De Girolamo senza Twitter

Ormai Twitter ha soppiantato Porta a Porta e gli altri talk show politici ed è diventata (suo malgrado) la terza Camera dove esporre le proprie idee e dove si scatena il dibattito tra eletti ed elettori. Sulla piattaforma social network che ormai ha soppiantato Facebook, però, si corrono seri rischi. Ne sa qualcosa la deputata Pdl Nunzia De Girolamo, che ieri ha lanciato l'allarme: «Non è attribuibile alla mia persona qualsiasi post dovesse essere scritto, a mio nome, su Twitter. Sono diverse settimane infatti che non riesco ad accedere al mio profilo sul social network. Motivo per cui, sporgerò al più presto denuncia alla polizia postale». Tanto è vero che l'ultimo segnale di vita su Twitter della deputata Pdl è un simpatico retweet del 18 aprile: «Il Pd si ricompatta: #Bersani: voteremo tutti il candidato Bianca Scheda. Finalmente una donna al #Quirinale».