Il Csm indaga la toga anti Cav E ora Esposito rischia il posto

A vuoto i tentativi della sinistra di archiviare: il giudice potrebbe essere trasferito per le rivelazioni sulla sentenza Mediaset. Prima è attesa la condanna disciplinare

Da sinistra, al Csm hanno cercato di salvarlo in ogni modo e archiviare tutto. Ma alla fine, Antonio Esposito è finito sotto inchiesta per l'ormai famosa intervista al Mattino in cui il presidente della sezione feriale della Cassazione rivelava perché è stata confermata la condanna di Silvio Berlusconi per frode fiscale, prima che fosse depositata la motivazione della sentenza. Il giudice rischia un trasferimento d'ufficio, se prima non arriverà una condanna disciplinare.

Palazzo de' Marescialli ancora non ha ripreso la sua attività, ma alle 16 di ieri la seduta era affollata. Oltre ai 6 membri della commissione una decina di altri consiglieri ha voluto partecipare alla riunione, convocata d'urgenza dal presidente Annibale Marini (ex-numero uno della Consulta).

I toni sono stati a tratti molto duri. Ed è emersa una perfetta spaccatura in commissione, che poteva portare appunto all'archiviazione: 3 a 3. Da una parte, i togati di Magistratura democratica e Movimento per la giustizia Francesco Vigorito e Paolo Carfì con il laico Pd Glauco Giostra e, dall'altro, i togati di Unicost Mariano Sciacca (relatore) e Magistratura indipendente Antonello Racanelli con il laico Pdl Marini.

I primi sostenevano che non c'era materia per aprire l'istruttoria contro Esposito, sul quale pende già la spada di Damocle di un'azione disciplinare ancora in fase preliminare e premevano per l'archiviazione. Ma gli altri, in una discussione di quasi 3 ore, l'hanno spuntata con un compromesso, anche per salvare almeno l'immagine del Csm. Si aprirà l'istruttoria e si acquisirà la relazione fatta all'indomani dell'intervista dal primo presidente della Cassazione, Giorgio Santacroce. Si chiederà a che punto è la pre-istruttoria disciplinare della Procura generale della Suprema corte, perché se partirà il processo al Csm si dovrà sospendere il lavoro della prima commissione. Ma per ora non si è acquisito il testo integrale del colloquio registrato con il giornalista del Mattino (che ha anche rivelato di essere stato contattato da Esposito e non viceversa).

Può un giudice che rivela allegramente in un'intervista particolari della discussione in camera di consiglio su un'importante sentenza di cui ancora non è nota la motivazione, continuare a fare con tutti gli onori il presidente di sezione in Cassazione? Oppure merita il trasferimento in un altro ufficio perché incompatibile con le sue funzioni? Sono queste le domande su Esposito alle quali dovrà ora rispondere la commissione del Csm, sollecitata dai tre laici Pdl che hanno chiesto di aprire la pratica: Nicolò Zanon, Bartolomeo Romano e Filiberto Palumbo. Alla fine dell'istruttoria si valuterà se archiviare il caso o trasferire Esposito per incompatibilità.

I promotori della messa sotto accusa di Esposito si aspettavano delle resistenze, con la giustificazione che gli accertamenti già avviati in materia disciplinare avrebbero dovuto portare alla sospensione di quelli in prima commissione. Ma ieri a Palazzo de' Marescialli si è andato oltre, con Giostra, Carfì e Vigorito che non volevano neppure che si avviasse l'inchiesta sulla famosa intervista. La parola d'ordine a sinistra sembrava: salvare il soldato Esposito, nel passato attaccato da quelle stesse correnti, ma oggi funzionale a certe posizioni politiche. Tutto questo, dati i numeri al Csm, può preludere comunque a una futura archiviazione, magari «vestita» da una ramanzina sulla semplice «inopportunità» della chiacchierata con il giornalista del Mattino.

Il giudice Esposito, da parte sua, ha chiesto a Palazzo de' Marescialli di essere tutelato da quelli che ritiene attacchi diffamatori da parte soprattutto del Giornale, nelle sue inchieste su precedenti procedimenti del Csm contro di lui, finiti nel nulla, e comportamenti disinvolti densi di ombre. Questa eventuale pratica a tutela sarà trattata separatamente dal Csm.

Commenti

Howl

Ven, 06/09/2013 - 09:07

1. Vietti - è quello della Cirielli- non mi stupisco se voglia accontentare B. e compiere la vendetta 2. Signora Greco com'è che si è dimenticata di scrivere che c'è un procedimento A TUTELA di Esposito per le ripetute aggressioni da parte di alune testate giornalistiche ??

Ritratto di paola29yes

paola29yes

Ven, 06/09/2013 - 09:10

Abbiamo capito!!!! Tutto verrà archiviato.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/09/2013 - 09:15

ora si che il mondo è un posto migliore, vero bananas?

Ritratto di marino.birocco

marino.birocco

Ven, 06/09/2013 - 09:15

Ma che trasferimento del cavolo noi Bananas volevamo che si rifacesse il processo caso mai con dei giudici scelti tra i militanti del PDL.

Ritratto di michele lamacchia

michele lamacchia

Ven, 06/09/2013 - 09:18

Nemmeno le farse di Peppino De Filippo o di Nino Taranto.

scala A int. 7

Ven, 06/09/2013 - 09:22

Come ho gia' scritto ieri , questo tentativo mi ricorda un conoscente a cui puzzavano i piedi che pensava di attutire comprando scarpe griffate......la Puzza , puzza sempre

cast49

Ven, 06/09/2013 - 09:31

SENZA VEROGNA.

pgbassan

Ven, 06/09/2013 - 09:34

Se si arriverà in fine ci sarà trasferimento? Dimissionato, altro che. Ma alla fine verrà tutto insabbiato con semplice ramanzina. E lo schifo continua.

Frix79

Ven, 06/09/2013 - 09:44

Lo vogliono trasferire... Ma perchè quanti anni ancora lavorerà?

ORLANDO MELIS

Ven, 06/09/2013 - 09:46

La domanda è: per una persona che oltre ad aver anticipato la condanna ad un giornale, ha giudicato con animo parziale, contravvenendo alla verità, cosa serve una punizione che si esplica con un trasferimento? Cioè è giusta la pena per quello che la sentenza ha prodotto?

guidode.zolt

Ven, 06/09/2013 - 09:47

Ormai sono senza vergogna, qui, se non tagliano loro gli artigli riportando la magistratura sui binari della legalità, molto distante dalle interpretazioni demenziali delle leggi, la vedo molto dura e, in autunno, avremo temperature canicolari...

bruna.amorosi

Ven, 06/09/2013 - 09:55

MARINO BIROCCO ma perchè trasferirlo ? basterebbe metterlo in una stanza con la BOCCASSINIe si trastullerebbero tra loro . tanto la signora è abituata ai trastullamenti d'ufficio ,e lui data l'età potrebbe giovargli .

GUGLIELMO.DONATONE

Ven, 06/09/2013 - 10:02

Ma quale trasferimento, ma quale incompatibilità! Dovrebbe essere buttato fuori dalla Magistratura, lui e i suoi quattro o cinque complici, compreso quel fagotto alla sua destra! Solo così la Magistratura potrebbe riacquistare un po' della dignità quasi completamente perduta.

wainer

Ven, 06/09/2013 - 10:08

Certo che se uno trova una merda di cane sul marciapiede, la rimuove e la sposta sul marciapiede di fronte... W.

Ritratto di bassfox

bassfox

Ven, 06/09/2013 - 10:19

sul sole c'è un bell'articolo su un nuovo guaio del pdl: Gotti tedeschi e lo Ior vi dicono qualcosa? ma anche lì sarà colpa ella magistratura...

Ritratto di Uchianghier

Uchianghier

Ven, 06/09/2013 - 10:20

Come la casta si salva il cu...ore. Non sarebbe giusto licenziarlo?

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 06/09/2013 - 10:30

ho solo scritto , che sarebbe ora di punire chi ha sbagliato.In pratica di tasca loro . la nostra cara casta.E adesso ricensura.

pajoe

Ven, 06/09/2013 - 10:36

Grazie a Pannella ci sarà presto un referendum per azzerare quanto questo;"Terzo Potere" si è arrogato negli ultimi decenni, approfittando della Costituzione vecchiotta e per alcuni versi lacunosa e di quanti hanno goduto del suo operato.Sta al Popolo cambiare il sistema, ed oggi lo strumento c'è.

honhil

Ven, 06/09/2013 - 10:47

Il Csm si è svegliato dal letargo, ma non si pensi che aprirà gli occhi del tutto. Difatti, “L'istruttoria ha come obiettivo la verifica di eventuali estremi per chiedere il trasferimento d'ufficio per incompatibilità del presidente del collegio della corte di Cassazione.” Come dire che il gioco delle tre carte è cominciato e finirà, come al solito, a tarallucci e vino. Perché l’istruttoria, dati i precedenti e l’immenso disamore che il giudice Esposito ha sempre dimostrato verso il suo avversario politico Berlusconi, dovrebbe riguardare soprattutto la sua buona fede: perché un giudice che parla in questo modo, al di là e al di qua del fatto che abbia o non abbia anticipato le motivazioni della sentenza, la deontologia non sa cosa sia . Insomma, queste cazzo di prove, in quale cassetto segreto della magistratura stanno nascoste? Perché non si condanna un uomo, anche ad avere l’assoluta certezza che abbia davvero commesso il reato per il quale si sta processando, senza presentare in tribunale la pistola fumante. E non bisogna studiare legge o vincere un concorso in magistratura, per averne contezza. I discorsi fumosi, le arrampicate sulle spirale dell’antipatia o, peggio, sulle evoluzioni dell’odio ideologico, il non poteva non sapere, il non può non essere che lui il “deus ex machina”, non avendo mai cessato di essere il capo despota delle sue aziende, il non si muove foglia lì che lui non voglia, e tutte le possibili variazioni sul tema, sono le vecchie arzigogolazioni su cui da vent’anni a questa parte certe toghe e certi politici e certa stampa della sponda opposta si arrampicano. Ma sono soltanto argomentazioni da Bar dello Sport, la giustizia è cosa diversa. Eppure, quando “La classifica internazionale sui tempi processuali contenuta nel rapporto Doing Business che la Banca Mondiale redige per fornire indicazioni alle imprese sui Paesi in cui è più vantaggioso investire”, inchioda “l’Italia al 156° posto su 181 Paesi nel Mondo in quanto a efficienza della giustizia”, la colpa è dell’arcoriano belzebù.

rotto

Ven, 06/09/2013 - 10:49

faccenda ridicola come ridicoli sono gli attori che la compongono: quel cretino del giudice e i "giornalisti" sul quale non commento per educazione. Voi bananas perchè non scendete in piazza a protestare? ma senza il sacchetto del picnic e senza i dieci euro, voglio proprio vedere quanti siete, forse mille AHAHAHAHAHA!

cameo44

Ven, 06/09/2013 - 10:54

Se il CSM ritiene opportuna richiamare e trasferire il Giudice Esposito si vede che riconosce in questo Magistrato un comportamento errato per tanto vi sono tutti i presupposti per annullare la sentenza anche se emessa dalla Cassazione non basta punire il Magistrato per rimediare all'errore commesso il cittadino va tutelato e quando emergono dei com portamenti da parte dei Magistrati a lui avversi la sentenza è da an nullare e rifare il processo in altra sede

Il Conte di Mon...

Ven, 06/09/2013 - 11:03

Gentile redazione, avete dimenticato di informarci sulle motivazioni della sentenza della corte d'appello di Palermo che ha condannato il senatore Dell'Utri per associazione mafiosa. La sentenza dice che ci fu un patto tra la mafia e Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri ne è stato il mediatore contrattuale. E in tale contesto, tra il 1974 e il 1992, non si è mai sottratto al ruolo di intermediario tra gli interessi dei protagonisti e ha mantenuto sempre vivi i rapporti con i mafiosi di riferimento. Questa come la spiegate?

unosolo

Ven, 06/09/2013 - 11:09

in un mondo civile dove la legge è legge prima di giudicare l'Esposito si doveva indagare su come si è arrivati in quella strana sentenza , anomalie e trascuratezze, esclusione di testi a favore , teorie e teoremi portati dai primi e senza neanche pensarci la sentenza anticipata , il sospetto viene da solo si sono accordati prima che l'incartamento arrivasse all'Esposito tra Milano e questi , il piano del ritorno per vizio dei cinque anni invece di tre , strana trascuratezza da chi vive con e per la tutela della legge. Sappiamo come andrà l'Esposito verrà solo ripreso , non verrà trasferito , non pagherà pena egli dai fatti ha agito bene non ha condannato ma ha spedito a Milano per condannare ai tre anni quindi non ha giudicato nulla si è prestato ad una manovra , ma queste avvengono continuamente in modo diverso ma avvengono ecco come scappano dalla galera i cattivoni , per cavilli e ritardi programmati.

Ritratto di bobirons

bobirons

Ven, 06/09/2013 - 11:10

ore 07.05 - Non credo succederà qualcosa, in base al principio per cui cane non morde cane. Ma se accadesse che il giudice è trovato colpevole, non dovrebbe allora decadere anche la sentenza sulla base di un vizio di pregiudizio ? Oppure siamo in dittatura per cui il potente vessa il più debole, come e quando vuole ? Ed il presidente del CSM, tale giorgio "aspirante zar" e' napule, non trova niente da dire ?

fcf

Ven, 06/09/2013 - 11:12

"La magistratura deve essere rispettata"! Cosa fa la magistratura per farsi rispettare ? Niente di niente, anzi fa di tutto per convincerci che la politica è riuscita ad inserirsi anche lì facendo imputridire l'ambiente.

BRAMBOREF

Ven, 06/09/2013 - 11:12

Merita solamente dei calci nel culo e con lui tutta la Magistratura di sinistra.

mifra77

Ven, 06/09/2013 - 11:19

Perché per un militare traditore in guerra c'è la corte marziale, mentre per un giudice traditore di giustizia, c'è solo un trasferimento? Perché il condannato che sa per certo di essere stato perseguito e perseguitato per motivi partitici deve mettersi in disparte?

Pazz84

Ven, 06/09/2013 - 11:21

Nell'articolo viene scritto "il giornalista del Mattino (che ha anche rivelato di essere stato contattato da Esposito e non viceversa)". Però non specificate che Esposito e il giornalista erano amici, e tra amici è abbastanza naturale che ci si chiami. Peccato che il "giornalista" (il virgolettato è d'obbligo) abbia sfruttato la cosa per ricamarci un bell'articolo. Cosa non si farebbe per uno scoop... @ORLANDO MELIS peccato che la condanna fosse già stata emessa quando ha rilasciato la fantomatica intervista.

Ritratto di alejob

alejob

Ven, 06/09/2013 - 11:35

Ai sig. Giudici ogni due,tre anni, si dovrebbe fare un TEST intellettivo, per vedere se le decisioni le SANNO SOLO LEGGERE O ANCHE CAPIRE. Un TEST semplice, alla portata di tutti è questo : TRENTA domande QUNDICI MINUTI per RISPONDERE, risposte sbagiate massimo DUE, per un quoziente MINIMO di NOVANTE percento. Vorrei vedere dopo quanti Giudici sarebbero ancora sulla loro poltrona.

maurizio50

Ven, 06/09/2013 - 11:38

I cosiddetti provvedimenti nei confronti dei giudici, adottati dal CSM, sono una buffonata. Il povero Esposito rischia il trasferimento! Sai che sanzione .Se gli andrà male, finirà a presiedere una sezione di Corte d'Appello, con stipendio inalterato e privilegi mantenuti. La giustizia in Italia è una porcata!!!

buri

Ven, 06/09/2013 - 11:43

E' presto per ritenere che il VSM prenderà provvedimenti contro Esposito, ma forse avremo la fortuna di constatare che esiste un giudice non solo a Betlino ma anche a Roma

LAMBRO

Ven, 06/09/2013 - 11:45

Chissà se è scritta in Italiano o in Borbonico?

scipione

Ven, 06/09/2013 - 11:45

Howl,la signora Greco non ha parlato di un PROCEDIMENTO A TUTELA DI ESPOSITO in quanto tale procedimento ancora NON ESISTE. Per ora c'e' stata solo una richiesta di Esposito.Quanto alle "aggressioni",lo dica al Mattino di Napoli e cerchi di ascoltare bene la REGISTRAZIONE dell'intervista a " don Antonio ".Quanto al resto spero lei abbia letto tutta l'inchiesta,documentata ,del Giornale,sui pregiudizi politico giudiziari di Esposito contro Berlusconi,declamati molto tempo prima del processo.Andiamo,Howl,si liberi dell'odio pregiudiziale,si informi,legga di piu',cosi' evita di fare brutte figure e di dire stronzate.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 06/09/2013 - 11:50

Prima un Tizio, un Caio e un Sempronio avrebbero scaricato su Berlusconi la loro colpa, responsabilizzandolo, poi quando l'Esposito si è accorto che i tre "informatori" non esistono proprio, ha girato la frittata... Esposito, ma va' a cagare, che ti scappa... E questo sarebbe un giudice?

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Ven, 06/09/2013 - 12:01

Dott. Greco il suo articolo è chiarissimo. Questo individuo non verrà mai condannato per le sue nefandezze non solo contro Silvio. IL GIORNALE ha fatto bene a pubblicare alcune verità che questo cosiddetto magistrato a fatto a scopo di lucro. Purtroppo questo caso verrà archiviato come se nulla fosse successo.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 06/09/2013 - 12:05

tanto il 145.000 euro annue dei contribuenti li prenderà lo stesso con buona pace del metalmeccanico comunista che si fa 8 ore in fabbrica per 1.200 euro he he

squalotigre

Ven, 06/09/2013 - 12:28

bassfox- non il mondo ma l'Italia sarebbe sicuramente migliore se i magistrati come Esposito pagassero per i loro errori come i comuni mortali e i comuni funzionari statali. L'Italia sarebbe sicuramente migliore se i giudici facessero il loro dovere nelle aule di giustizia e non nelle trasmissioni tv e nelle interviste sui quotidiani. L'Italia sarebbe migliore se la magistratura fosse davvero indipendente e le sentenze venissero emesse in base al diritto e non alle masturbazioni ideologiche dei suoi componenti; sarebbe migliore se la casta giudiziaria fosse composta da persone che padroneggiassero la nostra lingua e sapessero esprimersi in italiano e non in un dialetto misto italo-partenopeo, con sentenze motivate in un linguaggio simile a quello usato da Tognazzi nel film Amici Miei ( quello della supercazzola con bilanciamento a sinistra); sarebbe migliore se non ci fossero persone come lei del tutto prive di intelletto.

Libertà75

Ven, 06/09/2013 - 12:30

@pazz84, ci si chiama tra amici, ma se chiami un amico giornalista è per fargli fare un certo scoop. Semmai Esposito non si immaginava un virgolettato così lungo a suo carico, ma tutta una digressione prosaica scritta dall'amico. Ma in questo chi è colpevole? Sicuramente Esposito che non doveva affatto prodigarsi in simili chiacchiere.

Cosean

Ven, 06/09/2013 - 12:35

@ Dragon_Lord Come se il problema è lo stipendio! Qui si parla di Esposito perche ha sentenziato contro Berlusconi. SVEGLIA!!!

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 06/09/2013 - 12:48

E che sia trasferito. Basta che il pregiudicato S.B. vada in galera presto !

agosvac

Ven, 06/09/2013 - 12:58

Egregio howl, lei temo abbia la brutta abitudine di non leggere integralmente gli articoli criticandoli , direi , per definizione. Se infatti avesse letto TuTTO l'articolo avrebbe letto anche la chiusura che parla esplicitamente di tale pratica a tutela richiesta da esposito.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Ven, 06/09/2013 - 13:00

Chissà perchè sino agli anni '90 si diceva che la magistratura era di destra. Che metteva in galera i comunisti. Che faceva picchiare gli studenti sessantottini dalla polizia. Poi,miracolo,da quando il signor Silvio ha iniziato a delinquere la magistratura è improvvisamente diventata di sinistra. Non tutta (sarebbe difficile spiegarlo) solo quella che processa il berlusca.

Il giusto

Ven, 06/09/2013 - 13:01

ripeto perché ieri non pubblicato....chi è il silviota piu'boccalone(ieri avevo scritto stupido,ma la censura...)tra le decine che commentano sul giornale?Io voto mortimer e la bruna!Possono votare anche i diretti interessati.Che probabilmente si voteranno...

Giovanmario

Ven, 06/09/2013 - 13:08

rotto.. tu devi essere sicuramente un collega di vendola..

moshe

Ven, 06/09/2013 - 13:28

Cane non mangia cane.

Ritratto di marforio

marforio

Ven, 06/09/2013 - 13:55

xubidoc- Difatti tutto il movimento 68 ttino, piu potere operaio, piu stella rossa, piu brigate rosse, piu lotta continua piu ,pcup , piu , no non continuo perche non mi basterebbe lo spazio a me concessomi.Tutte le malefatte da questi assassini , farabutti e graffittari non erano sufficienti per mandarli un mese in gattabuia secondo il vangelo rosso applicato dai suoi giudici di destra. Con cio e cominciata la rovina dell Italia. Ma quale magistratura di destra.Si vede che lei e NATO da poco , o e rimasto semplicemente cio che era , un farlocco comunista.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 06/09/2013 - 14:26

se non ho capito male stanno tirando le orecchie alla toga perchè ha parlato e non perchè ha detto il falso. la verita' della sentenza non viene messa in discussione, quindi al di la del trasferimento che (forse) avverra', il pregiudicato berlsuconi è un ladro frodatore condannato.

Ritratto di ferdnando55

ferdnando55

Ven, 06/09/2013 - 14:30

@Il giusto, la bruna è fuori quota, irraggiungibile! pero' una menzione io la farei per gian porello, per quanto riesce ad essere seriamente convinto delle stupidate che scrive.

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Ven, 06/09/2013 - 14:37

#rotto,hai scelto molto bene il tuo nich name ,allora vedi di non rompere ulteriormente.Cordialità

DANZA

Ven, 06/09/2013 - 14:46

Non so se il Giudice Esposito sarà trasferito, ma temo che il procedimento a tutela , porterà benefici milionari allo stesso.

epesce098

Ven, 06/09/2013 - 14:48

"Se mi capita a tiro giuro che gli faccio un mazzo così". Speriamo ora che il mazzo a lui glielo faccia il CSM. Sarà difficile perchè il suo capo, re giorgio, non vede, non sente, non parla ma ad ogni piè sospinto sa solo dire "la caduta del governo sarebbe un rischio per l'Italia.

Ritratto di Ignazio.Picardi

Ignazio.Picardi

Ven, 06/09/2013 - 14:49

MANDATELO IN SIBERIA COME TRASFERIMENTO A RACCOGLIERE LE ROGATORIE DEGLI STESSI ex INTERNATI COMUNISTI ITALIANI DECEDUTI CHE CREDEVANO DI AVER TROVATO A SUO TEMPO LA LIBERTA' DECANTATA IN ITALIA DA TOGLIATTI. il quale.... se ne sbarazzava,

unosolo

Ven, 06/09/2013 - 14:56

e riecco il solito che mette ancora il sen,re " Dell'Utri , anche su quella ci si è impegnati ad infilarci il Berlusconi , torniamo dietro in quel periodo , i 68 ni , oggi insediati nei ranghi alti della casta se non in gran parte delle persone che giocano con il destino delle persone , in quel periodo facevano di tutto , lo ricordiamo bene , imprenditori che pagavano il pizzo ( cosi lo chiamano oggi ) per Berlusconi viene chiamato in altro modo " protezione ", questo fa capire come si trattano le persone in base al colore , inutile dire che anche quella sembra un film basato su fatti reali ma di altri tempi.

giovanni PERINCIOLO

Ven, 06/09/2013 - 15:12

HOWL. Se invece di limitarti a leggere il titolo dell'articolo provassi a leggerlo per intero vedresti che la signora Greco parla anche del procedimento a difesa chiesto da Esposito!

trinariciutaefiera

Ven, 06/09/2013 - 15:22

E chissenefrega se lo condannano?? in quel caso io farei una baruffa incredibile sostenendo che è stato accusato ingiustamente e senza prove da un giudice chiaramente legato al PDL..magari corrotto da Berlusconi..oppure solo voi potete giocare ai piccoli perseguitati? In secondo luogo..qualcuno si è preso la briga di seguire il processo mediaset passo per passo? di leggere le 2000 pagine di sentenze che DIMOSTRANO AL DI LA DI OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO LA COLPEVOLEZZA DI BERLUSCONI? Non credo proprio..quindi di cosa parlate quando dite che non c'erano prove?? Infine vi vorrei chiedere..se voi potete permettervi di dire che questa sentenza è sbagliata io, e tutti quelli che la pensano come me, possiamo far su casino dicendo che in realtà era colpevole anche quando è stato assolto, ma che la magistratura compiacente e corrotta ha sempre trovato il modo di dargli le attenuanti, la prescrizione ecc..come vedete denigrare la magistratura è pericoloso e può ritorcersi anche contro di voi, cari i miei garantisti (solo con i potenti, solo quando vi fa comodo). La verità è che l'Italia versa in condizioni pietose e noi ci stiamo facendo ricattare da un vecchio megalomane delinquente che pensa solo a salvare se stesso e che per farlo non esiterebbe un secondo a sacrificare tutti. E può farlo grazie a gente come voi che vive tra i fantasmi del passato e crede in congetture comuniste veramente ma veramente ridicole (almeno agli occhi di chi conosce la storia italiana)..ma svegliatevi per favore, e iniziate a pensare al bene dei vostri figli invece che al bene di Berlusconi!!!!

ferry1

Ven, 06/09/2013 - 15:26

howl ma quali aggressioni fuori a calci.Ma tanto cane non mangia cane

trinariciutaefiera

Ven, 06/09/2013 - 15:32

UNOSOLO forse ti sfugge che gli imprenditori che pagavano il pizzo non andavano a cena con le principali famiglie mafiose dell'epoca, nè partecipavano alle nozze delle figlie dei boss e tanto meno avevano uno stalliere (Mangano) appartenete ai clan. Questi elementi fanno pensare, a ragione veduta, che berlusconi pagasse per avere protezione e non per non farsi dar fuoco alle aziende. Anche perchè il suo "mi sono fatto da solo" sotto intende "con i soldi della mafia che adesso mi tiene per le palle" massì..ma voi continuate a pensare al pericolo comunista e alle toghe rosse, che quelle si che sono minacce serie..