Il delitto di Caselle e quel figlio mostro solo per un giorno

Maurizio come Azouz, come il papà di Tommy Onofri, come Fikri del caso Yara. Il figlio della coppia trucidata a Caselle è solo l'ultimo dei «mostri per un giorno», passati per la gogna mediatica e giudicati senza processo colpevoli dei peggiori delitti. Salvo poi essere scagionati con tante scuse. Già, perché Maurizio non c'entrava nulla. Ad uccidere i suoi genitori e la nonna è stato il compagno della ex colf di famiglia. Il motivo? Un debito di 500 euro e una rapina da 100.


a pagina 15

Lorenzetti a pagina 14

Commenti

lorenzo464

Gio, 09/01/2014 - 14:59

non c'è stato scasso, non era, in apparenza almeno, stato rubato nulla, le vittime era persone normali, non certo possibili vittime di un regolamento di conti....direi che il figlio era normale fosse almeno considerato come potenziale assassino