Crollo a Pompei: si sbriciola il muro di una bottega

Ennesimo crollo, ieri, negli Scavi di Pompei

Ennesimo crollo, ieri, negli Scavi di Pompei. Si è sbriciolato il muro di una bottega di via Stabiana; poi è venuto già una parte di intonaco della Casa della Fontana piccola, all'ingresso della stessa. Il crollo del muro della bottega è stato segnalato dalla Sovrintendenza Speciale dei Beni archeologici di Napoli e Pompei. Secondo quanto rende noto la Soprintendenza, i lavori di ripristino partiranno con urgenza a metà dicembre; lavori di messa in sicurezza che riguarderanno tutte le murature della Regio VII del sito archeologico. Gli interventi inizieranno proprio con il ripristino della parte superiore del muro della bottega. Nelle settimane successive inizieranno i lavori di messa in sicurezza delle Regiones VI e VIII, le cui gare sono in via di conclusione. I progetti di restauro messi in campo e di imminente attuazione consentiranno di superare il fenomeno del degrado delle murature, spesso realizzate, come in questo caso, con pietrame minuto e malta molto povera. Nel frattempo, a seguito della decisioni prese con il decreto «Valore cultura», il ministero fa sapere che nominerà nei prossimi giorni la squadra guidata da un direttore generale del Grande Progetto Pompei, per realizzare tutti gli interventi di messa in sicurezza, restauro e valorizzazione necessari per il rilancio del sito archeologico. Per il rappresentante della Cisl degli Scavi, Antonio Pepe, gli ulteriori crolli avvenuti ieri negli Scavi di Pompei sono «un segnale che la Sovrintendenza si deve dare da fare, perch‚ la manutenzione ordinaria è stata trascurata da troppi anni e i crolli ne sono la conseguenza. Non è nemmeno giustificabile il fatto che negli scavi di Pompei al momento siano disponibili solo tre operai».

Commenti
Ritratto di gianniverde

gianniverde

Lun, 02/12/2013 - 08:48

Si ma ora che non c'è più Bondi non sarà un problema ,perché quando successe allora sembrava un disastro universale.

Gianca59

Lun, 02/12/2013 - 08:58

Cosa aspettiamo a vendere Pompei a chi ne avrebbe più cura ? C'era la Finlandia che voleva il Partenone: proponiamogli Pompei ….

Ritratto di marystip

marystip

Lun, 02/12/2013 - 09:27

Bondi, a suo tempo, per un muretto caduto dovette dimettersi, oggi, invece,.....niente? Tutto a posto? La magistratura non indaga? La sovrintendenza dov'è in Papuasia?

gneo58

Lun, 02/12/2013 - 09:43

sono sparite dalla faccia della terra fior fiore di civilta' e con esse tutto cio' che le circondava, vediamo solo i resti delle ultime, e spariranno anche questi. Rassegnatevi !

livoletta

Lun, 02/12/2013 - 09:43

sicuramente è colpa di Bondi,come per l'albero che ha ucciso il motociclista a roma ,la colpa non può che essere di alemanno...berlusconi poi,non se ne parli,l'alluvione in sardegna è tutta farina del suo sacco...

rossono

Lun, 02/12/2013 - 09:45

Bondiiiiiiiiiiiiii DIMETTITI... Sinistri buffoni e pagliacci..

Ritratto di alejob

alejob

Lun, 02/12/2013 - 09:46

Gianca59, io proporrei alla Finlandia, che si prenda non solo pompei, ma tutto il SUD, ma sono sicuro di ricevere la sacrosanta risposta: "NO!, GRAZIE PER L'OFFERTA".

bluprince

Lun, 02/12/2013 - 09:54

appunto... chi è il ministro dei beni culturali??? è ancora in carica?, NATURALMENTE!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di lettore57

lettore57

Lun, 02/12/2013 - 10:02

Quando si dice (io lo dico) che i comunisti sono delle cacche senza vergogna.... questo è uno dei tanti esempi. Sinistrati mononeuroni tanto bravi a lasciare commenti dove siete? battete un colpo? Bondi era innocente? Forse si visto che ultimamente volete ricostruirvi una verginità dopo anni di menzogne. Ma andate tutti quanti a c......re

Silvano Tognacci

Lun, 02/12/2013 - 10:13

Bray chi ???????????????

alfa553

Lun, 02/12/2013 - 10:24

Ed ora le dimissioni del ministro..... o no?

gyxo

Lun, 02/12/2013 - 18:40

Da quando c'è alla tutela del territorio e del mare il ministro spocchioso Andrea Orlando, fra Pompei ed a Ercolano in tutto ci sono stati almeno n°4 crolli importanti dal punto di vista artistico e la degenere orda barbarica di sinistra se n'è altamente infischiata come pure la lurida stampa di sinistra.Quando invece ci fu un crollo insignificante a Pompei di un muro di cinta senza alcun valore sia la suddetta lurida stampa di sinistra che moltissimi squallidi personaggi ,guarda caso sempre di sinistra,tra cui spiccava, per truce cattiveria l'attricciucola STEFANIA SANDRELLI,hanno chiesto, con la bava alla bocca, le dimissioni del ministro Bondi.Questa gentaglia di sinistra dovrebbe essere stipata su navi da crociera e spedita in Corea del Nord anche se c'è il rischio che i coreani ce li rispediscano indietro perchè troppo cattivi.Tentiamo ...non si sa mai.Bonjour Tristesse.