Debutta la tassa Franceschini: mazzata hi tech

Aumenti fino a 32 euro su pc e smartphone. Una vera e propria "tassa anti giovani"

Roma - Una «tassa anti giovani», l'ha definita Daniele Capezzone di Forza Italia. Di sicuro, il sovrapprezzo pro Siae sugli apparecchi elettronici dotati di memoria non sarà il solito ritocchino estivo da pochi centesimi, ma una vera e propria stangata a danno di chi deciderà di comprare telefoni, tablet, computer. Ma anche di chi li vende.

A breve dovrebbero essere pubblicate nella Gazzetta ufficiale le nuove tabelle dell'equo compenso, cioè della sovrattassa che va ai detentori di diritto di autore, applicata sugli apparecchi che si presume possano contenere copie private (o illegali) delle opere. L'atteso decreto del ministero delle Attività culturali, secondo alcune anticipazioni (il primo a pubblicare le tabelle è stato Dario Giardina di Dday.it) farà aumentare il prezzo degli smartphone di 5,2 euro (oggi il contributo è di soli 90 centesimi) ma anche dei televisori dotati di memoria interna, minimo 4 euro. Anche ai tablet, che oggi non pagano, sarà applicato il contributo da 5,2 euro.
Cifre più alte di quelle ipotizzate nelle settimane scorse, comunque contenute rispetto a quelle che riguardano le memorie informatiche. Secondo le anticipazioni si va dai 9 euro sulle chiavette Usb fino a 32,20 euro per computer e hard disk. Oggi si paga 0,9 euro al Gb per le prime e 9,66 per i secondi. Insomma, la tassa preventiva sulle copie di musica, film e libri saranno all'incirca raddoppiate. Quintuplicate nel caso dei telefoni con sistemi operativi e applicazioni.
Nei giorni scorsi il dicastero guidato da Dario Franceschini ha assicurato che per i consumatori non ci saranno rincari. La previsione del governo è che i produttori si faranno carico della stangata, riducendo il proprio margine. Non ci credono le associazioni dei consumatori, che hanno già annunciato ricorsi al Tar.

Tra le possibili conseguenze delle tabelle con la stretta fiscale pro Siae - società privata per la tutela del diritto di autore guidata da Gino Paoli - c'è quella di un ritorno di moda dei vecchi telefonini basic. In uno slancio vintage, gli estensori delle tabelle avrebbero anche inserito un calo del compenso per i cellulari senza memoria, per i quali la somma passa da 90 a 50 centesimi.
Capezzone, presidente della commissione Finanze della Camera ed esponente di Forza Italia, la considera una tassa contro la modernità. Colpisce dei beni che non stanno conoscendo crisi e chi acquista onestamente prodotti culturali. Solo il 5% dei detentori di smartphone fa una copia privata dei contenuti. «Non potendo stabilire chi lo farà si è stabilito di far pagare una tassa fissa su ciascun dispositivo che in teoria può contenere queste copie». Nel «95/96% dei casi si paga una tassa per un uso del dispositivo che non verrà mai fatto».

Commenti
Ritratto di pinoavellino

pinoavellino

Dom, 06/07/2014 - 12:11

Aumenteranno le merci a "nero" con buona pace delle imposte , iva e balzelli vari. La formula "più tasse meno introiti" dovrebbero averla assimilati anche le zucche vuote ma, per i governanti italiani, ci sarà stata sicuramente un'eccezione.

cakecake

Dom, 06/07/2014 - 12:11

Non sono beni strettamente necessari, ne tanto meno indispensabili, piu' che corretto aumentarne la tassazione!

plaunad

Dom, 06/07/2014 - 12:19

Non una tassa "anti giovani" ma ua "tassa anti pirla"

cgf

Dom, 06/07/2014 - 12:20

quando si paga una tassa/imposta deve esserci anche il ritorno, in questo caso EQUO ocmpenso per chi?

giseppe48

Dom, 06/07/2014 - 12:21

è un fallito sarà la rovina del pd (,partito dementi)

Ritratto di rosario.francalanza

rosario.francalanza

Dom, 06/07/2014 - 12:23

Non sanno più dove prendere i soldi per l'accoglienza'! Io ho il mio vecchio telefonino di dieci anni fa: e me lo tengo bene stretto! Alla faccia della SIAE!

Giorgio5819

Dom, 06/07/2014 - 12:28

Avanti con il sogno della sinistra di portare l'italia allo sfascio,vogliono farci tornare alla vecchia fame russa.

Zizzigo

Dom, 06/07/2014 - 12:31

Deh... buttiamo Franceschini, che non capisce che ogni tassa deprimerà sempre maggiormente l'economia che, già da un bel pezzo, non ce la fa più a risollevarsi.

Ritratto di marforio

marforio

Dom, 06/07/2014 - 12:32

Votate questo partito di progressisti.Il progresso questi lo hanno di dietro , dentro i pantaloni.

Ritratto di Azo

Azo

Dom, 06/07/2014 - 12:35

Questa tassa, dovrebbero farla valere a secondo dell`entrata fiscale di ogni singolo o di ogni famiglia. Per chi guadagna 1.000.00 , che venga tassato 10.00, chi guadagna 10.000.00 che paghi 100.00 , chi guadagna 100.000.00 , che paghi 1000.00 ecosi via,( cioè il 10x100 ). Solamente cosi lo stato potrebbe equivalere e guadagnarsi il benvolere della maggior parte della popolazione senza creara discordie di ceti~. È proprio vero che quasi tutti i nostri parlamentari hanno studiato alla BOCCONI di Milano !!!

syntronik

Dom, 06/07/2014 - 12:36

molto semplice, vasta andarlo a comprare oltre il confine, e giá scavalcato la tassetta.

cgf

Dom, 06/07/2014 - 12:36

Si riempiono la bocca con modelli europei (??) da seguire, la globalizzazione, etc etc e poi fanno di tutto per arrivare come si viveva in Albania del secolo scorso. Alle donne era proibitivo comprare il rossetto in quanto bene di lusso. Mi aspetto il ritorno della tassa sui frigoriferi, così tanto per dare una ulteriore mazzata alle attività produttive, cmq ho già visto in un altro Paese (sudamericano) il stratassare i prodotti d'importazione per calmierare i consumi di prodotti esteri, ma almeno 'loro' avevano incentivato la produzione interna, attirato nuovi investimenti! In Italia facciamo invece scappare gli investitori, so per certo che una grossa multinazionale ha deciso proprio nel mese di giugno di arrivare a chiudere lo stabilimento che ha in un comune di 3400 abitanti della provincia di Milano, si sono dati tempo massimo due anni, 460 persone saranno senza cartellino da timbrare, poi andrebbe calcolato l'indotto, il quale non è poco visto che a ****** fanno solo progettazione e montaggio. Ovvio che ai PROPRI dipendenti verrà chiesto di trasferirsi in Romania, Croazia o Indonesia!!! Motivo? la politica economica dell'Italia fatta negli ultimi due anni. clap clap mONTI/LETTA/rENZI ops! Franceschini è stato compagno di viaggio di tuttietre!!

syntronik

Dom, 06/07/2014 - 12:36

molto semplice, vasta andarlo a comprare oltre il confine, e giá scavalcato la tassetta.

emulmen

Dom, 06/07/2014 - 12:38

"equo compenso per la SIAE" ???? ecco un altro carrozzone da far sparire all'istante, dove ci guadagnano miliardi di euro alla faccia nostra senza che nessuno dica nulla! basta che per strada molli una scoreggina con le tonalità di una canzone di jovanotti per farti la multa per plagio!!!! se questa atss al'avesse messa Berlusconi sarebbe scoppiato il finimondo..invece l'ha fatta Franceschini uno del PD e NIENTE!!!! come cakecake per il quale trova giusto la tassazione, mentre negli altri paesi d'europa si favorisce sempre di più l'uso di mezzi informatici anche nelle scuole...perchè ad esempio nelle repubbliche baltiche vanno a scuola coi tablet senza zaini enormi e studiano collegandosi ai server della scuola? proprio come da noi.. VERGOGNA!!!! SINISTRATI AVETE VOTATO EPR IL PD???? AFFARI VOSTRI!!!!

Ritratto di mariosirio

mariosirio

Dom, 06/07/2014 - 12:39

Ma quale hitech! Ste cose s'usano per condividere foto di gatti e buffet! Alla malora tasse, tassatori ed esattori sempre però è necessario criterio nell'uso delle cose mica mostrare fotogrammi di cartoni animati con i compagnucci di scuola

Invisibleman

Dom, 06/07/2014 - 12:40

comprero' all'estero fanc....

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 06/07/2014 - 12:43

Un altro cervellone al servizio del popolo bue. Ormai siamo in regime di "tassa continua": ogni giorno ne inventano una e poi ci vengono a raccontare che la pressione fiscale è in calo. Con quelle bocche possono dire quello che vogliono, mentre la ministra delle ri"forme" ride, ride sempre, forse per incoraggiare il popolo?

Doc71

Dom, 06/07/2014 - 12:49

Grande personaggio politico partorisce piccole idee!! Piccola uscita in Austria o Slovenia e ciao Dario! E così benzina, spesa ....

@ollel63

Dom, 06/07/2014 - 12:53

chiamatela tassa PD ennesima della serie. Tasse solo tasse: i partito democratico questo è. Alla faccia dei hoglioni sinistrati che che votano per pd e compagnia di tassatori mafiosi.

Ritratto di ComparucciDi1000Merende

ComparucciDi100...

Dom, 06/07/2014 - 12:54

quando la lobby di turno comanda, i comparucci di pd2 eseguono

gorill1dg

Dom, 06/07/2014 - 12:55

Sono veramente delle volpi! Basta comprare su siti web stranieri tipo amazon e la tassa non la paghi, non solo, in questa maniera i soldi vanno tutti all'estero. Bravi Compagni italiani siete proprio intelligenti

Il giusto

Dom, 06/07/2014 - 12:56

Wow...incredibile...un'aumento di 2-3-€ su articoli superflui del valore di centinaia di €!!!Ridicoli....

giottin

Dom, 06/07/2014 - 12:59

Bravo Rosario Francalanza, anch'io ho il mio vecchio telefonino di una decina di anni che ho pagato meno di 50 euri e non fa nemmeno le foto. A me serve per il lavoro che deve fare un telefono, parlare sei hai bisogno di qualcuno, tutto il resto chissenefrega!

Ritratto di giustor

giustor

Dom, 06/07/2014 - 13:03

La soluzione? Passare dal 5 al 100% con le copie pirata! Così i signori autori ed editori se lo prendono in quel posto!

Korintos

Dom, 06/07/2014 - 13:04

Dario Franceschini ha assicurato che per i consumatori non ci saranno rincari: devo ritenere,a questo punto, che il Ministro ci considera tutti imbecilli. Yuppiiiiiiiiiiii

Hook61

Dom, 06/07/2014 - 13:20

non capisco... se io devo comprare il tablet X della marca Y me lo cerco su internet e se mi costa meno in germania me lo prendo in germania, se meno in inghilterra me lo prendo in inghilterra e via dicendo. Non ci penso neanche lontanamente a buttare via due ore del mio tempo per andare in un negozio (tempo, auto, gasolio, parcheggio, inquinamento, rischio di incidenti ecc...). Strana gente al "governo" dell'italia...

unosolo

Dom, 06/07/2014 - 13:26

altro che tassa , ora si calpesta anche il pensiero che un pensionato aveva fatto , quello di prendere un PC o un tablet o addirittura uno di quei telefoni che chiamano caro phone , pensionati che vengono sistematicamente tassati e distrutti.

Gianca59

Dom, 06/07/2014 - 13:29

Più gli OItaliani si lamentano o lanciano improperi sui blog, i social media, i forum …., più questi imperterriti continuano a tartassare su tutti i fronti. Ma di cosa hanno bisogno per capire che ne abbiamo i COGLIONI PIENI ?

luigi.muzzi

Dom, 06/07/2014 - 13:30

non ci saranno rincari ? la tassa sarà assorbita dai produttori ? ma almeno un pó di competenza ! bastava chiedere agli addetti ai lavori ! il produttore se ne frega altamente, il commerciante, quando compra all'ingrosso, trova il prezzo netto PIÙ la tassa, quindi ricade sul dettaglio, a questo punto il negoziante puó decidere se assorbirsi la tassa (sui tablet ci si guadagna il 3-4%) o aumentare il prezzo. Propongo a tutti i negozianti high tech di esporre il prezzo prina e dopo le tasse, almeno il consumatore si rende conto.

milo del monte

Dom, 06/07/2014 - 13:48

Un hard disk da da 2tb viene 70euro circa.Quella lince di Franceschini e quel mezzo cantante di PAoli vogliono che il produttore aggiunga 20euro..dico 20 euro... Cosi fancendo e' la fine dei negozi italiani, glio acquisti si faran solo su siti esteri come amazon

Linucs

Dom, 06/07/2014 - 14:13

"Non sono beni strettamente necessari, ne tanto meno indispensabili, piu' che corretto aumentarne la tassazione!" Forse non ti è chiaro un dettaglio: non sono soldi tuoi, dovresti vergognarti anche solo a chiederli per favore, figuriamoci "tassando" altra roba non tua.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Dom, 06/07/2014 - 14:45

Qualcuno si aspettava da PD e soprattutto da uno come Franceschini, qualche cosa di meglio?? Tranquilli è tutto nella norma di questi politici ladri, farabutti ed incompetenti.

Cobra71

Dom, 06/07/2014 - 15:02

@cakecake. Tipico ragionamento da comunista ignorante!

hal9003

Dom, 06/07/2014 - 15:05

"applicata sugli apparecchi che si presume possano contenere copie private (o illegali)". Veramente un lampo di genio... E' come multare tutti gli automobilisti perché potenzialmente in futuro potrebbero superare il limite di velocità. Un provvedimento fatto da veri imbecilli subnormali

BruceHarperWayne

Dom, 06/07/2014 - 15:08

Vengono tassati apparecchi tecnologici che non sono affatto beni di lusso superflui ma strumenti indispensabili per lavorare e studiare in un paese che vuole entrare nell'era della modernità digitale. Invece si tassano questi strumenti per finanziare la SIAE che serve soltanto a dare milioni di euro di equo compenso a gente come Giovanotti o Ramazzotti che nella vita ha avuto l'incredibile merito culturale di scrivere le canzoni degli auto-scontri.

angelomaria

Dom, 06/07/2014 - 15:18

LA RAI NON BATAVA CHE SEGAIOLO CHE SEIBASTA SEGHE MENTALI APRI G'OCCHI UOMO C'E' UNA NAZIONE CHE VOI AVETE PORTATO ALLA FAME!!!!

Ritratto di gabriele74-cina

gabriele74-cina

Dom, 06/07/2014 - 15:28

Se compro un HD, non è detto che si usi per copiare musica...poi, se come nel mio caso acquisto musica su iTunes Store, io i diritti d'autore già gli pago... In questo caso pagherei due volte. È ora di andare a Roma con i forconi....

unosolo

Dom, 06/07/2014 - 15:36

questo avviene solo e soltanto perche i ministri e tutti i parlamentari guadagnano oltre quello che meriterebbero , non pagano neanche l'intera IRPEF sui redditi in quanto ne pagano la metà e per accordo tacito il resto dovrebbero versarlo al partito che sistematicamente li protegge.

aredo

Dom, 06/07/2014 - 16:30

Mi raccomando italiani.. continuate ad adorare Renzi e votare la sinistra e Grillo... Che le tasse continueranno a moltiplicarsi come pane e pesce ...

Canaglia

Dom, 06/07/2014 - 16:44

Tanto di hi-tech non produciamo niente. Meglio cosi'. Dovremmo come dice GIUSTAMENTE Confalonieri iniziare a tassare seriamente anche GOOGLE, EBAY, AMAZON i quali oltre a non pagare le tasse, passano tutti i nostri dati personali alla CIA.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 06/07/2014 - 17:04

basta acquistare all'estero o meglio non comprare e cominciare ad usare e consumare quello che si ha già. Boicottate I CONSUMI NON FATEVI RAPINARE DALLA STATO CHE VI ODIA E VI TRATTA COME BANCOMAT DA SPOLPARE, BASTA LAVORARE E VIVERE SOLO PER ESSO E CHE CONSIDERA TUTTI COLPEVOLI FINO A PROVA CONTRARIA IN BARBA AD OGNI CONVENZIONE SUI DIRITTI DELL'UOMO.

gamma

Dom, 06/07/2014 - 17:10

Una tassa sciocca, alla stregua di Franceschini, e controproducente. La maggiorparte degli italiani comprano questi prodotti su siti internet italiani o starnieri. Da ora in poi quasi esclusivamente stranieri.Chi ci rimetterà? i negozianti italiani sia on road sia online. Quelli on road sono già alla frutta e già immagino che tipo di ringraziamenti stanno indirizzando al ministro. Questi non capiscono proprio niente... o forse no! Perchè può anche essere che il ministro sia più furbo di quanto crediamo. Infatti i proventi del nuovo balzello in quali tasche andranno? Quelle degli autori. I quali autori probabilmente troveranno il modo di ringraziare alle prossime elezioni.A pensar male si fa peccato ma spesso ci si azzecca, diceva Andreotti, che di queste cose se ne intendeva.

Ritratto di Alberto86

Alberto86

Dom, 06/07/2014 - 17:38

Per favore non guastate la festa alle pecore italiane che si sono vendute per 80 euro....

Ritratto di Deluso_da_tutto

Deluso_da_tutto

Dom, 06/07/2014 - 19:10

Questo è il bel risultato quando una formazione politica viene premiata alle urne da un plebiscito inaudito e spropositato: alla fine, succede che qualche esponente di quel partito si monta un attimino la testa e si sente un padreterno legittimato a promulgare qualunque legge, anche la più assurda. E poi, pure se fosse, figurati se esiste anche solo il minimo rischio concreto di malcontento popolare... I beneficiari del famoso bonus, infatti, hanno finalmente trovato il modo di spenderlo. Per quanto riguarda gli altri, beh che si arrangino pure, del resto nessuno è minimamente intimorito dal loro peso politico, essendo questo rappresentato da partitini di pseudo-opposizione che litigano tra loro pur di collaborare col governo.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 06/07/2014 - 19:16

La "mazzata" andrebbe assestata in mezzo alla fronte di quel supremo incapace che risponde al nome di Franceschini. Non contento dei disastri a lui ascrivibili per quanto avviene quotidianamente nell'ambito della tutela dei beni culturali, Pompei in primis, questa sottospecie di "capra" vuole pure rendersi protagonista per la penalizzazione dei beni moderni di comunicazione, quelli maggiormente utilizzati dai nostri giovani. Dobbiamo fermarlooooo!!!!

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 06/07/2014 - 20:02

Coerente con i "pagamenti elettronici", l'uso della PEC e di Inetrnet e lo sviluppo informatico.........basta pagare.

Ritratto di Flex

Flex

Dom, 06/07/2014 - 20:05

Bisognerebbe mettere una tassa sulle "dichiarazioni dei Parlamentari" che dopo poco vengono smentite clamorosamente. Si risanerebbe il debito pubblico.

Ritratto di Soccorsi

Soccorsi

Dom, 06/07/2014 - 20:34

Tanto in Italia siamo tecnologicamente talmente progrediti nei confronti dei paesi UE da poterci tranquillamente permettere una buona sosta sovrattassando apparecchi elettronici, computer e software. Franceschini e governo sono degli eminenti irresponsabili!!

Giorgio5819

Dom, 06/07/2014 - 22:02

Mettiamo il voto palese e tassiamo ogni pirla che vota a sinistra.

wainer

Dom, 06/07/2014 - 22:15

Lo stupidario continua...

Roberto Casnati

Dom, 06/07/2014 - 22:17

Il rimedio? Semplice: comprare all'estero

mariod6

Dom, 06/07/2014 - 22:44

Li avete votati e adesso vi lamentate. Il problema è che li subiamo anche noi che non li abbiamo votati e che ce li dobbiamo tenere, Franceschini, Marino, Pisapia, Kyenge, e chi più ne ha più ne metta.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 07/07/2014 - 00:39

Da un simile ciarlatano che non si è ancora dimesso malgrado gli innumerevoli crolli di Pompei non ci si poteva aspettare altro che stupide ed inique tasse. QUESTO INSULSO SI PRESENTA IN PUBBLICO DOPO AVER STUDIATO ALLO SPECCHIO DI CASA LE POSE DA PERSONA SERIA.

duliano

Lun, 07/07/2014 - 08:10

La solita "presunzione di colpevolezza" tanto cara ai komunisti: se uno ha un computer (quindi ha i soldi, quindi è di destra) è per forza un ladro di contenuti che fa copie pirata della musica (che per definizione - loro - è di sinistra); per questo è meglio che paghi preventivamente la sua colpa; se poi non fa niente di illegale, vabbè è giusto che paghi lo stesso per sostenere i nostri poveri cantautori italiani che non perdono mai occasione di insultare chi non la pensa come loro. La stessa "presunzione" la usano anche contro i liberi professionisti, contro gli artigiani, e tutti quelli che per lavorare investono soldi loro, che si fanno il mazzo per 12 ore al giorno e se per ripagarsi di questo sforzo decidono di concedersi anche solo una cena in un ristorante stellato (magari del presidio slow-food tanto caro ai sinistronzi) allora arrivano le indagini della finanza perché sicuramente quei soldi da spendere per una cena il professionista li ha rubati.

elgar

Lun, 07/07/2014 - 08:27

Già me li vedo in televisione coi grafici e le statistiche "noi osserviamo che esiste un calo nei consumi con un trend negativo rispetto ai mesi precedenti". Ma va? Poi diranno che bisogna pensare alla crescita. Anzi, meglio, crescita occupazione sviluppo. Pertanto bisogna fare le riforme. Perché? Ma ovvio! Senza riforme non c'è crescita. E pensare che hanno fatto le larghe intese perché serviva un governo in carica che facesse le riforme al più presto. Perché il paese non poteva più aspettare. E Napolitano minacciò di dimettersi se le riforme non fossero state attuate. Questo lo diceva un anno e mezzo fa. Letta promise che in diciotto mesi le avrebbe fatte. Poi, purtroppo, non le potute fare. Qualcuno gli disse di stare sereno. Ora attendiamo fiduciosi. Io fino adesso ho visto solo tasse e mare nostrum.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Lun, 07/07/2014 - 08:30

Bisogna internare subito Franceschini. Oltre a fregarsene dei crolli senza precedenti di quel che resta di Pompei, ora si accanisce anche contro i giovani imponendo tasse assurde proprio sui nuovi mezzi di comunicazione che le imprese giovanili usano di più. Fermatelooo!!!!

mezzalunapiena

Lun, 07/07/2014 - 11:27

franceschini se non ricordo male è nativo di ferrara provincia agricola che sarebbe ideale per franceschini.

frateindovino

Lun, 07/07/2014 - 11:37

ma quanto bene ci vogliono sti democristiani riciclati......franceschini franceschini....cosa ne penserà don milani di sta storia, aiutare i (già) ricchi per far ripagare i già poveri.....Papa Bergoglio!intervieni come per i mafiosi.

windjet53

Lun, 07/07/2014 - 11:52

Ma con tanti paesi che ci sono, proprio in italia dovevo nascere!!!!!!!!!!!!!!

giuromani

Lun, 07/07/2014 - 12:06

Qualcuno ricorda quando Bertinotti voleva tassare l'uso di strumenti e macchinari tecnologicamente avanzati perchè portavano via posti di lavoro? Adesso con Franceschini è ancora peggio. Si tassa l'intenzione, la possibilità. Come dire: divorzio da mia moglie prima che mi metta le corna. Franceschini, eroe di quel patetico giuramento da ministro sulla Costituzione nella sua Ferrara non si rende conto della sua pochezza ed inadeguatezza? Non si rende conto di essere, nel migliore dei casi, un incapace? O forse è solo un furbacchione che accontenta la clientela a scapito dei cittadini? E chi lo ha votato, non se ne rende conto?

scric

Lun, 07/07/2014 - 12:52

Il ministro Franceschini dovrebbe essere uno dei tre cretini individuati da Da Valle, sono d'accordo che è una tassa che crea ancora più malcontento nel PD tanto al ministro che gli frega pc, table e telefonino ci pensa lo stato con la fornitura gratis, invevce di inventarsi queste puttanate pensi ai crolli pompei siete tutti buffoni da monti in avanti vergognatevi

clamajo

Lun, 07/07/2014 - 12:53

Un vero invito alla pirateria...quando sono al governo quello sano fare...e poco altro...