Il dirigente cacciato da Delrio costa ai cittadini 38mila euro

Il ministro degli Affari Regionali ed ex sindaco di Reggio, Graziano Delrio (nella foto) è andato a Roma con un conto da far pagare alle casse comunali di 32mila euro più seimila di spese processuali. A tanto ammonta la fine di una vertenza che ha visto come vittima una ex dirigente del servizio tributi, Ivana Nicolai, alla quale non venne riconosciuto, come previsto dalla legge e dallo statuto comunale il reintegro dopo che era andata a ricoprire un incarico in Provincia. Lei, incassata la sentenza favorevole del giudice, oggi attacca: «Dopo l'incarico in Provincia feci valere la normativa e chiesi il reintegro, ma l'allora sindaco Delrio per colpa della faida politica che da sempre lo oppone alla presidente della Provincia Sonia Masini volle dimostrare che anche lui era in grado di ridurre i dirigenti. Così rimasi senza lavoro per quasi un anno». Una faida che è costata cara ai contribuenti se si considera che l'amministrazione guidata dall'attuale titolare degli affari regionali aveva appena reintegrato un'altra dirigente per lo stesso motivo.