De Gregori sputa sul Pd ma non sui suoi soldi E suona alla festa dell'Unità

Nemmeno un mese fa il cantautore romano aveva divorziato dai Democratici. Ma a settembre si esibirà alla festa di Modena. Pencunia non olet...

Ma come? Non aveva scaricato la sinistra suonandole di santa ragione al Pd? Francesco De Gregori dopo aver sputato sul Partito Democratico non disdegna le feste dell'Unità (anche se, tra le varie rimbiancature di sepolcri, è stato spennellato anche lo storico nome delle feste). Pecunia non olet, si sa. Non è passato neppure un mese da quando il cantautore engagé per eccellenza, quello della Storia siamo noi e di Pablo, aveva rinnegato la sua fede politica con una disillusa intervista al Corriere della Sera. "Io ho sempre avuto nemici a sinistra, e non me ne sono mai occupato. Ho votato Pci quando era comunista anche Napolitano. Ma viene il momento in cui la realtà cambia le cose, bisogna distaccarsi da alcune vecchie certezze, lasciare la ciambella di salvataggio ed essere liberi di nuotare, non abbandonando per questo la tua terra d'origine. Non ce la faccio più a sentir recitare la solita solfa 'Dì qualcosa di sinistra'. Era la bellissima battuta di un vecchio film, non può diventare l'unica bandiera delle anime belle di oggi. Proviamo piuttosto a dire qualcosa di sensato, di importante, di nuovo. Magari scopriremo che è anche di sinistra". Questa la confessione consegnata dal compagno deluso al quotidiano di via Solferino. Un potente j'accuse contro l'immobilismo di un Pd fossilizzato nel ricordo del passato e senza una prospettiva per il futuro. Una presa di posizione radicale che il cantautore romano aveva anche verbalizzato sulla scheda elettorale votando il partito di Mario Monti alla Camera. Insomma, un divorzio vero e proprio, di quelli che finiscono su tutti i quotidiani. Perché la sinistra che rimane senza la sua storica voce è una notizia. Invece no. Alt. Retromarcia. Il Pd non è più afono. Perchè d'estate bisogna misurare tutta la penisola con i tour promozionali e vuoi vedere che non si faccia anche una tappa alla festa del Pd? Infatti l'11 settembre De Gregori sbarca nel cuore dell'Emilia rossa, a Modena, per esibirsi con la sua band alla festa dei Democratici. Va bene sputacchiare sul Pd e la sua sgangherata classe dirigente, ma guai a farlo sui suoi palchi. E pure sui soldi. 

Commenti

sale.nero

Sab, 17/08/2013 - 15:34

Come in ogni famiglia si litiga e poi si fa pace. Anche de Gregori vive di compromessi, aveva solo bisogno di stimolare chi lo stava dimenticando. Detto ... fatto. Il sangue non mente e quello è sangue rosso rosso rosso

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 17/08/2013 - 15:37

il comunismo è una lobby come gli omosessuali e i massoni, serve solo per far soldi e favori tra di loro mentre la massa viene distratta con qualche osso gettato ad arte quando serve, ma quanto siete ingenui credete che il mondo è quello che vedete e vi fanno credere :)

yulbrynner

Sab, 17/08/2013 - 16:29

x dragon lord.. i politici sono tutti pappa e ciccia culo e camicia cio' che fanno ca sinistra lo fanno a destra rubano a sinistra ebbene rubano anche a destra, poi ognuno e' libero di avere una sua ideologia e un suo pensiero ma difendere una pèarte politica rispetto all'altra e da veri FESSI. CAPITO MI HAI?

Ritratto di Ciccio Baciccio

Ciccio Baciccio

Sab, 17/08/2013 - 16:44

***Questi individui indecifrabili (!?), sono tutti quelli che si sperticano per i sinistri, serbatoio di quattrini per loro, non si sono mai visti alle urne. E te credo! La domenica son talmente sconvolti dalla "biancaneve" che sarebbe una pura follia andar a votare. Loro ci tengono alla dignità mondana, mica vanno in fabbrika a spaccarsi l'ano! Diversamente magari sì!

vince50

Sab, 17/08/2013 - 17:11

I comunisti(camuffati da democratici)per i soldi sputerebbero su tutto,sull'etica sulla morale e senza alcun ritegno sulla propria madre.Ciò che conta è che gli iscritti tesserati credano di essere in buone mani,e lo credono eccome.

killkoms

Sab, 17/08/2013 - 18:26

i companeros!i capitali in banca,ed"il capitale"(di marx)in bella mostra nella libreria di casa!

blackbird

Sab, 17/08/2013 - 19:29

Chi può affermare che il cantautore votò per Monti? Il voto è segreto! Può aver dichiarato, proposto, invitato, ma non c'è, nè ci sarà mai, alcuna prova che abbia votato per questo o per quello.

Azzurro Azzurro

Sab, 17/08/2013 - 20:35

mercenario

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 17/08/2013 - 21:09

Qual'è il metodo per eliminare un nemico? Uno è ...tentare di comprarlo.

igiulp

Sab, 17/08/2013 - 21:20

Signori, il cantante è un serio professionista e deve onorare gli impegni !

Giangi2

Sab, 17/08/2013 - 22:06

Ecco qua un bell'appalto per le feste dell'unità cosi si da un po di mangime pure a de gregori cosi potrà tornare sulla retta via. Cosi non si fa per non perdere un testimonial

mamex

Dom, 18/08/2013 - 00:25

Perfettamente allineato con il dogma comunista. Purtroppo anche per lui il tempo passa e le idee anche. Ma quando si tratta di picci (soldi) allora la musica cambia.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 18/08/2013 - 00:38

Bè, se aveva mollato il PD per votare Monti devo dire che De Gregori non ha fatto un gran servizio al nostro paese. E' il classico "DALLA PADELLA NELLA BRACE"

Ritratto di limick

limick

Dom, 18/08/2013 - 08:00

Se uno avesse un minimo di dignita' preferirebbe finire nel dimenticatoio piuttosto che farsi umiliare dalla politica. I combattenti cantautori di sinistra ha nno preso da Bertinotti da un pezzo, non riescono piu' a rinunciare al caviale...

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Dom, 18/08/2013 - 09:15

Il "corriere della sera" titola con una meschina battuta di Letta: "L´Europa non puó essere solo sacrifici". Commento censurato: Si prega di completare le frasi. "L´Europa non puó essere solo sacrifici per i Lavoratori e privilegi per lo stato burocratico totalitario, mafioso e parassita" ... Occorre fissare sempre coordinate di confronto perché ció che si afferma abbia senso... Si chiama relativitá, brutti ignoranti, delinquenti falsificatori della realtá, censori della Veritá, mafiosi parassiti.