Dl Salva-Roma, il governo smentisce se stesso

Dopo le proteste di FI, Napolitano ordina e l'esecutivo rinuncia alla conversione in legge del decreto

Il governo smentisce se stesso e rinuncia alla conversione in legge del decreto legge Salva-Roma, decidendo di inserire nel decreto "Milleproroghe" le norme necessarie per l'approvazione del bilancio della Capitale e la correzione della norma sugli affitti della Pubblica Amministrazione. Una decisione, spiegano fonti di palazzo Chigi, maturata dopo un colloquio tra il presidente del Consiglio Enrico Letta e il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Al presidente del Consiglio, riferiscono fonti di palazzo Chigi, il capo dello Stato ha espresso forti perplessità sull'appesantimento emendativo che in Parlamento aveva di fatto trasformato il decreto legge da lui firmato a suo tempo. Nel decreto Milleproroghe, che verrà approvato dal Cdm del 27 dicembre, verranno quindi recuperate "le sole situazioni indifferibili, a cominciare dalle norme sulla base delle quali il Comune di Roma ha approvato il proprio bilancio". Nello stesso decreto, ha spiegato il ministro Dario Franceschini, "sarà contenuta la correzione, annunciata in Parlamento, alla norma relativa agli affitti di immobili da parte della pubblica amministrazione".

Forza Italia ha fatto sentire la sua voce. "Governo Letta sempre più in stato comatoso. Dopo l'ignobile figura fatta sulla legge di stabilità e quella, altrettanto ignobile, sugli affitti d'oro, adesso, rossi di vergogna per le critiche ricevute relativamente alle marchette del decreto cosiddetto Salva Roma, ripetiamo rossi di vergogna, fanno saltare il decreto stesso con un grottesco contrordine compagni", ha dichiarato il presidente dei deputati di FI, Renato Brunetta. Che poi ha aggiunto: "Un governo e una maggioranza delegittimati dalla sentenza della Corte costituzionale stanno esalando i loro ultimi respiri. Che qualcuno dall'alto stacchi al più presto la spina".

Commenti
Ritratto di fritz1996

fritz1996

Mar, 24/12/2013 - 18:59

Un regalo di Natale per tutti gli italiani, alla faccia del "buon padre di famiglia" Enrico Letta.

Seawolf1

Mar, 24/12/2013 - 19:02

I soliti buffoni...

palllino.

Mar, 24/12/2013 - 19:08

Salva roma,affitti d'oro,legge di stabilita' scandalosa e non ultime le bische di stato!!! Ma da che manica di manigoldi siamo governati???

giovanni PERINCIOLO

Mar, 24/12/2013 - 19:11

Requiem!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Mar, 24/12/2013 - 19:12

...I Governi, nel nostro Paese, non governano. Si limitano a seguire le indicazioni delle lobby, che sono interessate nei provvedimenti che, di volta in volta, vengono emanati; Forzando un po la mano, si potrebbe affermare che il Governo si limita a ratificare le "richieste" delle lobby. Dunque: Lobby forti, Governo debole e viceversa.

giottin

Mar, 24/12/2013 - 19:15

Hanno fatto retromarcia solo per paura della minaccia di passare S.Silvestro tra i banchi del palazzaccio!!!!!!!

Ritratto di Simbruino

Simbruino

Mar, 24/12/2013 - 19:17

ormai con Re Giorno che regna sulla Repubblica Italiana abbiamo ricostituito La Real-Repubblica Napoletana che governo' con questo significato paradossale il Regno di Napoli dopo Masaniello/ Napolitano < a cui auguro un felice Natale> e visto che cosi' stanno le cose , farebbe cosa buona a togliere piu' sinceramente il tricolore dal Quirinale e rimetterci la bandiera della Madonna del Carmine e di San Gennaro come allora.

comase

Mar, 24/12/2013 - 19:17

Lettino farai fatica ad arrivare alla Befana!

Ritratto di JSBSW67

JSBSW67

Mar, 24/12/2013 - 19:18

BUFFONI, LADRI, INCAPACI, e per non da ultimo EUROPEISTI DEL MENGA.

bernaisi

Mar, 24/12/2013 - 19:19

LETTA ed ALFANO come disse il mitico Emilo CHE FIGURA DI MERDA !!!!!!

igiulp

Mar, 24/12/2013 - 19:19

"Questo decreto puzza". Il leghista Buonanno l'aveva detta giusta. Ognuno tragga le sue conclusioni su quale tipo di puzza ma sta di fatto che tutto è saltato. Ora bisognerà fare attenzione al "milleproroghe" dove molte cose che sono uscite dalla porta, rientreranno dalla finestra per dare una consistente mano all'amico Marino, alla faccia di tutti gli altri comuni italiani che devono invece raschiare il fondo di un barile sfondato.

ammazzalupi

Mar, 24/12/2013 - 19:23

No problem. Anche se si tratta della solita... FIGURA di MERDA!!!

cicero08

Mar, 24/12/2013 - 19:32

Nefandezze, sempre nefandezze. Meno male che a quest'ultima si è posto rimedio mentre non è stato ancora controfirmato il decreto farsa sul nuovo finanziamento pubblico ai partiti. Speriamo anche questo definitivamente accantonato visti che è più che manifesto, al di là del merito, che non sussistono assolutamente i requisiti di necessità ed urgenza che sono necessari per l'amanazione dei D.L. Quanto alle cattive figure il relativo abbonamento per Letta nipote non scadrà al prossimo 31 dicembre. Ne ha fatte 30, ne farà 31, 32, 33, 34, 35....

Ritratto di pinoCchiè

pinoCchiè

Mar, 24/12/2013 - 19:56

il PINOCCHIETTO ha il naso sempre più lungo

Ritratto di bracco

bracco

Mar, 24/12/2013 - 20:14

Lascio perdere ogni commento visto che siamo a poche ore dal Natale !

rossono

Mar, 24/12/2013 - 20:14

dAI ROSSI "di vergogna" si salvi chi puo`. Prima ci deridevano in europa,ora i sinistri hanno fatto di meglio, ci deride il mondo intero...

uggla2011

Mar, 24/12/2013 - 20:23

Se qualcuno ha dei cachi e dei pomodori che stanno andando a male non li butti,spending review anche per frutta ed ortaggi.Torneranno presto utili.Buffoni.

robylella

Mar, 24/12/2013 - 20:24

Accozzaglia di incapaci e bolgia di parassiti, solo per il proprio tornaconto e la poltrona! Emblema dell'Italia: che vergogna!

eolo121

Mar, 24/12/2013 - 20:31

come volevasi dimostrare, un governo d incapaci è RE GIORGIO che comanda se no sarebbe già finito ... tasse e immigrati da raccogliere nel mediterraneo la loro priorità

Nickulow

Mar, 24/12/2013 - 21:22

Vi ricordo cari amici del giornaletto, che anche i vostri capi stanno al governo con Letta....

Natore

Mar, 24/12/2013 - 21:35

siamo alla frutta!!!!

cast49

Mar, 24/12/2013 - 21:41

sono le cosiddette figure di merda...

moichiodi

Mar, 24/12/2013 - 23:20

Dai brunetta staccala tu la spina o non arrivi all'interruttore? Come la volpe all'uva.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 25/12/2013 - 00:04

Governo del "pallette d'acciaio" poche idee ma confuse .......

Ritratto di WjnnEx

WjnnEx

Mer, 25/12/2013 - 07:28

"Finalmente una buona notizia per le 24 famiglie italiane bloccate da settimane nella Repubblica Democratica del Congo in attesa di poter portare a casa i loro figli adottivi. Il premier congolese Augustin Matata Ponyo Mapon, in una telefonata con il presidente del Consiglio Enrico Letta, ha assicurato che le autorità di Kinshasa vogliono procedere «in tempi rapidi» al «riesame» dei casi di adozione italiani. «Siamo ottimisti» commenta uno degli enti che si sta occupando di quelle adozioni. E anche una madre adottiva, da Kinshasa, parla di «segnale importante»." Molto bene, ottimo successo dell'esecutivo! Buon Natale a tutti.

reporter_79

Mer, 25/12/2013 - 07:47

Certo, è stato sicuramente per le proteste di forza Italia. Anche una notizia buona con voi diventa una panzana.

tosijoe

Mer, 25/12/2013 - 08:17

brunetta il verginello , a sentirlo blaterale sempre contro il governo dimentica tutte le buffonate espresse quando anche lui sedeva ( sul seggiolone ) sugli scranni dell'esecutivo .

CARLINOB

Mer, 25/12/2013 - 08:47

E chiaro quello che sta accadendo : Letta non è e non è mai stato un Leader ! Caso mai è un intelligente ed affidabile portaborsi ma non sa decidere . In effetti per fortuns che c'è Napolitano a dettargli l'agenda e soprattutto le modifiche a scelte . ..perfini stupide. Il suo Governo poi : è il massimo della incapacità ed inadeguatezza . Per fortuna che non c'è il Caimano a comandare!! Aproposito quando andrà agli arresti domiciliari o in affidamento?? Cosa aspettiamo ?' Lo dobbiamo fare arrestare???

disalvod

Mer, 25/12/2013 - 09:05

PIU' ANDIAMO AVANTI E PIU' CI ACCORGIAMO CHE,PURTROPPO,CON QUESTI POLITICI NON VI E' VIA DI SCAMPO DI USCIRE DALLA CRISI.QUANDO UNA DITTA E' MALE GESTITA E RAPPRESENTATA SICURAMENTE E' DESTINATA AL FALLIMENTO E CHIUDERE COSI' COME SI TROVA L'ITALIA.

Tiolino

Mer, 25/12/2013 - 09:14

Il Giornale ci invita con uno "scrivi un commento". Ma non ci sono più commenti possibili...

cangurino

Mer, 25/12/2013 - 09:30

Per fortuna che c'è NCD a vigilare .... Pure guardiani delle tasse: attentissimi a che non scendano.

Ritratto di unLuca

unLuca

Mer, 25/12/2013 - 10:16

Ha chiesto la fiducia poi non converte il decreto; Ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha ha !!!!!!!!!!!!!!!! Pallette d'acciaio; poche idee ma confuse !!!!!!!!!

Ritratto di perigo

perigo

Mer, 25/12/2013 - 10:34

La cosa più grave è che un provvedimento sul quale è stato messo l'imprimatur della "fiducia", quindi da un punto di vista strettamente formale avallato a maggioranza assoluta dai rappresentanti eletti dal Popolo Sovrano, viene smontato e fatto a pezzettini da chi non ha alcun potere di veto sugli atti parlamentari, cioè il P.d.R. Un Napolitano più golpista che mai scorazza a proprio piacimento sulla legittimità di un Parlamento delegittimato dalla stessa Corte Costituzionale dopo la cancellazione del "Porcellum". Tutto avviene solo quando fa comodo a lui e alla lobby che lo sostiene, internamente ed esternamente al Paese (leggasi Merkel). Siamo in una dittatura e il capo dello Stato garantisce ormai i soliti noti compagnucci della parrocchietta, tralasciando del tutto il dettato Costituzionale con cui alcuni soloni antidemocratici si sciacquano la bocca a fasi alterne, a seconda della convenienza.

michetta

Mer, 25/12/2013 - 11:46

Si va bene! Comunque, rimane solamente l'azione perentoria e drastica, da attuare in qualita' di opposizione, a questo governo e questa situazione! Bravo Brunetta per la precisazione, ma cerchiamo di farci sentire piu' spesso e piu' forte!

Ritratto di Gigliese

Gigliese

Mer, 25/12/2013 - 11:48

Campanellino (detto Letta) e kompagno Alf-ano, questa volta vi è andata MALE avete avuto la sveglia da Re Giorgio.

aitanhouse

Mer, 25/12/2013 - 11:51

I fratelli grimm, pur nella loro ricca fantasia ,mai avrebbero immaginato una favola quale stiamo vivendo: un vecchio re, sovrano assoluto ed incontestabile a cui non basta il solito buffone di corte che fa solo ridere, ma una folta schiera di buffoni che sa ,prima di tutto, far piangere........

aitanhouse

Mer, 25/12/2013 - 11:51

I fratelli grimm, pur nella loro ricca fantasia ,mai avrebbero immaginato una favola quale stiamo vivendo: un vecchio re, sovrano assoluto ed incontestabile a cui non basta il solito buffone di corte che fa solo ridere, ma una folta schiera di buffoni che sa ,prima di tutto, far piangere........

agosvac

Mer, 25/12/2013 - 13:09

Che siano rinsaviti abbandonando il "salva roma" sarebbe in sè una cosa giusta. La cosa vergognosa è che l'abbiano fatto dietro imput del Presidente della Repubblica che, ricordiamocelo, non potrebbe fare politica visto il suo ruolo esclusivamente istituzionale! Ma allora, se così deve essere, se il Capo dello Stato si assume ruoli che ancora non dovrebbe avere, facciamola questa riforma istituzionale con elezione diretta del Presidente della Repubblica e maggiori poteri a lui stesso demandati! In questo modo, quanto meno, il successore di Napolitano non dovrà più avere comportamenti anticostituzionali come ora ha Napolitano!!!

linoalo1

Mer, 25/12/2013 - 16:20

Mi pare ovvio!Se papi,Delirio Tremens Napolitano ordina,il suo figlioccio,Campanellino Letta,obbedisce!Lino.

g-perri

Mer, 25/12/2013 - 16:34

Era già chiaro che Letta non muove foglia che Napolitano non voglia. Il problema è che le altre leggi volute da questo governo e controfirmate dal presidente, non è che siano migliori (per gli italiani) rispetto a questa che è stata ritirata. Di conseguenza vuol dire che le altre leggi il presidente le ha firmate senza leggerle, oppure vuol dire che inizia finalmente ad avere efficacia l'azione che esercita l'opposizione e le pressioni che esercita la popolazione. In questo ultimo caso è necessario non mollare e togliere il respiro a questo insulso governo.

Franco60 Ferrara

Mer, 25/12/2013 - 17:32

letta, vai a casa, il tuo tempo è finito.

vittoriomazzucato

Mer, 25/12/2013 - 18:08

Sono Luca. Io se fossi Letta farei come fece BERLUSCONI: farei un trapianto di capelli, mi farei crescere barba e baffi, metterei lenti a contatto al posto degli occhiali, il tutto finalizzato a non farmi riconoscere. Preparato alla caduta del governo che presiede ed essere sostituito con un chicchessia. GRAZIE.

pgbassan

Mer, 25/12/2013 - 18:32

L'opposizione di FI dà i frutti assieme a Lega Nord da sempre in opposizione a Letta e a Monti. Governo NapoLetta, anzi Napolitano. Questi da buon kompagno dà ordini e anche contrordini, compagni trinariciuti. La foto del titolo da incorniciare: ultimo atto.

francesco57

Mer, 25/12/2013 - 19:25

Palle d'acciao e il guardiano delle tasse hanno perso la bussola. Andate a casa e chiedete scusa agli italiani, è meglio per tutti.

iltorinese58

Mer, 25/12/2013 - 19:51

manca poco,ancora una spallata e cadono...alfano,alfano...proprio tu,figlioccio suo.. ps.alla boldrini piace vincere facile,non permette ai suoi critici di scrivere sulla sua pagina fb(solo e sempre critiche,mai oscenità)

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Mer, 25/12/2013 - 20:42

Ma che rossi vergogna! Questi hanno la faccia come il c...o! Con un minimo di dignità avrebbero dovuto dare le dimissioni!

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Gio, 26/12/2013 - 11:18

...I Governi, nel nostro Paese, non governano. Si limitano a seguire le indicazioni delle lobby, che sono interessate nei provvedimenti che, di volta in volta, vengono emanati; Forzando un po la mano, si potrebbe affermare che il Governo si limita a ratificare le "richieste" delle lobby. Dunque: Lobby forti, Governo debole e viceversa.

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Gio, 26/12/2013 - 18:44

Ho letto il commento di WjnnEx. Ho dovuto leggerlo due volte per capire che non è in chiave ironica! Il governo del Congo, dopo aver perpetrato quasi un sequestro di persone per mesi, senza che il nostro governo, con un Ministro congolese, facesse praticamente niente, adesso plaudiamo alle dichiarazioni del premier congolese Augustin Matata Ponyo Mapon (sic!) che assicura farà presto! Ma che riesame devono fare dopo mesi e mesi di pratiche! Speriamo che i ns connazionali non facciano la fine dei ns. Marò!

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 27/12/2013 - 00:56

Ponendo la fiducia sulla “legge salva Roma” alla Camera dei deputati, il governo, se baglio “corrigettemi”, in pratica ha detto: o passa questo decreto o mi dimetto. Segno che lo riteneva irrinunciabile per l’azione dell’esecutivo. La fiducia l’ha ottenuta; via gli emendamenti, placato l’ostruzionismo, una miriade di ordini del giorno con parere favorevole del governo. Ora rinuncia. §§§ Ma a Letta qualcuno dovrà pure porre delle domande, i deputati per primi. La fiducia che hanno votato vale quanto il belato di una pecora? Se ora rinuncia, che motivo c’era di porre la fiducia? Bastava lasciar fare a quel ramo del parlamento e se, o per voto contrario o per scadenza dei termini, non fosse stata approvata, pace e bene; si va avanti. È possibile, che un governo che, con la fiducia, ha minacciato un’ala del parlamento di dimettersi, ora si salvi rinunciando a quel provvedimento senza dimettersi, sputando, di fatto, addosso anche al senato? È questo il prestigio ricuperato dall’Italia all’estero? Beh, le barzellette di Berlusconi erano barzellette e facevano ridere; questi sono atti formali dell’esecutivo e, se mai, fanno piangere di vergogna.