Crolla il teorema: Mori assolto

Il generale dei carabinieri era accusato insieme al colonnello Obinu di non aver arrestato Provenzano nel '95

Crolla il teorema contro Mario Mori, il generale dei carabinieri accusato insieme al colonnello Mauro Obinu di non aver arrestato il boss Bernardo Provenzano nel '95, consentendogli così di restare latitante. Entrambi erano imputati per favoreggiamento aggravato alla mafia, ma sono stati assolti "perché il fatto non costituisce reato".

I giudici hanno inoltre trasmesso i verbali delle dichiarazioni di Massimo Ciancimino e del colonnello Michele Riccio, i grandi accusatori che di fatto non sono stati considerati attendibili.

Non si arrendono però i pm palermitani Nino Di Matteo, Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia. "È una sentenza che non condividiamo e che impugneremo sicuramente", ha detto Di Matteo. "Siamo amareggiati. Adesso si tratta di capire i punti di vista di chi, come il tribunale, ha analizzato le carte. In tutti i processi si può vincere e si può perdere ma sono importanti le motivazioni", ha commentato invece il procuratore aggiunto di Palermo Vittorio Teresi, "Bisogna vedere il ragionamento che hanno fatto i giudici per ritenere non credibili Riccio e Ciancimino. Non conosco quale sia questa riflessione. Massimo Ciancimino è un testimone, comunque, che nel processo Stato-mafia non ha la centralità che aveva in questo dibattimento".

Il processo di primo grado è durato poco più di cinque anni: il 18 giugno 2008 quando il gip accusò Mori, ex capo del Ros ed ex direttore del Servizio segreto civile, e Obinu del mancato blitz di Mezzojuso. Per la Dda di Palermo, infatti, il boss Bernardo Provenzano - già latitante - poteva essere catturato il 31 ottobre 1995: la sua posizione sarebbe stata rivelata dal confidente Luigi Ilardo al cononnello Michele Riccio. Mori e gli altri alti ufficiali del Ros hanno sempre sostenuto però che il colonnello non aveva mai parlato con chiarezza della presenza di Provenzano e che anzi proprio Riccio evitò l'intervento per non mettere in pericolo l'informatore Ilardo. Secondo l'accusa comunque Mori e Obinu hanno evitato ulteriori indagini che avrebbero portato all'arresto nell'anno successivo. Mori, del resto, era già stato processato per favoreggiamento in relazione al caso del covo di Riina, che non venne perquisito per diciotto giorni dopo la cattura del "capo dei capi" avvenuta il 15 gennaio del 1993. Anche in questo caso il generale fu assolto insieme al "capitano Ultimo" nel 2006.

Commenti
Ritratto di Geppa

Geppa

Mer, 17/07/2013 - 18:08

impossibile i giudici sono politicizzati, che senso ha? toghe rosse? magistratura mafiosa etc...

onurb

Mer, 17/07/2013 - 18:12

Penso che a Ingroia stiano fischiando le orecchie. E' l'ennesima figura di melma del PM che ha preso per oro colato le fregnacce che gli raccontava Ciancimino. Se lo ha fatto in buonafede, dimostra di essere un povero grullo. Se lo avesse fatto in malafede, cosa per la quale propendo, sarebbe da processare, sempre che la giustizia in Italia fosse veramente uguale per tutti.

Azzurro Azzurro

Mer, 17/07/2013 - 18:22

nel 95 e siamo nel 2013....18 anni che giustizia disastro

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 17/07/2013 - 18:23

E ora che facciamo? Tutto il tempo e il denaro pubblico sprecati, a chi è da addebitare? E tutte le umiliazioni subite dal generale Mori e, quindi, da tutta l'Italia e il fango gettato a piene mani sullo stesso generale e su tutta la nostra nazione chi li paga? E sì, perché alla fine il responsabile o i responsabili di tutta questa faccenda che dura da anni, se non sbaglio, dovrà o dovranno pur esserci. Cadranno almeno delle teste, insomma! O si avrà il solito "promoveatur ut amoveatur"?

onurb

Mer, 17/07/2013 - 18:25

Penso che a Ingroia stiano fischiando le orecchie. E' l'ennesima figura di melma del PM che ha preso per oro colato le fregnacce che gli raccontava Ciancimino. Se lo ha fatto in buonafede, dimostra di essere un povero grullo. Se lo avesse fatto in malafede, cosa per la quale propendo, sarebbe da processare, sempre che la giustizia in Italia fosse veramente uguale per tutti.

cast49

Mer, 17/07/2013 - 18:25

Non si arrendono però i pm palermitani Nino Di Matteo, Francesco Del Bene e Roberto Tartaglia. "È una sentenza che non condividiamo e che impugneremo sicuramente", ha detto Di Matteo. "Siamo amareggiati. LE SENTENZE SI ACCETTANO E BASTA, O SOLO I POVERI MORTALI, CIOE' NOI, DOBBIAMO TACERE?

Ritratto di gianni1950

gianni1950

Mer, 17/07/2013 - 18:29

Un onesto servitore dello Stato assolto, chi paga per le sofferenze di questi anni. complimenti al magistrato che lo ha assolto, naturalmente per vera giustizia.

Nonmimandanessuno

Mer, 17/07/2013 - 18:30

FINALMENTEEE... Chissà se stavolta il presidente Napolitano avrà voglia/forza/coraggio di dire qualcosa per questa vergogna degli anni sprecati processando uomini che dovrebbero essere il vanto di ogni paese civile!

beep

Mer, 17/07/2013 - 18:31

E' giunta l'ora che i magistrati ,che si rivelano incapaci, devono pagare i loro errori e i danni che fanno alla società. Siamo stanchi molto stanchi di questi "Azzeccagarbugli "

Soldato

Mer, 17/07/2013 - 18:35

Ogni tanto una sentenza che non urta contro il senso comune! Speriamo non venga ribaltata nei gradi successivi...

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 17/07/2013 - 18:42

MMMMMM E CHI PAGA LE SPESE PROCESSUALI?

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Mer, 17/07/2013 - 18:44

Onore al Generale Mori di aver sopportato tutti questi anni d'infamia basati sulle chiacchiere di un costruttore e modificatore di pizzini. Quanto coraggio ci vuole a vivere in questo Paese ammorbato da teoremi e pretori d'assalto. Chi ripagherà mai tutte le sofferenze.

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mer, 17/07/2013 - 18:48

Chi paga per questa perdita di tempo? Pantalone, naturalmente. In Italia troppa gente non è responsabile di quello che fa! Saluti

Ritratto di wilfredoc47

wilfredoc47

Mer, 17/07/2013 - 18:49

Chi paga per questa perdita di tempo? Pantalone, naturalmente. In Italia troppa gente non è responsabile di quello che fa! Saluti

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Mer, 17/07/2013 - 18:52

Illustre Generale, mia moglie ci siamo indignati ed abbiamo sofferto con Lei, per tutti questi anni. La preghiamo di farci un grosso favore: ora faccia pagare a quell'imbonitore chiamato Santoro, le sue luride denuncie partigiane. Non porga l'altra guancia, non perdoni!

killkoms

Mer, 17/07/2013 - 18:53

un altro processo con reati che esistevano solo in qualche fertile testa togata!

Roberto Casnati

Mer, 17/07/2013 - 18:57

Ennesima puttanata della magistratura! Sì li hanno assolti, ma dopo 8 (otto) anni! Intanto hanno rovinato la vita a due onestissimi carabinieri ed alle loro famiglie! Chi restituirà la serenità, i denari spesi, l'onorabilità a questi carabinieri? Quando verranno sottoposti a processo i magistrati incompetenti e colpevoli che hanno perpretato questo gravissimo delitto? Perché i magistrati in questione non vengono cacciati con infamia? Quando finalmente si riformerà la "giustizia" komunista di questo paese? Come mai Napolitano, capo della magistratura, tace?

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 17/07/2013 - 19:17

Un'altra CANTONATA per i sinistri.HAHAHA Saludos SANDÌAS

apostata

Mer, 17/07/2013 - 19:24

Stupisce sempre! Lì dove ogni persona di buon senso arriva con un semplice esame dei fatti, con piccoli ragionamenti, come avvenne per tortora, la verità giudiziaria si perde sovente per vie tortuose, costruisce teoremi, dà credito a testimoni squalificati, impiega moltitudini di persone distogliendole da vere priorità, consuma margini di libertà in intercettazioni che spesso finiscono nelle redazioni di giornali impegnati nella costruzione di mostri da perseguitare e da sbattere in prima pagina, spende somme astronomiche.

unosolo

Mer, 17/07/2013 - 19:26

quando si riesce ad avere ragione e l'altra parte ha di fatto errato nelle presunte accuse allora non si cede si persevera a spendere i soldi , soldi dei cittadini , questo vuol dire dare credito alle parole senza alcun riscontro certo , quanti anni in stato oppressivo ha passato il generale ? e ancora si vuole proseguire .Che pena quando accadono queste cose , ora chi risarcisce il Generale ?

giottin

Mer, 17/07/2013 - 19:28

Codesti di matteo, del bene e tartaglia, gentaglia che dovrebbe fare il manovale nei porti anziché rubare gli stipendi milionari agli italiani, dovrebbero vergognarsi di esitere sulla faccia della terra. Eppure per far valere i loro teoremi sono pronti a tutto tanto paghiamo sempre noi. Siate stramaledetti voi e chi vi ha cagato!

Gioortu

Mer, 17/07/2013 - 19:30

per tutto il fango e la gogna mediatica cui sono stati sottoposti i due ufficiali dell'Arma chi paga?

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Mer, 17/07/2013 - 19:30

***Tra cani non si mozzicano! Abbaiano e basta, sperperando però le risorse del popolino bue e fottuto che per mantenerli piegano la schiena sudando il misero salario facendosi sottomettere da sempre dai kommunistoidi e sindacati "Kompagni di merende", Bananas alla vendola, siete! Giù dalle brande, uscite dal profondo torpore nel quale siete sprofondati!*

Gioortu

Mer, 17/07/2013 - 19:30

per tutto il fango e la gogna mediatica cui sono stati sottoposti i due ufficiali dell'Arma chi paga?

Gioortu

Mer, 17/07/2013 - 19:30

per tutto il fango e la gogna mediatica cui sono stati sottoposti i due ufficiali dell'Arma chi paga?

lamwolf

Mer, 17/07/2013 - 19:40

Uomini che hanno sacrificato la propria vita per combattere criminalità e mafia che sono martirizzati da magistrati che sposano teoremi fantascientifici. Inoltre il generale era già stato assolto per la vicenda Riina. Che l'investigatore professionale e troppo bravo deve soccombere perché la mafia deve continuare il suo corso? Mi ricordo il sacrificio del Gen. Dalla Chiesa....

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 17/07/2013 - 20:11

evviva il generale!! semper fidelis! bastardi mafiosi comunisti! per una puttanata di intercettazioni e stampa fantastiosa, avete sputtanato il generale per 20 anni, come è successo a berlusconi!!!

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Mer, 17/07/2013 - 20:12

e nessun comunista mafioso fino ad ora ha il coraggio di commentare sguaiatamente... :-)

laura bianchi

Mer, 17/07/2013 - 20:25

Una papera, una cantonata??? ma chi ridarà a costui; la serenità perduta...per accuse scellerate, a cui i pm un giorni si e l'altro pure, commettono impunemente!!!!

@ollel63

Mer, 17/07/2013 - 20:35

ci son pm arzigogola?i che non si arrendono! E che dovrebbero mai fare gli arzigogolai

gibuizza

Mer, 17/07/2013 - 20:37

Sono passati 8 anni per finire con la più logica e più ovvia conclusione. Ma che ci stanno a fare i magistrati se non riescono in 8 anni a capire una verità così semplice? A chi ha giovato tutto questo (oltre a dimostrare l'enorme lavoro a cui sono soggetti i poveri giudici pagati con il minimo sindacale)?

rossini

Mer, 17/07/2013 - 20:38

Che figura di merda ha fatto il PM dei Due Mondi! Andate tutti a firmare i referendum dei Radicali sulla Giustizia Giusta!

st.it

Mer, 17/07/2013 - 20:39

Bene, ma adesso chi paga? giudici, pubblici ministeri super stipendiati per processare un non colpevole? e per sua fortuna, non è proprio un pinco pallino qualunque, immaginiamoci se fosse stato un povero cristo!!!

@ollel63

Mer, 17/07/2013 - 20:39

tanto i pm arzigogolai non pagano mai. Hanno tempo, e denari del popolo italiano, da spendere, mica i loro. Povera Italia derelitta e malmenata da Parrucconi Miserabili.

gibuizza

Mer, 17/07/2013 - 20:42

Mi scuso, ho detto 8 anni e mi sembravano già tantissimi, in realtà sono 18 anni che significa metà vita lavorativa. Pensate, operai del ca@@o che lavorate 40 anni per 1.200 euro al mese, questi magistrati, con due (diconsi 2) processi come questo, passano tutta una vita lavorativa da 2.000 euro al mese al primo anno ai 13.000 al mese all'ultimo anno (media 7.500 euro al mese). Vi ricordate ancora della "dittatura del proletariato"?

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Mer, 17/07/2013 - 20:45

E quale giudice restituisce a sue spese il danno economico e morale fatto a questi due galantuomini?

Michele Calò

Mer, 17/07/2013 - 20:46

Ma com'è che la maggior parte di questi PM d'assalto, tanto, tantissimo assistiti da pelosissimi pentiti adusi a "mascariare" investigatori d'eccellenza e politici anticomunisti, sono poi non creduti da giudici meno d'assalto di loro? Come mai a Palermo ed a Milano passando per Napoli certi PM sono così accaniti nei confronti di chi non è allineato ai loro disegni giacobini, rivoluzionari ed eversivi? Come mai a Torino, dove regna Caselli, il PM Maddalena si è inventato una indagine per razzismo nei confronti di Calderoli quando non si è mai mosso per i turpi e vigliacchi insulti a Berlusconi, a Brunetta, a Mara Carfagna, alla Santanchè e via dicendo di tutti coloro che si oppongono al regime parassitario parasovietico che ci opprime da 60anni? E come mai se ne occupa Torino quando la giurisdizione non è nemmeno sua? A quando un po' di vera giustizia in questo paesucolo cialtrone dove un intero ordine corporativo come la magistratura è immune dalle conseguenze che colpiscono i poveri mortali? E che dire dei vari Penati e comunistelli dalle grandi mani "riceventi" che non hanno mai la fortuna di un processo velocissimo "alla Silvio", per i quali prescrizioni, archiviazioni e distrazioni varie sono sempre operativi! O vogliamo parlare del MPS, dell'autoporto di Manfredonia, degli appalti del maritino di una cha fa la spesa ad Ikea con la scorta, di un Vendola a tavola con lo stesso magistrato che lo deve giudicare ma che è pure amico della sorellina, di TELECOM Serbia, di De Benedetti e la SME, di Prodi e Moro, di Prodi e NOMISMA ed i suoi rapporti con FFSS e con Goldman&Sachs. Vogliamo parlare di quel buffone infame di De Magistris e di quel poveraccio di magistrato, ingiustamente da lui infangato, che, caduto in grave depressione, si è suicidato a Basilea? Ma in questo paese in cui la merda prevale su ogni ragione, su ogni diritto, ancora continuiamo a fare vomitare cazzate dai sinistronzi da bar e non gli sputiamo in faccia? E, francamente, non so se mi fanno più schifo i parassiti che ci succhiano sangue e dignità o la massa di vili glandicefali che da anni subisce senza mai reagire come accadrebbe in un paese normale. Già......normale.

Ritratto di Goldglimmer

Goldglimmer

Mer, 17/07/2013 - 20:47

Solito titolo che non combacia con l'articolo: Crolla il teorema! Poi invece si legge che l'accusa di non aver arrestato Bernardo Provenzano nel '95 non è stata smentita ma semplicemente dichiarata non essere reato.......ragazzi, quì c'è ancora tanta puzza di mafia.

Luca Zenari

Mer, 17/07/2013 - 20:57

Ma voi del Giornale (Sallusti in primis), oltre ad essere falsi, non sapete usare le parole della nostra lingua?!?!?! "Crolla il teorema" e' come dire e' tutto falso! Poi sotto "Assolti perche' il fatto non costituisce reato". Ignoranti! Quanto accaduto e' TUTTO VERO ma non e' reato! Sallusti, hai la maestra di sostegno?

roberto zanella

Mer, 17/07/2013 - 20:57

E ADESSO IL GEN MORI MINISTRO DELLA GIUSTIZIA. Caro Silvio a lui,al Cap.Ultimo e a tutti quei graduati massacrati dalla Procura palermitana post Falcone e Borsellino,un posto al Senato o alla Camera.Non illudiamoci non è stato trovato un giudice berlinese a Palermo,forse sta uscendo allo scoperto dei giudici che vogliono fare i giudici solamente e non politica,allora sosteniamoli,ma gli altri maestri di Ingroia,quelli del PCI di Torino,prendiamoli e mandiamoli in pensione,che hanno rovinato la vita a dei servitori dello Stato.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 17/07/2013 - 21:00

Furbo come una volpe Ingroia se l'è squagliata perchè consapevole che i suoi amici e colleghi della Procura di Palermo, dove ha bighellonato sino a poco tempo fa, avrebbero fatto una figura di merda!

cicero08

Mer, 17/07/2013 - 21:01

Summus ius, summa iniura ma l'Italia è la culla del diritto...

mrwatson52

Mer, 17/07/2013 - 21:04

Non avevo dubbi che una serie di elucubrazioni fantasiose partorite non per amore ma per interesse ( dei cosiddetti collaboratori) ed incautamente elevate a rango di indizi o meglio di prove, sarebbero poi svanite come neve al sole. Il generale Mori , Obinu, ed altri titolari di posti di comando, mai e poi mai avrebbero potuto garantire a qualunque latitante di sfuggire all'arresto. Sarebbe stato per loro impossibile inibire a tutte le forze di polizia ogni eventuale attività parallela di indagine rivolta alla ricerca generica di latitanti. Aggiungo che in alcuni casi anzi in molti, è accaduto che pericolosi latitanti siano stati arrestati a costo zero ,casualmente e durante controlli di routine da poliziotti di scarsa esperienza ma di elevata voglia di lavorare.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Mer, 17/07/2013 - 21:05

Questo indecente processo aveva il solo scopo di salvaguardare l'enorme patrimonio ancora in possesso di Massimo Ciancimino da spartire, ovviamente, con coloro che hanno sempre voluto ritenere le sue stratosferiche fregnacce come oro a 24 Karati!! Alla banda di truffatori, però, è andata decisamente male.

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 17/07/2013 - 21:11

Benissimo! Finalmente un po' di giustizia. E adesso va assolto anche il col. Riccio, che è stato ingannato dall'informatore.

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 17/07/2013 - 21:13

E anche Berlusconi assolto in Cassazione!

Ritratto di drazen

drazen

Mer, 17/07/2013 - 21:14

Benissimo! Finalmente un po' di giustizia. E adesso va assolto anche il col. Riccio, che è stato ingannato dall'informatore.

benny.manocchia

Mer, 17/07/2013 - 21:23

Il processo di primogrado piu' di cinque anni fa,quasi 2 mila giorni. E nessuno che dice niente.Piu' di 2 mila giorni per stabilire una verita'? Peccato che non ci sia nessuno capace di spiegare perche' c'e' voluto tanto tempo... Un italiano in USA

thepaul

Mer, 17/07/2013 - 21:24

Questo articolo e i relativi commenti dimostrano alcune cose. 1) molti non sanno la differenza tra magistratura inquirente e magistratura giudicante. Il PM è un magistrato che, a fronte di una notizia di reato, indaga cercando le prove sia a favore che contro l'imputato, per poi proporre, ad un altro giudice, il GIP (il giudice delle indagini preliminari) l'incriminazione o l'assoluzione. Superato il vaglio del GIP, eventualmente si celebra il processo di primo grado e così via. 2) "il fatto non costituisce reato" significa che il fatto è stato commesso, ma non si possono ravvisare gli estremi di reato. E' ben diverso dall'assoluzione con formula piena ("non aver commesso il fatto" o "il fatto non sussiste"). Siamo un gradino sopra l'insufficienza di prove. 3) Che ci siano stati ritardi nell'arresto di certi latitanti o di certe perquisizioni purtroppo è un dato di fatto. Che questo non costituisca reato, è da valutarsi. 4) Le toghe rosse esistono solo nella mente di certe persone che vogliono autoconvincersi di questo. Nella realtà esistono solo magistrati, più o meno bravi, più o meno scansafatiche, più o meno "corretti", più o meno "corrotti". Sono uomini anche loro, con i pregi e i difetti dell'essere uomini. 5) Molti sono convinti che i PM siano uomini assetati di sangue, che sbattono in galera tutti e intercettano tutti. Al PM, diversamente da quanto molti ritengono, processare un imputato non interessa, per lui è solo una perdita di tempo. Se il PM volesse soltanto rubare lo stipendio, potrebbe farlo ad occhi chiusi chiedendo, al GIP, sempre e solo l'assoluzione dell'imputato. Ma così facendo qualcuno si lamenterebbe che poi lo stupratore è stato rilasciato o il pedofilo cammina a piede libero. La cosa triste di cui mi rendo conto è che l'italiano medio, e il medio elettore di cdx, non hanno una loro coscienza civica nè una capacità critica costruttiva, ma si accodano all'oca starnazzante di turno, tuonando oggi contro le toghe rosse (che non esistono), domani contro i sempreverdi immigrati, dopodomani contro i comunisti (specie ormai estinta). Eppure ci credono ancora...

Antimafioso

Mer, 17/07/2013 - 21:29

Per voi sono tutti innocenti, basta che portino un'uniforme o un colletto bianco. Riina per voi e' colpevole soltanto perche' non possiede ne' l'uno ne' l'altra, altrimenti avreste difeso pure lui. E' per persone come voi che viene colpita solo la "bassa mafia", mentre i "protettori" non solo rimangono liberi, ma si godono pure tutti gli onori.

hectorre

Mer, 17/07/2013 - 21:46

domani potranno tranquillamente inguaiare altri cittadini senza la preoccupazione di pagare per gli errori commessi.....bella giustizia!!! Piace solo ai soliti sinistrati......

libertà primo amore

Mer, 17/07/2013 - 21:48

x Geppa ### Non c'è stato di recente un magistrato superpartes candidato come capolista con un partito di chiara matrice politica? O forse è accaduto in un vicino paese? Meditiamo gente libera ... meditiamo!

Cosean

Mer, 17/07/2013 - 21:54

Quindi credete alla Giustizia! O credete solo a quello che volete voi? HaHaHa! Vi ricordo che per la giustizia Italaina Berlusconi è colpevole anche in appello!

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Mer, 17/07/2013 - 22:00

"cast49" hai detto bene!!quei pivellini insignificanti non lo capiscono che le SENTENZE SI ACCETTANO E BASTA!!sono i signori di sinistra i primi a dirlo che le sentenze si accettano!poi peró quando tocca a loro accettarle gli fa male la pancia anzi il sedere :-)

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Mer, 17/07/2013 - 22:04

Ma tanto i soldi per il periodo 1995/2013 ce li mettono gli italiani!!mica pagano loro!!??sono intoccabili e non rispondono di nulla,di nessun errore non ricordate??!!!peró deve essere bello accidenti star nei loro panni...è come se ad esempio uno va a lavoro,mentre lavora beve una birra,fuma,gioca a calcio,poi magari si dimentica di fare qualcosa di importante che danneggia l'azienda ed alla fine che succede?nulla!resta al suo posto!!per la miseria che bellezza!beati loro!!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mer, 17/07/2013 - 22:32

...Errare è umano, ma perseverare è diabolico. Mi auguro che coloro i quali hanno già sbagliato una volta, rinsaviscano, per non perseverare nell'errore. Auguri a coloro che sono stati assolti da accuse così infamanti.

Cosean

Mer, 17/07/2013 - 22:35

@ ilvillacastellano HaHaHa! Ma come fai sapere in anticipo se sprechiamo denaro? Sei per caso in contatto con DIO?

Cosean

Mer, 17/07/2013 - 22:43

@ Dr.Dux 87 Ma se non ci mettono i soldi non lo potrai mai sapere! Oppure lo puoi sapere solo se ci mettono i soldi! Sei un Bambino?

SteveCanelli

Mer, 17/07/2013 - 23:08

Basta parole inutili, tutti a firmare il referendum di Pannella sulla responsabilità dei magistrati! http://www.referendumgiustiziagiusta.it/ E poi andremo a ridere quando presenteremo il conto a questi "geni" in malafede!

killkoms

Mer, 17/07/2013 - 23:09

@goldglimmer,aspettavamo una presa di posizione intelligente! grazie di esistere!

nalegior63

Mer, 17/07/2013 - 23:23

nn esiste la magistatura rossa? THEPAUL ma cosa dici studia la storia e vedi chi si servi di essa STALIN e chi in ITALIA NEL DOPOGUERRA nomino personalmente i magistrati prettamante komunisti dando loro uno statuto che gli permetteva di tramandarsi il posto di lavoro solo fra apparteneti all apparato P.C.I. il tuo amico.IL PADRE DEI PARASSITI, GIUDA TOGLIATTI

vince50_19

Mer, 17/07/2013 - 23:25

Ciò che più impressiona è che l'assoluzione è, per l'appunto, motivata secondo l'art. 530 c.p. comma 2. Una bastonata mica da poco.. Questo però è il primo atto: appuntamento al secondo e, se venisse confermato lo stesso verdetto, al terzo e ultimo, quello della cassazione.. Certo che stasera c'è un barbudo a caso che rosicherà di brutto!!!

Accademico

Gio, 18/07/2013 - 00:39

Per grazia di Dio, il generale Mori è su questa terra, lo sarà per molto ancora, e non ha fatto la fine di Enzo Tortora. M

Accademico

Gio, 18/07/2013 - 00:40

Ma com'è stato possibile credere a un ciancimino ?

Baloo

Gio, 18/07/2013 - 04:56

La magistratura non può farsi pilotare dai pentiti di mafia. E questa sarebbe l'autonomia della quale sono tanto gelosi? Pendere dalle labbra di gente in odore di mafia? La legge sul pentitismo va abrogata. Le prove vengano acquisite "aliunde". E la facciano finita !

Ritratto di thunder

thunder

Gio, 18/07/2013 - 05:03

che sia durato 18 anni e' da paese pakistano,per il resto bisognerebbe vedere tutta la documentazione delle indagini, per poi esprimere una opinione.

syntronik

Gio, 18/07/2013 - 06:59

Istituzioni comtro istituzioni, e tutto perché un mafioso ha "detto" Personaggi delle istituzioni come questi due genrali, rischiando la propria vita, giorno per giorno, un pm in cerca di una verità che non é condivisa dai giudici, é una cosa normale, cinque anni buttati in spese e perdite di tempo, mentre stupratori ed assassini ubriachi, ammazzano lungo le strade, gia in libertà dopo un giorno, questa si che è democrazia.

mnemone44

Gio, 18/07/2013 - 07:15

Colpirne uno per educarne molti....L'Arma è rimasta uno dei pochi punti di riferimento in questo caos istituzionale che sta travolgendo il Paese da tempo,e il suo controllo fa gola. Se questi due servitori di uno Stato ormai alla deriva avessero avuto in tasca la tessera giusta non avrebbero subito questa ignobile umiliazione.Forse allora questi attacchi reiterati sono un invito al tesseramento .

Ritratto di Carlo_Rovelli

Carlo_Rovelli

Gio, 18/07/2013 - 07:56

I teoremi hanno sempre eccezioni, corollari e applicazioni!

Triatec

Gio, 18/07/2013 - 08:15

thepaul # Bel pistolotto. Le toghe rosse non esistono? La Magistratura non è politicizzata? La corrente all'interno dell'ANM, Magistratura Democratica non tende all'orientamento di sinistra? Ingroia non ha fondato un partito di chiara matrice politica? Suvvia... sia bravo!!

ciannosecco

Gio, 18/07/2013 - 08:55

"thepaul"Glielo dico con tutta la simpatia e cortesia possibile,lei è rimandato in Diritto Penale a Settembre....del 2020.Saluti.

cavallotti

Gio, 18/07/2013 - 09:25

Andiamoci un po tutti piu' cauti.Fra non molto il Generale dovra'dare spiegazione sulla pazzesca versione data sulla mancata perquisizione a casa di Riina.