«Divorzio» breve: in Vaticano diventa legge

Il Vaticano accelera sui tempi dell'annullamento del matrimonio religioso e mentre in Italia la proposta di legge sull'introduzione del cosiddetto «divorzio breve» si è nuovamente arenata in Parlamento, la Santa Sede è pronta a emanare una nuova normativa che snellisce sensibilmente la procedura per il «divorzio cattolico».
Attualmente, infatti, mentre per la legge civile occorrono tre anni di attesa per la separazione, e altrettanti per il divorzio, per lo scioglimento del matrimonio cristiano servono in media due anni. Ma il Vaticano, su indicazione partita già da Benedetto XVI, intende sveltire i tempi arrivando di fatto quasi a dimezzarli. Le cause di nullità restano le solite, ma ciò che la Santa Sede intende velocizzare è la procedura.

a pagina 18

Commenti

Libertà75

Lun, 24/03/2014 - 10:42

Signora Serena Sartini guardi che non esiste il divorzio cattolico, ma informarsi no? L'annullamento ecclesiastico non si paragona al divorzio civile, ma semmai all'annullamento civile ed anche quest'ultimo ha tempi molto più brevi. Le motivazioni per l'annullamento civili sono simili e paragonabili a quelle per l'annullamento ecclesiastico.

Giorgio5819

Lun, 24/03/2014 - 10:57

L'annullamento del matrimonio da parte della chiesa è sempre stato brevissimo,semplicissimo: basta pagare la cifra giusta e si risolve tutto, come sempre.