!!Se la Boccassini dovesse restituirci tutto ciò che ha sperperato contro Berlusconi, c'è caso che magari lo spread calasse un pò....

cotoletta

Sab, 30/06/2012 - 09:46

ma quante mogli di compagnucci ha incontrato il cavaliere per essere odiato fino a tal punto? prego pubblicare

Tergestinus

Sab, 30/06/2012 - 09:55

Raoul Pontalti il suo moralismo è tra le cose più stucchevoli che vi siano.

Tergestinus

Sab, 30/06/2012 - 09:56

Raoul Pontalti, il suo moralismo è tra le cose più stucchevoli che vi siano.

cgf

Sab, 30/06/2012 - 10:26

#1 Raoul Pontalti ne è prorpio sicuro oppure mangia sempre da solo?

Ritratto di Bartuldin

Bartuldin

Sab, 30/06/2012 - 10:38

Da questo processo esce sconfitta una sola entitá: la Giustizia. Svillaneggiata da questi PM che hanno voluto a tutti i costi andare avanti servendosi di prove raccolte da testi inattendibili e da intercettazioni di dubbia interpretazione. Ora, che si stanno scoprendo gli altarini, vorrebbero chiudere al piú presto possibile per avitare altre vergognose figuracce. C'era ieri un commentatore che si firmava ''il fatto''(non so se centra con la nota testata travagliesca) il quale di fronte alla avidente pocchezza della brasiliana s'attaccava alle telefonate in Questura. ...... si ma peró ha fatto(Berlusconi) 9 telefonate in questura..... scriveva. Insomma s'attaccava al nulla. Telefonare in questura non é reato, vorrei ricordare a questo signore. Se ho bisogno della Polizia telefono in questura mica al farmacista. La funzionaria ha testimoniato che non vi fu pressione di alcun genere, facendo cosí incavolare la Boccassini. Quindi? Non gli é rimasto nulla in mano. Sono alla frutta.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Sab, 30/06/2012 - 10:33

#1 Raoul Pontalti Signore, lei non è - come si autodefinisce - un "piccolo borghese provinciale", ma un democristiano o cu*0 bianco che dir si voglia. E i buoni democristiani le putt*** non le invitano a pranzo, a pranzo le denigrano. Alcuni di loro però si servono delle loro grazie, ma rigorosamente nell'oscurità dei viali periferici.

linoalo1

Sab, 30/06/2012 - 10:57

A prova della malafede di qualcuno!Senza fare nomi,tanto i cognomi si sanno!Lino.

Ritratto di Illuminato999

Illuminato999

Sab, 30/06/2012 - 10:56

#1 Raoul Pontalti Signore, lei non è - come si autodefinisce - un "piccolo borghese provinciale", ma un democristiano o cu*0 bianco che dir si voglia. E i buoni democristiani le putt*** non le invitano a pranzo, a pranzo le denigrano. Alcuni di loro però si servono delle loro grazie, ma rigorosamente nell'oscurità dei viali periferici.

tofani.graziano

Sab, 30/06/2012 - 11:10

1ROUL PONTALTI-Signore e signorine dai mestieri incerti e viziosi,forse si,ma non crede che fra le persone(E SOTTOLINEO PERSONE) che chiama ******e possono esserci esseri umani anche migliori di lei.Io inviterei a cena piu' volentieri una di loro che un bigotto finto moralista del suo calibro

Cinghiale

Sab, 30/06/2012 - 11:10

E' finita la soap opera con un colpo di scena?!?! Vedremo la prossima stagione cosa ci riserva. Magari un presunto figlio illegittimo. La primavera del 2013 non è molto lontana, tra un pò si ricomincia.

ilredelcongo

Sab, 30/06/2012 - 11:11

Gli inquirenti hanno documentato in sede di indagini integrative alcuni versamenti fatti a procedimento già in corso dall'ex premier ad alcune ragazze. Il solito generosone di Berluscone, queste ragazze in continue difficoltà vanno aiutate semre, prima, dopo e durante il processo. Ora qualche malelingua dirà che il Berluscone ha pagato il silenzio delle testimoni, ma si tratta solo di malelingue. Continuate pure a leggere questo "giornale", che vi fa bene. ITALIAAANIIIIIIII!

mattb51

Sab, 30/06/2012 - 11:20

E adesso ce li rofondono i soldi che sono stati spesi per questo processo quei maniaci sessuali dei magistrati in primis la bocchinsini????? Finche gli Italiani non si svegleranno sara' sempre cosi', siamo solo dei conogli!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di serjoe

serjoe

Sab, 30/06/2012 - 11:13

Per uscire dal "groviglio" di contraddizioni basta chiedere all' Espresso" quanto ha pagato per sentirsi dire quello che voleva. Semplice no ?

astice2009

Sab, 30/06/2012 - 11:13

premetto che ho sempre detto che di quello che faceva il Berlusca a casa sua nulla era di rilevanza penale, tranne se Ruby fosse stata minorenne, e credo che chiunque possa rileggersi i miei commenti. Ritengo che a uqesto punto questa signora debba essere immediatamente arrestata. Se ha detto prima delle bugie ha creato un polverone e fatto spendere soldi allo Stato. Se le dice adesso offende le istituzioni. Per cui in galera e non deve uscire fino a che non dice la verita'!!

idleproc

Sab, 30/06/2012 - 11:19

Cercando altro, mi sono imbattuto in un Genio Anonimo US che con un unico pensiero ha rifondato tutto il Pensiero socio-economico. Altro che Paul Krugman (come pare vorrebbe il Filosofo) e al quale, da quanto leggo, molti cittadini US, sparerebbero a vista. Cito: "Gli uomini vogliono ****. Le donne vogliono soldi e potere. Gli uomini hanno capito che per avere **** hanno bisogno di soldi e potere. Di conseguenza, l'umanità cerca ****, soldi e potere. Capirete quando diventerete grandi." Cio getta anche una nuova luce sulla nostra Guida e Maestro. Oltre, ovviamente, a rivoluzionare il Pensiero Occidentale. Cacciari se lo dovrebbe far incorniciare o forse lo ha trovato prima di me.

Ritratto di gattafelly

gattafelly

Sab, 30/06/2012 - 11:23

Si potrebbe fare una legge ove chi corrisponde ai requisiti di Silvio Berlusconi, generalità, impronte digitali, DNA, per essere siocuri che è lui, una legge appunto ove , con un solo articolo, Silvio Berlusconi deve andare in carcere,.... a prescindere?

baio57

Sab, 30/06/2012 - 11:32

Ma chi è sta bruttura , M.Jackson reincarnato?

prodomoitalia

Sab, 30/06/2012 - 11:29

Raul Pontalti - lei ha sprecato molte tastiere ( ma tanto son sue per cui a me chemmifrega ?) per farci capire che non è mai andato a putt...! Anch'io non ho MAI apprezzato l'amore a pagamento... ma la mia tastiera è ancora nuova ! Dai, per una volta sia coerente e già da oggi.......vada..... a....... farsi benedire !

bruna.amorosi

Sab, 30/06/2012 - 11:31

x RAOUL PONTALTI lei fa quasi tenerezza .così puro che direi quasi vergine . ma lei siccome si vede che sà scrivere saprà o avrà sentito dire che nella vita ci sono DONNE E UOMINI che si vendono facendo il mestiere più antico del mondo .poi però ci sono anche persone che si vantano di cose diciamo solo immaginate ,magari perchè gli serve per carriera politica oppure x diffamare . Siccome lei queste cose le sà fa finta di essere un puritano ma guardi che anche i più puritani della vecchia dc si sono trovati a letto con donnine facili facili lei non lo sà o....non lo ricorda ma ad un signore gli è capitato anche di trovarsela MORTA nel letto .A E SICCOME ERA DELLA DC QUESTO SIGNORE PROPRIO COME LEI DICE DI BERLUSCONI AVEVA FAMIGLIA ANZI NE ASPETTAVA ANCHE UN FIGLIO LA MOGLIETTIMA .ma vede sig RAOUL se queste notizie la turbano legga il corriere dei piccoli fa al caso suo ..

Rigoletto

Sab, 30/06/2012 - 11:28

#9 Bartuldin Concordo in tutto quello che dici con una sola variante: Non siamo alla frutta, siamo al caffè con la mosca.... in pratica come il supereroe dei di Montecarlo: Gianfranco Fini detto il Nulla con abito griffato "gaucci".

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Sab, 30/06/2012 - 11:30

Visto che non si è riusciti nel gioco delle tre carte la domanda sorge spontanea: " E' possibile che le Escort siano state imbeccate grazie a macchine da scrivere di vecchio modello tipo Olivetti?

Ritratto di serjoe

serjoe

Sab, 30/06/2012 - 11:46

Per capire il "groviglio di bugie", basta chiederlo all'Espresso quanto hanno pagato per sentirsi dire quello che desideravano. Semplice no ?

Raoul Pontalti

Sab, 30/06/2012 - 11:39

male illuminato da 999 lampade rotte. Io mi firmo per esteso, Tu Ti nascondi dietro uno pseudonimo composto da un trenino poco rassicurante per le chiappe...Puoi verificare facilmente la mia appartenenza politica. Ti ho già detto che per scherzo e in determinati contesti si può fare tutto, anche invitare a cena un maiale in carne ed ossa e divertirsi ad ingozzarlo (fatto pure questo), ma non si può poi pretendere di essere creduti affermando che la cena col maiale vivo fosse elegante. Se non comprendi che allevare olgettine nel modo palesato è rivelatore di immaturità se non di patologia compulsiva non so cosa farci. Un altro esempio: mangiare un piatto di spaghetti è normale, mangiarne 30 nello stesso pasto no e se dico che è stata una cosa normale sono scemo. Posso averlo fatto per celia, per battere un record, per onorare una scommessa, etc MA NON E'UNA COSA NORMALE E NON POSSO SPACCIARLA PER TALE. Un politico poi ha degli obblighi di decoro, rappresentando non solo sé stesso.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Sab, 30/06/2012 - 11:39

Dedicato a Pontalti, che dovrebbe riconoscersi. ...Si sa che la gente dà buoni consigli sentendosi come Gesù nel tempio, si sa che la gente dà buoni consigli se non può più dare cattivo esempio. Così una vecchia mai stata moglie senza mai figli, senza più voglie, si prese la briga e di certo il gusto di dare a tutte il consiglio giusto. E rivolgendosi alle cornute le apostrofò con parole argute: "il furto d'amore sarà punito- disse- dall'ordine costituito". ........ SIC!!

syntronik

Sab, 30/06/2012 - 11:53

Come volevasi dimostrare, tutto il fumo si dirada, come sempre, la unica cosa sicura che rimane, è, la montagna di denaro pubblico, speso, per rincorrere ideologie politiche private, la mega figuraccia, come sempre, fatta dalla giustizia giornalistica, non stò a definire che testate, tanto tutti le conoscono, quello che rimane, è la evidente la forma di ignoranza e stupidità professionale di chi ha nuotato in queste onde mediatiche, che alla fine, non succede niente, essedo loro, non in grado di vedere oltre il loro naso, come sempre, tutto passa nel dimenticatoio, rimangono solo i commenti dei vari moralisti, che "non invitano le p.. a cena", poi fuori dal ristorante, hanno l'appuntamento con il viados di turno, anhe questo, è un prospetto della moralità dei più eruditi, pertanto alla fine non cambia niente, il falso cieco si prende la sua pensione, e i furbetti si beccano 1400 euro al giorno, tanto paghiamo sempre noi, " e tira capàà" saluti

Ritratto di lucianoch

lucianoch

Sab, 30/06/2012 - 12:07

per Raoul Pontalti #1 Lei non solo è un piccolo borghese, ma anche un ingenuo. Lei pensa che quando incontra una donna, la prima cosa che le riferisce è "sono una ******a minorenne" ?

Paul Vara

Sab, 30/06/2012 - 12:22

L'importanza delle intercettazioni è in questo caso evidente: non è stato un certo Berlusconi che disse a Ruby: "Tu fai la pazza..."? Dietro promesse di lauti compensi (e Berlusconi può permetterselo) queste ragazze ora fanno di tutto per distrarre l'attenzione dai fatti reali. Quando inconsapevoli di essere intercettati i protagonisti della faccenda hanno tenuto ben altri tipi di discorsi...

VINCENZO ROMITI

Sab, 30/06/2012 - 12:32

Questi magistrati sono la vergogna dell'Italia e per di piu' sono donne in toga che invece di avere rispetto per le altre donne le usano per creare dal nulla teoremi processuali pornografici rovinando la reputazione dell'Italia e di chi la governa , facendo passaqre per dovve da bordello tutte quelle sciagurate che riescono ad irretire e tuitto a spese dei contribuente, Vergogna.

pescecane

Sab, 30/06/2012 - 12:35

1 Raoul Pontalti - Ha ragione lei. Questo processo il suo compito lo ha assolto ed è proprio quello che dice lei e cioè mettere alla berlina i comportamenti del Presidente del Consiglio in carica con fatti non provati. Peccato che il compito dei P.M. sia quello di svolgere indagini su reati e non sugli eventuali peccati mortali di qualunque cittadino. A ciò dovrebbe pensarci il parroco e non il P.M. che tra l'altro ha speso centinaia di migliaia di euro in un processo farlocco come anche lei evidentemente riconosce. Accompagnarsi a donne anche a quelle di dubbia moralità non costituisce reato a meno che non mi sia perso qualcosa ed abbiano cambiato il C.P. La Corte dei Conti, invece, dovrebbe interessarsi del comportamento di pubblici funzionari che sperperano il denaro pubblico in intercettazioni e processi farsa con accuse temerarie ed indimostrabili. Il bello è che gli stessi funzionari si lamentano di non avere i soldi per le fotocopie.Vadano a nascondersi e lei con loro.

Raul Novi

Sab, 30/06/2012 - 12:39

Ragazze, ragazze ma così fate venire una colica di fegato alla Boccassini.

eloi

Sab, 30/06/2012 - 12:41

GRANDE ILDA. Tenta l'ultima mossa. Karakiri. Qualcuno poi accuserà Berlusconi di induzione al suicidio.

niklaus

Sab, 30/06/2012 - 12:42

Dal punto di vista giuridico questo processo e' una triste farsa. Nella plurimillenaria storia umana la prostituzione e' stata sempre tollerata, perfino nella Roma papalina e al tempo dell'Inquisizione. D'altronde anche la Bibbia la tollera e perfino Gesu' non e' andato giu' duro con le prostitute del suo tempo. Insomma, il processo di Milano e' solo la riprova che anche la giustizia ha finito col prostituitsi alla politica.

Raul Novi

Sab, 30/06/2012 - 12:46

Raoul Pontalt mi pare, mio caro, che stia emergendo un "QUADRO" del tutto diverso, rispetto a quanto è stato detto dalla Boccassini, dalla Procura di Milano. A guerra finita vedremo come andrà a finire. Peccato solo che i milioni delle intercettazioni, l'istruttoria, il processo ci costino una palata di soldi che paghiamo noi, e sono regolarmente buttati nel cesso. Sa, qual'è il problema? Che se avessi sbagliato io, sbagliasse lei avremmo un "conto" da pagare. Loro no, chiuso un processo saltano su un altro. A pigliarlo in quel posto siamo sempre noi. Se fosse passata la responsabilità civile, stia tranquillo che non assisteremmo a certe fregnacce.

settespade

Sab, 30/06/2012 - 12:57

é facile che condannino solo lei. La falsa testimonianza è un reato e non si può dire che mentire durante un processo sia un'idea particolarmente brillante. Bisogna vedere se cambiare versione le porterà qualche tornaconto, anche la corruzione di testimoni è un reato e pare che ci sia un generoso anziano che si sta svenando per aiutare tutte questi immacolati fiorellini a tornare sulla retta via, immagino che lui lo faccia senza alcun interesse personale... sveglia!

benny.manocchia

Sab, 30/06/2012 - 13:12

Per diventare magistrati in Italia occorre soltanto una...qualita':non conoscere la parola "vergogna". Un italiano in USA

vince50_19

Sab, 30/06/2012 - 13:34

Ma che storia: sembrava un tornado F5, mentre ora si è praticamente trasformando in un refolo d'aria ristagnante, umida! Adesso vedremo come andrà a finire, definitivamente: ovvero leggere la sentenza non più appellabile. Le chiacchiere non mi interessano neanche un pò. Buon proseguimento a tutti!

migrante

Sab, 30/06/2012 - 13:30

noto che alcuni commentatori stanno "bastonando" il sig. Pontalti, vorrei spezzare una lancia in suo favore, in fin dei conti ha l'onesta`intelletuale di ammettere che questo processo farsa e`stato istituito con il solo scopo di denigrare la figura di Berlusconi ( uomo, politico e Primo Ministro), il fatto che poi dia un giudizio morale sulle "cene", secondo me, non rappresenta una colpa grave...c'e`una morale legata al senso comune, ma c'e`anche una morale soggettiva che giustamente ha sfaccettature diverse in ognuno di noi...l'unico appunto lo farei a quella frase sul "reotroazienda di un industrialotto brianzolo"..perche` cio`che il sig. Raoul sembra non capire e`che proprio di quello si trattava, piaccia o non piaccia, Berlusconi e`stato ed e`un imprenditore anche nel settore dello spettacolo

gustavo

Sab, 30/06/2012 - 13:37

Berlusconi ha sbagliato sicuramente perchè certe cose bisogna farle di nascosto. Anche l'etichetta ha i suoi diritti. Circondarsi di belle ragazze di dubbia moralità in un paese sede del Vaticano e con pm moralisti come la Boccassini, è sconveniente. In questo paese è meno grave rubare che fot.....re. Per questo è giusto che paghi.

Al2011

Sab, 30/06/2012 - 13:49

Decine di euro di soldi pubblici buttati via in un processo inutile. E ora chi paga? E cosa si aspetta a riformare l'inutile CSM, per rendere i magistrati punibili davvero per lo spreco di risorse finanziarie per "processi" come questo?

Antonio43

Sab, 30/06/2012 - 14:51

#1 Raoul ma vada a lavorare, lei è più falso di un soldo bucato, meglio, anzi peggio, è del tipo del fu scalfaro. Pure Onan ad un certo punto disse : mi fa male il polso, stasera telefono a Conceicao .....provi, vedrà si sentirà meglio!

Raoul Pontalti

Sab, 30/06/2012 - 14:54

per Tergestinus. Chi è goliarda, e lo sono tuttora a pieno titolo, non può essere moralista nel senso borghesuccio del termine.Se Tu avessi letto altri miei commenti sul questi due processi Ti saresti conto che non sono un moralista e quando mi definisco piccolo borghese di provincia fotografo una realtà socioeconomica non morale. Per esperienza di vita (militanza politica quarantennale, attività nelle istituzioni sia pure locali, associazionismo sportivo a livelli anche dirigenziali, attività professionale) ho conosciuto miriadi di politici, ministri a cui davo del Tu (e glielo dò tuttora, solo che non sono più ministri...) anche stranieri oltre che imprenditori di un certo calibro. Ma lo squallore morale (che non è solo legato alle donnine) mostrato dagli esponenti del PDL non ha riscontri...Diceva Epicuro il male non consistere nell'entrare in una casa di piacere ma nel non saperne uscire. E c'è il tempo delle pippe, poi quello della gnocca e poi quello del nonno e non è moralismo.

bruna.amorosi

Sab, 30/06/2012 - 14:58

Mario Galaverna sei stato forte .......però lascia perdere il sig RAOUL PONTALTI.quel signore è talmente ingenuo che sarebbe consigliabile farlo chiudere in un eremo .almeno lì speriamo non ci siano TENTAZIONI PER LUI

Raoul Pontalti

Sab, 30/06/2012 - 15:14

CUMULATIVAMENTE. Dai moralisti a rovescio solo per difendere il capo non accetto lezioni morali (se poi davvero pensano quello che scrivono allora invoco il rapido trionfo dell'islam per ripristinare sanità di costumi). A quella volpe che osserva che una per strada non mi dice di essere noleggiatrice di patonza minorenne replico che comunque sarei io a dovermene accertare, perché nei guai ci finirei io altrimenti, specie se l'ho trovata sui viali...E non dimenticare che la minorenne de qua è entrata nella residenza privata di un Presidente del Consiglio dei ministri: per non mostrare i documenti agli uomini della sicurezza doveva essere ospite speciale e l'anfitrione non conosce nemmeno i dati anagrafici fondamentali di un'ospite speciale, ossia oltre al nome età e nazionalità?Tanto da spacciarcela come marocchina e per giunta bisognosa?Ma chi accampa siffatte scuse è un imbecille che vuol far passare gli altri per imbecilli.Alla berlina infine si è messo da solo l'uomo con fatti veri.

Raoul Pontalti

Sab, 30/06/2012 - 15:29

PER IL MIO QUASI OMONIMO NOVI. Sei così sicuro che il quadro emerso sia diverso da quello prospettato dalla Boccassini? In fondo la rivelatrice di di falsità all'Espresso ha svolto il suo ruolo: farsi passare per teste inattendibile, come la protagonista marocchina. Ma osserva che le donne sanno valutare le congeneri meglio di noi. Un collegio giudicante composto da sole donne, la principale sostenitrice dell'accusa donna pure lei. Quello che voleva dimostrare Ilda in realtà l'ha dimostrato: la marocchina "esercitava" e ciò era notorio alle colleghe, alle partecipanti alle cene eleganti, alla polizia, etc., la medesima esercente riceveva denaro che solo uno sprovveduto integrale (o chi è in malafede interessata) può credere fosse atto di carità verso una ragazza bisognosa anche perché il denaro veniva dato in modo analogo a quello versato alle olgettine che non sono un ordine monastico o conventuale. Più preoccupante per l'accusa è la concussione che non pare ben dimostrata.

Lino1234

Sab, 30/06/2012 - 15:53

Nelle vere democrazie chi perde le elezioni va a congratularsi con chi le ha vinte.Accetta la situazione e dall'opposizione fa proposte,corredate di tutti i particolari per realizzarle. Oppure propone correzioni a quelle della maggioranza.Il tutto con i crismi della buona educazione.Nelle pseudo democrazie invece si studia una piano per eliminare il vincente, costi quel che costi:si inizia con la calunnia personale per demonizzare il governo tutto, partendo dal Presidente e si continua in rapporto all'importanza della carica del personaggio preso di mira.Tale metodo conduce a vittoria certa ed in poco tempo se la minoranza,pur da perdente,può disporre comunque della collaborazione di parte delle Istituzioni già occupate da titolari ideologizzati quali il sindacato dei Magistrati, denominato Magistratura Democratica ed altri.Con tale metodo la pseudo democrazia in Italia è riuscita a far cadere il governo Berlusconi,addirittura con il consenso dello stesso presidente eletto.Saluti.Lino

Ninanina

Sab, 30/06/2012 - 16:03

Mario Galaverna: sa quante volte mi è venuta in mente questa canzone negli ultimi anni? Innumerevoli.

roberto.morici

Sab, 30/06/2012 - 16:18

Sono un vecchio piccolo borghese provinciale e a cena, a casa mia, non invito ******e. Non perché ritenga la cosa "peccaminosa" e nemmeno per non scandalizzare l'ipocrita moralista di turno. Non lo faccio per la elementare buona ragione di dovermene, poi, giustificare con moglie e figli. La vicenda Berlusconi nasce non da certe sue "innaturali" voglie, ma dalla malsana curiosità di certi individui che godono a raccotare particolari più o meno boccacceschi, sicuramente inventati e platealmente sconfessati dagli stessi testimoni...dell'accusa. Spero, per amor di Giustizia, che si tratti solo di pruriginoso e malato "guardonismo" di certi squallidi personaggi che, volendo, avrebbero colpito dei bersagli ben più eclatanti (e veri) se solo avessero spiato e intercettato verso altre... direzioni. Comunque gli accadimenti di questi ultimi tempi mi hanno rafforzato nella mia convinzione che mi piace così sintetizzare: "chi ha visto poco si meraviglia molto".

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 30/06/2012 - 16:47

In questo dibattimento C'e' una scoperta GRANDIOSA. Dal interrogatorio di ieri abbiamo capito che esiste una nuova lingua, il "brasiliano". Infatti la PM Bocassini chiede a Conceicao riguardo a Ruby, e lei dice: "Ruby diceva di essere mezza egiziana e mezza brasiliana." Allora, chiede la Boccassini alzando la voce, perché non parlavate in "BRASILIANO" che é la sua lingua madre? Ignorando che in Brasile si parla il PORTOGHESE, la lingua brasiliana NON ESISTE. Si sapeva che il livello scolastico in Italia e' basso, ma credevo che per arrivare a certi ruoli publici, con tanto di concorso di mezzo, un minimo di cultura era richiesta. Proprio penoso!!

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 30/06/2012 - 16:57

Figuraccia di Bocassini ieri. La lingua parlata in Brasile e' il PORTOGHESE, ma per la PM, si tratta di BRASILIANO. Infatti, interrogata Conceicao su Rubby, lei dice " Ruby diceva di essere mezza egiziana e mezza brasiliana". Allora, chiede la Boccassini alzando la voce, perché non parlavate in brasiliano che é la sua lingua madre? "BRASILIANO" non esiste come lingua signora PM. Dovrebbe andare a scuola e ripetere 100 volte: PORTOGHESE, PORTOGHESE...

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Sab, 30/06/2012 - 17:02

Signor Raoul Pontadi: mi consenta un'osservazione:possedere una bella penna,(e nel suo caso non v'è dubbio) non vuol dire possedere,in tasca delle verità!io non sono una moralista e non trovo giusto fare la morale a chicchessia, anche perchè, dietro tante storie, esistono vissuti diversi, problematiche, difficili da affrontare in quattro righe, alla carlona;dietro il vissuto di ogni essere umano, il più delle volte, si celano solitudini, sofferenze, mancanze e quant'altro, bisognerebbe tenere a mente, che, non esistono Santi o persone perfette e, a volte, non si è in grado, di gestire, al meglio determinate situazioni! trovo molto consoni i pensieri espressi a tal proposito, dai Signori Migrante e dal Signor Pescecane.Tutti gli uomini,(quasi) soprattutto, quelli di potere, hanno avuto dei "vezzi" ma chissà perchè, su alcuni si è volutamente tacciuto, volendo colpire l'unico "gran Malvagio" ma lei in tutta onestà, crede davvero a tutto ciò che si è, vociferato sul Cav? io,NO!!stia bene!

Albert1

Sab, 30/06/2012 - 17:10

@ #1 Raoul Pontalti No cara, la demolizione del Cav. c'è stata grazie ad intercettazioni non autorizzate, a ipotesi di reato assurde e a teoremi inconsistenti. In casa propria uno deve poter fare quello che vuole altrimenti si chiama dittatura o regime. Ma che debba sempre spiegarti tutto ....

Albert1

Sab, 30/06/2012 - 17:12

@ #15 ilredelcongo E tu puoi tornare dove sei sovrano... in centro africa!

Albert1

Sab, 30/06/2012 - 17:25

@ #27 Raoul Pontalti Com'è che faceva quella canzone ... la Pontalti-song ... ah si "Parole parole parole ... " Un fiume in piena di parole inutili spezzettate in decine di commenti pesanti e soporiferi ... Ce ne fosse poi uno, anche solo uno, che dica delle verità. Solo put.t@n@te, ma forse è per via dell'argomento, si vede che Raoul è sensibile alla g.n.o.c.c.@ ma non in senso positivo come ogni bravo ometto, a lui sembra dia fastidio ... come se nel mezzo mancasse qualcosa :-))))

Ritratto di 02121940

02121940

Sab, 30/06/2012 - 17:49

#52 a-tifoso - Ma come fa Lei a dire che la Boccassini è un'ignorante? Non lo sa che ha vinto pure un concorso di Stato? Come ha fatto? Proprio quello che ci domandiamo in tanti. Cordialità e non se la prenda: ci sono magistrati che non conoscono neppure la costituzione.

Albert1

Sab, 30/06/2012 - 17:43

@ #41 migrante Guarda che Raoul fa il finto tonto, il falso moralista ed il sincero detentore della verità. Lo si bastona perchè anche su altri temi è sempre lì a fare sproloqui, prediche e soliloqui che, se simpatici all'inizio, alla lunga, e sa fare solo quello, stancano e sbandano nel soporifero. Senza considerare quando, a vena chiusa, inizia a descrivere con dovizia di particolari, le pratiche ses.suali dei vecchietti negli ospizi!! Raoul è esattamente come quello che arriva a casa e la moglie lo centra in fronte con il primo oggetto a portata di tiro! Lui "Perchè cara, cosa ho fatto?" Lei "Non lo so ma l'hai fatto!!". :-)

Angelo48

Sab, 30/06/2012 - 17:55

#38 settespade : lei vorrebbe insinuare il dubbio che la ragazza brasiliana (fino a ieri testimone chiave per l'accusa) sia stata indotta a fornire falsa testimonia dietro un lauto compenso? Beh, per intanto risulta agli atti di come la stessa abbia sput****to la Boccassini quando le ha ricordato che durante l'interrogatorio messo precedentemente a verbale, la PM le avrebbe + volte detto che non le interessavano altri particolari se non quelli relativi a Berlusconi. Ma al di là di questa sua malevole ipotesi, le vorrei ricordare un'altra indagine giudiziaria riguardante una certa D'Addario che si vide - lei povera e misera ragazza barese - rimpinguare il suo conto corrente di oltre 1 mln di € il mese successivo alla sua dichiarazione contro Berlusconi. La procura di Bari ha aperto una inchiesta e lei non sa ancora dire (non ricorda poverina) la provenienza di detta ingente somma! Che dice egr. lettore: chi l'avrà pagata per mentire? Io? Lei? Da allora intanto, essa non e' + povera!

Albert1

Sab, 30/06/2012 - 18:21

@ #48 Raoul Pontalti Ascolta ignorante patentato, la marocchina poteva essere o fare quello che più ti aggrada ma l'accusa specifica NON è stata dimostrata. Fin dall'inizio Lei ha detto di non aver mai fatto ses.so con Silvio! Ora salta fuori che è così. Punto. Il resto sono solo rumori di ventose sugli specchi. Proprio non ci arrivi. Se anche Silvio mantenesse tutte le signorine di Milano, il fatto in sè NON è perseguibile, NON è reato. Non basta insinuare "ma tutti sapevano che .... lei faceva quel lavoro. .." tutto ciò non configura una cippa!! Posso invitare a casa mia chi mi pare? Si. In mezzo a chi invito possono esserci prostitute e malavitosi? Si. Possono intercettarmi, io PdC, senza giusta causa? NO. Se io PdC avessi voluto fare "film porno" o cose simili, lasciavo libertà di utilizzo dei cellulari e di girare a piacimento per casa? Comunque le chiacchere stanno a zero. Questo sarà il famoso 28 a 0 e tutti i ricami che ci fate sopra non cambieranno una virgola.

Ritratto di nestore55

nestore55

Sab, 30/06/2012 - 18:53

#15 ilredelcongo.....Immagino che abbia pensato molto prima di scrivere...Quanto tempo sprecato...Torni sul manzaniglio, signor re del Congo, non avvertiremo la sua mancanza...E.A.

roberto.morici

Sab, 30/06/2012 - 20:50

C'è sempre qualcuno che non resiste alla robusta tentazione di ergersi a maestrino di moralismo e si arroga il diritto di impartire lezioni con tanto di stucchevole prosopopea e ditino alzato. Mi viene in mente la signora, un pò "passata" d'età che, rinnegati certi trascorsi per sopraggiunti limiti anagrafici, "nun potenno alliscià er pelo a li coniji, se fà passà pe' donna de consiji".

Ritratto di gangelini

gangelini

Dom, 01/07/2012 - 00:13

Quindi erano tutte balle, riportate naturalmente sui giornali di sinistra e raccolte a piene mani dai tabloid esteri come verità assolute. Naturalmente per i sinistri individui sono cose normali, sono brave ragazze, magari un po' confuse e un po' del mestiere. E' assodato che i sinistri individui ed i sinistri giornali fanno propaganda e raccontano falsità a piene mani. Nulla di nuovo sotto il sole.

Angelo48

Dom, 01/07/2012 - 10:36

#47-48 Raoul Pontalti : RISCRIVO OGGI. Grande meraviglia provo nel leggerla sig. Raoul. Noi saremmo - secondo lei - i "moralisti a rovescio"? La storia politica dell'ultimo ventennio, ha ampiamente dimostrato che il FALSO MORALISMO e' di v/s esclusiva pertinenza e non viceversa. Potrei farle un elenco lunghissimo!! Vengo brevemente all'aspetto giuridico della vicenda che e' poi la cosa che si "dovrebbe dibattere" in una aula di giustizia. Lei scrive che in fondo la Boccassini ha dimostrato che la Ruby "ESERCITAVA"; però sa perfettamente, che la Ilda dovrà DIMOSTRARE in aula senza dubbio alcuno, che la Ruby esercitava anche in quel di Arcore. Cosa non semplice vero? Quanto alla moralità mia, sua, degli altri: fossi in lei, mi preoccuperei di stigmatizzare invece, quel che avviene in quell'aula di giustizia ove non si dibatte alla ricerca di un reato, ma ci si spende in una disdicevole gara a chi scopre quanti + particolari di indumenti intimi possibili. Cui prodest??

killkoms

Dom, 01/07/2012 - 15:15

la rossa,in altri paesi,sarebbe stata cacciata dalla magistratura solo per la sparata isterica che ha fatto in tribunale!

Albert1

Dom, 01/07/2012 - 17:21

@ #31 Paul Vara Peccato che fossero intercettazioni illegali. Vedi la differenza fra un regime ed uno stato di diritto è che nel primo si controlla tutto e tutti mentre nel secondo si dovrebbe avere uno straccio di prova. Ora crolla tutto, le prove non reggono perchè non ci sono ma il risultato finale è che lo sput.t@n@mento dilaga. Sei contento? Sai cosa farei? Metterei nome e cognome sui giornali, tutti i giorni, di quelli sorpresi a spassarsela con signorine a pagamento. Vediamo se gradiscono...

Albert1

Dom, 01/07/2012 - 17:22

@ #42 gustavo Ah si e per quale reato? Illegale stazionamento in un paese di ******i?

Albert1

Dom, 01/07/2012 - 17:22

@ #45 Raoul Pontalti Ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah ah!!!! Il PDL è il cancro della politica, per fortuna ci sono gli altri partiti. Che buffone che sei! Veramente un grandissimo buffone ampiamente in malafede e che viene qui a scrivere per rompere le balle e fare propaganda da 4 soldi. Mio Nonno diceva "il male non è nel cercare il piacere ma ... nel perdere il numero della zoc.col@!" Raoul IL CITAZIONISTA. E sui "tempi" ti sbagli .... c'è un tempo per ridere ed un tempo per piangere ... un tempo per leggere Pontalti ed uno, subito dopo, per mandarlo a quel paese! Poi c'è il tuo tempo, il tempo delle mele .... in fronte! Che grandissimo buffone.

Albert1

Dom, 01/07/2012 - 17:31

@ #47 Raoul Pontalti CUMULATIVAMENTE .. FOT.TI.TI!! HAI COTTO IL RAZZO!! MI HAI PERSONALMENTE FRANTUMATO LE GONADI. Abbiamo capito che non stai bene e ti perdoniamo la bipolarità, ma basta con commenti demenziali, non fanno bene alla tua patologia. Se li legge il tuo psichiatra ti toglie immediatamente la tastiera, ti rimette il caschetto e ti riporta nella stanza delle craniate al muro!!