Debiti Pa, via libera al decreto da 40 miliardi. Monti: "Indignato dalle critiche"

Pagamenti da lunedì. Rinviata la Tares. Ma la Cgia di Mestre denuncia: "Non bastano: debiti per 120-130 miliardi"

È arrivato, dopo una serie di rinvii necessari a trovare la copertura, il decreto sui debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese che dovrebbe, nelle intenzioni del governo, reimmettere un po' di liquidità nel sistema economico italiano e consentire al Paese di ripartire. Il Consiglio dei ministri ha approvato oggi la misura (leggi il comunicato).

Un decreto che vale 40 miliardi nei prossimi 12 mesi " a valere sul debito" e che ha sollevato non poche polemiche quando è circolata l'ipotesi che tra le fonti di copertura era previsto anche l'anticipo al 2013 dell'aumento dell'Irpef regionale. Ipotesi esclusa dai ministri che hanno preferito recuperare i fondi con l'emissione di nuovi titoli di Stato (ma verranno usate solo per le banche). Con la legge di Stabilità per il 2014 arriveranno poi altri fondi "sia in termini di cassa che per le emissioni".

Sembra, però, che 40 miliardi possano saldare solo in minima parte i debiti contratti dallo Stato in questi anni. Erano 80 miliardi alla fine del 2011 e la Banca d'Italia, nella sua relazione alle Camere, parla di un'importo complessivo di 91 miliardi. E secondo la Cgia di Mestre nel calcolo dell'Istituto non sono stati conteggiati i soldi che spettano alle piccole e medie imprese ("il 98% delle ditte italiane") che fanno alzare la somma a 120-130 miliardi di euro, perché Bankitalia avrebbe condotto la sua indagine solo sulle aziende con più di 20 addetti.

"È una situazione inaccettabile e che è stata a lungo accettata", ha detto Mario Monti spiegando che si è trattato di "un caso molto emblematico di come, mentre si facevano più stretti i vincoli di obbligo disciplina, le amministrazioni avevano invece risposto con forme che hanno scaricato gli oneri sul futuro e le imprese e i cittadini. È ora di voltare pagina". Il premier ha inoltre risposto alle accuse e ha difeso l'operato del suo governo. Il Professore ha infatti espresso "sorpresa e leggera indignazione" per le tante e severe critiche sui 3 giorni di ritardo nella presentazione del decreto "che provengono da quelle forze politiche che hanno provocato questo fenomeno". Sfogo che non è piaciuto al coordinatore dei dipartimenti Pdl, Daniele Capezzone, secondo cui le parole di Monti "lasciano il tempo che trovano: gli italiani hanno sotto gli occhi il fallimento della sua stagione di tassatore, e lo hanno già giudicato con il voto". Il decreto, tra l'altro, conferma "la linea negativa dei tecnici: anche quando vorrebbero fare cose positive (ad esempio, raccogliendo la nostra richiesta di procedere sulla strada della compensazione con le tasse), ci infilano dentro elementi assolutamente criticabili". Restano infatti i rischi di sforamento del tetto del 3% del deficit e di peggiorare la situazione economica dell'Italia, oltre a quello di lasciare un buco spaventoso nei conti in eredità al prossimo governo.

Il provvedimento, che secondo Corrado Passera risolve "definitivamente il problema", secondo Monti permetterebbe insieme alle altre misure varate dai tecnici di uscire già da maggio dalla procedura Ue per deficit eccessivo. Il nodo più complicato da sciogliere era quello di restituire soldi alle imprese senza sforare "il vincolo del 3% imposto dal Patto di stabilità e crescita", vincolo stabilito dall'Europa e che - assicurano i ministri - non verrà violato.

Il decreto prevede, tra le altre misure, anche la "compensazione tra debiti e crediti", come spiega il ministro allo Sviluppo economico: "Abbiamo allargato la tipologia di crediti che potranno essere compensati: non solo i debiti passati a ruolo". Ci saranno poi delle "emissioni ad hoc" alle banche che vantano un credito verso lo Stato acquisito dalle imprese. La certificazione e il censimento dei debiti verrà poi fatto "nell’ambito della prossima Finanziaria". "Le amministrazioni potranno cominciare a pagare i debiti subito dopo la pubblicazione del decreto, che immagino sarà lunedì", ha assicurato Vittorio Grilli, spiegando che entro il 30 aprile saranno resi noti "gli spazi finanziari" e entro il 15 maggio "la ripartizione delle risorse rispetto alle richieste". Entro fine maggio, poi, le amministrazioni pubbliche "dovranno comunicare ai propri fornitori il loro piano di pagamenti". Il piano seguirà delle priorità: "prima le imprese e dopo le banche, e prima i crediti più anziani. Si parte dala fatture più vecchie", ha precisato il ministro dell'Economia.

Rinviata, inoltre, l'introduzione della Tares che sarà applicata probabilmente solo per calcolare l'ultima rata: "Per il 2013 resta in piedi il meccanismo della Tarsu per le prime due rate", spiega Antonio Catricalà, "Si pagherà quanto pagato l’anno scorso e non ci saranno sorprese. Il bollettino sarà inviato dalle amministrazioni. Sull’ ultima rata ci potrà essere un conguaglio"

Commenti

unosolo

Sab, 06/04/2013 - 11:56

ma dai proprio non vogliono saldare i debiti , loro si tengono i rimborsi elettorali , quello che spetta ai parlamentari subito mentre per le imprese non esiste copertura ? strano ma è così . per loro pronto cassa per i debiti dopo. mancanza di rispetto per chi da PIL .

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Sab, 06/04/2013 - 11:59

"Cercano una copertura"...Cercano una coperta,per pagare i debiti con altri debiti,o con altre tasse,o con anticipati pagamenti.Trovare questi soldi,riducendo la spesa della PA,non se ne parla nemmeno.Del resto, come la mettiamo con le Banche amiche?Sono tutti interessi,che loro non verrebbero a guadagnare!Fate due conti:su 100 miliardi,sono per lo meno 6 miliardi all'anno che le Banche ci perderebbero!!!Mica scemi!

Angelo Mandara

Sab, 06/04/2013 - 12:01

UN MINUTO DI SILENZIO SIMBOLICO...? ...nei due rami del Parlamento, periodicamente (fino a quando continuerà questo tragico stillicidio) come "mea culpa" riparatorio, per ricordare, come campane a morto, il luttuoso fenomeno ed in commemorazione di quanti, grazie ad assenza, ritardi e sottovalutazioni (pensionistiche)...di leggi adeguate che non arrivavano...ha finito per accettare queste "auto-soppressioni" di persone, imprenditori e lavoratori lasciati soli, travolte dalla mancanza di una pur minima speranza di interventi che questo Paese (di antica civiltà),che ancora si fregia di appartenere al famoso G8 (?)..non può tollerare in alcun modo. Questa commemorazione (magari ricordando Hiroshima) varrebbe da monito a tutto quanto questa politica ha saputo produrre in questi ultimi decenni...un minuto di silenzio...a futura memoria. Saluti. Angelo Mandara

Ritratto di PaoloDeG

PaoloDeG

Sab, 06/04/2013 - 12:09

Debiti Pa tengono le imprese ed il paese intero prigioniero dentro una camicia di forza! Invece di raddoppiare l'Antimafia e l'Antiterrorismo necessari ad impedire che il danaro sparisce senza lasciare traccia! Bisogna ricostruire e risanare il paese intero per salvaguardare la salute del popolo ed attirare più turismo! Aumentando in questo modo di molto il PIL, le entrate nelle casse pubbliche e diminuendo di moltissimo la disoccupazione! Bisogna tutto fare per creare lavoro per tutti! Bisogna ricuperare le centinaia di miliardi guadagnati in Italia e portati all'estero! Bisogna diminuire il più possibile le importazioni fabbricando e producendo in Italia e di migliore qualità! Bisogna anche stoppare al 100% l'immigrazione, perché aumenta la povertà, le malattie, la criminalità, eccetera! L'Italia non é il paese della cuccagna! Se io fossi il Capo dello Stato, Pro Patria Semper!

GaeCig

Sab, 06/04/2013 - 12:14

Un qualunque cittadino, imprenditore, piccola o grande azienda, in queste circostanze porterebbe i 'libri' in tribunale. Ovviamente chi ritenuto responsabile del 'fallimento' sarebbe opportunamente giudicato e sanzionato. Lo 'STATO ITALIANO' invece no !!! I politici e i boiardi che in questi anni lo hanno fatto fallire vanno in pensione con vitalizi milionari invece di andare in galera. Vergogna, vi siete 'mangiati' l'Italia e tutti gli Italiani onesti e lavoratori (dall'operaio all'imprenditore). Lo stato italiano, controllato dai ceffi di cui sopra, si sta domostrando la più grande associazione a delinquere (altro che la mafia; ladro, bugiardo, assassino di tanta gente che, a causa sua, si toglie la vita.

luca 1972

Sab, 06/04/2013 - 12:17

Finalmente un' ottima cosa ma dovevano aspettare l'ennesimo suicidio per muoversi questi tecnici schifosi. Come finanziano pero'i rimborsi con altro debito? Inquitante, ma ben venga cosi'.

makeng

Sab, 06/04/2013 - 12:25

la verità è solo una e dolorosa: QUESTO PAESE SPENDE PIU' DI QUELLO CHE PRODUCE. LE aziende sono strozzate dalle tasse necessarie per mantenere in piedi un carrozzone di 3 milioni di assunti, non sono competitive, chiudono , e alla fine non ci sono i soldi per nessuno. Prima si "svalutava competitivamente" la lira; adesso non possiamo e i nodi vengono al pettine. Inutile che ci illudiamo del grullo o di qualche altro comico. NEssuno può regalarci nulla. Chi ha capitali li porta all'esterno e noi non possiamo farci nulla.

Valerio64

Sab, 06/04/2013 - 12:26

Da qualche anno sostengo che è in atto IL disegno di cancellare le PMI per spartire i loro ormai ex profitti/ordini.E pure questi 40mld gli hanno già spartiti a chi sanno loro Questo è omicidio doloso.Ma la pagheranno...

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 06/04/2013 - 12:28

non faranno nulla, se non torniamo alla Lira non c'è speranza per l'Italia si prolunga soltanto l'agonia del malato.

cicero08

Sab, 06/04/2013 - 12:29

Già almeno due anni e mezzo fa scrivevo su queste pagine di cominciare a renderne conto a mister TRE Monti ed al suo dante causa ed allora affezionato sodale s. e. il premier di allora. Già ma allora lo stato dell'economia italiana si misurava sulle presenze nei ristoranti frequentati da mister B... Quanto poveretti eravamo allora e quanto lo siamo oggi???

Ritratto di Il corvo

Il corvo

Sab, 06/04/2013 - 12:49

A quando risalgono questi debiti, perché non si sono saldati prima? Possibile che tutte le cose mal fatte non abbiano mai un responsabile? Si indicano sempre le cose sbagliate, ma non chi le ha create.

moshe

Sab, 06/04/2013 - 13:30

Il tanto pubblicizzato "rimborso", è solo l'ennesima presa per il culo del fallito governo Monti. I debiti della PA vanno visti come un'altro gigantesco obolo che le industrie del nord hanno versato ad uno stato fallimentare, sudista e favorevole all'immigrazione clandestina.

igiulp

Sab, 06/04/2013 - 13:39

Prima si rimborsino le PMI e poi (se ne avanzano) i grandi carrozzoni. Basta buttare i soldi nel cesso.

rikkà

Sab, 06/04/2013 - 13:47

Ma che vada a....pagare!

Accademico

Sab, 06/04/2013 - 13:47

Professore, ieri ancora tre suicidi. Penultimi in ordine di arrivo. Ella non ne sa proprio niente?

angelomaria

Sab, 06/04/2013 - 13:52

luil'indignato roba da napoltitANO noi i veri indignaiti dalle sue ruberie e salvataggi banche che lo arrestino come avrebbero fatto se il nome fosse BERLUSCONI

paolozaff

Sab, 06/04/2013 - 13:54

Credo che il Prof. Monti abbia tutte le ragioni nel dire che è indignato. Sono 16 mesi o poco più che è al governo, con una molto strana maggioranza che rivedremo presto, e ci indignamo perchè solo oggi il suo governo pensa a pagare quello che sarebbe giusto pagare in tempi rapidissimi. Ma mi e vi chiedo: cosa ha fatto il governo Berlusconi dal 2008 al novembre 2011 su questa questione??Perchè ridusse le tasse di 320 milioni a Mondadori??Perchè fece il beauty contest per dare le frequenze gratis alle televisioni mentre quelle dei telefoni fruttarono 4 miliardi?? Perchè perse mesi e mesi per affrontare i lodi Alfano, legittimi impedimenti, e tutte le altre porcate di leggi fatte a suo uso e consumo?' Ed allora perchè non fece nulla per aiutare gli imprenditori che adesso non ce la fanno più?? E' solo colpa di Monti?? Cerchiamo di essere ragionevoli, Monti ha fatto quello che ha potuto in queste drammnatiche condizioni alle quali siamo stati portati da Berlusconi e soci nonchè dagli altri governi precedenti.

Ritratto di Roybean

Roybean

Sab, 06/04/2013 - 13:58

Sono più di quaranta (40) giorni che questo Governo è stato stra-sfiduciato dal corpo elettorale. Basta, questa non è "prorogatio" ma golpismo!!! Stanno continuando imperterriti a far danni e hanno il coraggio di dirsi"indignati", mentre famiglie intere si suicidano. Basta!!!

roliboni258

Sab, 06/04/2013 - 14:05

continua dire che la colpa e' di Berlusconi,allora poteva rifiutarsi di governare se la situazione era drammatica,invece la colpa e' tutta del bidello della bocconi

Ritratto di EMILIO1239

EMILIO1239

Sab, 06/04/2013 - 14:08

Monti si offende? Roba da pazzi. Con un debito di queste proporzioni, se la legge è uguale per tutti, dovrebbe intervenire Equitalia & C. e fare quello che fa con i poveri Cristi che per alcuni centesimi li spinge al suicidio. Ma la dignità è solo del misero popolo non di Monti.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 06/04/2013 - 14:12

Caro professore si indigni meno e agisca di più! Questo é il motivo per cui é stato gratificato di una ingiustificata nomina gratuita a senatore a vita e dell'incarico di primo ministro. Indignati eventualmente lo siamo tutti noi per come ha gestito e gestisce il caso dei due militari in India. Per criticare i predecessori e scaricare su di loro tutte le colpe bastano e crescono i politici e non c'é bisogno di tecnici pasticcioni!

brunicione

Sab, 06/04/2013 - 14:19

Niente da fare...Monti come Bersani, non riducono di un centesimo i costi della politica e i soldi ai politici. Poi vanno a messa o fanno le lacrime ai terremotati dell'Aquila

Ritratto di inserraglio

inserraglio

Sab, 06/04/2013 - 14:20

Ma quale sorpresa e indignazione. Questo signore come tutti quelli che l'hanno preceduto doveva tagliare gli enormi sprechi che ci sono nella politica e pubblica amministrazione (comuni,provincie, regioni,le municipalizzate, stato centrale, e molto altro ancora).Monti e i suoi ministri che erano un governo tecnico dovevano colpire questi sprechi e non gli imprenditori,i lavoratori, i pensionati,i piccoli risparmiatori tassati nei loro depositi.Per cortesia, lo chiedo gentilmente: andate fuori dai zebedei.

sisone

Sab, 06/04/2013 - 14:20

Ha pure il coraggio di inndignarsi: E' il peggior cialtrone della banda che frequentano le aule parlamentari.

unosolo

Sab, 06/04/2013 - 14:25

indignati siamo noi , non è stato fatto nulla di quello che serviva alla ripresa economica , in poche parole far crescere il PIL , anzi è stato fatto il contrario senza tagliare lo spreco politico e quello della PA ed ecco che vi siete adagiati al solito andazzo dei parlamentari veterani , gite in Europa e spese a iosa di spostamenti dei componenti del governo con le segreterie , quindi niente economia ma solo scialo dei nostri sudati soldi .Primo ricordatevi che le tasse servono per dare i servizi non per rendere ricchi i pochi del parlamento e amici .

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Sab, 06/04/2013 - 14:28

stia zitto monti! stia zitto! se non era per berlusconi, oggi non sarebbe neppure senatore! incoerente e ingordo! populista ed infame!

unosolo

Sab, 06/04/2013 - 14:32

scaricare colpe ad altri è un fenomeno , lo avrà fatto per tutta la vita , poverino ha distrutto un sistema che funzionava e chiudeva quasi sempre in parità nonostante i forti interessi del debito e tutte le sciagure capitate negli ultimi dieci anni , è falso e lo dimostra ad ogni intervento senza contraddittorio , esterna odio anche dopo aver distrutto un sistema produttivo. Ringrazia i suoi collaboratori , noi abbiamo mantenuto i tecnici e lui li ringrazia ? ci hanno messo in recessione oltre aver parcheggiato pensionati per anni in attesa di ricevere il giusto.

giottin

Sab, 06/04/2013 - 14:38

Sbloccati 40 miliardi, non è vero, non può essere vero, un'altra buffonata del brocco brocconiano. Ma quando se ne va costui?

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Sab, 06/04/2013 - 14:38

Un elemosina che comunque restituiremo, con gli interessi, l'anno prossimo.2014: Odissea nella spazzatura dell'economia politica.

Ritratto di pascariello

pascariello

Sab, 06/04/2013 - 14:40

"Chi si offende è fetente" mai come nel caso di stà faccia di m@rda ladrone che ci ha ammazzati di tasse per regalare miliardi di euro a Leman Brothers dove anno assunto suo figlio come dirigente, ad MPS dove i comunistacci hanno sputtanato miliardi ed alle banche che ricevono soldi all'1 % e invece di darli alle imprese per salvarle li rilanciano nelle speculazioni. Crepasse lui e tutta la sua infame banda di maledetti....

polonio210

Sab, 06/04/2013 - 14:41

I debiti vanno sempre onorati,questo mi è stato insegnato fin da piccolo.Se la P.A. non onora i suoi debiti verso le aziende fornitrici,queste cessino di consegnare i loro prodotti,si rivolgano,in massa,a società di riscossione debiti,intentino cause presso i tribunali civili per il pignoramento dei beni del debitore a pagamento delle forniture consegnate ma mai pagate,mettano in mora la P.A. italiana presso l'Unione Europea.Le associazioni di categoria cosa aspettano per supportare i loro associati con assistenza legale?Che muoiano per colpa di uno stato truffaldino?Se io non pago un mio fornitore vengo inseguito dai tribunali e dalle società di recupero crediti,perchè uno stato inadempiente ad un contratto stipulato non può esserlo?C'è una legge che prevede che la P.A. paghi entro 60 giorni:ma per la P.A. è forse carta straccia?

guidode.zolt

Sab, 06/04/2013 - 14:42

Hai ragione monti...non basta indignarsi, se fossi in te me ne andrei il più lontano possibile, sbattendo la porta...! ma fallo! dimostraci, per la prima volta nella tua carriera breve, disastrosa e sfigata, che sei dotato di zebedei...!

guidode.zolt

Sab, 06/04/2013 - 14:48

paolozaff...ate di stupidità a ruota libera...

sisone

Sab, 06/04/2013 - 15:01

Paolo zaff. La principale responsabilità è delle persone che la pensano come te. Siete voi a convincere i politici sulla libertà di agire perchè tanto il popolo è "bue". Sono sicuro che se si parlasse di vaccinazione contro il colera tu cercheresti di dimostrare che un po' di colera "fa bene".

vincenzo

Sab, 06/04/2013 - 15:10

E queste facce da scemi cos'hanno da sorridere ?

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Sab, 06/04/2013 - 15:10

Una bella foto dei trio "monnezza".

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Sab, 06/04/2013 - 15:15

Per favore fate un governo anche con la Bindi o la Minetti, ma mandate a casa questo personaggio prima che combini altri danni irreparabili!

Roberto Casnati

Sab, 06/04/2013 - 15:56

La cricca di banchieri e montiani è un'associazione a delinquere! Se un privato cittadino non riesce a pagare le tasse gli restano due via, impiccarsi oppure cercare di andare in galera dove, almeno, avrà un tetto sulla testa e cibo (caldo?) tutti i giorni, mentre questi farabutti che non saldano debiti pregressi addirittura ci governano e fanno pure gli offesi! Siete tutti delle facce di.....Monti!

robylella

Sab, 06/04/2013 - 15:57

sisone, per quel che riguarda paolozaff ti dò ragione! Purtroppo ce ne sono troppi di questi personaggi che sostengono una merdaccia fantozziana come monti.

Digei

Sab, 06/04/2013 - 16:10

Ma lo sapete cosa succede, se un'azienda, messa in ginocchio dallo Stato che non la paga, si rifiuta di fare ulteriori forniture? Denunciamo l'AD per interruzione di pubblico servizio! Questi bastardi. Si sono barricati entro una cerchia di leggi e leggine per spremere il lavoratore privato. E con i soldi delle tasse hanno, per anni ed anni, acquistato i voti che li hanno mantenuti al vertice del potere. C'è una sola via d'uscita......!

maxvinella

Sab, 06/04/2013 - 16:16

leggera indignazione? per me è una vergogna pensare che chi ha contribuito a creare il fenomeno abbia ancora la faccia tosta di presentarsi ai cittadini. E mi rifiuto di pensare che gli imprenditori che avevano dei crediti abbiano potuto votare per il PDL.

Digei

Sab, 06/04/2013 - 16:19

Allora, visto come vanno le cose, soldi per le pensioni INPS, a breve, non ce ne saranno più. Perchè? Perchè le aziende chiudono e, quindi, non pagano tasse per coprire le spese. Perchè il decreto salva Italia ha accorpato all'INPS anche l'INDAP per la quale i vari governi non hanno mai pagato contributi dei lavoratori del settore pubblico. Perchè nessuno ha fatto tagli strutturali e forti. Perchè i "professori" hanno studiato troppa economia e si sono spappolati il cervello. A proposito: mah..... e le BR?

Ritratto di bobirons

bobirons

Sab, 06/04/2013 - 16:31

Sembrano le tre scimmie, una non sente. una non vede, la terza non parla. Ma può anche essere che si scambino o assommino le specificità. Andrebbe esaudito il desiderio del prof capo, MANDATELI A CASA LORO !!!!!!!!

unosolo

Sab, 06/04/2013 - 16:34

non pagando i debiti ha falsato il bilancio dello stato ,oggi si offende per le critiche e come sempre la colpa è del precedente governo , si salva con una dichiarazione senza contraddittorio , che uomo , perde il filo del discorso e cerca la parola che lo ricolleghi al discorso ( discorso? ) lagna .

enricotartagni

Sab, 06/04/2013 - 16:36

Poverino!

ilbarzo

Sab, 06/04/2013 - 16:47

Il verme di Monti fa pure l'indignato.Cosa si aspettava, che il popolo fosse anche riconoscente nei suoi confronti, dopo tutto il male che ha fatto.Ha messo l'Italia in ginocchio,le famiglie alla fame,e quelle ancora piu' povere che non c'e' la fanno ad arrivare a meta' mese,poiche'tartassati dalla tasse , per lo sconforto,hanno preferito suicidarsi.Certo che non sara' mai Monti a fare un gesto del genere,poiche' oltre ad essere troppo vigliacco,non ha di questi problemi.A lui i denari non mancano e anche se ne avesse necessita, sa bene dove andarli a prendere.

ilbarzo

Sab, 06/04/2013 - 16:53

Bel quadretto.Se la ridono soddisfatti,complimentandosi tra loro.Oltre a Monti,pure Passera e Grilli,sono due emeriti inetti, nonche' pagliacci da strapazzo.Tre facce di merda tutte in una volta,non le avevo mai viste.

untergas

Sab, 06/04/2013 - 16:56

ma perché il governo guidato dal pdl non ha pagato i fornitori dal 2008 al 2011?

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 06/04/2013 - 17:04

"E' arrivato il momento di voltare pagina", ha detto Monti nella conferenza stampa finale. Quello dei debiti della PA è "un caso molto emblematico di come, mentre si facevano più stretti i vincoli di obbligo disciplina, le amministrazioni avevano invece risposto con forme che hanno scaricato gli oneri sul futuro e le imprese e i cittadini", ha aggiunto il premier, sottolineando polemicamente che coloro che oggi sono più critici sono gli stessi "che hanno creato il problema". "Esprimo una leggera indignazione - ha detto - per le critiche al governo che ha impiegato qualche giorno in più per il decreto. Sono stati severi con noi i partiti che negli ultimi 10 anni hanno causato questi problemi". Monti ha parlato anche di "comportamenti poco seri che in passato caratterizzavano la gestione della cosa pubblica".

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Sab, 06/04/2013 - 17:06

Chi vuole tornare alla lira perchè ha depositato i soldi in Svizzera è un gran bastardo!!!!!!

Gianca59

Sab, 06/04/2013 - 17:15

Gli concedo anche una settimana di tempo per capire da dove tirar fuori i soldi purchè non mi aumenti le tasse, soluzione che ha già in tasca pronta all' uso e che gli avrebbe fatto pubblicare il decreto in mezza giornata .....

ilbarzo

Sab, 06/04/2013 - 17:17

Monti,non ti e' bastato tassare il popolo a tuo piacimento,che fai pure l'indigato se viene parlato male della tua persona.Cosa ti aspettavi anche un fiasco d'olio?Se ne hai necessita',posso mandartelo,ho di quello buono,forse il migliore.Ti diro' di piu' non voglio nulla in cambio.Sono disposto a regalartelo,poiche' e' cosi che siete abituati.

Tarantasio.1111

Sab, 06/04/2013 - 17:46

avete notato che Monti , ora quando parla , magari per difendersi, non parla più come un robo cosa che gli piaceva fare un anno fa quando ci professava le sue giuste tasse?!!

EmanueleS

Sab, 06/04/2013 - 18:08

Ah, notare la mossa dello stronzo manipolatore... provvedimento solo per le imprese sopra i 20 dipendenti, mentre la maggioranza delle imprese che lavora per la P.A. sono sotto tale soglia. Quindi ci sta anche pigliando per il culo: vuol far fallire tutte quelle PMI di proposito! Ma non c'è nessuno che abbia il coraggio di stroncare questi vecchiacci inutili ed arroganti, incapaci di gestire il potere con equilibrio ed intelligenza?

ortensia

Sab, 06/04/2013 - 18:31

E cosi' anche quest'anno niente tredicesima. Andra' tutta in tasse.

unosolo

Sab, 06/04/2013 - 19:02

per chi ancora non ha capito è pronta la manovra di fine giugno massimo luglio , ha rimandato a dicembre L'aumento della tares e le altre rimangono invariate compreso il rimborso elettorale pronto cassa , mentre gioisce a lanciare accuse al predecessore incassa i quindici milioni e fugge. La gente soffre ma solo quella con dignità , quella che a lui manca scaricando colpe del suo staff ad altri.

Ritratto di pipporm

pipporm

Sab, 06/04/2013 - 19:02

Monti come si permette di fare l'offeso per i debiti accumulati dallo stato durante il governo Berlusconi????

billyjane

Sab, 06/04/2013 - 19:24

e lui fa l'indignato. Ma che facce di tolla che ci siam trovati a mantenere fino alla fine dei suoi giorni, come senatore a vita. Ma che cavolo gli è venuto in mente a Napolitano di nominarlo tale...!

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 06/04/2013 - 22:35

Che bella immagine, di nuovo: Sembra la trimurti, manca la dea kali, dieci mani per arraffare e spremere, sempre dai soliti "spremuti". O era in trasferta con la Fornero, o era proprio Lei, in persona!?

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 07/04/2013 - 01:08

Ha il coraggio di fare l'indignato anche di fronte ai 500 suicidi che la sua dissennata condotta politica ha provocato. Non ci sono parole per definire la pochezza di questo individuo.

Ritratto di antoni55

antoni55

Dom, 07/04/2013 - 01:10

DISONESTI E IN MALAFEDE!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Baloo

Dom, 07/04/2013 - 04:23

Per me le banche d'affari (anche di fatto) e quelle che non erogano credito possono chiudere e mettere in cassa integrazione il personale.Non vedo perchè l'ILVA di Taranto debba mettere in cassa integrazione il personale e il Monte dei Paschi di Siena,centro di malaffare pilotato essenzialmente dal Partito Democratico,no.

Rudik

Dom, 07/04/2013 - 08:47

Pagheranno... ma solo da lunedì! Il piccolo domatore (Monti) s'è offeso, e con aria di disprezzo ha messo a disposizione deile aziende creditrici dello stato una cospicua somma ... ha detto si potrà pagare già da lunedì, ma non ha detto di quale mese. Ora quest'affermazione è palesemente insussistente! Com'è possibile che l'amministrazione paghi? Almeno dovrà essere pubblicato questo D.L , dovrà pur essere interpretato per capire chi dovrebbe pagare. Il debito ammonta a 130 ma loro parlano di 40.... Da quanto contestualmente affermato gli sghei non ci sono ancora, se ne riparla ameno a metà maggio! Questo Stato Ladrone, ha lasciato in mutande migliaia di aziende, e con loro molti ex-lavoratori, esodati, ecc. ecc. Intanto i soldi per i rimborsi elettorali ai partiti sono stati sempre regolarmente versati. Vi immaginate un segretario di partito (uno qualunque) quale casino avrebbe sollevato se il suo partito non avesse ricevuto i fondi? Vi immaginate un politico creditore dello stato? Mi dispiace dirlo ma ha pienamente ragione Grillo, questi politici debbono andare via... TUTTI !!!

enricotartagni

Dom, 07/04/2013 - 09:09

Poverini manina nella manina? Che cocchi di mamma!

linoalo1

Dom, 07/04/2013 - 09:33

Grazie Napolitano,per la guida che ci hai dato!!Tu si che sai come rovinare l'Italia!Ed hai anche il coraggio di chiamarti fuori!Classico dei Comunitari,la colpa è sempre degli altri!Lino.

brunicione

Dom, 07/04/2013 - 10:12

L'errore che compie il SACCENTE, è quello di sentirsi sempre e comunque, sopra gli altri. Il Prof. Monti pensa di avere ragione anche quando tutto e tutti, dimostrano il contrario. E' la prova provata di come ragionano i politici di questo paese.

Ritratto di fabiobonari

fabiobonari

Dom, 07/04/2013 - 10:35

40 G€ sono pochi: ma più grave è che ci vogliano 12 mesi per distribuirli.

il gotico

Dom, 07/04/2013 - 10:45

dopo la conferenza di quello lì in mezzo nella foto, ormai mi provoca conati di vomito il solo vederlo... c'è un modo per renderlo povero e tartassarlo ? Per non vedere più quella sua patina di arroganza e superiorità, raramente detesto qualcuno, ma quello lì è bravissimo a farsi odiare.

untergas

Dom, 07/04/2013 - 10:57

Siete veramente degli ameni personaggi. I debito della pubblica ammistrazione sono stati contratti da 5 anni a questa parte(2007-2008 in poi). Ora, per quale motivo non sono stati pagati a tempo dovuto? Chi doveva pagarli? Don lurio?

Ritratto di echowindy

echowindy

Dom, 07/04/2013 - 11:14

... MA QUEST'UOMO NON NE FA UNA GIUSTA!

edoardo55

Dom, 07/04/2013 - 11:47

Mi ricordo una proposta del prof. Borghi, il quale sosteneva la possibilità di pagare le imprese con (cito a memoria) "Bot spendibili", riconosciuti dallo stato come pagamento delle imposte. Se pensiamo che il boom degli anni 60 poggiò in buona parte sull'uso della cambiale e sulla fiducia dei creditori, questa sorta di cambiale emessa dallo stato e riconosciuta dallo stesso, creerebbe un mezzo di pagamento parallelo e complementare alla valuta corrente. I bot che lo stato riceve in pagamento delle imposte possono essere riutilizzati per pagare nuovi fornitori. In seguito, compatibilmente con le disponibilità di bilancio convertirà i titoli in euro. Non credo che questo aumenti il debito pubblico, perchè è già un dato di fatto. E mi risulta che una cambiale non costituisce un pagamento effettivo ma semplicemente una cessione di credito. Se sbaglio, qualcuno esperto di economia, mi corregga pure

moshe

Dom, 07/04/2013 - 12:10

Debiti, pronti 40 miliardi. Ma Monti sbaglia i conti: ne servono molti di più. ..... ..... ..... Gli unici conti che il fallito Monti non ha sbagliato sono stati quelli per rovinare lavoratori, pensionati ed aziende. Una persona così perseverante nella sua capacità di fare danni vantando altresì orgoglio, non l'ho mai vista.

Sandro'75

Dom, 07/04/2013 - 12:31

non ci libereremo tanto facilmente di Monti. Messo li da Chiesa e gruppo Bilderberg continuera' a fare piu' danni possibili perche' sono degli incapaci IN PIU' fanno gli interessi di chi li ha mandati li e siamo ormai alla bancarotta.

antonio54

Dom, 07/04/2013 - 12:44

Se eravamo in un paese normale a quest'ora avevamo un Governo di persone elette...mentre ancora siamo governati da persone catapultati dall'alto che continuano a fare danni. Questo è il dramma del nostro paese...

agosvac

Dom, 07/04/2013 - 13:04

Egregio prof. senatore a vita monti, quì non si tratta di un ritardo di tre giorni nel presentare questo decreto, quì si tratta di un ritardo di più di un anno perchè questo decreto, fondamentale per iniziare la crescita dell'economia, lei lo avrebbe dovuto fare non appena si è insediato al Governo!!!!!

DDPP1953

Dom, 07/04/2013 - 13:14

A mio avviso, alla conferenza stampa si sono presentati dei truffatori e non dei ministri. Il centro del provvedimento risiede è l'art.6 comma 6° relativo alle esecuzioni forzate. Alla Legge 24 marzo 2001, n. 89, dopo l’articolo 5-quater vengono inserite disposizioni per bloccare le esecuzioni. Con la scusa di una ordinata (!!!) gestione amministrativa del provvedimento, vengono sospese le esecuzioni forzate dei debiti delle PA sino al termine di vigenza del Decreto. Ormai i privati debitori avevano intrapreso ed erano molto avanti nelle azioni di recupero dei crediti mediante e pignoramenti nei confronti delle PA, con questo provvedimento viene bloccato tutto e le PA respirano per altri due anni. Altro che pagare i debiti! Alla fine questo è un modo per pagare solo i loro cari e far girare somme all'interno della PA allargata: Ferrovie dello Stato e finte società per azioni controllate da Comuni, Province e Regioni. Al termine della partita di giro non resterà NULLA. GRAZIE SENATORE A VITA, GRAZIE.

untergas

Dom, 07/04/2013 - 13:51

Ripeto: quali furono i governi che contrarrono debiti vs le imprese private senza saldarli entro tempi ragionevoli? Perché si è atteso ora, per pagare debiti contratti nel 2008-2009-2010-2011?