DISCARICA DI AMIANTO NEL CREMONESE Chiesto il processo per Formigoni. Lui nega: «Mai preso un euro»

Nuovi guai per l'ex governatore di Lombardia e senatore Ncd Roberto Formigoni. La procura di Milano ha chiesto il suo rinvio a giudizio, per corruzione, nell'inchiesta sulla discarica di amianto a Cappella Cantone (Cremona). Per l'accusa, oltre un milione di euro di presunte tangenti sarebbero arrivate, su input di Formigoni, alla Compagnia delle Opere di Bergamo, e una, da 100 milioni di euro, sarebbe finita all'ex vicepresidente del Consiglio lombardo, Franco Nicoli Cristiani. Formigoni respinge l'accusa: «Ancora una volta è stato riconosciuto che non ho intascato un euro».