E l'europarlamentare Pdl perde le staffe sulla diaria

Rissa sfiorata a Bruxelles tra l'europarlamentare pidiellino Raffaele Baldassarre e la troupe della web tv olandese Geenstijl (nella foto). Tutto nasce all'uscita degli uffici dell'Europarlamento quando il giornalista incalza il deputato: «Lei è appena entrato nel suo ufficio e sono le 18.30. Non pensa sia un po' tardi per venire a lavorare?». Risposta: «I don't understand», non capisco. Nuova domanda del giornalista: «Lei è arrivato alle 18.30, ha firmato la presenza, ha incassato 300 euro di diaria per spese che non ha sostenuto e ora sta uscendo. Mi piace il suo lavoro, vorrei farlo anch'io». Qui, il deputato perde le staffe: «Cosa vuole da me? Io non la conosco. Come si permette?», inveisce, iniziando a colpire microfono e giornalista, che non può far altro che battere in ritirata. A parzialissima discolpa di Baldassarre va sottolineato che, nel servizio, anche il deputato del Partito comunista di Boemia, Miroslav Ransdorf, ha reagito in maniera simile. Ma, si sa, due torti non fanno una ragione.

Commenti

piertrim

Mer, 26/06/2013 - 11:20

Ma chi si crede di essere costui? Spero tanto che venga fatta una inchiesta da parte del suo partito cui vanno le mie simpatie, non so ancora per quanto, e, se ritenuto colpevole dei fatti così come descritti, venga cacciato come capitato alla Idem.

Fabius

Mer, 26/06/2013 - 22:18

Caro Pietrim, purtroppo non è come nel caso della ministra Idem. Un ministro può essere "dimissionato", un parlamentare E un europarlamentare invece no. Nel primo caso la nomina è da parte del premier, nel secondo da parte del popolo. Nel suo caso può essere solo cacciato dal partito, ma la sua qualità di europarlamentare rimarrebbe comunque. Non so se ci sia una procedura per indegnità all'interno del Parlamento Europeo, me lo auguro e nel caso che venga attivata. Triste il video su youtube che fa vedere la sua protervia e la sua arroganza una volta beccato con le mani nella marmellata.

Fabius

Mer, 26/06/2013 - 23:42

Gli ho già scritto un messaggio in privato sulla sua pagina di facebook manifestandogli (garbatamente) il mio disappunto nell'essere rappresentato come Italiano da individui di siffatta specie: www.facebook.com/raffaele.baldassarre.31 Fate altrettanto ma senza essere offensivi: non merita il destro di denunciare chicchessia per ingiuria.