La delusione del Cav: il Colle ha cancellato giustizia e larghe intese

Berlusconi in privato sottolinea le omissioni di Napolitano sulla decadenza e sull'uscita di Forza Italia dal governo

A lla fine il contro-messaggio della vigilia non c'è stato. Anzi assicurano che l'intenzione di «sfidare» Giorgio Napolitano sul terreno del discorso alla nazione non è mai neppure lontanamente balenata nella mente di Silvio Berlusconi. L'ex premier, piuttosto, ha atteso il giorno di Capodanno per fare i suoi auguri agli italiani, attraverso un messaggio sul sito di Forza Italia. «Faccio tanti auguri affettuosi a chi non sta bene, alle persone anziane che passeranno da sole questi giorni, agli studenti, alle mamme e ai papà che hanno la preoccupazione di fare tornare i conti. E naturalmente agli imprenditori, piccoli e grandi, agli artigiani e a tutti coloro che soffrono questa situazione. A tutti io prometto un impegno grandissimo».

Un richiamo alla crisi, insomma, ma anche la promessa di restare in campo in prima linea, in vista di una campagna elettorale che verrà di fatto battezzata il 26 gennaio con la convention milanese e che mette nel mirino le Europee e le eventuali Politiche. Un lavoro preparatorio che si svilupperà già in questi giorni, con la definizione dell'organigramma, dei compiti e delle mansioni dei club e poi con il ritorno a Roma, previsto per il 7 gennaio.

Se l'attenzione è puntata sul rilancio del partito, non si può certo dire che il discorso del Capo dello Stato lo abbia trascinato o convinto. A chi gli parla nel pomeriggio del 31, Berlusconi confessa di avere ben poca voglia di guardare la tv. Alla fine, però, la delusione è palpabile. Berlusconi non può fare a meno di notare quanto sia mal calibrata la bilancia di chi ai tempi del suo governo denunciò con forza l'eccesso di decretazione d'urgenza e ora se la cava con un buffetto nei confronti di Letta. Ma soprattutto rimane colpito da una doppia omissione (anzi «cancellazione»): la mancata citazione della sua decadenza e la fine delle larghe intese, fortemente volute e ora neppure degnate di un saluto. Berlusconi, però, non vuole caricare troppo la polemica. Sorride quando qualcuno gli fa notare che gli italiani hanno dovuto per la prima volta assistere alla lettura della «posta del cuore». Ma non vuole esasperare i toni. La delusione c'è, ma è limitata dal fatto che le aspettative per il discorso presidenziale erano basse. «Concentriamoci sulle cose da fare nel nuovo anno», ripete a tutti coloro che lo sentono per gli auguri, ai quali mostra anche una certa curiosità per l'andamento di Ncd, «ormai appiattito sulle posizioni di un governo decisamente impopolare tra i nostri elettori».

Le reazioni che arrivano dal partito confermano l'imperante delusione. «È stato il discorso di un uomo incapace di progettare il futuro. Chiediamo elezioni subito», dice Renato Brunetta. Dura anche Daniela Santanchè. «Unica nota positiva è che ha fatto intendere che non resterà per molto nella istituzione più costosa d'Italia». E se Paolo Romani fa notare che il Capo dello Stato certifica l'impossibilità di fare le riforme «con il percorso abbreviato», Maurizio Gasparri fa notare che «nulla è stato detto sull'uso politico della giustizia e che è mancata autocritica sulla scelta di Monti e della Fornero». «Mi sarei aspettata qualcosa di più di una semplice autodifesa» dice Cinzia Bonfrisco. Di «troppi silenzi e omissioni», infine parla Mariastella Gelmini. «Colpisce la mancanza di un riferimento all'espulsione politica di Silvio Berlusconi».

Commenti
Ritratto di indi

indi

Gio, 02/01/2014 - 08:57

Santa ingenuità, ma Silvio non hai ancora compreso che il Paese è in mano loro! Non ti ricordi il casino nel 2011 contro il tuo Governo! Si partiva dal presupposto che via tu tutto sarebbe migliorato. Persino l'europa ha aiutato la definitiva presa di potere dei sinistri, da tempo in combutta con i ciellini, Nella situazione attuale con te al potere sarebbe già scoppiata la sommossa popolare! Ti meravigli che il Pontefice Doc dei rossi non parli di giustizia? Ti prego Silvio SVEGLIATI E FAI QUALCOSA DI DECISIVO!

Tommaso Berretta

Gio, 02/01/2014 - 09:00

Caro Cav, avresti dovuto pensarci prima. Adesso i cavalli sono scappati dalla stalla. Speravi in un intervento in tuo favore, ma non potevi fidarti della lealtà di costui.

Ritratto di Baliano

Baliano

Gio, 02/01/2014 - 09:01

Capiamo l'attenzione, la "pignoleria" nell'accertare se, cosa e quanto si nasconda tra le righe e le punteggiature di quel "proclama" alla Nazione, del Napolitano. Così come capiamo la "prudenza" e pure le "attenzioni" dovute ad ogni stormir di fronda, ad ogni refolo proveniente da quel Colle. Quello che non capiamo ancora bene, è la qualità di "giudizio" su quel personaggio del Colle Quirinale, a cui è normale e giusto attenerci. Insomma, se Napolitano sia un presidente buono, discreto, così così, oppure pessimo, a seconda del tempo che fa in quel determinato giorno. Se sia "legittimo", oppure un "usurpatore", o uno che tira acqua solo alla "sua" parte. Ovvero un despota da cancellare, un tiranno da abbattere democraticamente denunciando pubblicamente le sue innumerabili malefatte. Bisogna che vi decidiate una volta per tutte!! Mica possiamo seguire gli umori del giorno, o della settimana, quasi fossero fasi lunari, grazie.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 02/01/2014 - 09:01

e in tutta questa insoddisfazione, Gianni Letta e' stato il primo a chiamare il reuccio per fargli i complimenti??? ma Il Cav ad avere ancora quest'uomo a fianco ci e' o ci fa'?

canaletto

Gio, 02/01/2014 - 09:04

In Italia si preferisce l'ingiustizia contro il nemico. La loro giustizia vale solo quando evono fare fuori qualcuno, altrimenti fra di loro è far west, ognuno fa quello che vuole con inaudita prepotenza. Ormai non siamo piu' un popolo sovrano, ma siamo assogttati alle voglie della casta a e del colle. Le larghe intese??? serviano solo al colle per irretire Berlusconi e mandare letta a P. Chigi

liliushagel

Gio, 02/01/2014 - 09:18

B. prima fa cadere Monti, poi tenta di far cadere Letta, se voi foste Napolitano cosa fareste con B.? Ignorarlo e' il minimo, tanto state sicuri che le elezioni non saranno prima di maggio 2015, su questo non ci piove (vedi anche semestre europeo) e per allora B. sara' interdetto

linoalo1

Gio, 02/01/2014 - 09:19

Ed allora!Cosa si aspetta a far cadere questo Governo?Lino.

handy13

Gio, 02/01/2014 - 09:26

...cavolo,...perchè meravigliarsi,...ha ragione in pieno INDI,..con il rammarico che quando hai governato NON hai fatto quello che dovevi x sistemare meglio il Paese...e ....ma un capo del governo di dx quando lo avremo..?

bisesa dutt

Gio, 02/01/2014 - 09:42

a New York inizia l'era De Blasio, quando si dice il cambiamento: i ricchi non solo dovranno pagare le tasse ma pagheranno di più parole chiare giuste per una new york ecqua, ecco un uomo giusto un amministratore saggio.

xgerico

Gio, 02/01/2014 - 09:44

Berlusconi in privato sottolinea le omissioni di Napolitano sulla decadenza e sull'uscita di Forza Italia dal governo....................Perché si aspettava che Napolitano dicesse in tv, il 31 dicembre scorso, che era dispiaciuto che avevano condannato Silvio?!

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 02/01/2014 - 09:45

@Linoalo1,loro non aspetterebbero nulla,semplicemente ad oggi sono irrilevanti avendo scelto di esserlo.

m.nanni

Gio, 02/01/2014 - 09:50

Berlusconi non ha ancora capito(lo dico con rabbia) che tutto ciò che a lui rende infelice, fa felice Napolitano. il punto è il non averlo capito da tempo nonostante tutti noi lo abbiamo scritto in modo chiaro e determinato del camice stalinista che gli stavano cucendo addosso. il centrodestra Pdl-FI è lo schieramento politico che ha subito lo stupro violento di avere subito la cacciata dal senato del loro leader e il rischio di vederlo ancora in carcere o relegato nel degradante ruolo dei servizi sociali e ciò nonostante ci si continua a riporre aspettative sui bolscevichi che l'hanno sfregiato od ancora piangersi addosso. ieri Renzi si è fatto vanto di quello che dovrebbe farlo vergognare perchè lo fanno gli stalinisti e i fascisti; di modificare il regolamento di istituti di garanzia come quella della giunta senatoriale per uccidere il rivale. e Berlusconi continua a piangersi addosso, anzichè stimolare l'offensiva politico mediatica a livello europeo per sfuggire alla prigione cui lo hanno relegato? che fanno gli europarlamentari del Pdl-FI, non scatenano questa offensiva? e tutti i parlamentari messi insieme che fanno? non ci pensano neppure di rovesciare tavoli per ridare dignità al leader e a tutto lo schieramento? oppure pensano che sia l'anno di Letta e non l'anno di Lotta di Liberazione?

Giorgio1952

Gio, 02/01/2014 - 09:54

Doppia omissione decadenza e fine delle larghe intese? Ma cosa voleva Berlusconi la grazia in diretta, le larghe intese prima le ha "fortemente volute" per il grande senso di responsabilita' e poi se ne e' andato perche' le sue vicende personali non interferiscono con la vita politica. Ma basta con questo personaggio meschino.

Ritratto di El Presidente

El Presidente

Gio, 02/01/2014 - 09:59

Silvio di questi tempi é un continuo annunciare eventi magnificenti (adunanze oceaniche in piazza, contro-discorsi di fine anno) salvo poi fare (silenziosamente) retromarcia. Mi sa che ha capito che la gente, anche la sua, comincia ad averne le balle piene di sentirsi raccontare sempre e solo dei suoi c...i....

Mr Blonde

Gio, 02/01/2014 - 10:05

Tommaso Berretta per quale motivo un capo di stato avrebbe dovuto spendersi per salvarlo dai magistrati? A parte problemi morali enormi (ma per voi la morale politica è un contro senso) sulla base di quali poteri? Conferma anche lei che le larghe intese lungi dal senso di responsabilità sbandierato, al quale crede solo brunetta, sono nate sotto il ricatto del cav per la propria incolumità. Fortuna che nell'ex pdl non sono tutti come lui.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 02/01/2014 - 10:06

Pienamente d'accordo con quanto dicono "indi", "Tommaso Brretta" e "rapax". Null'altro da aggiungere, se non che questi primi tre commenti rappresentano o, meglio, descrivono il vero stato d'animo dell'elettore di centro-destra. In effetti Forza Italia non sembra volersi muovere seriamente per far fronte, contrastandola con tutte le forze, alla pseudo-politica sinistra. Tutto è tranquillo. Letta e compari vari fanno, o meglio, tassano; Renzi sparla continuamente; Napolitano interviene un giorno sì e l'altro pure, neanche fosse il premier. E Forza Italia, l'opposizione che fa? Si limita a controbattere con le chiacchiere e a non operare nulla, quasi avessero paura d'agire veramente. Su Gianni Letta è sufficiente, ed avanza, quello detto da "rapax" e non voglio aggiungere nulla di più per carità di patria. Svegliati Silvio! Qui facciamo la fine dei topi! Mi sa tanto che il partito dell'amore si sia trasformato in partito del più becero buonismo sinistro. L'amore è attivismo, non chiacchiere e carinerie. Forza! Datevi una mossa. La sinistra sta avendo vita facile, grazie anche a voi, alla vostra inattività, al vostro adagiarvi sugli allori e grazie, soprattutto, alla vostra dissennatezza nel non voler vedere i traditori che circolano tra di voi.

Ritratto di Roberto53

Roberto53

Gio, 02/01/2014 - 10:09

Dispiace dirlo, ma forse ci si attende troppo da Berlusconi... Il Paese va in mano ai sinistrati e soltanto un qualcosa di veramente clamoroso potrebbe invertire la tendenza... Chissà, le Europee?

mima64

Gio, 02/01/2014 - 10:21

Povero non lo caga piu nessuno. Buon xlui che ci sono i vecchi e cari leccaculi. Brunetta odioso che prevede il futuro Gasparri il ladro che ..gne. gne gne.. In galera S U B I T O

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 02/01/2014 - 10:22

rapax - Gianni Letta spera di essere il prossimo sul Colle, no...?

El Chapo Isidro

Gio, 02/01/2014 - 10:23

L'ennesima figuraccia di froda italia e di berlusconi che aveva chiesto di boicottare il messaggio di napolitano ed invece ha ottenuto l'effetto contrario, far aumentare i telespettatori del videomessaggio...gli devono fischiare le orecchie dalle risate che si stà facendo napolitano alla sua salute!!! L'ennesimo fallimento di berlusconi che fà a gara con le finte dimissioni dei parlamentari del pdl date per finta e con l'ignobile retromarcia su roma sulla fiducia al governo!!! Semplicemente rivoltante...

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 02/01/2014 - 10:24

linoalo1 - Forse non se ne e' ancora reso conto: Berlusconi e FI sono ormai ininfluenti sulla tenuta della maggioranza e del Governo. Non possono farlo cadere. Sorry...

mima64

Gio, 02/01/2014 - 10:33

Ma come? Non dovevate boicottare cambiare canale? Falliti anche su questo. VERGOGNATEVI SIETE FALSI E MESCHINI

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 02/01/2014 - 10:38

L' "anno canaglia" (come Sallusti ha definito il 2013) vi ha decapitato, il 2014 vi ingoiera' per sempre. (Sipario) (Fischi)

Gioa

Gio, 02/01/2014 - 10:40

il colle cancella la giustizia...però per lui il "gigantello" di napolitano di si cancella. SilvioB. napolitano cancella te per rimanere lui. Sto re giorgio soprannominato dal suo amico enrichetto letta nono si cancella sai perchè? Perchè costando 228milaeruo l'anno prenderebbe un importo loro all'anno pari ad 170milaeuro l'anno...allora lui dice: io costo tanto e PRENDO POCO...meglio che rimango. Costando 228milaeuro l'anno dovrebbe far guadagnare all'ITALIA 600milaeuro l'anno. Quando fu eletto presidente della repubblica per logica costava molto di più...CHE HA FATTO IN TUTTI QUESTI ANNI?....ha portato anche lui con il suo costo l'ITALIA al DEBITO PUBBLICO....sempre increscendo....IL GIOCO NON VALE LA CANDELA.... Il popolo uno che costa così senza minimamente far crescere l'ECONOMIA non lo eleggerebbe. napolitano è una carica ISTITUZIONALE....proprio perchè è una carica ISTITUZIONALE....TROPPO MI COSTA......il grande TOTO': "E IO PAGO".... OGNI VOLTA CHE napolitano accende la luce del quirinale come diceva una nota canzone non fiumi di parole: "FIUMI DI DEBIIT".... Per dire alle forze politiche: non litigate....siamo tutti in grado con un costo minore. In più paghiamo questo presidente della repubblica per attaccare te...."I MIEI SOLDI".....

vittoriomazzucato

Gio, 02/01/2014 - 10:42

Sono Luca. Da sempre BERLUSCONI ha messo in evidenza che i ns. presidente della Repubblica SONO DI SINISTRA; è per questo che chiede la riforma della elezione del presidente e non più la nomina. Aver dato fiducia al Kompagno Napolitano era l'unica possibilità rimasta anche se sapeva che fidarsi del Kompagno Giorgio era fidarsi di un inaffidabile. Sperare che a 88 anni fosse rinsavito era possibile ma non certo. Invece il ns. "Nikita" è rimasto un fedelissimo dei "vecchi PCI" del PD. GRAZIE.

elpaso21

Gio, 02/01/2014 - 10:45

Ho notato che nessuno parla più del "processo breve", ma non era una priorità ? :-)

cicciosenzaluce

Gio, 02/01/2014 - 10:46

Nanni,i bolscevichi,e chi sono ? Letta,Renzi,Franceschini,Fioroni,Gentiloni,ecc questi sono i bolscevichi? Se tu immaginassi chi erano veramente i bolscevichi,te la faresti addosso! Simili accostamenti li può fare solo un inbecille,fai una cosa vai al cesso e falla tutta.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Gio, 02/01/2014 - 10:46

Caro Silvio, qui o ci si decide a fare quello che si deve continuativamente e a non dipendere dai sinistri per le decisioni o si ha il rigetto da parte dell'elettorato. Non puoi ancora oggi, dopo quello che hai e abbiamo subito, pendere ancora dalle labbra di Napolitano o dei sinistri tutti. Non puoi continuare ad aver fiducia in loro. Non si può continuare così all'infinito. Come elettori siamo stati fin troppo tolleranti fin'ora. Ora basta! O si agisce ora o è la fine.

Ritratto di hellmanta

hellmanta

Gio, 02/01/2014 - 10:52

Se è per questo Napolitano non ha fatto gli auguri personali nemmeno a me. Sono dispiaciuto, ma non denuncio mica la cosa come un "complotto comunista"... Silviuzzo deve capire che è decaduto, ergo nella scena politica del paese è un signor nessuno.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Gio, 02/01/2014 - 10:53

@m.nanni,in concreto non si capisce cosa lei propone,cosa dovrebbero fare i parpamentari italiani ed europei?rovesciare i tavoli,e poi?...ma secondo lei B. non conosce perfettamente ed anche meglio di lei il PdR?certo che si,solo che non puo' proprio nulla,avendolo rieletto lui.Quale liberazione,di che parla,qui' l'unica cosa da fare sono due/tre riforme urgenti prima del voto.

pinux3

Gio, 02/01/2014 - 10:56

@m.nanni...Parli di " stimolare l'offensiva politico mediatica a livello europeo" a favore di B., ma ti rendi conto di quello che in Europa pensano di lui? A volte mi chiedo dove viviate voi berluscones...Poi chiamare "operazione stalinista" quella che non è altro che l'APPLICAZIONE DI UNA LEGGE CHE AVETE VOTATO ANCHE VOI risulta leggermente ridicolo...

giovanni PERINCIOLO

Gio, 02/01/2014 - 10:58

Silvio sveglia! come potevi pensare che un vecchio arnese comunista avesse a cuore la giustizia??? la giustizia "secondo Gramsci" va benissimo a lui e a tutti i trinariciuti e non c'é speranza alcuna che le cose cambino. Chiunque si azzardi anche solo a pensare di metter mano alla giustizia si trova subito i cani che gli azzannano le terga quindi la sola e unica possibilità resterebbe l'ottenimento della maggioranza assoluta ma temo sia e resti solo un bel sogno per molto tempo ancora!

pinux3

Gio, 02/01/2014 - 11:00

Berlusconi non ha fatto il "contro-messaggio"? Evidentemente si è reso conto che sarebbe solo caduto nel ridicolo, lui se ne è reso conto, tanti suoi "fans" forse no...

El Chapo Isidro

Gio, 02/01/2014 - 11:01

Povero berlusconi, una figuraccia dopo l'altra, se non stesse cercando di distruggere la nazione seguendo il piano della p2 proverei perfino pena per le sue figuracce planetarie...adesso gli tocca ingoiare il flop del boicottaggio al messaggio di napolitano che ha perfino aumentato gli ascolti, alla faccia di berlusconi che chiedeva di non ascoltarlo! Ormai la credibilità di berlusconi è ai minimi storici, ha perfino meno credibilità del pastorello che gridava al lupo, al lupo!

cicciosenzaluce

Gio, 02/01/2014 - 11:04

Nonno Silvio visto che sei finito,e non conti più nulla,scegli,o vai ai giardinetti con i nipotini e dudù,o vai in galera.

unosolo

Gio, 02/01/2014 - 11:06

sveglia cavaliere , prima ti ha costretto a fare quel passo indietro e subito dopo la legge che ti avrebbe fatto decadere , gli attacchi finali della mg con la strana sentenza su teoremi e teoricamente falsata dalla realtà , la straordinaria posa della condanna che imponeva il ritorno a Milano la dice lunga eppure sono cavilli che ad altri avrebbero portato alla completa assoluzione mentre per lei la condanna , ora , come dire , a bocce ferme sappiamo che siamo entrati in una completa dittatura moderna , fondata sul finanziamento occulto come diceva Craxi. Quel finanziamento si evidenzia in vari modi uno è ritardare i pagamenti da parte dello stato ma solo su creditori non sui stipendi dei ministri , sia ben chiaro ed ecco che le pensioni sono praticamente ferme senza aumenti sbandierati prima di Natale , gli interessi dei ritardi vanno a coprire quel deficit enorme che la situazione economica ,falsa, dimostra il quasi contrario della situazione reale.

Ritratto di ettore muti

ettore muti

Gio, 02/01/2014 - 11:12

...e l epifania il berluscaz si porta via , non conta piu na' sega!!

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 02/01/2014 - 11:13

Un vero fesso. Non mi smentisce mai. Ma come fa a fidarsi di questa feccia?

Ritratto di pravda99

pravda99

Gio, 02/01/2014 - 11:15

222. Intanto le larghe intese sono state cancellate da Berlusconi, non da Napolitano, e non per motivi politici ma solo perche' si e' reso conto che la sua decadenza era inesorabile. E poi, se Napolitano avesse citato la decadenza di Berlusconi, avrebbe dovuto anche spiegare che era dovuta alla condanna in via definitiva di B. per un reato grave (frode fiscale) e che un Pregiudicato non puo' stare in Parlamento. Fossi in B. non mi lamenteri dell'omissione...

enrico09

Gio, 02/01/2014 - 11:18

Berl. deluso perché Napolitano non ha parlato di decadenza? State scherzando? Siete ironici spero. Spero che gli italiani che come me hanno creduto a Berl. nel '94 oggi si sveglino, facciano un analisi oggettiva dei suoi fatti e delle sue azioni e lo giudichino incapace di dirigere il paese, come d'altronde il 90% (e sono buono) dei parlamentari

Atlantico

Gio, 02/01/2014 - 11:36

L'onorevole Gelmini dovrebbe essere contenta che nessun cenno sia stato in riferimento a quella che lei definisce "espulsione politica" di Berlusconi. In caso contrario, Napolitano avrebbe dovuto dire cose banali e scontate come 'le sentenze si rispettano anche se non piacciono": cose che valgono per ogni cittadino italiano. A meno che tu non ti chiami Berlusconi, fai politica con Berlusconi o voti per Berlusconi.

Ritratto di Chichi

Chichi

Gio, 02/01/2014 - 12:00

Caro Cavaliere, chi la apprezza, lo fa anche per la sua schiettezza quando scherza, quando parla seriamente e presenta le sue idee e programmi, come nella sua vita privata. In qualche modo, questo suo rifuggire da doppiezze e secondi fini, la portano ad attribuire anche agli altri la stessa dirittura. Non è così. Tanti, che si sono “ingrassati” con i voti dati a lei per questa sua trasparenza, poi le hanno voltato le spalle e cercato di mettersi al suo posto. Anche molti, che hanno goduto nella vita privata della sua prodigalità, quando hanno dovuto scegliere, si sono tenute le sue elargizioni, ma hanno cercato di inguaiare lei. §§§ Quanto a quelli che lei, giustamente e senza giro di parole, chiama comunisti, sono maestri di menzogna. Hanno un vocabolario parallelo: chiamano con nomi buoni e belli, pace, democrazia, concordia, pacificazione, bene comune… cose che nella loro prassi sono esattamente l’opposto di quelle parole. Il Caro Leader Presidente Eterno è il campione di questa parlare schizofrenico. La sua schiettezza li esaspera e immaginano che, come loro, ciò che dice sia fumo da gettare sugli occhi dei gonzi. Esponenti politici, giornali di regime, toghe in mala fede… hanno usato ogni sua parola e gesto per, travisandoli, perseguitarla lungo questi venti anni di antiberlusconismo. §§§ Mi permetta un consigli. Non cambi questa sua attitudine ad essere sincero. Ma impari la massima popolare: “se mi hai fregato una volta, non mi freghi più”. Non ci sono recuperi da fare. E quel signore, che anche grazie alla sua buona fede ci ha rovinato la cena di fine anno per l’ottava volta, non merita la sua fiducia. Lo ha dimostrato innumerevoli volte, Da lui l’Italia, gli elettori moderati, quanti vogliono vivere in un paese libero dall’ipoteca del socialismo reale, lei, non possono aspettarsi nulla di buono. Lo lasci perder, Cavaliere, lo ignori e all’occorrenza usi il suo parlare diretto per rintuzzare la sua ambiguità. §§§ Spero che questo mio commento venga pubblica. Tutto dipenderà da chi è di turno tra i moderatori. Anche in questo forum c’è chi campa grazie a lei, Cavaliere, ma le fa la forca.

Ritratto di ilsaturato

ilsaturato

Gio, 02/01/2014 - 12:45

"ilvillacastellano", "Baliano" e gli altri che fanno rimarcare come sia clamorosamente incomprensibile l' "inattività" dell'ultimo e unico possibile ostacolo alla definitiva-totale presa di potere delle sinistre (con conseguente e finale morte di tutto ciò che è rimasto dell' "Italia"). E' da decenni che il comunismo italico (e tutte le sue discendenti indecenti, subdole ed elusive diverse forme camaleontiche pianificate e attuate per assoggettare il "popolo bue" composto, per loro, solo e soltanto da "utili idioti" come quelli che qui vengono a vomitare le loro castronerie rosse a pagamento) sta smantellando, prosciugando, paralizzando, assoggettando tutti Noi. Non è più tempo di fare "guerra di trincea", non è più possibile il ricorso a fini e vuoti "tatticismi", non ci possiamo più permettere piani a medio-lungo termine; oggi siamo tutti con la testa sul ceppo e alle nostre spalle incombe il boia rosso con la mannaia alzata! La minaccia di vedere definitivamente decapita ogni nostra possibilità di riscatto, di crescita economica, di riduzione della disoccupazione, di riappropriarsi della nostra sovranità nazionale, del rispetto internazionale, della libertà individuale, del nostro naturale istinto "a fare impresa", di una parvenza di "vera democrazia", ecc... non è un pericolo che si profila all'orizzonte, è una concreta-mostruosa minaccia che incombe su di noi ADESSO! Verso la "nave Italia" alla deriva, fortemente danneggiata da colpi tremendi e senza nessuno che la timoni, sono già stati lanciati (e da molto tempo) mille siluri che ora sono a pochi metri e l'affonderanno per sempre. Se vogliamo sottrarci all'impatto dobbiamo mettere i motori "avanti tutta", per sottrarci alla mannaia dobbiamo togliere la testa da ceppo e colpire duro il boia rosso, per sopravvivere dobbiamo difenderci con tutte le (pochissime) forze che ci rimangono, MA DOBBIAMO FARLO ADESSO! Per opporsi alla nostra fine, le parole non bastano più come non bastano più le alchimie politiche, le tattiche parlamentari, le trattative più o meno diplomatiche... oggi vanno usate solo prese di posizione granitiche, azioni che non lascino il minimo dubbio e/o zone d'ombra, occorre un'offensiva fulminea, perentoria, decisa e decisiva! Il dramma è che se nemmeno Berlusconi è più in grado di fare questo, non abbiamo più scampo. Una nuova leadership, una nuova compagine politica, una nuova strategia, una nuova figura carismatica e indipendente dal potere rosso, richiedono tempo per rendersi efficaci e proponibili e di tempo non ne abbiamo proprio più! Berlusconi ha già commesso molti errori nello scegliersi le persone, nel dare fiducia a figure che miravano solo a poltrone-potere-interessi personali (nel più puro stile catto-comunista), nel temporeggiare mentre le sinistre gli stavano costruendo un evidentissimo patibolo, nell'accettare la defenestrazione del suo governo (mai sfiduciato) nel 2011, nell'accettare l'ascesa al Colle e (peggio) la riconferma di un Presidente che più di chiunque altro impersonifica la scelleratezza e la spietatezza rosse, nel limitare le bordate e la totale condanna pubblica e continua di chi ha tradito lui e il mandato che il Popolo (che non ha ancora mandato anima e cervello all'ammasso rosso) gli aveva dato, nel non aver almeno tentato di attuare una riforma totale della "giustizia" (con "g" volutamente minuscola) quando aveva i numeri per farla o per fare almeno venire allo scoperto chi a parole era con lui ma in verità gli ha sempre remato contro sottobanco... Berlusconi è arrivato comunque (la "clessidra anagrafica" è ineludibile) vicino alla fine del suo cammino; deve trovare la forza, l'onore, la dignità, l'audacia per farsi ricordare come il grande Italiano che è riuscito a debellare la mortale minaccia rossa e smontare l'aberrante, indecente, virulenta impalcatura rossa costruita con la vigliaccheria, la falsità, l'inadeguatezza, l'imprudenza, la prepotenza e la ferocia dai discendenti dei partigiani rossi. La smetta, Berlusconi, di dare ascolto a chi le consiglia di stare defilato e mantenere un basso profilo; si scuota dallo stato catatonico in cui le sinistre sono sicure di averlo irreversibilmente incatenato. Ritrovi per un'ultima volta e per l'Italia, il vigore, il coraggio e quella dose di "pazzia positiva" che le hanno permesso di costruire il suo impero privato e catalizzare il supporto dei moltissimi che non volevano (e ancora di più non vogliono oggi) morire del virus rosso! Trasformi i belati "politically correct" in ruggiti feroci, i lamenti sussurrati in boati, le pavide e mezze azioni in attacchi frontali e totali... e vedrà che per quest'ultima battaglia troverà al suo seguito un esercito così grande che nemmeno lei può immaginare! MA LO FACCIA ADESSO!!!

Ritratto di Chichi

Chichi

Gio, 02/01/2014 - 12:51

@Atlantico – Nick mutuato dalla mitica Atlantide, suppongo. Questo mi autorizza a farti da correttore di bozze: i miti sono belli, soprattutto se costruiti a nostro uso e consumo, ma possono farci incorrere in errori madornali. Nella parte finale del tuo commento, “A meno che tu non ti chiami Berlusconi…” ti deve essere rimasta in punta di tastiera la finale: e non sia stato assolto più e più volte. Nel mito non so come sia, ma nella storia italiana di questi ultimi venti anni le cose di cui parli postulano questa conclusione.

comase

Gio, 02/01/2014 - 13:03

Cosa si aspettava da un vecchio rancoroso comunista?

tommix

Gio, 02/01/2014 - 13:26

ma smettetela di piangervi addosso. Ma chi è questo giornalista da strapazzo che racconta queste fregnacce. Ma chiudetelo questo giornale anziché continuare a fregarvi i soldi per dire delle boiate. Addirittura ci si lamenta, dopo che il boicottaggio è stato un fallimento, benché io sia stato assente per impegni e non ho potuto far aumentare il già aumentato numero di ascoltatori, che nel famoso discorso di fine anno non sono state citate nè le larghe intese nè la decadenza. Ma le larghe intese non siete stati voi che le avete rifiutate? Addirittura avete accettato una spaccatura nel partito pur di rifiutarle ed ora che tutti, chiedo scusa per il termine, vi ''càcano in testa'' vi lamentate per l'odore poco gradevole che vi viene profuso a iosa. Ma un po di dignità! Assumetevi un po di responsabilità! Cercate di crescere un pochino. State facendo la figura del nanetto e del gigante a cui con la mano tesa chiedete benevolenza ma come si gira cercate di pugnalarlo alle spalle chiedendo addirittura l'impeachment. State sprofondando sempre più nel ridicolo. Addirittura vi lamentate pure per il fatto che non è stata citata la decadenza. Ma meno male che non ha parlato, bisognerebbe esprimergli riconoscenza, per non avere dovuto rigirare il coltello nella ferita nell'attesa che si compia l'iter definito, la ferita possa rimarginarsi e con una bella plastica facciale e cambio di identità e di personaggi si possa ritornare ad un dialogo normale, anche fra opposti, ma seri e responsabili.

mima64

Gio, 02/01/2014 - 13:30

AH RIDICOLIIIIIIIII... El Chapo GRANDE!!!!!I tuoi commenti sono cio',che la gente pensa veramente. L' ITALIA che il nano ceronato dice di amare alleandosi con chi ODIA disprezza e sputa la nostra bandiera vero simbolo di tutti noi l,ITALIA del terremoto con sottofondo di risate vergognose la povera ITALIA ferma xche' il governo deve stabilre che una puttana (MINORENNE) sarebbe la nipote del cugino dell'amico del cognato....L' ITALIA dei ristoranti pieni mentre la gente muore.Ecco caro EL CHAPO le tue parole sono pura verita' e se permetti le faccio mie. SALUDOS

Il giusto

Gio, 02/01/2014 - 14:14

Sarebbe stato strano che il pres.della Repubblica parlasse di un pregiudicato!Dovete rendervi conto che lo schettino della politica è solo uno dei tanti delinquenti pregiudicati in Italia!Lo scandalo è che possa ancora parlare ed usufruire di scorta e macchine blu alle spalle degli italiani!

mima64

Gio, 02/01/2014 - 14:40

Berlusco' xché non fai una passeggiatina tra la gente cosi senti cosa ne pensa? Magari ti stringeranno la mano forse ti. chiameranno vecchio puttaniere o nano ceronato o grideranno HAI ROVINATO LA NOSTRA ITALIA o farai qualche baciamano racconterai le tue.cagare di barzellette. Stai attento alle statuine volanti

Lino1234

Gio, 02/01/2014 - 15:35

# tommix. Immagino che di mestiere fai il bovaro. Quando porti al pascolo i tuoi buoi cerca di osservarli bene. Tu hai molto da imparare da loro. Solo dopo potrai entrare nel mondo della democrazia e della buona educazione. Un berlusconiano nauseato dai trinariciuti che commentano su questo giornale. Lino. W Silvio.

marco46

Gio, 02/01/2014 - 16:18

X Ettore muti, E tutti i politici che Lui HA INFILZATO ad uno a uno politicamente s'intende a partire dal mortadella, veltroni rutelli dalema fini casini e così via a seguire, cosa contano? meno di una mezza sega in quanto, Lui, anche dopo la decadenza da senatore i suoi 10milioni di voti li porta sempre a casa senza fare brogli chiaro.

Ritratto di Chichi

Chichi

Gio, 02/01/2014 - 16:28

@tommix - Ovvero l'arte sinistra di rivoltare la frittata. Ti hanno addestrato bene, meglio dei cani di Pavlov. Scommetto che la ciotola piena a nostre spese non te la fanno mancare.

Ritratto di Chichi

Chichi

Gio, 02/01/2014 - 17:07

mima64 - Vale per te quello che ho detto a tommix. Con un'aggiunta: forse a te la ciotola non la danno o è scarsa e quindi non ci vedi dalla fame. Il Governo è stato così presente durante il terremoto, che è riuscito a dare ai terremotati, in tempi insperati in Italia, una casa degna di tale nome, anziché lasciarli anni nelle tende e nei containers. O forse non te ne sei accorta? Non è che mentre il governo, Berlusconi e tanti italiani si davano da fare, tu eri sulla montagna a stendere lenzuola di protesta? No: ho capito: i tuoi addestratori hanno preso male il successo dell’intervento nella fase di emergenza, compiuto col plauso di tutto il mondo, e, per fare qualcosa di utile, ti stavano condizionando per gironzolare con una carriola vuota. Di la verità, tesoro, ciò che ti da la bava alla bocca e il fatto che nessuno apprezzi l’apporto dato dalle carriolanti vuoti alla ricostruzione del centro storico dell'Aquila. Te lo può spiegare Letta, quello sì che agisce e risolve: “non si fanno le cose con la bacchetta magica!” Ti prego, non sbranarmi: ho solo citato Lettaaaa!

ilbarzo

Gio, 02/01/2014 - 17:10

Con sette anni di Napolitano al Quirinale,la sinistra si e' preso tutto:Governi,Scuola,Giustizia,Magistratura,Universita'Prefetture meno che le forze dell'ordine,perche' quelle non sono in vendita.Berlusconi datti una smossa e' ora di uscire dal letargo in cui sei piombato.