La Disneyland cinese è perduta

Doveva essere il parco dei divertimenti più grande dell'Asia e invece Wonderland, la risposta cinese a Disneyland, è una cattedrale perduta nello spreco. Dopo 15 anni di abbandono la grande struttura, mai inaugurata è una città fantasma a pochi chilometri da Pechino dove i bambini però giocano lo stesso, con la fantasia di chi sa inventare isole anche dove non ci sono. La costruzione dell'American Dream sul suolo cinese, alle porte di Pechino, è iniziata nel 1998 con l'intento di costruire il più grande parco di divertimenti asiatico. Il progetto è stato subito abbandonato dopo il ritiro dei finanziatori. Sembrava uno scherzo...