Dirigente rossa e senza laurea

Pasticcio a Ferrara sui dirigenti senza laurea. La procura della Corte dei conti cita in giudizio la presidente della Provincia Marcella Zappaterra (Pd) e alcuni suoi assessori chiedendo loro un risarcimento di 226.070 euro. Nel mirino uno dei primissimi atti firmati da Zappaterra dopo la sua elezione nel 2009: la delibera 227, con la quale Manuela Paltrinieri (assessore Pd nella precedente legislatura e pure presidente dell'agenzia locale Ato) venne nominata capo di gabinetto della stessa presidente. Questo nonostante la «fortunata» fosse senza laurea, requisito per incarichi del genere previsto dal contratto di lavoro nazionale di riferimento. Fino al 22 marzo 2013, quando rassegnò le dimissioni dopo che l'Idv aveva sollevato il caso, Paltrinieri percepiva ben 57.513,26 euro lordi all'anno. Per i pm contabili nominarla è stata «a dir poco colpa grave», frutto di una «condotta debordata nell'arbitrio». L'udienza si terrà il 26 marzo.

Commenti
Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Gio, 30/01/2014 - 09:18

fosse stata in Germania la avrebbero licenziata subito.

cgf

Gio, 30/01/2014 - 09:32

taralucci e vino per i compagni, ok che nelle amministrazioni rosse è tutto un magna-magna, in cooperazione ovvio, ma figurati se cane mangia cane.