Diritti civili dei gay, l'apertura del Cav apre il dibattito in FI

Edoardo Sylos Labini, responsabile Cultura di Forza Italia: "Il DNA strettamente liberale di Forza Italia non risulta compatibile con discriminazioni basate sull'orientamento sessuale"

L'apertura di Silvio Berlusconi sui diritti civili dei gay ha aperto il dibattito interno a Forza Italia. "Quella per i diritti civili degli omosessuali è una battaglia che in un Paese davvero moderno e democratico dovrebbe essere un impegno di tutti, da liberale ritengo che attraverso un confronto ampio e approfondito si possa raggiungere un traguardo ragionevole di giustizia e libertà", aveva affermato l'ex presidente del Consiglio. D'accordo con lui anche il Responsabile del Dipartimento Cultura in Forza Italia Edoardo Sylos Labini che, dalle pagine de il giornaleoff.it web magazine che lui stesso dirige, ha preso una chiara posizione: "Il DNA strettamente liberale di Forza Italia non risulta compatibile con discriminazioni basate sull'orientamento sessuale. BASTA con gli stereotipi: essere omosessuali non è un tabù a Destra, in realtà non lo è mai stato! In tanti decenni di bieche strumentalizzazioni politiche, anche le battaglie sui diritti civili sono state etichettate da clamorosi falsi storici. Ad esempio, la libertà sessuale del '68 che si è intestata come rivoluzione del costume, in realtà nasce ben prima: nel 1919 a Fiume sotto la Reggenza del Carnaro guidata da Gabriele D'Annunzio. La battaglia culturale intrapresa appena due mesi fa dal neonato Dipartimento vuole rilanciare un'immagine nuova e moderna della Destra italiana attenta ad alcune tematiche che la Sinistra si è intestata inopinatamente".

Dello stesso avviso la deputata di Forza Italia, Jole Santelli: "Non credo che le parole del presidente Berlusconi sui diritti degli omosessuali possano creare alcuna sorpresa. Da sempre Fi si è connotata come una forza liberale e soprattutto il presidente Berlusconi non è mai stato prigioniero di stupidi pregiudizi o inutili ipocrisie. Il rispetto della persona è ciò che contraddistingue un autentico pensiero liberale e il rispetto della persona comporta il rispetto delle sue scelte di vita". Le ha fatto eco la deputata Gabriella Giammanco: "Il presidente Berlusconi è da sempre attento al tema dei diritti civili e delle libertà individuali e la sua apertura nei confronti del dibattito sulla legittimazione delle coppie dello stesso sesso ne è prova ulteriore, non posso che condividere e sostenere la sua posizione, tanto che un anno e mezzo fa ho anche firmato, con alcuni miei colleghi di Forza Italia, una proposta di legge per il pieno riconoscimento dei diritti civili alle coppie omosessuali. Per troppo tempo su questo terreno il nostro Paese è rimasto indietro rispetto al resto d'Europa ma credo che oggi i tempi siano maturi per allinearci con le democrazie più moderne".

Più scettica Licia Ronzulli: "Personalmente sono a favore delle unioni civili, ma senza una linea chiara e condivisa rischiamo di disorientare l'elettorato FI. Renzi gongola e la Lega sale. Quello sulle unioni civili è senz'altro un tema molto importante ed è giusto parlarne. Ho fatto parte per cinque anni della commissione per i diritti delle donne e l'uguaglianza di genere del Parlamento europeo e ho sempre votato a favore della tutela giuridica delle coppie omosessuali pur restando fermamente contraria sulle adozioni. Proprio perché è un argomento importante, ma soprattutto altamente divisivo, è necessario che se ne parli approfonditamente in Forza Italia per poter arrivare ad una linea ragionata, comprensibile e condivisa dalla nostra base. Su questo, come su altri temi, non possiamo lasciar spazio all'improvvisazione".

Secondo Giovanni Toti, europarlamentare di Forza Italia e consigliere politico di Silvio Berlusconi, le unioni civili sono "un tema che esiste ed è bene che un partito grande come Forza Italia, che vuole rappresentare tutte le anime della società nel centrodestra, lo affronti. Ci sono sensibilità diverse nel nostro partito e su questo non c'è dubbio. Sono d'accordo sugli allargamenti dei diritti, ma bisogna vedere che non ledano diritti di altri, perché dove si allarga il diritto di uno spesso si lede il diritto dell'altro".

Un conto è l'allargamento dei diritti, un altro "e su questo non sono d'accordo", le adozioni di figli per coppie gay o l'equiparazione tra "matrimonio tradizionale e matrimonio tra omosessuali": così il coordinatore lombardo e parlamentare di Forza Italia, Mariastella Gelmini. E sulle sensibilità diverse sul tema che esistono nel partito di centrodestra, il coordinatore lombardo ha chiarito che "il presidente Berlusconi da sempre all'interno di Forza Italia ha fatto convivere posizioni diverse, su un tema che è etico e non politico".

"Mi auguro che tutti possano raccogliere l'invito del presidente Silvio Berlusconi ad affrontare con serietà e senza posizioni preconcette il tema dei diritti e a superare anche in questo campo una contrapposizione ideologica che, ad oggi, non ha portato a significativi passi avanti. Il centrodestra e Forza Italia in particolare possono rivendicare un impegno coraggioso e risultati importanti raggiunti nell'azione di governo sul fronte dei diritti e nel contrasto alle discriminazioni. Basti ricordare che la prima campagna istituzionale contro l'omofobia è stata realizzata, col contributo di tutte le associazioni, proprio quando il premier era Silvio Berlusconi e io alla guida del ministero per le Pari Opportunità", ha dichiarato Mara Carfagna.

"Per quanto mi riguarda mi sento ampiamente rassicurato da quanto mi ha detto Berlusconi, affermando di essere assolutamente contrario a matrimoni o ad adozioni gay. Del resto, una coppia gay con diritto all'adozione rischierebbe di alimentare il turpe commercio degli uteri in affitto, la forma più abietta di materialismo e di sottomissione del corpo delle donne usate a pagamento per fare figli da immolare all'egoismo altrui", ha spiegato Maurizio Gasparri, vice presidente del Senato.

Commenti

Sauron51it

Mar, 01/07/2014 - 14:03

I "diritti civili" del cittadino sono elencati nei primi due titoli della costituzione e NESSUNO di questi è negato agli omosex. Qui si parla solo di unioni civili, cioè di pseudo-matrimonio omosex. Usiamo le parole giuste, a partire da S.B.

elalca

Mar, 01/07/2014 - 14:05

ma di cosa stiamo parlando??? i diritti dei cittadini sono contenuti nel codice civile e quindi ognuno di noi dovrebbe essere ben tutelato. il fatto di essere gay non significa pretendere più attenzioni di quelle riservate ad un cittadino NORMALE! unioni civili e adozioni non possono essere appannaggio di persone di uguale sesso. il cavaliere abbia il coraggio di dire che lo ha fatto per meri scopi elettorali e non scomodi l DNA della destra e non lasci la parola a sedicenti responsabili culturali. gentaglia che non sa neppure perchè parla.

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 01/07/2014 - 14:27

"La libertà sessuale del '68...è nata nel 1919 a Fiume.". E se lo dice il responsabile della cultura di F.I. bisogna credergli. In verità, la libertà sessuale è nata ancora prima, ma molto prima, molto prima di quanto pensino i difensori del "DNA strettamente liberale..."; è nata in tempi biblici. Mai sentito parlare di Sodoma e Gomorra? Ecco, lì vigeva la più totale e spregiudicata libertà sessuale; tutte le variazioni sessuali, le perversioni e tutti i vizi erano virtù. E non erano "liberali". Erano semplicemente depravati. Purtroppo per loro è finita male.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Mar, 01/07/2014 - 14:31

ma quanto son carine!!! Non c'e' cosa piu' orripilasnte che vedere degli uomini....ehm....uomini!! con movenze esageratamente femminili che neanche le donne.....

Mr Blonde

Mar, 01/07/2014 - 14:48

Sauron51it ha detto una verità a prescindere da chi è contro o a favore la base di discussione è questa

giovanni PERINCIOLO

Mar, 01/07/2014 - 14:53

Sauron51it. Concordo pienamente con quanto lei dice e la dichiarazione di Berlusconi non fa altro che generare inutili aspettative e creare confusione. I diritti sono riconosciuti da tempo, quello invece che vogliono e per cui si battono gli omosessuali sono solo rivilegi totalmente ingiustificati e lesivi dei diritti e della dignità dei bambini!

Totonno58

Mar, 01/07/2014 - 15:17

E' una balla che berl.abbia "aperto" un dibattito all'interno di FI..si è sempre saputo che tanti provavano a lavorare per un ddl sui diritti civili, omo ed etero e che ...sono stati bloccati per compiacere al presunto vescovo di turno...il fatto che ora ci sia Papa Francesco che annuncia come vivere in modo serio la nostra fede, (segnando la fine della tintura della facciata da parte dei cosiddetti atei-devoti), "libera le coscienze" e smaschera l'ipocrisia di 20 anni!

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Mar, 01/07/2014 - 15:28

Questi vogliono un matrimonio che non sia un matrimonio, ma solo quando serve,e basta.Egregio cavaliere stai copiando la vecchia DC che pur di stare al potere ha calato i pantaloni lasciando che il PCI si impossessasse di tutii i posti di potere,ed ora ne paghiamo le conseguenze tipo magistratura.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 01/07/2014 - 15:43

Qui non si arriva alla fine del mese,le tasse continuano ad aumentare, manca 1 miliardo per la cassa integrazione in deroga e dietro l'angolo cè una manovrona. Ma Silvio non ha nient'altro da fare?

fabio55

Mar, 01/07/2014 - 15:47

BASTA VOGLIAMO I DIRITTI CIVILI COME IN EUROPA E NEL MONDO

fabio55

Mar, 01/07/2014 - 15:51

ATLANDIDE HAI PROBLMI CON NOI ? SEI INVIDIOSO? HAI AVUTO QUALCHE ESPERIENZA NEGATIVA CON NOI MODERA LE PAROLE GRAZIE

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 01/07/2014 - 15:59

C'è una manovrona...

elalca

Mar, 01/07/2014 - 16:11

#fabio55: ma allora è proprio di coccio. Moderi lei i termini e si ricordi che non è necessario aver avuto problemi con voi per essere contro i matrimoni e le adozioni tra gente dello stesso sesso. ma non riuscite proprio a comportarvi come persone normali????? continuate a sbandierare la vostra diversità e allora prenda anche atto che grazie a quella diversità non potete costituire una famiglia normale, non potete avere figli e tantomeno potete adottarne. se non le sta bene vada pure in altro stato europeo o in altra parte del globo. qui le vostre richieste NON sono da accogliere.

cecco61

Mar, 01/07/2014 - 16:27

@ fabio55: perché attacchi Atlantide? Se per lui certe cose sono orripilanti è e resta una sua opinione ed è liberissimo di esprimerla. E quali sarebbero questi diritti civili a cui agognate: pensione di reversibilità, successione legittima, mantenimento. Tutti diritti patrimoniali; il matrimonio conta poco ed è buffo che lo chiediate laddove è stato per anni demonizzato a favore delle convivenze more uxorio in quanto simbolo del potere ecclesiastico in contrapposizione alla laicità dello stato. Me lo conceda: fate ridere. Aggiungo che se uno fa il pagliaccio o si spoglia in strada è e sempre sarà un pagliaccio e un esibizionista, indipendentemente dal fatto che sia etero o gay.Di omosessuali ne conosco e frequento parecchi, alcuni molto promiscui in tema di rapporti, ma nessuno che io conosca si dedica a pagliacciate o ad imporre a bambini il suo modus vivendi (vedi adozioni e/o fecondazioni eterologhe per coppie gay).

mila

Mar, 01/07/2014 - 17:31

HANNO RAGIONE ad appellarsi alle idee liberali. Il termine "liberale" (non so se in Forza Italia ne siano al corrente) ormai viene usato solo nel senso di "liberal" all'americana e i "liberal" sono di estrema sinistra e considerano il riconoscimento del matrimonio omosessuale tra le loro priorita', naturalmente anche nelle loro colonie. E noi dobbiamo adeguarci.

Massimo

Mar, 01/07/2014 - 18:03

Essere liberali non significa spingere una Nazione alla deriva morale. Se ne accorgeranno quanto pochi sono i "liberali" nella loro accezione del termine alle prossime elezioni.

Ritratto di robocop2000

robocop2000

Mar, 01/07/2014 - 18:42

SILVIO VAI IN PENSIONE E' ORA. LASCIA LA PRESIDENZA A GENTE GIOVANE E CON LE PALLE COME RAFFAELE FITTO !!

Ritratto di sekhmet

sekhmet

Mar, 01/07/2014 - 19:32

Certo che se gay e lesbiche, durante i vari gay pride, non inciampassero in atteggiamenti da caricatura carnevalesca, sarebbe più facile un dialogo non viziato da quelle immagini, che tornano alla mente ogni volta che si ha di fronte un omosex. Sekhmet.

CIGNOBIANCO03

Mar, 01/07/2014 - 19:43

Leggere dagospia è utile.

Marco2012

Mar, 01/07/2014 - 20:01

La Pascale ha trascinato B. in un tunnel senza uscita. Con questa mossa si è giocato anche la sua rispettibilità storica, infatti sarà ricordato come un politicante che salta sul carro delle mode. Gli farà più male questo conformismo che tutte le cause giudiziarie.

Ritratto di MARINA58

MARINA58

Mar, 01/07/2014 - 20:53

Solo due parole...BRAVO MEMPHIS35...ORE 15;43.GRAZIEEE!!

Ritratto di Patchonki

Patchonki

Mar, 01/07/2014 - 21:04

Ma ancora parla!

fiorentinodoc

Mar, 01/07/2014 - 21:55

silvio torna ai vecchi tempi lascia perdere dudu e i gay.i tuoi elettori te lo chiedono

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Mer, 02/07/2014 - 00:40

I diritti civili per gli omosessuali sono eticamente accettabili. L'UNICA COSA ETICAMENTE ERRATA SAREBBE ACCOGLIERE LE LORO RICHIESTA DI CHIAMARE MATRIMONIO LE LORO UNIONI. Su questo non si deve transigere.

Albo459

Mer, 02/07/2014 - 08:53

Mi spiace dirlo ma Berlusconi ormai ha toccato il fondo. Prima i pensionati, poi i proprietari di animali da compagnia, ora i diritti gay. Se spera così di recuperare base elettorale si sbaglia di grosso. Il popolo di centrodestra è liberale per quanto riguarda le dottrine economiche ma conservatore sulle questioni etiche. Per quanto mi riguarda l'esperienza con FI è arrivata alla fine, dovessi subire anche 50 anni di PD ora come ora Forza Italia è invotabile. Riprendetevi!

ronin59

Mer, 02/07/2014 - 09:09

Eccezionale. Dopo il si all'abolizione del reato di clandestinità, al decreto svuotacarceri,all'indulto, ora pure questo A quando un partito unico con renzi e vendola con berlusconi presidente e luxuria segretario? Suggerisco una battaglia per le case popolari agli zingari, la depenalizzazione delle droghe tutte, un minareto vicino ad ogni campanile e 1500 euro di stipendio garantito ad ogni africano che arriiva illegalmente.D'altronde B lo abbiamo votato per questo.

Ritratto di mario_caio

mario_caio

Mer, 02/07/2014 - 09:13

@fabio55 - scrivi bene il concetto: -vogliamo essere stupidi quanto sono stupidi all'estero -. L'unica cosa da moderare sono le vostre carnevalate che niente hanno a che fare con i diritti civili e/o legalizzazioni di sorta.

fabio55

Mer, 02/07/2014 - 09:25

ELALCA LEI RIMARRA DELUSA LA MAGGIORANZA DEL NOSTRO PAESE è NETTAMENTE FAVOREVOLE DUNQUE SI METTA L ANIMO IN PACE E ACCETTI