E c’è poco da ridere anche sui cognomi

Con decreto del presidente della Repubblica 396 è stato approvato nel Duemila il nuovo regolamento dello stato civile che, oltreché imporre nomi che corrispondano al sesso, vieta anche i nomi «ridicoli e vergognosi». Il nuovo testo modificò in particolare gli articoli 34 e 35, relativi alla scelta del nome, introducendo divieto assoluto per l’imposizione dello stesso nome del padre vivente, non è ammesso nemmeno il jr come negli Usa, di un fratello o di una sorella viventi, così come un cognome o nomi ridicoli e vergognosi. Non esiste più invece il divieto per l’imposizione di nomi geografici. La chiameremo Asia. Ma anche America.