De Magistris rischia il default: la Corte dei conti boccia il suo piano per il riequilibrio

Per l'organo amministrativo il progetto è incongruente. Il sindaco annuncia ricorso: "Vogliamo legge speciale come a Roma"

Il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris

Altro che "rivoluzione arancione". A tre anni dall'elezione, Luigi De Magistris rischia la débacle per dissesto finanziario. Dal 2011 a oggi il sindaco di Napoli non è infatti riuscito a rimettere in ordine i conti del Comune, che ora rischia il "default".

Nei giorni scorsi, infatti, la Corte dei Conti ha bocciato il piano di riequilibrio finanziario pluriennale messo a punto da "Giggino" per recuperare 1,4 miliardi di euro entro il 2022 perché "non congruente". Una bella mazzata per l'ex magistrato, che dopo la delusione ("una decisione che provoca amarezza e sconcerto", l'ha definita a caldo) ha annunciato ricorso.

Per le motivazioni dell'organismo amministrativo dello Stato bisogna aspettare venti giorni, ma De Magistris si prepara alla battaglia chiedendoi anche per Napoli una legge speciale come quella concessa a Roma: "Io non capisco perchè Napoli non possa avere, essendo la terza città di Italia, la medesima attenzione istituzionale", ha detto il sindaco chiedendo un tavolo permanente con i parlamentari campani e le forze politiche e sociali.

Commenti

Miraldo

Mer, 22/01/2014 - 13:00

Fatti dare i soldi dal tuo amichetto Vendola, anzi interpella Renzi lui è amico di molti industriali e a loro piace finanziare i sinistroidi.

giovauriem

Mer, 22/01/2014 - 13:27

AIUTO1111111111111111 c'è qualcuno che ci può liberare di questo personaggio

Ritratto di Jaspar44

Jaspar44

Mer, 22/01/2014 - 13:32

IL colmo dell'ingenuità è pensare che De Magistris possa fare un piano economico finanziario .... è proprio chiedergli troppo.

jakc67

Mer, 22/01/2014 - 13:45

Al ridocolo non c'è mai fine... meno male che i napoletani hanno le spalle larghe...

moshe

Mer, 22/01/2014 - 13:55

De Magistris rischia il default ..... ..... ..... si tratterà dell'ennesimo default meridionale che il nord dovrà sanare! SECESSIONE SUBITO!!!!!

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Mer, 22/01/2014 - 14:31

o guaglione ha fatto un cacatone!, cari compagni fate fare il sindaco ai chiacchieroni, ma l'amministrazione di un comune è cosa seria, ora ci manca solo che questo personaggio pensi di risolvere tutto mandando un avviso di garanzia alla cote dei conti tramite i suoi amici pm rossi, no di vergogna, rossi di comunismo camuffato

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 22/01/2014 - 14:46

Ma che default!Tutto rimarrà come prima,e come al solito,per coprire il "default", pagherà "pantalone nordista"!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mer, 22/01/2014 - 15:01

Altro pagliaccio da circo equestre. Visto che non sa fare i conti per rientrare dei debiti lasciati dai suoi predecessori democratici, perché si è candidato a sindaco? Doveva lasciare il posto a Lettieri, competente candidato del PDL, che sa calcolare i mutui e capitalizzare gli interessi, ma il suo ufficio elettorale -misteriosamente- andò in fumo.... come la democratica terra dei fuochi, ove, piuttosto che fare l'inceneritore come in tutti i paesi civili, preferisono farsi ammazzare. Della serie: "Vedi Napoli e poi muori".

partitaivan

Mer, 22/01/2014 - 15:01

Sono cazzi dei napoletani e di chi l'ha votato. Geni !!!

Beaufou

Mer, 22/01/2014 - 15:10

Pretendere che un Luigi De Magistris sappia qualcosa di amministrazione, con i collaboratori che si è scelto, e faccia un decente piano di riequilibrio finanziario pluriennale, è credere alle favole. A costui dovrebbero essere dati un sacchetto di sementi e una zappa, e lo si dovrebbe mandare a dissodare un'isola sperduta...Se sopravvive, meglio per lui; se no, molto meglio per tutti.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mer, 22/01/2014 - 15:18

...we wev we we weeeeeee..,..che triccheballacche CU GIGGINO SETTEMUNNEZZE !!!ha ha ha WE WE WE NAPOLETANIII MA CHE MINCHIA AVETE FATTO???? ma siete MASOCHISTI '???,,,eccheccazzz PROPRIO VUI??.....capisciammmè!!!

Giampaolo Ferrari

Mer, 22/01/2014 - 15:21

Giggino fatti pagare le tasse vedrai che il bilancio si aggiusta.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 22/01/2014 - 15:31

Robe da matti, sarebbe cosa buona giusta e onesta togliere la legge speciale a Roma e questo sindaco ne vorrebbe una uguale per Napoli. Siamo la nazione del "magna e bevi" sulle spalle degli altri, del nord naturalmente.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 22/01/2014 - 15:34

Per Gianfranco Robe ore 15.01 Condivido al 100%. Buona giornata.

antidoto

Mer, 22/01/2014 - 16:03

Ma che bravo, facciamogli una bella legge ad personam per salvargli i bilanci e soprattutto il culo... SECESSIONE SUBITO!!!

giseppe48

Mer, 22/01/2014 - 16:08

non capisce perche non può avere una legge come roma ,perche sei incompetente e fanullone

maubol@libero.it

Mer, 22/01/2014 - 16:19

siamo messi bene! se tutti i sindaci fossero così, meglio non averli...

enoch6

Mer, 22/01/2014 - 16:33

de magistris, un uomo, una certezza ...di fallire.

Sangiusto

Mer, 22/01/2014 - 16:37

ra capisco perché in giro lo chiamano " GIGGINO o BUSCIARD " ultimamente ha affermato: ORMAI IL GROSSO E' PASSATO attualmente L'EUROPA CI COPIA!!!!.... MA SU COSA?????......

aitanhouse

Mer, 22/01/2014 - 16:55

de magistris ha perfettamente ragione quando invoca un piano speciale. Indipendentemente dalla simpatia politica che può suscitare o meno, bisogna riconoscere che ha avuto un coraggio leonino ad assumere il ruolo di sindaco in una città devastata da venti anni di amministrazione cattocomunista ,vero fiore all'occhiello del susseguirsi di pci,pds,ds e pd, culminata poi nella vergogna mondiale della monnezza montata fino ai piani alti delle case.Quindi non facciano tante storie i poltronari romani e cerchino di reperire quei soldi di cui la città necessita ,tenendo sempre presente che lo stato in cui è stata ridotta napoli è principalmente derivato dagli amici o compagni di partito,colpevolmente mai gettati fuori dalla politica e dall'amministrazione cittadina.

Ritratto di illuso

illuso

Mer, 22/01/2014 - 18:07

Per aitanhouse: Egregio a me proprio non va giù che qualcuno non napoletano debba sobbarcarsi i debiti che le amministrazioni di Napoli hanno moltiplicato negli anni. Volgarmente dico...cavoli vostri. Buona serata.