DDL COSTITUZIONALE ORA A MONTECITORIORiforme, primo sì del Senato al Comitato dei 42

Via libera in prima lettura al Senato al ddl costituzionale del governo che disegna l'iter delle riforme, con la nascita del Comitato dei 42 che dovrà elaborare i progetti di riforma istituzionale. Il testo è stato approvato con 203 sì, 54 no (quelli di M5S e Sel) e quattro astenuti, tra i quali il senatore del Pdl Augusto Minzolini che è intervenuto per motivare la sua astensione. «Oggi pomeriggio al Senato primo sì alle riforme costituzionali. Un passo avanti per la necessaria riforma della politica. Rispettando i tempi», ha twittato il premier Enrico Letta; «C'è stata una risposta politica a una situazione che era difficile», gli ha fatto eco il ministro per le riforme in quota Pdl Gaetano Quagliariello. Ora il ddl passa in prima lettura alla Camera: a norma di legge la modifica costituzionale per entrare in vigore senza referendum ha bisogno della doppia approvazione dai due rami del Parlamento con un intervallo di tempo non inferiore a tre mesi e con maggioranza qualificata.