Droghe leggere di nuovo distinte dalle pesanti

Le tabelle sulle sostanze stupefacenti sono state rimodulate con un decreto legge ed è stata ripristinata la differenza tra droghe leggere e pesanti, «decaduta» quando la sentenza della Corte costituzionale bocciò la legge Fini-Giovanardi. Lo ha spiegato ieri il ministro della Salute al termine del Cdm che ha approvato il provvedimento in materia di stupefacenti e farmaci off-label. La Lorenzin ha sottolineato che nell'arco dei 60 giorni di attuazione del decreto verrà approfondita in sede interministeriale e parlamentare anche la parte penale e la riconfigurazione dei reati. «La sentenza della Corte costituzionale - spiega Lorenzin - aveva creato un vuoto normativo. Circa 500 nuove droghe e sostanze sintetiche erano uscite dall'alveo della regolamentazione Per questo siamo intervenuti».